Presto a casa: risultati di unprogetto sperimentale in appartamenti palestra

  • 479 views
Uploaded on

Presto a casa: risultati di unprogetto sperimentale in appartamenti …

Presto a casa: risultati di unprogetto sperimentale in appartamenti
palestra

More in: Technology , Travel , Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
479
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
19
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Presto a casa:risultati di unprogetto sperimentalein appartamentipalestraA cura di Sara Zanchiello
  • 2. “Presto a Casa: Modelli innovativi di domicili temporanei dedicati a utenti con disabilità fisiche sub-acute ”PARTNER COMUNE DI TRIESTE (capofila) CONSORZIO AREA DI RICERCA ATER TRIESTEcon la stretta collaborazione di Provincia di Trieste, Area Riabilitazione Ospedali Riunitidi TriesteOBIETTIVORistrutturare 2 appartamenti con tecnologie domotiche, arredi tecnici e particolarisoluzioni progettuali e costruttive in grado di rendere fruibili gli spazi e facilitare leattività domestiche anche a chi deve fare i conti con un’autonomia improvvisamentelimitata, in misura più o meno grave. Progetto finanziato dalla Regione FVG, legge26/2005, art.22
  • 3. RISULTATI ATTESIMettere le tecnologie al servizio della persona, consentendo alle persone (insieme ancheai loro familiari) di sperimentare funzionalità, arredi e strumenti che possono essereriproposti nel proprio domicilioGli appartamenti sono stati allestiti in maniera il più possibile coerente con le realinecessità dell’utente: le soluzioni tecnologiche individuate sono focalizzate sugli aspetti di accessibilità e usabilità richiesti i criteri di scelta delle soluzioni tecnologiche e degli allestimenti infrastrutturali sono l’economicità e la ripetibilità in abitazioni di tipologie non lussuose
  • 4. LOCALIZZAZIONENELLA CITTA’ PIAZZA UNITA ’ ’ CASTELLO DI S. GIUSTOTRIESTE VIA CAPITOLINA 3/2 E 3/3 La scelta degli immobili: • posizione centrale • facilità accesso con auto e pulmini • vicinanza attrezzature pubbliche • immobile di recente costruzione • assenza barriere architettoniche ’ CASTELLO DI S. GIUSTO • alloggi di dimensioni medie
  • 5. STATO DI FATTOAppartamentovia Capitolina 3/2
  • 6. SOLUZIONI PROGETTUALI PER SPAZI ED ARREDI•REALIZZAZIONE DI SPAZI APERTI•ELIMINAZIONE DI ELEMENTI INTERFERENTI CON PASSAGGIO•ADEGUAMENTO IMPIANTI ELETTRICO – SANITARIO - TERMICO•ATTENZIONE ALL’USUFRUIBILITA’ DEGLI SPAZI•PREDISPOSIZIONE RAMPE REMOVIBILI•RIORGANIZZAZIONE BAGNI E CUCINE•PREDISPOSIZIONE IDONEI SPAZI DI PARCHEGGIO
  • 7. TECNOLOGIE DOMOTICHE•SISTEMI PER IL TELESOCCORSO•ALLARMI TECNICI (gas, anti incendio, acqua,..)•CONTROLLO CARICHI E SISTEMA ANTI BLACKOUT ENERGIA ELETTRICA•MOTORIZZAZIONE DELLE FINESTRE, TAPPARELLE, TENDE•CONTROLLO LUCE INTELLIGENTE CON SENSORI DI PRESENZA•PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO TEMPERATURA PER ZONE•IMPIANTO TELEFONICO E CITOFONICO DISTRIBUITO•AUSILI ALLA COMUNICAZINE (comunicatori elettronici, pulsanti a pressione, a sfioramento, riconoscimento vocale,…)•AUSILI ALLA MOVIMENTAZIONE NELLA TOILETTE ED IN CUCINA
  • 8. ARREDI TECNICIMetodologia di lavoro: analisi di mercato alla ricerca delle più adeguatesoluzioni con particolare attenzione agli ambienti cucina , bagno e camerada letto dell’utente: per l’arredo della cucina emergono diversi approcci: - prodotto “medicalizzante”, con molti automatismi ad assetto variabile - prodotto artigianale - prodotto classico adattato alle nuove condizioni di vita - prodotto concepito ad hoc
  • 9. Alcune soluzioni che il mercato offre la cucina a disposizione angolare la cucina con piano di lavoro sagomato
  • 10. Alcune soluzioni che il mercato offre
  • 11. Planimetria cucina stato Planimetria cucina secondo di partenza progetto
  • 12. Pianta della Cucina
  • 13. Prospetto della Cucina
