Museo & Web

  • 1,831 views
Uploaded on

 

More in: Technology
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
1,831
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2

Actions

Shares
Downloads
106
Comments
0
Likes
1

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide
  • Il web da qualche tempo non si identifica più con il sito web E’ un ambiente aperto, fluido, nel quale i luoghi chiusi diventano periferici Obiettivi della lezione: evoluzione del concetto di sito di museo, buone norme, esempi, spunti In Italia in certi casi è ancora un obiettivo avere un sito web, per esserci In realtà bisogna innovare il modo di porsi di fronte al web, non il sito web
  • - Una storia di molti successi, ma anche di pause, errori, ritardi
  • essere trasparente , definendo chiaramente sia l'identità e gli obiettivi del sito Web sia l'organismo responsabile della sua gestione; selezionare, digitalizzare, indicizzare, presentare e controllare i contenuti per creare un sito Web efficace per tutti gli utenti; implementare linee guida per le politiche di qualità del servizio per assicurare che il sito Web venga adeguatamente mantenuto e aggiornato; essere accessibile a tutti gli utenti, indipendentemente dalla tecnologie utilizzata o dalle loro disabilità, inclusi gli strumenti di navigazione, il contenuto e gli elementi interattivi; essere centrato sull'utente , tenendo conto delle sue esigenze, garantendo pertinenza della risposta e facilità d'uso attraverso meccanismi di valutazione e feedback; essere reattivo , consentendo agli utenti di contattare il sito e ricevere un'adeguata risposta. Se necessario, incoraggiare i quesiti, la condivisione dei dati e la discussione con e tra gli utenti; essere consapevoli dell'importanza del multilinguismo fornendo un livello minimo di accesso in più di una lingua; impegnarsi a essere interoperabile all'interno delle reti culturali per consentire agli utenti di localizzare facilmente i contenuti e i servizi che rispondono alle loro necessità; essere gestito nel rispetto delle norme legali come il diritto di proprietà intellettuale e la riservatezza e indicare chiaramente i termini e le condizioni di utilizzo del sito Web e dei suoi contenuti; adottare strategie e standard per assicurare che il sito Web e i suoi contenuti vengano conservati a lungo termine
  • - È necessario dare continuità ai contenuti, per rendere continua l’esperienza utente
  • -à laboratorio di design aperto alla comunità, Brooklyn 1917
  • Servizio web di microblogging Come funziona: 140 caratteri, registrazione libera, gratuito, followers, utenti che si seguono e utenti da cui si è seguiti, aggiornamento status

