Your SlideShare is downloading. ×
  • Like
Capitale intellettuale 2009
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Now you can save presentations on your phone or tablet

Available for both IPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Capitale intellettuale 2009

  • 1,435 views
Published

 

Published in Education , Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
1,435
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
57
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. 2009 BILANCIO DEL CAPITALE INTELLETTUALE CONSORZIO PER L’AREA DI RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA DI TRIESTE
  • 2. 2009 BILANCIO DEL CAPITALE INTELLETTUALE indice 1. PREMESSA 4 2. INTRODUZIONE 6 3. IL MODELLO 9 4. CAPITALE UMANO 13 4.1 INDICATORI DI CRESCITA / RINNOvAMENTO 15 4.2 INDICATORI DI EffICIENZA 18 4.3 INDICATORI DI STAbILITà 20 5. CAPITALE STRUTTURALE 23 5.1 INDICATORI DI CRESCITA / RINNOvAMENTO 26 5.2 INDICATORI DI EffICIENZA 30 5.3 INDICATORI DI STAbILITà 32 6. CAPITALE RELAZIONALE 35 6.1 INDICATORI DI CRESCITA / RINNOvAMENTO 38 6.2 INDICATORI DI EffICIENZA 39 6.3 INDICATORI DI STAbILITà 41 7. CONCLUSIONI 42 3
  • 3. 2009 BILANCIO DEL CAPITALE INTELLETTUALE 2007 2008 2009 % GESTIONE FINANZIARIA Entrate correnti 17.888.878 19.511.682 20.258.965 + 3,80% Spese correnti 16.681.885 17.871.601 19.639.042 + 9,90 % Risultato finanziario corrente 1.206.993 1.640.081 619.923 - 62,20% GESTIONE ECONOMICA Ricavi totali 19.811.757 23.233.020 21.331.530 - 8,20 % Costi totali 21.140.177 23.973.287 23.373.603 - 2,50% Risultato generale - 1.328.420 - 740.267 - 2.042.073 + 175,86 % 1. PREMESSA Ricavi operativi 19.675.454 22.743.317 21.134.960 - 7,01 % Costi operativi 19.664.973 22.403.996 22.159.302 + 1,09 % Risultato operativo 10.481 339.321 -1.024.342 - 401,9% ALTRE INFORMAZIONI Fondo finanziamento ordinario 8.064.971 8.487.795 8.337.535 - 1,77 % Incidenza spese fin. su entrate correnti 0,60 % 0,80 % 1,40 % + 75,00 % Spese per stakeholder esterni 9.773.788 9.718.000 8.548.178 - 12,04 % Personale del Consorzio 112 112 125 - 11,61% AREA Science Park è un parco scientifico e tecnologico multisettoriale, in cui operano aziende ed istituti pubblici e privati attivi nell’ambito della ricerca e dell’innovazione. Nella gestione finanziaria le spese correnti sono cresciute più delle relative entrate AREA Science Park è costituita dal: perché, nel 2009, sono state anticipate le spese per l’impostazione delle attività nel - Parco Scientifico e Tecnologico che, a fine 2009, accoglie 85 insediati tra enti Mezzogiorno (in particolare per il progetto Basilicata Innovazione), del piano per di ricerca e piccole-medie imprese. Attualmente vi operano 2.537 persone caratterizzare il Consorzio con impianti dimostrativi attraverso l’utilizzo di energie (2.209 nell’anno 2007). alternative e di risparmio energetico (Enerplan) e, infine, per l’autofinanziamento - Consorzio per l’AREA di ricerca scientifica e tecnologica di Trieste (AREA in dello sviluppo di metodologie innovative per la valutazione e la valorizzazione di breve) nato per gestire il parco e favorirne la crescita e ha, successivamente, ricerca e impresa. sviluppato competenze distintive nell’ambito del trasferimento tecnologico, della gestione strategica ed operativa della formazione e dello sviluppo di reti Con la scelta strategica di dare priorità alla diffusione delle proprie competenze per la collaborazione scientifica e tecnologica a livello nazionale ed internazionale. distintive sul territorio nazionale, in particolare nel Mezzogiorno, AREA sta Per svolgere tali attività, il Consorzio ha ricevuto nel 2009 dallo Stato circa 8,4 milioni potenziando la sua società in house Innovation Factory che, al ruolo di selezione e di euro, in quanto ente nazionale di primo livello; inoltre è stato in grado di reperire sviluppo di start-up e spin-off, aggiunge il ruolo di marketing e trasferimento delle ulteriori finanziamenti per circa 12 milioni di euro attraverso progetti finanziati metodologie proprietarie di AREA a livello nazionale ed internazionale. (regionali, nazionali ed internazionali) e cessione di servizi agli insediati e alle PMI del territorio. Vista l’importanza crescente che Innovation Factory sta assumendo nell’ambito delle politiche di AREA, dal prossimo anno i dati considerati saranno quelli consolidati, relativi cioè ad AREA intesa come gruppo. Nelle pagine successive, I risultati dell’anno 2009, comparati con quelli del biennio precedente, sono: comunque, si anticiperanno le informazioni più rilevanti. 5
