Privacy e segreto professionale

  • 187 views
Uploaded on

 

More in: Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
187
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. SEGRETO PROFESSIONALE IL SEGRETO PROFESSIONALE È L’OBBLIGO A NON RIVELARE LE INFORMAZIONI AVENTI NATURA DI SEGRETO APPRESE ALL’INTERNO DEL RAPPORTO FIDUCIARIO CREATOSI IN RAGIONE DELLA PROFESSIONE. Ha un fondamento: etico legato al rispetto della persona; deontologico sancito come norma di comportamento professionale sancito nei Codici deontologici delle singole figure professionali; giuridico sancito dall’art. 622 del c.p. e dal D. Lgs. 196/2003 sulla privacy .
  • 2. IL SEGRETO PROFESSIONALE E LA RISERVATEZZA IL SEGRETO PROFESSIONALE OBBLIGA A NON RILEVARE TUTTO CIÒ CHE VIENE RILEVATO O DI CUI SI VIENE A CONOSCENZA. LA PRIVACY OBBLIGA, OLTRE A NON RIVELARE IL SEGRETO, ANCHE A PROTEGGERE TUTTO QUELLO CHE SI VIENE A SAPERE AL RIGUARDO DELL’INTERESSATO PER TUTELARE I SUOI DIRITTI, LE SUE LIBERTÀ FONDAMENTALI, LA SUA DIGNITÀ INDIVIDUALE E PER L’INTERESSE DELLA COLLETTIVITÀ DIFFERENZE SOTTO IL PROFILO DEONTOLOGICO: IL SEGRETO PROFESSIONALE È STRUMENTO FUNZIONALE ALLA PROFESSIONE CHE GARANTISCE IL CORRETTO ESERCIZIO DELLA STESSA CON PARITETICI VANTAGGI PER L’UTENTE. LA PRIVACY È UN PATTO DI RISPETTO DELL’AUTONOMIA DELL’UTENTE CHE LIBERAMENTE PUÒ DISPORRE NON SOLO DEL SUO CORPO MA ANCHE DEI DATI CHE LO RIGUARDANO.
  • 3. IL SEGRETO PROFESSIONALE E IL SEGRETO D’UFFICIO Il segreto professionale riguarda in linea generale un professionista che in ragione della sua attività viene a conoscenza di una notizia Art. 622 c.p. Rivelazione di segreto professionale. Chiunque, avendo notizia, per ragione del proprio stato o ufficio, o della propria professione o arte, di un segreto, lo rivela, senza giusta causa, ovvero lo impiega a proprio o altrui profitto, è punito, se dal fatto può derivare nocumento, con la reclusione fino ad un anno o con la multa da lire sessantamila a un milione. Il delitto è punibile a querela della persona offesa Il segreto d’ufficio riguarda in linea generale una persona che svolgendo un’attività in un ufficio (che può non essere direttamente correlata alla professione) viene a conoscenza di una notizia specifica dell’ufficio. Art. 326. Rivelazione ed utilizzazione di segreti di ufficio. Il pubblico ufficiale o la persona incaricata di un pubblico servizio, che, violando i doveri inerenti alle funzioni o al servizio, o comunque abusando della sua qualità, rivela notizie di ufficio, le quali debbano rimanere segrete, o ne agevola in qualsiasi modo la conoscenza, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni