Trash Ware

1,457 views
1,378 views

Published on

TrashWare di Bartolo Scifo. Under Creative Commons ShareAlike License

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,457
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
28
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Trash Ware

  1. 1. TrashWare
  2. 2. TrashWare Con il termine TrashWare si intende il riutilizzo proficuo di computer dismessi altrimenti destinati allo smaltimento.
  3. 3. TrashWare Con il termine TrashWare si intende il riutilizzo proficuo di computer dismessi altrimenti destinati allo smaltimento. La parola “TrashWare” nasce dall'unione dei termini « Trash » e « Hardware », letteralmente computer salvati dalla spazzatura.
  4. 4. TrashWare Con il termine TrashWare si intende il riutilizzo proficuo di computer dismessi altrimenti destinati allo smaltimento. La parola “TrashWare” nasce dall'unione dei termini « Trash » e « Hardware », letteralmente computer salvati dalla spazzatura. Fare TrashWare significa recuperare computer dismessi da privati, aziende e pubbliche amministrazioni, per essere ripristinati tramite Software Libero e riutilizzati da una nuova utenza.
  5. 5. Il valore residuo
  6. 6. Il valore residuo La vita media di un computer prima di diventare realmente obsoleto o non più utilizzabile è di circa 10 anni.
  7. 7. Il valore residuo Un'azienda rinnova il proprio parco macchine mediamente ogni 4 anni anche se i computer sono perfettamente funzionanti.
  8. 8. Il valore residuo Un opportuno recupero puo' massimizzare la vita produttiva di un computer per un periodo anche superiore rispetto al suo utilizzo medio.
  9. 9. Il valore residuo I computer vengono sostituiti anche se sono ancora totalmente funzionanti perché ritenuti non “abbastanza veloci”.
  10. 10. Il valore residuo I computer vengono sostituiti anche se sono ancora totalmente funzionanti perché ritenuti non “abbastanza veloci”. Macchine ancora perfettamente funzionanti vengono tagliate fuori da ogni utilizzo da strategie di produzione e vendita non del tutto “lecite” che coinvolgono hardware e software.
  11. 11. Il valore residuo I computer vengono sostituiti anche se sono ancora totalmente funzionanti perché ritenuti non “abbastanza veloci”. Macchine ancora perfettamente funzionanti vengono tagliate fuori da ogni utilizzo da strategie di produzione e vendita non del tutto “lecite” che coinvolgono hardware e software. Computer sempre più potenti faranno realizzare software sempre più dispendiosi (non solo in termini di potenza ma anche economicamente) che a loro volta necessiteranno di computer sempre più potenti. Potenza che solo raramente è necessaria nell'utilizzo ordinario che una azienda fa dei propri computer.
  12. 12. Smaltimento
  13. 13. Smaltimento Per molti anni si è realizzato lo smaltimento dell'hardware senza troppe preoccupazioni. Per decenni questo tipo di rifiuto, pur essendo qualitativamente difficile da trattare, è stato tenuto sotto controllo, trattandosi di quantità relativamente modeste.
  14. 14. Smaltimento Per molti anni si è realizzato lo smaltimento dell'hardware senza troppe preoccupazioni. Per decenni questo tipo di rifiuto, pur essendo qualitativamente difficile da trattare, è stato tenuto sotto controllo, trattandosi di quantità relativamente modeste. Adesso però siamo arrivati al momento di dismettere la prima generazione “numerosa” di computer, quella del boom dei pc in ogni casa e in ogni ufficio.
  15. 15. Smaltimento Per molti anni si è realizzato lo smaltimento dell'hardware senza troppe preoccupazioni. Per decenni questo tipo di rifiuto, pur essendo qualitativamente difficile da trattare, è stato tenuto sotto controllo, trattandosi di quantità relativamente modeste. Adesso però siamo arrivati al momento di dismettere la prima generazione “numerosa” di computer, quella del boom dei pc in ogni casa e in ogni ufficio. Il rifiuto informatico è un rifiuto RAEE (Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche). Questi tipi di rifiuti contengono sostanze altamente tossiche non biodegradabili, causa di inquinamento del suolo, dell'aria e dell'acqua.