  • 4. 2009 BILANCIO DEL CAPITALE INTELLETTUALE 2. INTRODUZIONE • Il capitale strutturale, diversamente da quello umano, appartiene all’organizzazione ed è costituito da tutti quegli elementi, tangibili e non, che supportano gli individui nell’espletamento delle loro funzioni lavorative. Esso comprende sia assets già tradizionalmente valutati quali software e brevetti sia elementi intangibili, quali l’organizzazione e i processi aziendali codificati. Un buon livello di capitale strutturale garantisce una gestione efficace ed efficiente del lavoro e un maggior grado di motivazione da parte dei dipendenti. In quest’ambito da segnalare l’avvio del censimento delle competenze distin tive dell’Ente. Le competenze distintive caratterizzano un’organizzazione e sono difficile da formare e da copiare. In quanto “rare” possono essere diffuse e valorizzate in ambito nazionale ed internazionale con Il bilancio del capitale intellettuale è un documento che nasce con l’obiettivo ritorni economici ed occupazionali oltre che con crescita di conoscenza, immagine di fare un quadro del patrimonio intangibile dell’Ente, ossia di quell’insieme di ed altre attività. conoscenze, competenze e relazioni che costituiscono elementi essenziali nel Esse riguardano: processo di creazione di valore e che né il bilancio di esercizio, né il bilancio - il trasferimento tecnologico, nelle sue diverse componenti e dimensioni quali: sociale, secondo i loro schemi tradizionali, sono in grado di evidenziare e di elaborazione di scenari tecnologici e di business, scouting delle idee innovative e valorizzare completamente. valutazione delle capacità scientifiche e manageriali per il loro sviluppo, valutazione Il report del capitale intellettuale dà un quadro delle potenzialità future dell’Ente, delle imprese (missione e obiettivi, strategie, mercati e concorrenti, organizzazione, della sua capacità di competere sul mercato ed evidenzia i punti di forza da situazione economica e finanziaria, piani operativi), pianificazione e gestione dei mantenere e i punti di debolezza da correggere per evitare situazioni di crisi. progetti di trasferimento e di sviluppo imprenditoriale, selezione e sviluppo di Il bilancio dell’intangibile, infatti, consente di cogliere con anticipo la possibile start up e spin-off, valorizzazione della proprietà intellettuale, valutazione e evoluzione di un’organizzazione e la sua capacità di crescita negli esercizi controllo dei risultati e dei metodi per conseguirli; successivi. - la formazione, in particolare quella imprenditoriale e manageriale, per ricerca ed innovazione; I principali elementi che costituiscono il capitale intellettuale possono essere - la gestione di parchi, distretti, consorzi e di reti internazionali fra ricerca e impresa. schematicamente articolati in tre categorie: capitale umano (o capitale pensante), capitale strutturale (o capitale pensato) e capitale relazionale. • Il capitale relazionale comprende tutte le relazioni dirette ed indirette che la struttura instaura con tutti i principali stakeholder, non solo clienti, ma anche • Il capitale umano è l’insieme di capacità, abilità e competenze che appartengono fornitori, finanziatori, partner, comunità locali e così via. Relazioni consolidate e a chiunque operi all’interno di una struttura. Sebbene gran parte delle forti con gli stakeholder conferiscono valore alla struttura in quanto garantiscono organizzazioni che comprendono l’importanza e il valore del capitale umano si una redditività duratura. adoperino nell’intento di valorizzare e trattenere tale patrimonio, si tratta di risorse che l’organizzazione possiede solo temporaneamente e che, per questo, La gestione efficace ed efficiente del capitale intellettuale richiede che vengano rischia di perdere in ogni momento. Per quanto possibile, quindi, è importante gestite singolarmente le sue molteplici componenti ma, soprattutto, i legami fra convertire il capitale umano in capitale strutturale attraverso la condivisione queste, affinché si crei un circolo virtuoso che determini un accrescimento della delle competenze e delle esperienze conoscenza, base della creazione di valore. 7
  • 5. 2009 BILANCIO DEL CAPITALE INTELLETTUALE 3. IL MODELLO 9
