Tecnologie domotiche per il recupero
dell’autonomia

A cura di Monica Govetti




Trieste – 29 settembre 2010
I principi alla base del sistema domotico di Presto a Casa

 Progettare e realizzare delle abitazioni “palestra” in modo ...
Le caratteristiche del sistema domotico di Presto a Casa (1)


Il sistema domotico di Presto a Casa è stato progettato e i...
Le caratteristiche del sistema domotico di Presto a Casa (2)

 Aperto all’integrazione di ulteriori funzionalità senza la...
L’architettura del sistema (1)

 Infrastruttura di comunicazione principale costituita da un BUS KNX ad
intelligenza dist...
L’architettura del sistema (2)

 Interfacce hw di comando e supervisione costituite da PC e telecomando
radio, oltre che ...
L’architettura del sistema (3)

                                             Climatizzazione
                             ...
Le funzionalità del sistema implementate (1)

 Apertura/chiusura automatica della
porta d’ingresso e dello scrocco della ...
Le funzionalità del sistema implementate (2)

 Rilevamento di movimento per
l’accensione automatica delle luci
e per l’ap...
Le funzionalità del sistema implementate (3)

 Acquisizione immagini tramite videocamera
per controllo di chi ha suonato ...
Lo schema dell’impianto
Conclusioni: il progetto Presto a Casa rappresenta …


 per le Aziende:
una potenziale fonte di idee per il miglioramento...
Grazie per l’attenzione!



                   Dott.ssa Monica Govetti
                   Servizio Trasferimento Tecnologi...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Govetti

731 views
660 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
731
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Govetti

  1. 1. Tecnologie domotiche per il recupero dell’autonomia A cura di Monica Govetti Trieste – 29 settembre 2010
  2. 2. I principi alla base del sistema domotico di Presto a Casa  Progettare e realizzare delle abitazioni “palestra” in modo tale da creare un ambiente domestico reale in cui le persone, che stanno seguendo un percorso di riabilitazione fisica, possono sperimentare personalmente per un periodo adeguato, le tecnologie domotiche e gli ausili ICT a supporto del recupero di un buon livello di autonomia  Adeguare gli impianti esistenti dei due appartamenti selezionati al fine di porre le tecnologie domotiche a sostegno dell’AUTONOMIA, SICUREZZA, COMFORT delle persone
  3. 3. Le caratteristiche del sistema domotico di Presto a Casa (1) Il sistema domotico di Presto a Casa è stato progettato e implementato per essere:  Versatile: controllabile da PC, da telecomando radio, da pulsanti a muro, manualmente, con invio sms, programmabile con funzionamento automatico  Aperto all’utilizzo di comandi vocali o di altre interfacce utente adeguate alle necessità specifiche dei diversi utenti che si avvicenderanno
  4. 4. Le caratteristiche del sistema domotico di Presto a Casa (2)  Aperto all’integrazione di ulteriori funzionalità senza la necessità di ulteriori modifiche strutturali ed impiantistiche di rilievo  Affidabile in quanto realizzato con componenti di mercato, segmentato in diverse linee di impianto indipendenti e dotato di un gruppo di continuità per le linee prioritarie dell’impianto  Connesso con l’esterno: per fornire un’assistenza remota all’utente, per l’invio di messaggi di allarme e per la tele manutenzione del sistema
  5. 5. L’architettura del sistema (1)  Infrastruttura di comunicazione principale costituita da un BUS KNX ad intelligenza distribuita, fisicamente realizzata su rete cablata e su rete wireless (868MHz) ed interfacciata ad una rete Ethernet cablata con collegamento Internet a banda larga  Macchine per condizionamento e caldaia dell’impianto di riscaldamento interfacciati al sistema bus  Contatto apri-portoncino condominaile del citofono interfacciato al bus  Impianto illuminazione d’emergenza interfacciato al bus
  6. 6. L’architettura del sistema (2)  Interfacce hw di comando e supervisione costituite da PC e telecomando radio, oltre che da pulsanti a muro e via SMS. Emulatori di mouse,  Interfaccia sw comandi vocali, tablet pc touch screen,…
  7. 7. L’architettura del sistema (3) Climatizzazione Motorizzazioni Radiocomando Illuminazione Videosorveglianza Comandi e sensori PC di supervisione
  8. 8. Le funzionalità del sistema implementate (1)  Apertura/chiusura automatica della porta d’ingresso e dello scrocco della serratura  Apertura/chiusura motorizzata di porte interne, finestre, tapparelle e tende  Rilevamento condizioni meteo (vento e pioggia) per chiusura automatica di finestre e tapparelle
  9. 9. Le funzionalità del sistema implementate (2)  Rilevamento di movimento per l’accensione automatica delle luci e per l’apertura automatica di porte  Controllo di prese e degli apparecchi ad esse collegate  Rilevamento di perdite di gas metano dalla caldaia per la chiusura del gas e la segnalazione e invio di allarmi  Rilevamento della presenza di monossido di carbonio per apertura automatica finestre e per segnalazione e invio allarmi  Rilevamento di fuoriuscita d’acqua dal lavandino o dal piatto doccia per evitare possibili allagamenti e segnalare l’emergenza
  10. 10. Le funzionalità del sistema implementate (3)  Acquisizione immagini tramite videocamera per controllo di chi ha suonato alla porta di casa o per controllo della situazione nella zona giorno  Segnalazione e richiesta di soccorso  Controllo di carichi elettrici (forno, lavasciuga, climatizzatore) per evitare sovraccarichi e la necessità di uscire di casa per il ripristino della corrente  Accensione/chiusura anche da remoto del riscaldamento o del condizionamento  Utilizzo di scenari per la realizzazione di una combinazione di comandi (es spegnere tutte le luci della casa,…)
  11. 11. Lo schema dell’impianto
  12. 12. Conclusioni: il progetto Presto a Casa rappresenta …  per le Aziende: una potenziale fonte di idee per il miglioramento e l’innovazione dei prodotti basato sull’analisi di feedback raccolti dopo l’utilizzo  per gli Operatori Pubblici:  un’utile fonte informativa per impostare delle linee guida per una progettazione di edilizia residenziale pubblica con accorgimenti che a basso costo consentono poi di implementare le funzioni utili alla persona  un’opportunità concreta per l’accrescimento delle competenze degli operatori socio-sanitari sulle tecnologie e sugli ausili ICT a supporto delle persone fragili  per le Persone con disabilità e i loro famigliari: un servizio per diffondere la conoscenza e per supportare la scelta delle tecnologie domotiche più opportune e tecnicamente riproponibili nella propria abitazione per riacquisire la miglior qualità della vita possibile
  13. 13. Grazie per l’attenzione! Dott.ssa Monica Govetti Servizio Trasferimento Tecnologico Padriciano, 99 – 34149 Trieste Tel. 0432 276230 monica.govetti@innovationnetwork.it www.area.trieste.it

×