Your SlideShare is downloading. ×
  • Like
Green ideas #8 l'autostrada a pannelli solari
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Now you can save presentations on your phone or tablet

Available for both IPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Green ideas #8 l'autostrada a pannelli solari

  • 177 views
Published

 

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
177
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Green Ideas # 8: Lautostrada a pannelli solari:
energia dai terreni marginali Un brevetto italiano: Moduli a film sottile suiblocchi di cemento divisori tra le carreggiate
  • 2. Le autostrade potrebbero diventare il nuovo paradiso delfotovoltaico grazie a un brevetto italiano che coniuga duevantaggi: energia a basso costo e recupero di terrenimarginali.«Una delle critiche mosse al fotovoltaico, è lutilizzo di terreniagricoli per montare i pannelli», spiega a Corriere.it LucianoPaoletti, lideatore delle autostrade energetiche.«Con questo sistema si utilizzano aree che non sarebbero innessun modo sfruttabili per alcuna coltura».
  • 3. Lidea di Paoletti è semplice: perché non utilizzare le barrieredivisorie in cemento che separano le carreggiate di autostrade esuperstrade?La rete autostradale italiana è lunga più di 6 mila chilometri, aiquali vanno aggiunti altre migliaia di chilometri di superstrade,raccordi e tangenziali: la potenzialità quindi è elevata.«Con i pannelli solari fin qui utilizzati, in silicio mono o policristallinosorretti da una struttura in vetro, cerano problemi di sicurezza nelcaso di incidente. Ma con la nuova generazione di fotovoltaicocon le cellule a film sottile Cigs tutto cambia».Le celle fotovoltaiche in seleniuro di rame-indio-gallio (Cigs èlacronimo inglese) hanno spessore di pochi micron e possonoessere stese come una pellicola sui blocchi di cemento armatoche separano le carreggiate, che in gergo vengono chiamatebarriere new jersey.
  • 4. Il brevetto, del luglio 2011, è assolutamente innovativo: inprecedenza cerano stati casi di pannelli fotovoltaici montati suguard-rail ma solo per brevi tratti.Essendo modulari, linterruzione per qualsiasi motivo di un tratto dipannelli Cigs (per esempio per un incidente) non comporta ilblocco dellintero sistema.Ovviamente la disposizione dei pannelli non sarebbe sempreottimale rispetto allangolazione dei raggi solari, ma ragionandosulle lunghe distanze si avrebbe una buona media, tenuto inoltreconto che le celle Cigs hanno rendimento superiore rispetto ainormali pannelli anche solo con luce diffusa.
  • 5. «La società che gestisce lautostrada potrebbe utilizzare lenergiaprodotta per alimentare i pannelli di segnalazione o addiritturavendere la produzione in eccesso alla rete elettrica», spiegaPaoletti, che infine illustra un altro possibile vantaggio del suobrevetto.«Si possono inoltre alimentare anche pannelli di segnalazione divelocità e indicazioni a led delle località che si stannopercorrendo.Oppure si possono integrare fotocellule a led luminosi chesegnalano la presenza di autoveicoli in quel tratto e inviare lasegnalazione ai Gps montati sui veicoli per segnalare in temporeale code e rallentamenti».Fonte: Paolo Virtuani. Corriere.it. 19 marzo 2012.
  • 6. E’ un’iniziativa www.aurive.it