  • 6. 2009 BILANCIO DEL CAPITALE INTELLETTUALE Il Bilancio del capitale intellettuale seguente è impostato in base a uno dei più diffusi modelli di gestione delle risorse intangibili: “L’intangible Assets Monitor” di K. E. Sveiby, già adottato in Italia da numerose realtà, quali, ad esempio, Centro Ricerche Fiat (CRF), Brembo, Teddy. Il modello classifica gli indicatori in base alla seguente griglia: CAPITALE UMANO CAPITALE STRUTTURALE CAPITALE RELAZIONALE CRESCITA E Disponibilità da parte del personale Capacità dell’organizzazione a crescere in termini di competenze e da parte Capacità da parte dell’organizzazione DISPONIBILTà AL della struttura di fornire le risorse necessarie di generare nuovi prodotti di mantenere i suoi mercati RINNOVAMENTO e di conquistarne altri nuovi alla crescita Capacità di innovare con il minor EFFICIENZA Capacità di creare valore numero di risorse indirette Customer satisfaction Misura la fidelizzazione dei dipendenti Misura la fiducia che le risorse interne STABILITà e il senso di appartenenza dell’Ente ripongono nella struttura Misura la fidelizzazione dei clienti Questo è il terzo anno che il Consorzio decide di realizzare il report del capitale intellettuale, presentato in forma autonoma, ma coordinata al Bilancio Sociale, al Bilancio d’esercizio e al PDA (profilo dinamico delle attività), intendendo con ciò soddisfare contestualmente finalità di comunicazione sia interne che esterne. Il documento viene presentato in forma sintetica. Sono stati inseriti, infatti, solo gli indici ritenuti indispensabili per una valutazione complessiva dell’ultimo triennio e sono stati commentati solo i dati di maggior rilievo. Auditorium Centro Congressi AREA Science Park (Padriciano) 11
  • 7. 2009 BILANCIO DEL CAPITALE INTELLETTUALE 4. CAPITALE UMANO Laboratorio di Luce Sincrotrone ELETTRA 13
  • 8. 2009 BILANCIO DEL CAPITALE INTELLETTUALE 4.1 INDICATORI DI CRESCITA / RINNOVAMENTO Il capitale umano è l’insieme degli individui e delle loro conoscenze e competenze; Numero di addetti è il più importante patrimonio di cui l’ente dispone. Nella tabella seguente vengono illustrati gli indicatori individuati al fine di valutare il valore e la flessibilità di tale patrimonio. 2007 2008 2009 Trend CA P ITA LE UMA NO CRESCITA E DISPONIBILITà AL RINNOVAMENTO 2007 2008 2009 Trend 08 / 09 (*) N° di addetti 112 112 125 ➚ di cui: N° di addetti (al 31 /12) 112 112 125 ➚ N° dipendenti a tempo indeterminato 51 51 52 ➙ di cui: N° dipendenti a tempo determinato 23 30 52 ➚ % Laureati 59 % 51 % 53 % ➙ N° persone con contratto di collaborazione 38 31 21 ➘ % Master + dottorato 4% 13 % 11 % ➘ % Presenza femminile 67 % 60 % 61 % ➙ Nel 2009 il personale in forza presso il Consorzio ammonta a 125 unità, in aumento rispetto 2008 e diversamente ripartito dal punto di vista dell’inquadramento tra % Presenza femminile che ricopre posizioni di responsabilità 40 % 37 % 37 % ➙ dipendenti (a tempo indeterminato e determinato) e collaboratori coordinati e Età media del personale 41 41 41 ➙ continuativi, come emerge dalla tabella precedente. N° giornate di formazione 553 505 467 ➘ Come già accennato in premessa, la crescita del personale, dopo due anni di rigoroso contenimento, è principalmente dovuta all’avvio di tre nuove attività: % Spese per il personale investite in formazione 1,64 % 1,54 % 1,39 % ➘ • il progetto triennale “Basilicata Innovazione” (9,8M€) nella seconda parte dell’anno, in collaborazione con Innovation Factory (società partecipata al 93% % Spese per lo sviluppo delle risorse umane 0,53 % 0,94 % 0,56 % ➘ da AREA); EFFICIENZA • l’impostazione del piano energia “Enerplan” per la realizzazione di otto impianti laboratori dimostrativi e preparazione del relativo Protocollo d’Intesa con il Entrate totali derivanti da progetti (entrate correnti) e gestione del Parco € 9.110.252 € 10.292.926 € 11.053.393 ➚ Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare; • l’attività autofinanziata di ricerca ed applicazione di nuove metodologie per la Entrate totali per dipendente € 81.342 € 91.901 € 88.427 ➙ valorizzazione di ricerca, innovazione e impresa (RSA = Rapid Strategic STABILITà Assessment di aziende e di enti di ricerca, More/Modefinance per la valutazione del rating economico-finanziario di settori industriali in diverse regioni, ecc). Turnover del personale 10,7 % 8,0 % 4,8 % ➘ Il Consorzio, già da parecchi anni, indirizza i propri sforzi alla crescita professionale Addetti a tempo indeterminato / totale addetti 45 % 45 % 42 % ➘ e alla fidelizzazione del personale. La politica delle assunzioni negli ultimi anni è stata fortemente condizionata dalla natura pubblica del Consorzio e dalle