Transcript

  • 1.
    • Il sito internet , la comunicazione online, il museo 2.0
    a cura di Massimo Santamicone CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010
  • 2. Il sito web ( e il web) Di cosa parliamo quando parliamo di web Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010 … dalle vetrine online al web 2.0…
  • 3. Un po’ di storia Qualche data e qualche numero Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010
  • 4. Un po’ di storia Qualche data e qualche numero Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010 - prenotazioni - multilinguismo - interattività 51.9% dei musei ha una presenza su Internet ( 2008, Indagine Civita ) + Informazioni + Opere + Didattica 5:1 rapporto tra visitatori virtuali e quelli reali 6 milioni di visitatori online in Italia Moma on Twitter, 73.000 contatti Mart Facebook, 8.000 fans
  • 5. Il sito web del Museo ovvero “Perché un Museo deve avere un Sito Web?” Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010 Produrre contenuti
  • 6. Il sito web del Museo Com’è fatto un sito ben fatto? Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010 Progetto Minerva Dieci Principi europei per la qualità di un sito web culturale (2002-2005) www.minervaeurope.org
  • 7. Il sito web del Museo Com’è fatto un sito ben fatto? Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010 I criteri Minerva-Mile per la qualità dei website culturali
    • Rappresentare l’identità del Soggetto Culturale Pubblico
    • Rendere trasparente l’identità del SCP
    • Essere trasparenti sulla missione del progetto
    • Svolgere un ruolo efficace nei network di settore
    • Presentare norme e standard di settore
    • Diffondere contenuti culturali
    • Sostenere il turismo culturale
    • Offrire servizi didattici
    • Offrire servizi per la ricerca
    • Offrire servizi ai professionisti del settore
    • Offrire servizi per le prenotazioni e gli acquisti
    • Promuovere comunità telematiche di settore
  • 8. Il sito web del Museo Così come lo conosciamo… Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010
  • 9. Il sito web del Museo In quanti modi può essere fatto un sito di un Museo Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010 In base al peso di ciascuna di queste componenti si definisce la finalità del sito e, di conseguenza, il suo target
  • 10. Il sito web del Museo La differenza la fanno i contenuti Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010 DISPONIBILI IN TRE LUOGHI NEL SITO NEL MUSEO ALTROVE
  • 11. Dal Web 1.0 al Web 2.0 Il web 2.0, il luogo dell’”altrove” Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010 Il Web 2.0 è una nuova visione di Internet che ha appena cominciato ad influenzare il vostro modo di lavorare ed interagire con le informazioni in rete . Web 2.0 non è un software specifico, né un marchio registrato dai Microsoft o Google, ma un insieme di approcci per usare la rete in modo nuovo e innovativo. Il web 2.0 è fatto di servizi Internet di seconda generazione,siti di social networking, wiki, strumenti di comunicazione e folksonomy, che enfatizzano la collaborazione e la condivisione tra utenti
  • 12. Il Museo e il web 2.0 “ Far correre la palla” Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010 Web 1.0: Digitalizzazione delle informazioni Web 2.0: Digitalizzazione delle relazioni e delle conversazioni Web 1.0: Contenuti comunicati dall’alto Web 2.0: Contenuti prodotti dal basso
  • 13. Il web 2.0 e il web museale Mille opportunità e qualche rischio Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010 Per cogliere le opportunità del nuovo web bisogna riconsiderare il ruolo stesso del museo:
    •  generare comunità attorno al museo
    • rendere persistente l'esperienza del museo nella memoria dei visitatori
    • creare un “nuovo museo”, non una copia dell’esistente
    Non solo conservazione, né solo divulgazione, ma cultura , didattica , intrattenimento , produzione , promozione
  • 14. Il web 2.0 e il web museale Mille opportunità e qualche rischio Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010 Per cogliere le opportunità del nuovo web bisogna riconsiderare il ruolo stesso del museo: “ il miglior modo per far comprendere il valore delle opere d’arte, e quindi il senso del museo ecclesiastico, consiste nell’insegnare ai visitatori a guardarsi intorno per riflettere e collegare eventi, oggetti, storia, persone che in quel territorio sono stati e rimangono l’anima viva e presente” LETTERA CIRCOLARE  SULLA FUNZIONE PASTORALE DEI MUSEI ECCLESIASTICI Città del Vaticano, 2001 “ I Musei ecclesiastici (...) non sono depositi di reperti inanimati, ma perenni vivai, nei quali si tramandano nel tempo il genio e la spiritualità della comunità dei credenti” Giovanni Paolo II, Messaggio ai partecipanti alla II Assemblea Plenaria della Pontificia Commissione per i Beni Culturali della Chiesa, 25 settembre 1997
  • 15. Il web 2.0 e il web museale Come si entra nel web 2.0? Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010 Molti musei decidono di “buttarsi” nel mondo 2.0 e aprono un blog, o un profilo in una community, saltando così il primo passo.
  • 16. Il web 2.0 e il web museale Gli strumenti Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010
  • 17. Il web 2.0 e il web museale TWITTER Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010
    • Qualche consiglio:
    • Far capire chi sta parlando
    • Essere persone, non istituzioni
    • Seguire ed essere seguiti
    • Portare Twitter nel mondo reale
    I più popolari su Twitter: 1. MoMA (73138 followers) 2. TATE (37066) 3. Brooklyn Museum (31401) Nei primi 30 posti 25 musei USA e 5 UK.
  • 18. Il web 2.0 e il web museale YOUTUBE Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010 Come utilizzarlo? - produrre clip video di interviste fatte ai visitatori - promuovere l’attività didattica producendo clip video delle lezioni e dei laboratori - produrre clip video relative agli incontri che si svolgono in museo - organizzare concorsi con gli utenti - raccogliere le conferenze stampa e le presentazioni
  • 19. Il web 2.0 e il web museale FLICKR Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010 Usare Flickr per la visita virtuale 1. aprire gli archivi (creative commons) 2. creare mostre immaginarie (tagging, classificazione libera) 3. contest, inviti a partecipare (es: Luce Foundation, chiedere agli utenti di suggerire un modo per riempire uno spazio, tramite tag)
  • 20. Il web 2.0 e il web museale Gli strumenti Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010
    • Qualche idea:
    • Applicazioni specifiche: artshare
    • Creare eventi
    • Contest
    • Notizie
    • Discussioni
  • 21. Il web 2.0 e il web museale BLOG Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010
  • 22. Il web 2.0 e il web museale BLOG Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010
    • Qualche idea:
    • Blog dei curatori, degli esperti
    • Blog degli utenti, dei gruppi
    • Blog di progetto, didattica, laboratori
    • Notizie
    • Discussioni
    • Aggregatore della presenza in rete
  • 23. Il web 2.0 e il web museale Qualche esempio virtuoso Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010
  • 24. Il web 2.0 e il web museale Qualche esempio virtuoso Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010
  • 25. Il web 2.0 e il web museale Qualche esempio virtuoso Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010
  • 26. Il web 2.0 e il web museale Qualche esempio virtuoso Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010
  • 27. Il web 2.0 e il web museale Qualche esempio virtuoso Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010
  • 28. Il web 2.0 e il web museale Qualche esempio virtuoso Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010
  • 29. Il web 2.0 e il web museale Qualche esempio virtuoso Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010
  • 30. Conclusioni Un percorso incerto Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010
    • Le tre vie da percorrere:
    • I Musei , per ora, non ha sfruttato appieno le possibilità del web
    • Nel web partecipativo è impossibile non esserci, se non ci entriamo ci saremo comunque dentro, come non-partecipanti
    • Il web 2.0 è oggi il maggior strumento di modellazione della reputazione
    • Il web 2.0 attira investimenti
    QUALITA’ INNOVAZIONE CORAGGIO
  • 31. Conclusioni Perché? Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010
    • Bisogna innovare a partire dal concetto stesso di conservazione:
      • Anche la “ conservazione ” va ripensata, la memoria va alimentata, va accresciuta e partecipata, perché diventi memoria collettiva , più forte e salda
    1. Mancanza di risorse? 2. Paura, burocrazia 3. Cultura e conoscenza
  • 32. Risorse Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010 Minerva, Manuale per la qualità dei siti web pubblici culturali, 2005 Minerva Europe, Manuale per l’interazione con gli utenti del Web culturale , 2009 Simone Strozzi, Musei Online – Gli strumenti 2.0 al servizio del dibattito culturale , 2009 Fuctory museum - http://fucktory.wordpress.com Museum 2.0 - http://museumtwo.blogspot.com Bibliografia e link
  • 33. Grazie per l’attenzione Massimo Santamicone. Museo &Web - CORSO MUSEI DIOCESANI. Orientamenti - 3 febbraio 2010 Massimo Santamicone www.cittaininternet.it [email_address]