Assemblea dei Soci 2012Introduzione a cura del Presidente Ugo Biggerisabato 28 maggio 2011
La nostra Banca EticaChiude il 2011 con numeri sorprendenti.+ 24% impieghi+ 12% raccolta di risparmio+ 14% di capitale soc...
Gli ingredienti del successoLe persone.•   Soci•   Clienti•   Lavoratori               Che alimentano le leve che•   Rispa...
Le persone di Banca Etica        Senza di loro Banca Etica non esisterebbe.      Le storie di queste persone non fanno not...
Le persone di Banca Etica  Sono i soci che rispondono a chi cerca di dare un senso al proprio               risparmio o ce...
Questa è Banca Etica      Voi siete Banca Etica6
Questa è Banca Etica      Loro sono Banca Etica7
Il successo ci dà alla testa?        Il successo NON ci dà alla testa...      Perché conosciamo i nostri tanti limitiStiam...
Siamo arrivati?                            NON siamo arrivati...                       Tutti noi vediamo tanto da fareLa  ...
Il meglio deve ancora venireSiamo ancora allinizio.La tensione e le preoccupazioni che ci sonodentro la nostra banca sono ...
Lo scenario internazionale• Continuiamo a lavorare per tessere alleanze internazionali.• Siamo attivi e riconosciuti come ...
La campagna “Non con i miei soldi”Da una idea di alcuni i soci e grazie allimpegno dei GIT, della Fondazione, deidipendent...
Il piano industriale: il percorso            Abbiamo un piano industriale approvato dal CdA.        Una richiesta forte di...
Il piano industriale : perchéPerché con la crescita è aumentata anche la complessità diBancaEticaPerché i buoni progetti s...
Il piano industriale: assaggi delle elaborazioni•   Il premio etico (mutualistico) sugli impieghi    è maggiore del premio...
Il piano industriale: assaggi degli obbiettiviIn sintesi il piano dice che:•   Banca Etica è una banca unica e la sua miss...
Il piano industriale: e ora?Il piano industriale per essere messo in atto ha bisogno delle                    persone di B...
Buona Assemblea dei Socisabato 28 maggio 2011
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Banca Etica Assemblea 2012 | Intervento introduttivo del Presidente Ugo Biggeri

705
-1

Published on

Assemblea dei soci di Banca Etica - Roma 19 maggio 2012 | Intervento introduttivo del Presidente Ugo Biggeri

Published in: Investor Relations
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
705
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
19
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Banca Etica Assemblea 2012 | Intervento introduttivo del Presidente Ugo Biggeri