esigenze Permanenza media complessiva del personale nel Consorzio 9,2 9,8 9,5 ➙ di contenimento della spesa nel settore, recepite da diversi interventi normativi, in particolare il blocco delle assunzioni e la tendenza alla progressiva riduzione degli Employee satisfaction (clima aziendale) scala1-5 3,2 3,61 3,49 ➙ organici. Tuttavia la dotazione organica vigente, peraltro quasi completamente satura, è * Il trend rispetto all’anno precedente è considerato costante se lo scostamento varia entro 5%. assolutamente insufficiente a garantire lo svolgimento dei molteplici compiti attribuiti negli anni al Consorzio, funzioni che esigerebbero un ampliamento strutturale non inferiore alle 30 unità, che sarebbe senz’altro sostenibile sotto il profilo economico La tabella è riferita solo ad AREA. La controllata Innovation Factory nel 2009 contava dato che il Consorzio, ormai da anni, ha dimostrato di essere in grado di procurarsi 39 addetti, di cui 28 in Basilicata Innovazione. Nel 2008 gli addetti erano 4. finanziamenti di terzi superiori ai contributi ordinari dello Stato di oltre il 100%. 15
  • 9. 2009 BILANCIO DEL CAPITALE INTELLETTUALE Composizione del personale Formazione del personale interno al Consorzio 2007 2008 2009 Trend 2007 2008 2009 Trend N° di addetti 112 112 125 ➚ N° giornate di formazione 553 505 467 ➘ di cui: % Spese per il personale investite in formazione 1,64 % 1,54 % 1,39 % ➘ % Laureati 59 % 51 % 53 % ➙ % Spese per lo sviluppo delle risorse umane 0,53 % 0,94 % 0,56 % ➘ % Master + dottorato 4% 13 % 11 % ➘ % Presenza femminile 67 % 60 % 61 % ➙ Le giornate di formazione, nel triennio considerato, sono diminuite di circa il 20% % Presenza femminile che ricopre posizioni di responsabilità 40 % 37 % 37 % ➙ rispetto l’anno precedente. Ciò è dovuto a due fattori: • la necessità di contenere, per quanto possibile, i costi visto il perdurare della crisi Età media del personale 41 41 41 ➙ e i ritardi nei pagamenti delle attività derivanti da progetti regionali e nazionali; • la necessità di impostare le azioni nel Mezzogiorno, Basilicata Innovazione in particolare, e il piano energia – Enerplan - che hanno coinvolto una parte importante della struttura. Il profilo che emerge dai dati è quello di un ente relativamente giovane (età media 41 anni), dinamico (il 64% del personale è o laureato o in possesso di una specializzazione) e aperto al contributo femminile (61% donne). 2007 2008 2009 Trend Spese per la formazione del personale € 90.000 € 91.000 € 87.400 = 1,64 % = 1,54 % = 1,39 % ➘ Totale spese per il personale € 5.475.417 € 5.916.341 € 6.308.630 Le spese per lo sviluppo delle risorse umane sono costituite da: - passaggi di livello, bandi e loro pubblicità, commissioni; - gruppi di lavoro dedicati all’individuazione delle competenze distintive; - riunioni periodiche del personale, finalizzate ad illustrare le metodologie di gestione della ricerca e dell’innovazione, oltre che l’andamento e le strategie dell’Ente. 17
  • 10. 2009 BILANCIO DEL CAPITALE INTELLETTUALE 4.2 INDICATORI DI EFFICIENZA Entrate per dipendente 2007 2008 2009 Trend Entrate derivanti da progetti Entrate totali per dipendente € 81.342 € 91.901 € 88.427 ➙ Il valore delle entrate per dipendente si mantiene sostanzialmente costante 2007 2007 2009 Trend nell’ultimo biennio. Entrate totali derivanti da progetti (entrate correnti) € 9.110.252 € 10.292.926 € 11.053.393 ➚ di cui: Trasferimento tecnologico (STT) € 1.848.354 € 1.374.535 € 3.867.392 ➚ % Entrate STT / entrate totali 20,29 % 13,35 % 34,99 % Formazione avanzata (PRF) € 872.480 € 1.959.993 € 1.747.689 ➘ % Entrate PRF / entrate totali 9,58 % 19,04 % 15,81 % Networking (strategie e reti DGE) € 1.602.409 € 1.441.621 € 108.144 ➘ % Entrate DGE / entrate totali 17,59 % 14,01 % 0,98 % Gestione del Parco Scientifico (ISI+SET) € 4.787.009 € 5.516.777 € 5.330.167 ➙ % Entrate ISI+SET / entrate totali 52,54 % 53,60 % 48,22 % STT: Trasferimento Tecnologico - PRF: Formazione, Progettazione e Gestione Progetti - DGE: Direzione Generale - ISI: Insediamenti e Sistemi Informativi - SET: Ingegneria, Tecnologia e Ambiente I dati presentati nella tabella precedente rappresentano le entrate derivanti da progetti finanziati con contributi regionali, nazionali ed internazionali. Tali entrate garantiscono la copertura delle spese destinate alle attività operative (trasferimento tecnologico, formazione e networking) che distinguono l’Ente a livello regionale e nazionale. Nel 2009 il servizio che si occupava di attività internazionale è stato eliminato. Il suo personale è stato suddiviso fra il servizio trasferimento tecnologico e la direzione generale. Dall’analisi dei dati complessivi 2009 risulta un incremento delle entrate; tale trend è dovuto soprattutto all’attività di trasferimento tecnologico (al quale ha contribuito anche il personale della Direzione Generale) e di gestione del parco. Laboratorio di Health Robotics SrL 19
  • 11. 2009 BILANCIO DEL CAPITALE INTELLETTUALE 4.3 INDICATORI DI STABILITÀ PERSONALE TURNOVER % TURNOVER SERVIZIO NEGATIVO T. ind. * Altri ** T. ind. Altri TOTALE Turnover del personale (negativo) STT 6 21 6 0% 29 % 22 % PRF 3 13 1 0% 8% 6% REL 2 13 1 0% 8% 7% 2007 ISI + SET 21 6 2 0% 33 % 7% BIL + LEG + DGE 19 8 2 P=1 5% 13 % 7% 2007 2008 2009 Trend TOTALE 51 61 12 P=1 2% 18 % 10,7 % STT 6 21 1 0% 5% 4% Turnover del personale 10,7 % 8,0 % 4,8 % ➘ PRF 3 18 4 0% 22 % 19 % REL 1 3 1 0% 33 % 25 % 2008 ISI + SET 20 8 1 0% 13 % 4% BIL + LEG + DGE 21 11 2 P=1 10 % 0% 6% L’indicatore esprime la percentuale di dipendenti che hanno lasciato l’ente nell’arco TOTALE 51 61 9 P=1 4% 8% 8,0 % dell’anno (mancati rinnovi contrattuali, dimissioni, licenziamenti) sul totale dei STT 6 27 2 P=1 0% 7% 6% dipendenti presenti in azienda. PRF 3 18 1 0% 17 % 5% Il turnover è dovuto al numero di precari che operano nel Consorzio che, anche grazie alle competenze acquisite, trovano altrove impieghi stabili. Nel 2009 il REL 0 0 0 0% 0% - turnover si è assestato ad un valore ottimale (circa 5% annuo) anche a causa della 2009 ISI + SET 20 13 0 0% 0% 0% crisi esistente. Purtroppo il turnover si concentra nei settori strategicamente più BIL + LEG + DGE 23 15 3 0% 7% 8% importanti per l’Ente, in quanto portatori delle sue competenze distintive (STT e TOTALE 52 73 6 P=1 0% 8% 4,8 % PRF). * Personale a tempo indeterminato ** Personale a tempo determinato o atipico P = X Turnover per pensionamento di X addetti % dipendenti a tempo indeterminato e anzianità media Employee satisfaction (clima aziendale) 2007 2008 2009 Trend Addetti a tempo indeterminato / totale addetti 45 % 45 % 42 % ➘ Anzianità media complessiva del personale 9,2 9,8 9,5 ➙ 2007 2008 2009 Trend Employee satisfaction (clima aziendale) scala 1-5 3,2 3,61 3,49 ➙ La percentuale degli addetti a tempo indeterminato è ampiamente insufficiente soprattutto nel servizio STT che è portatore della maggior parte delle competenze distintive dell’Ente. La permanenza complessiva del personale dell’Ente sarebbe accettabile se gli ad- Anche quest’anno è proseguita l’attività di monitoraggio del clima con le medesime detti a tempo indeterminato fossero ugualmente ripartiti fra i Servizi. Invece la loro modalità previste l’anno precedente, sia per quanto riguarda l’uso degli strumenti concentrazione sui Servizi avviati per primi nel tempo, l’assenza di incrementi della (il questionario denominato “clima e dintorni”) che del metodo di rilevazione, dotazione organica sin dalla costituzione dell’Ente (1978) ed, anzi, la sua successi- articolato in raccolta dati, analisi e restituzione a tutti i dipendenti e collaboratori. va riduzione negli ultimi anni rendono critico il turnover, soprattutto nei servizi con Tutta l’attività è stata affidata ad una professionista esterna. forte impatto a livello nazionale ed internazionale. La tabella successiva evidenzia La soddisfazione complessiva del personale di AREA è positiva e si mantiene come il turnover negativo sia tendenzialmente concentrato nei Servizi operativi. mediamente costante. 21
  • 12. 2009 BILANCIO DEL CAPITALE INTELLETTUALE 5. CAPITALE STUTTURALE 23
  • 13. 2009 BILANCIO DEL CAPITALE INTELLETTUALE Il capitale strutturale indica la capacità da parte dell’Ente di creare risultati con un sistema di lavoro efficiente che permetta ai lavoratori di utilizzare al meglio le proprie conoscenze e competenze professionali. CA P ITA LE S TRUTTURA LE CRESCITA E DISPONIBILITà AL RINNOVAMENTO 2007 2008 2009 Trend 08 / 09 (*) N° nuovi progetti acquisti nell’anno 8 18 27 ➚ Valore complessivo di nuovi progetti acquisti nell’anno € 4.808.500 € 3.764.789 € 17.084.751 ➚ N° nuovi corsi di formazione 40 78 33 ➘ Ricerche brevettuali 176 129 133 ➙ Investimento pro capitale in IT (tecnologie informatiche) € 701 € 1.376 € 2.534 ➚ Certificazioni (ISO 9001) sì sì sì ➙ Accreditamenti (Formazione) sì sì sì ➙ EFFICIENZA Costi per attività di staff / totale costi 40 % 36 % 38 % ➚ Costi per attività di staff / pro capite € 75.498 € 76.505 € 70.585 ➘ Autonomia finanziaria (entrate proprie correnti / dotazione) 1,09 1,30 1,43 ➚ Obiettivi strategici interfunzionali sì sì sì ➙ Elaborazione Bilancio Sociale sì sì sì ➙ Elaborazione Capitale Intellettuale sì sì sì ➙ Elaborazioni del PDA (Profilo Dinamico delle Attività) sì sì sì ➙ STABILITà N° dei progetti in corso nell’anno 36 37 35 ➘ * Il trend rispetto all’anno precedente è considerato costante se lo scostamento varia di ± 5%. Laboratorio di Luce di Sincrotrone ELETTRA 25
  • 14. 2009 BILANCIO DEL CAPITALE INTELLETTUALE 5.1 INDICATORI DI CRESCITA / RINNOVAMENTO Nuovi progetti acquisiti nell’anno Numero di corsi di formazione per personale esterno al Consorzio CRESCITA E DISPONIBILITà AL RINNOVAMENTO 2007 2008 2009 Trend 2007 2008 2009 Trend N° nuovi progetti vinti nell’anno 8 18 27 ➚ N° nuovi corsi di formazione 40 78 33 ➘ di cui: N° nuovi progetti per trasferimento tecnologico 4 9 7 ➘ Nel corso del 2009 sono stati approvati dalla Regione Autonoma Friuli Venezia N° nuovi progetti per formazione 2 5 17 ➚ Giulia 7 corsi, per un totale di 760 ore di formazione in aula, interamente finanziati nell’ambito del Fondo Sociale Europeo, Programma Operativo Obiettivo N° nuovi progetti per attività di networking 2 4 3 ➘ 2 – Competitività Regionale e Occupazione 2007-2013, che sono stati progettati tenendo conto delle indicazioni ricevute e dei fabbisogni formativi riscontrati nelle Valore complessivo di nuovi progetti vinti nell’anno € 4.808.500 € 3.764.789 € 17.084.751 ➚ imprese insediate nel Parco. di cui: Sono stati realizzati 17 corsi di formazione a pagamento, finalizzati allo sviluppo delle competenze gestionali e manageriali e al potenziamento delle competenze Valore dei nuovi progetti per trasferimento tecnologico € 1.062.500 € 865.918 € 11.529.050 ➚ linguistiche (in particolare inglese e tedesco). Sono stati anche realizzati 6 corsi di formazione post laurea, interamente finanziati Valore dei nuovi progetti per formazione € 2.250.000 € 1.565.437 € 3.063.413 ➚ dal Fondo Sociale Europeo per la formazione continua e strettamente connessi ai temi della gestione strategica dell’innovazione. Valore dei nuovi progetti per attività di networking € 1.496.000 € 1.333.434 € 2.492.288 ➚ I progetti acquisiti nell’anno sono i progetti vinti che hanno già una manifestazione in bilancio. Nel 2009 è aumentato considerevolmente sia il numero di progetti vinti (+50%) sia il loro valore complessivo. Il 2009 è stato segnato dall’avvio della prima importante iniziativa nel Sud Italia, il progetto Basilicata Innovazione. È stato anche impostato il piano energia Enerplan, che nel 2009 non ha, però, portato entrate. 27
  • 15. 2009 BILANCIO DEL CAPITALE INTELLETTUALE Ricerche brevettuali Certificazioni ed accreditamenti 2007 2008 2009 Trend 2007 2008 2009 Trend Ricerche brevettuali 176 129 133 ➙ Certificazioni (ISO 9001) sì sì sì ➙ di cui: Accreditamenti (Formazione) sì sì sì ➙ Enti di ricerca 40 27 49 ➚ Industria 70 50 39 ➘ L’Ente dal 2001 ha ottenuto la certificazione di qualità ISO 9001 e dal 2002 il Servizio Altro 66 52 45 ➘ Sviluppo Risorse Umane e Formazione ha ricevuto l’accreditamento per l’attività di formazione da parte della Regione FVG. Il centro di ricerche brevettuali PATLIB creato in AREA nel 1999 ha lo scopo di avvicinare all’utilizzo ed alla conoscenza dei brevetti i ricercatori, gli operatori industriali e tutti coloro che possono trarre beneficio sia dall’allargamento delle proprie fonti di informazione tecnico-scientifica, sia dalla valorizzazione della propria proprietà intellettuale. La conoscenza ricavabile dai brevetti può rispondere alle esigenze più diverse: dalla verifica delle antecedenze di un’idea, all’individuazione di tecnologie innovative, dalla ricerca di opportunità di partnership al monitoraggio della concorrenza, dalla previsione delle tendenze di sviluppo di singoli settori, alla verifica dell’utilizzabilità di soluzioni tecniche protette da brevetti ormai scaduti. Il numero di ricerche nel biennio 2008-2009 si è mantenuto costante. Dal 2007 il servizio è divenuto a pagamento, ciò permette una più attenta selezione preliminare, allo scopo di focalizzare l’attenzione sulle richieste più promettenti. Investimento pro capite in Tecnologie Informatiche 2007 2008 2009 Trend Investimento pro capite in IT (Tecnologie Informative) € 701 € 1.376 € 2.534 ➚ L’investimento in IT nel 2009 è cresciuto rispetto all’esercizio precedente di circa l’ 82%. Laboratorio di Health Robotics SrL 29
  • 16. 2009 BILANCIO DEL CAPITALE INTELLETTUALE 5.2 INDICATORI DI EFFICIENZA Entrate correnti 2007 17.888.878 2008 19.511.682 2009 20.258.965 Costi per attività di staff / totale costi di cui: Entrate da progetto (A) 9.317.193 11.023.887 11.921.430 Fondo finanziamento ordinario (B) 8.571.685 8.487.795 8.337.535 2007 2008 2009 Trend Autonomia finanziaria (A/B) 1,09 1,30 1,43 Costi per attività di staff / totale costi 40 % 36 % 38 % ➚ Costi per attività di staff / pro capite € 75.498 € 76.505 € 70.585 ➘ 2007 2008 2009 Nel corso del 2007 è stata avviata una riorganizzazione interna con la finalità di ridurre i costi indiretti e migliorare l’efficienza dei servizi, i cui effetti si sono visti nel 2008. Il 2009 sconta l’appesantimento della struttura per il supporto alla fase di Ricavi totali 19.811.757 23.233.020 21.331.530 avvio dei nuovi progetti, tra cui Basilicata Innovazione ed Enerplan. di cui: Entrate da progetto (A) 11.240.072 14.745.225 12.993.995 Autonomia finanziaria Fondo finanziamento ordinario (B) 8.571.685 8.487.795 8.337.535 Autonomia finanziaria (A/B) 1,31 1,74 1,56 2007 2008 2009 Trend L’incremento delle entrate e delle attività connesse non comporta una riduzione significativa dell’efficienza complessiva. Questo è evidenziato anche dall’andamento Autonomia finanziaria (entrate proprie correnti / dotazione) 1,09 1,30 1,43 ➚ del rapporto tra entrate complessive e spese per il personale. Nel grafico seguente si compara il valore assunto da questo indice negli enti di ricerca della stessa classe dimensionale di AREA (dati da bilanci 2008). L’autonomia finanziaria è il rapporto tra le entrate proprie e i contributi in conto gestione ricevuti da Stato e Regione. Tale rapporto denota la capacità da parte dell’Ente di garantirsi un adeguato livello di indipendenza finanziaria. Euro entrate per euro di costi personale - confronto tra enti piccoli (meno di 200 dipendenti) Negli ultimi anni, Il Consorzio ha sviluppato una capacità, unica nel panorama italiano, di autofinanziare le attività dei propri servizi operativi con introiti diversi dai 4,0 fondi erogati dallo Stato. 3,5 3,0 2,5 2,0 1,5 1,0 0,5 0 Area TS Ente 1 Ente 2 Ente 3 Ente 4 Ente 5 Ente 6 Ente 7 Ente 8 Ente 9 Media Enti 31
  • 17. 2009 BILANCIO DEL CAPITALE INTELLETTUALE 5.3 INDICATORI DI STABILITÀ Numero di progetti in corso 2007 2008 2009 Trend N° dei progetti in corso nell’anno 36 37 35 ➘ di cui: N° progetti per trasferimento tecnologico 12 17 15 ➘ N° progetti per formazione 10 16 19 ➚ N° progetti per attività di networking 14 4 1 ➘ Il numero di progetti in corso è rimasto sostanzialmente costante nel triennio. I progetti del trasferimento tecnologico sono diminuiti leggermente per numero rispetto il 2008, ma sono incrementati per dimensioni dei finanziamenti. Tale effetto sarà evidenziato negli anni successivi. Come già detto, a tale incremento ha contribuito in modo importante anche il personale della Direzione Generale. Laboratorio di Luce di Sincrotrone ELETTRA 33
  • 18. 2009 BILANCIO DEL CAPITALE INTELLETTUALE 6. CAPITALE RELAZIONALE CeRQuAM Shoreline Scrl 35
  • 19. 2009 BILANCIO DEL CAPITALE INTELLETTUALE Il capitale relazionale rappresenta la componente esterna del capitale intangibile e comprende tutte le relazioni tra l’azienda, i clienti, i partner ed i fornitori. CA P ITA LE RE LA Z IONA LE CRESCITA E DISPONIBILITà AL RINNOVAMENTO 2007 2008 2009 Trend 07 / 08 (*) Numero di nuovi partner 56 99 96 ➙ N° di accordi di collaborazione all’estero 8 6 8 ➚ EFFICIENZA Customer satisfaction: giudizi positivi dei partecipanti iniziative di formazione 92 % 95 % 96 % ➙ Customer satisfaction: giudizi positivi delle aziende insediate 80 % 78 % 83 % ➚ Numero di reclami da parte di aziende insediate 0 0 4 ➚ % di reclami delle aziende insediate / totale aziende insediate 0% 0% 00,5 % ➙ STABILITà N° di partecipanti ai corsi di formazione 336 789 837 ➚ N° di utenti del Parco Scientifico 87 83 85 ➙ * Il trend rispetto all’anno precedente è considerato costante se lo scostamento varia entro 5%. CRB TS di Bracco Imaging SpA 37
  • 20. 2009 BILANCIO DEL CAPITALE INTELLETTUALE 6.1 INDICATORI DI CRESCITA / RINNOVAMENTO 6.2 INDICATORI DI EFFICIENZA Numero di nuovi partner Customer satisfaction e numero di reclami 2007 2008 2009 Trend 2007 2008 2009 Trend Numero di nuovi partner 56 99 96 ➙ Customer satisfaction: 92 % 95 % 96 % ➙ giudizi positivi dei partecipanti iniziative di formazione di cui: Per attività di trasferimento tecnologico 9 16 21 ➚ Customer satisfaction: giudizi positivi delle aziende insediate 80 % 78 % 83 % ➚ Per attività di formazione avanzata 12 24 62 ➚ Per attività di networking 35 59 13 ➘ N° di reclami da parte di aziende insediate 0 0 4 ➚ % di reclami delle aziende insediate / totale aziende insediate 0% 0% 0,05 % ➙ Il Consorzio presenta la capacità di acquisire nuovi partner in tutti gli ambiti in cui si trova ad operare. Nel 2009 il numero dei nuovi partner è rimasto praticamente costante rispetto l’anno precedente. È da sottolineare l’elevata percentuale di giudizi positivi sia da parte delle aziende insediate sia dei partecipanti ai corsi di formazione. Collaborazioni con l’estero 2007 2008 2009 Trend N° di accordi di collaborazione all’estero 8 6 8 ➚ Fra le diverse collaborazioni con l’estero, per la loro rilevanza, segnaliamo: • l’accordo con MIT - Massachusetts Institute of Technology di Boston, finalizzato alla valorizzazione del tessuto imprenditoriale regionale; • il progetto SRI - Business Intelligence, un supporto concreto di alto livello dedicato ad imprenditori e ricercatori per orientare in modo appropriato gli investimenti e i progetti di R&S in numerosi ambiti tecnologici; • L’ accordo con Case Western Reserve University – (Cleveland, Ohio) è stato siglato con l’obiettivo di condividere risorse, competenze, progetti e obiettivi volti allo sviluppo dei rispettivi sistemi territoriali; • La partecipazione a STARNETregio intende contribuire invece al rafforzamento di 3 distretti della navalmeccanica e della nautica localizzati in Friuli Venezia Giulia, Slovenia e Croazia, per favorirne lo sviluppo in termini di innovazione e competitività. INFN Istituto Nazionale di Fisica Nucleare 39
  • 21. 2009 BILANCIO DEL CAPITALE INTELLETTUALE 6.3 INDICATORI DI STABILITÀ Numero di partecipanti ai corsi di formazione (utenza esterna) 2007 2008 2009 Trend N° di partecipanti ai corsi di formazione 336 789 837 ➚ In questi anni al crescente numero di corsi è seguito l’aumento dei partecipanti alle attività di formazione. In particolare, nel 2009 il Consorzio ha seguito 837 utenti, per un totale complessivo di 3.067 ore di formazione, ed ha erogato 38 borse di formazione. Numero di utenti del Parco Scientifico 2007 2008 2009 Trend N° di utenti del Parco Scientifico 87 83 85 ➙ di cui: N° di utenti con più di 10 dipendenti 32 35 35 ➙ La necessità di adeguare la qualità degli insediamenti al rispetto degli standard richiesti per l’ingresso e la permanenza nel Parco Scientifico (quali la coerenza con le strategie di sviluppo e valorizzazione del Parco Scientifico, il valore tecnico di ogni iniziativa scientifico ed imprenditoriale e il raggiungimento degli obiettivi triennali prefissati), ha portato nel corso del 2009 all’uscita di 11 aziende già insediate, mentre sono stati approvati 13 nuovi insediamenti. Oggi AREA Science Park ospita 85 fra enti di ricerca e laboratori privati, di cui 35 con più di dieci dipendenti. Si tratta spesso di aziende cresciute all’interno del Parco e che oggi hanno raggiunto un grado di stabilità economica significativa. Laboratorio di Luce di Sincrotrone ELETTRA 41
  • 22. 2009 BILANCIO DEL CAPITALE INTELLETTUALE 7. CONCLUSIONI Il quadro fornito lungo queste pagine delinea un Ente relativamente giovane e A tali risultati ha contribuito anche la strategia focalizzata a valorizzare le proprie dinamico, in grado di finanziarsi largamente in modo autonomo attraverso progetti competenze distintive prioritariamente nel Mezzogiorno e nell’”Europa to be”. nazionali ed internazionali e con attività di servizio agli insediati. Il personale, purtroppo per la gran parte precario, è altamente qualificato: il 53% ha una Infine, una costante attività di ricerca e sviluppo sulla gestione della ricerca e laurea, cui si deve aggiungere l’11% in possesso di diplomi post-laurea, master o dell’innovazione, ha consentito all’Ente di ampliare la propria rete di contatti e di dottorato. partnership internazionali. Tale fatto sta generando richieste di attività da nuovi “clienti” non solo europei. È, questo, un segnale positivo che fa ben sperare per il Nel corso dell’ultimo triennio il Consorzio ha modificato la propria struttura prossimo futuro, nonostante l’attuale scenario di crisi. organizzativa ed ha introdotto nuovi metodi di gestione, cercando un assetto in grado di supportare livelli crescenti di attività. Ciò ha permesso di raggiungere elevati livelli di efficacia ed efficienza, ottenendo al contempo maggiore capacità progettuale. 43