  • 14. Le facilitazioni di utilizzo a cui si è pensato sono: i piani di lavoro, dai quali vanno eliminate le basi sottostanti, sono piani sagomati e senza basi posizionati ad altezza congrua o a collocazione variabile in altezza il lavello ha una profondità ridotta ed è dotato di accessori che facilitano le funzioni di lavaggio; il piano dappoggio che si trova sotto al forno semplifica i piccoli spostamenti; gli armadi sono alti 140 cm, con interno attrezzato e con uno zoccolo di altezza adeguata; le maniglie facilitano la presa e rendono più sicura lapertura delle ante, con posizione di maniglia modificata
  • 15. Il pensile sistema di movimentazione e di regolazione dell’altezza sia in modo manuale sia elettrico sistema di bloccaggio antischiacciamento con avvicinamento diagonale
  • 16. Forno: forno elettrico ad incasso con apertura laterale di 180° reversibile,per incasso da 60 cm e altezza 60 cm o più basso
  • 17. Cappa: cappa multifunzionale comandata con telecomando;Piano cottura: piano cottura elettrico in vetroceramica con 4 zone cottura esistema touchscreen
  • 18. Lavastoviglie: lavastoviglie da incasso compatta (H 45cm e L 55-60 cm) perincasso di larghezza 60 cm e altezza 45-50 cmLavasciuga: lavasciuga da incasso per base da 60 cm con carica frontale eapertura dell’oblò reversibileFrigorifero: frigorifero da incasso con celletta freezer di altezza 110-120 cm perincasso in colonna da 60 cm, con apertura della porta reversibile
  • 19. Gruppo miscelatore: miscelatore con aggiunto un “limitatore ditemperatura” che, in base al suo posizionamento, impedisce di portare la leva delrubinetto totalmente verso sinistra, “limitando” cosi la possibilità di erogare acquacalda
  • 20. ARREDI TECNICI per l’arredo della camera - prodotto basilare con poche regolazioni essenziali - prodotto medicalizzante, attento alle esigenze dell’utente ma anche del care-giver
  • 21. CAMERA DA LETTO UTENTE (lay-out)
  • 22. CAMERA DA LETTO UTENTE
  • 23. ARREDI TECNICI per l’arredo del bagno
  • 24. BAGNO UTENTE • PIASTRELLE ANTISDRUCCIOLO • TAZZA WC SOSPESO – ALTEZZA DA TERRA 40-43 CM PREDISPOSTO PER UTILIZZO CON CIAMBELLA ADATTABILE CON FOTOCELLULA • POSIZIONAMENTO MANIGLIONI ALTEZZA DA TERRA CM 85 • LAVABO SOSPESO RGOLABILE CON RUBINETTO A FOTOCELLULA DOTATO DI MISCELATORE TERMOSTATICO• SPECCHIO RECLINABILE• DOCCIA A PAVIMENTO, RUBINETTERA A MISCELATORE TERMOSTATICO, DOCCETTA A TUBO FLESSIBILE POSIZIONABILE SU ASTA REGOLABILE POSTA LATERALMENTE AL PIANO SEDUTA• SEGGIOLINO A PARETE CON SOSTEGNI LATERALI E SCHIENALE
  • 25. ImmaginiPRIMA DEI LAVORI CAMERA SINGOLA CUCINA BAGNO FINESTRATO CUCINA CAMERA MATRIMONIALE POGGIOLO BAGNO CIECO SOGGIORNO INGRESSO
  • 26. COMPARAZIONE ALLOGGI SOSTITUZIONE PORTA BATTENTE CON UNA SCORREVOLE TIPO “SCRIGNO” RIPOSIZIONAMENTO E SOSTITUZIONE SANITARI BAGNO  REALIZZAZIONE DI UN’UNICA ZONA GIORNO DEMOLIZIONE SPALLETTA MURATURA NEL CORRIDOIO  TAMPONAMENTO PORTA ACCESSO CUCINA PER AMPLIARE PARETE PER FISSAGGIO ARREDI CUCINA  PREDISPOSIZIONE RAMPA MOBILE IN CORRISPONDENZA TELAIO A PAVIMENTO DELLA INSERIMENTO PORTA SCORREVOLE PORTA FINESTRA DEMOLIZIONE TRAMEZZE TAMPONAMENTO VANO PORTA
  • 27. ImmaginiDOPO I LAVORI CUCINACUCINA CAMERA SINGOLA BAGNO FINESTRATO CUCINA POGGIOLO CAMERA MATRIMONIALE SOGGIORNO INGRESSO
  • 28. I PRIMI FEEDBACK grande utilità dei sistemi di scorrimento per movimentare le stoviglie sulpiano di lavoro; elettrodomestici possibilmente ad altezza 80 centimetri da terra o comunque ben rialzate da terra; prediligere aperture a minimo 170° o dotate di sistemi a scorrimento; utilizzo di maniglie ampie e “non minimaliste”
  • 29. I PROSSIMI PASSI dall’ attività di sperimentazione intendiamo svolgere un monitoraggio raccogliendo i pareri degli utilizzatori in merito alla fruibilità degli alloggi … sulle soluzioni, sulle tecnologie, sugli arredi e sugli ausili …
  • 30. Per info: http://www.retecivica.trieste.it/prestoacasa/ ing. Sara Zanchiello Servizio Trasferimento Tecnologico Padriciano, 99 – 34149 Trieste Tel. 040.3755159 - Fax 040.3755176 sara.zanchiello@innovationnetwork.it www.area.trieste.it