  16. 16. Smaltimento Per molti anni si è realizzato lo smaltimento dell'hardware senza troppe preoccupazioni. Per decenni questo tipo di rifiuto, pur essendo qualitativamente difficile da trattare, è stato tenuto sotto controllo, trattandosi di quantità relativamente modeste. Adesso però siamo arrivati al momento di dismettere la prima generazione “numerosa” di computer, quella del boom dei pc in ogni casa e in ogni ufficio. Il rifiuto informatico è un rifiuto RAEE (Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche). Questi tipi di rifiuti contengono sostanze altamente tossiche non biodegradabili, causa di inquinamento del suolo, dell'aria e dell'acqua. È possibile, e doveroso, uno smaltimento ambientalmente compatibile, ma queste soluzioni sono estremamente costose.
  17. 17. Gestire l'obsolescenza
  18. 18. Gestire l'obsolescenza Lo smaltimento dei vecchi computer alla fine è necessario. Ma può essere rimandato di molto. Un computer dopo essere stato dismesso da una azienda, può essere utilizzato ancora per anni, finché mantiene un valore residuo. E solo dopo anni, quando non sarà più utilizzabile e avrà realmente esaurito la sua vita, potrà essere avviato allo smaltimento.
  19. 19. Gestire l'obsolescenza Lo smaltimento dei vecchi computer alla fine è necessario. Ma può essere rimandato di molto. Un computer dopo essere stato dismesso da una azienda, può essere utilizzato ancora per anni, finché mantiene un valore residuo. E solo dopo anni, quando non sarà più utilizzabile e avrà realmente esaurito la sua vita; potrà essere avviato allo smaltimento. Operando così si ottimizzano le risorse, si riduce lo spreco, si riduce l'inquinamento. Le aziende rimangono competitive perché possono continuare a sostituire i loro computer ogni volta che lo ritengono opportuno, sapendo però di seguire una condotta etica, in quanto i loro vecchi pc verranno utilizzati ancora per anni invece di essere avviati subito allo smaltimento (inoltre con sostanziali riduzione di costi per lo smaltimento stesso).
  20. 20. TrashWare HOWTO
  21. 21. Tre funzioni, tre soggetti Riducendo la struttura ai minimi termini, le attività portanti si riducono sostanzialmente a 3:
  22. 22. Tre funzioni, tre soggetti Riducendo la struttura ai minimi termini, le attività portanti si riducono sostanzialmente a 3: - Raccolta dei computer dismessi
  23. 23. Tre funzioni, tre soggetti Riducendo la struttura ai minimi termini, le attività portanti si riducono sostanzialmente a 3: - Raccolta dei computer dismessi - Ricondizionamento hardware e software
  24. 24. Tre funzioni, tre soggetti Riducendo la struttura ai minimi termini, le attività portanti si riducono sostanzialmente a 3: - Raccolta dei computer dismessi - Ricondizionamento hardware e software - Ridistribuzione a chi può riutilizzarli più vantaggiosamente
  25. 25. Tre funzioni, tre soggetti Raccolta dei computer dismessi Soggetto Collettore E' il referente per chi vuole dismettere i propri computer, che ha l'onere di raccogliere in sicurezza i pc secondo le direttive date da chi farà la riqualificazione. Il soggetto collettore può essere incarnato da poche persone fino ad accordi con le aziende per la raccolta dei rifiuti, in funzione alla quantità dei computer dismessi e l'entità del progetto di riqualificazione.
  26. 26. Tre funzioni, tre soggetti Ricondizionamento H-S Soggetto Riqualificatore Il soggetto riqualificatore è il fulcro attorno al quale ruota l'attività di trshware. È lui che recupera e dà nuova vita ai computer dismessi, sia dal punto di vista hardware che software, riducendo al minimo lo scarto e ottimizzando al meglio i computer a disposizione.