  1. 1. Assemblea dei Soci 2012Introduzione a cura del Presidente Ugo Biggerisabato 28 maggio 2011
  2. 2. La nostra Banca EticaChiude il 2011 con numeri sorprendenti.+ 24% impieghi+ 12% raccolta di risparmio+ 14% di capitale sociale0,44% sofferenze netteUtile di gestione pari a 1.490.000 € 2
  3. 3. Gli ingredienti del successoLe persone.• Soci• Clienti• Lavoratori Che alimentano le leve che• Risparmiatori fanno funzionare la nostra• Amministratori banca • Il capitale sociale • La raccolta • Gli impieghi • La proposta culturale • La partecipazione • La capacità di fare rete 3
  4. 4. Le persone di Banca Etica Senza di loro Banca Etica non esisterebbe. Le storie di queste persone non fanno notizia. Non si riceve un premio. Non si riceve un aumento. Non si riceve un interesse economico mirabilante. Ma si fa Banca Etica.4
  5. 5. Le persone di Banca Etica Sono i soci che rispondono a chi cerca di dare un senso al proprio risparmio o cerca la Banca per un mutuo Sono i lavoratori che il sabato mattina vanno nelle scuole per fare educazione finanziaria o che nonostante la fatica sono sempre lìSono i clienti che rinunciano a un interesse o alla comodità della banca sotto casa, perché oggi vale IL sogno. Che linteresse più alto sia quello di tutti. E così che Banca Etica è nata. E questo lunico modo con cui possiamo continuare. 5
  6. 6. Questa è Banca Etica Voi siete Banca Etica6
  7. 7. Questa è Banca Etica Loro sono Banca Etica7
  8. 8. Il successo ci dà alla testa? Il successo NON ci dà alla testa... Perché conosciamo i nostri tanti limitiStiamo sperimentando un percorso innovativo di economiasociale, solidale, civile.Ampliando la base sociale.Cercando nuove forme per essere accessibili a più persone. Interrogandoci su nuovi modelli di welfare. Immaginando forme di partecipazione attiva e operativa dei territori. Gettando il cuore oltre lostacolo per arrivare a fare finanza laddove altri hanno già da tempo rinunciato. 8
  9. 9. Siamo arrivati? NON siamo arrivati... Tutti noi vediamo tanto da fareLa nostra storia è anche fatta di tentativi falliti:• Il Forum del Presidente• la condivisione e partecipazione sugli obiettivi e le azioni future• la mancata definizione di un ruolo per soci e lavoratori Ma anche di fatiche... • Lincapacità di rispondere a tutti quelli che hanno bisogno di Finanza Etica • La difficoltà di ottimizzare i processi per dare il massimo valore alle risorse che vengono immesse in Banca Etica 9
  10. 10. Il meglio deve ancora venireSiamo ancora allinizio.La tensione e le preoccupazioni che ci sonodentro la nostra banca sono positive.• Innovare e sbagliare per ripartire di nuovo.• Abbiamo bisogno delle persone di Banca Etica.• Dobbiamo tradurre la preoccupazione in proposta• Dobbiamo dare ascolto alla proposta e riuscire tutti a gestirla per farla diventare innovazione e processo 10
  11. 11. Lo scenario internazionale• Continuiamo a lavorare per tessere alleanze internazionali.• Siamo attivi e riconosciuti come protagonisti nella Global Alliance on Banking Values e in Febea• Sosteniamo insieme ad altre banche etiche la crescita dellInstitute for Social BankingMa soprattutto• Continuiamo nel percorso comune per realizzare il sogno di una Banca Etica in Spagna• Un sogno delle persone di Fiare che ora può diventare un sogno di tutto noi• Un occasione incredibile di ripercorrere i primi anni pionieristici della trasformazione della cooperativa verso la banca etica in banca • Di ripensarsi insieme a FIARE. 11
  12. 12. La campagna “Non con i miei soldi”Da una idea di alcuni i soci e grazie allimpegno dei GIT, della Fondazione, deidipendenti e dei Banchieri Ambulanti, di clienti e realtà finanziate ...Dal 14 marzo al 14 maggio• 40 incontri sul territorio• 250 persone “ci hanno messo la faccia”• 35 post sul blog• 32.000 visitatori• 87.000 pagine viste• 500.000 persone raggiunte sui social network• 2300 citazioni su Google• 1150 citazioni sui BlogUn esempio di partecipazione e passaparola. 12
  13. 13. Il piano industriale: il percorso Abbiamo un piano industriale approvato dal CdA. Una richiesta forte di dare una direzione chiara alla banca Mesi di lavoro intenso iniziati con la griglia di revisione strategica di settembre 2012Mesi in cui tante persone hanno dedicato tempo, professionalità, tenacia e passione. Premi etici da misurare. Numeri da far tornare, scelte da prendere Per rispondere alle domande di senso su chi siamo, su dove vogliamo andare su come possiamo farlo 13
  14. 14. Il piano industriale : perchéPerché con la crescita è aumentata anche la complessità diBancaEticaPerché i buoni progetti sono sognia cui si riesce a dare delle scadenzealtrimenti i sogni possono divenire illusioniPerché serve per tradurre in azioni operative le lineestrategiche di sviluppo di BancaEticaPerché il precedente piano industriale presentato in BancadItalia è superato nei fatti da ciò che stiamo già facendo 14
  15. 15. Il piano industriale: assaggi delle elaborazioni• Il premio etico (mutualistico) sugli impieghi è maggiore del premio etico sulla raccolta• Abbiamo il 60% dei clienti fuori dai comuni delle sedi operative• In 13 anni i volumi sono cresciuti di 13 volte• Dobbiamo migliorare efficienza e patrimonializzazione• Siamo ben radicati sui territori e abbiamo relazioni di lungo periodo con I clienti• Possiamo migliorare il livello (basso) di turnover clienti• Abbiamo un importante posizionamento culturale (finanza etica e attività culturali) 15
  16. 16. Il piano industriale: assaggi degli obbiettiviIn sintesi il piano dice che:• Banca Etica è una banca unica e la sua mission è attuale• Possiamo fare squadra meglio e più di prima• Dobbiamo continuare a valorizzare gli aspetti soci culturali• Dobbiamo essere più efficienti e far crescere di più il patrimonioAbbiamo davanti obiettivi importanti:• crescere facendo attenzione ai costi ed investendo in Spagna e in nuovi canali distributivi: banchieri ambulanti, web, filiali con ATM evoluti (Bergamo nel 2012)• perseguire risultati economici positivi (utili di gestione )• essere un punto di riferimento per leconomia civile e per un modello di finanza etica cooperativa e partecipata a livello internazionale. 16
  17. 17. Il piano industriale: e ora?Il piano industriale per essere messo in atto ha bisogno delle persone di BancaEticaHa bisogno di quelle persone che fanno la banca: lavoratori, soci e amministratori in primisDa lunedì dobbiamo attivare tutte le azioni per condividere il piano con i lavoratori e con la base sociale. Per confrontarci, ascoltare con lobiettivo di cogliere le buone idee e continuare a lavorare per la nostra Banca! 17
  18. 18. Buona Assemblea dei Socisabato 28 maggio 2011

×