  27. 27. Tre funzioni, tre soggetti Nota = Riqualificazione e software libero Sui computer recuperati è assolutamente necessario utilizzare software libero. Il software non libero è incompatibile con la natura stessa del trashware:
  28. 28. Tre funzioni, tre soggetti Nota= Riqualificazione e software libero Sui computer recuperati è assolutamente necessario utilizzare software libero. Il software non libero è incompatibile con la natura stessa del trashware: - Incompatibilità economiche, perché l'acquisto delle licenze è troppo oneroso.
  29. 29. Tre funzioni, tre soggetti Nota= Riqualificazione e software libero Sui computer recuperati è assolutamente necessario utilizzare software libero. Il software non libero è incompatibile con la natura stessa del trashware: - Incompatibilità economiche, perché l'acquisto delle licenze è troppo oneroso. - Il software libero ottiene ottime performance anche da prestazioni hardware modeste, perché libero da dinamiche di mercato.
  30. 30. Tre funzioni, tre soggetti Nota= Riqualificazione e software libero Sui computer recuperati è assolutamente necessario utilizzare software libero. Il software non libero è incompatibile con la natura stessa del trashware: - Incompatibilità economiche, perché l'acquisto delle licenze è troppo oneroso. - Il software libero ottiene ottime performance anche da prestazioni hardware modeste, perché libero da dinamiche di mercato. - Il software libero è estremamente personalizzabile perché libero da restrizioni imposte dal produttore.
  31. 31. Tre funzioni, tre soggetti Nota= Riqualificazione e software libero Sui computer recuperati è assolutamente necessario utilizzare software libero. Il software non libero è incompatibile con la natura stessa del trashware: - Incompatibilità economiche, perché l'acquisto delle licenze è troppo oneroso. - Il software libero ottiene ottime performance anche da prestazioni hardware modeste, perché libero da dinamiche di mercato. - Il software libero è estremamente personalizzabile perché libero da restrizioni imposte dal produttore. - Se la riqualificazione ha scopo socio-culturale, non si possono imporre “monopoli commerciali” ad una nuova utenza, spesso più svantaggiata.
  32. 32. Tre funzioni, tre soggetti Ridistribuzione Soggetto Ridistributore Il ridistributore può essere una associazione, una onlus, una cooperativa, anche una PMI in funzione dell'obbiettivo del progetto (commerciale o sociale), e in funzione anche all'entità del progetto stesso. In ogni caso il ridistributore ha il compito di selezionare l'utente finale e assicurarsi che l'impiego dei computer riqualificati sia quello previsto dal progetto.
  33. 33. Tre funzioni, tre soggetti Attività connesse = Formazione Esterna allo schema base dell'attività di trashware c'è la formazione per la nuova utenza:
  34. 34. Tre funzioni, tre soggetti Attività connesse = Formazione Esterna allo schema base dell'attività di trashware c'è la formazione per la nuova utenza: Formazione base sull'utilizzo dei computer se la riqualificazione è indirizzata verso utenti svantaggiati al primo contatto con i computer.
  35. 35. Tre funzioni, tre soggetti Attività connesse = Formazione Esterna allo schema base dell'attività di trashware c'è la formazione per la nuova utenza: Formazione base sull'utilizzo dei computer se la riqualificazione è indirizzata verso utenti svantaggiati al primo contatto con i computer. Formazione mirata sull'utilizzo del software libero, poco conosciuto anche da una utenza gia alfabetizzata.
  36. 36. Tre funzioni, tre soggetti Attività connesse = Network Per progetti di riqualificazione internazionali è auspicabile una rete che metta in contatto tutte le parti e altri progetti simili per avere condivisione di buone pratiche, competenze, contatti e in alcuni casi anche un magazzino hardware consultabile da tutti.

×