Incubatori: quali servizi e modalità danno reale valore alle future startup?

1,105 views

Published on

Gilda Antonelli illustra i risultati di un working paper realizzato con il Porf. Ian MacMillan, Wharton School, University of Pennsylvania.

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,105
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
149
Actions
Shares
0
Downloads
19
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Incubatori: quali servizi e modalità danno reale valore alle future startup?

  1. 1. Gilda AntonelliArea Science Park-14 giugno 2011
  2. 2. Strategia e coordinamento perla filiera dell’innovazioneGli Italiani sono un popolo di creativi ma nonbastano le idee per fare innovazione.Servono ECOSISTEMA e METODO pergenerare idee che si traducano in innovazionereale
  3. 3. Sistemi locali di innovazione in cui sonopresenti gli attori chiave Università e centri di ricerca Ricercatori Imprese esistenti Istituzioni (regolamentazione, strutture, policies,..) Consulenti (specializzati in supporto all’innovazione) BA, VC e altri finanziatori Metaorganizzazioni che costruiscono il network e lo gestiscono (no profit, accreditate e legittimate e con competenze specifiche)
  4. 4. gruppi di sviluppo nuova impresa Rischio Valore Stage 1 Stage 2 Stage 3 Stage 4 Stage 5 Stage 6 Idea Brevetti Primo Prime Mercato Vendita innovativa prodotto vendite stabile Prototipi IPO da lanciare Attività diSELEZIONE sul R&D mercato Pre-seed Seed Start up Expansion Incubatori tradizionali 4
  5. 5. METODO: il caso SpinnerProgramma in gestione congiunta Regione EmiliaRomagna, Università di Bologna e Sviluppo Italia.avviato a fine 2000, I° in Europa di applicazionedello strumento della Sovvenzione Globale al FondoSociale Europeo (POR-FSE Ob. 3 Emilia Romagna -misure D3 (Sviluppo e consolidamentodell’imprenditorialità con priorità ai nuovi bacini diimpiego) e D4 (Miglioramento delle risorse umanenel settore della ricerca e sviluppo tecnologico)30 milioni di euro in 6 anni.
  6. 6. Spinner:Spinner: cosa offre Assistenza ai componenti dei gruppi di aspiranti imprenditori con idea innovativa Voucher in funzione della numerosità del gruppo da spendere in servizi: ◦ Business planing ◦ Formazione specifica ◦ Spese di partecipazione workshop e formazione ◦ Due diligence tecnologica ◦ Ricerche di mercato ◦ Brevetti e licenze ◦ Team building ◦ Assistenza legale ◦ ecc
  7. 7. Spinner:Spinner: come funziona A sportello 10 Spinner Point presso le diverse sedi universitarie Si candida una idea che viene valutata da una commissione di esperti se si è ammessi si ha di tempo 1 anno per sviluppare un business plan Ogni gruppo ha un Piano di Intervento Personalizzato concordato con consulenti dello Spinner Point Monitoraggio continuo Dopo 1 anno gruppo decide se costituirsi
  8. 8. Spinner:Spinner: alcuni numeri 2001-2007 2001- Candidati: 406 gruppi 1.468 persone Ammessi al programma: 190 gruppi 849 persone Risultati: 79 gruppi costituiti in 77 nuove imprese
  9. 9. Caratteristiche del gruppo di aspirantiimprenditori incidono su costituzione◦ Numerosità◦ Livello di competenze◦ Complementarità delle competenze◦ Settore di riferimento dell’idea◦ Innovazione di prodotto/processo
  10. 10. Spinner:Spinner: alcuni numeri 2001-2007 2001- Gruppi che non Gruppi che Gruppi per numero di hanno % hanno % componenti costituito costituitoGruppi con meno di 4 componenti 40 55,8 27 34,2Gruppi costituiti da 4 a 6 componenti 26 39,3 41 50,7Gruppi costituiti da 7 a 9 componenti 3 4,9 9 12,3Gruppi con più di 9 componenti 0 0 2 2,8Totale 69 100 79 100C’è correlazione tra la crescita del numero di membri ela possibilità di costituire una nuova impresa
  11. 11. Spinner:Spinner: numerosità gruppi Groups that set up a new company 60 50 nr. of new companies 40 Groups at T0 30 Established firms 20 10 0 0 2 4 6 8 10 12 nr. members
  12. 12. Spinner:Spinner: livello di formazione Livello di Gruppi che Gruppi che non Numero di Gruppi informazione del hanno hanno gruppi stand-by gruppo costituito costituito Molto alto 33 19 (57,5%) 7 (21,2%) 7 (21,2%) Alto 63 25 (39,7%) 24 (38,1%) 14 (22,2%) Nella media 75 26 (34,7%) 30 (40%) 19 (25,3) Basso 19 9 (47,4%) 8 (42,1%) 2 (10,5%) Totale 190 79 69 42 Non esiste nessuna correlazione tra il livello formativo e la costituzione di una nuova impresa
  13. 13. Spinner:Spinner: le competenze dei gruppi Gruppi che Gruppi che non hanno hanno Competenze costituito costituito v.a. % v.a. % Gruppi con competenze 45 57% 40 58% omogene Gruppi con competenze 34 43% 29 42% eterogenee Totale 79 69Non esiste nessuna correlazione tra l’eterogeneità dellecompetenze presenti nel gruppo e la costituzione di una nuovaimpresa
  14. 14. In realtà ciò che conta è che 190 gruppi di persone che avrebbero voluto costituire una impresa sono stati aiutati a decidere cosa fare! Il 78% ha deciso! (148 gruppi) 78% Il 22% ancora in stand by Dopo 3 anni le imprese costituite sono ancora in vita!!(80% delle start up fallisce in 2 anni, delrimanente 20% la maggior parte viene acquisitain 7 anni)
  15. 15. Gruppi che hanno deciso hanno avuto +servizi di tipo gestionale◦ Business Planning◦ Ricerche di mercato◦ Assistenza legale ed IPR◦ Strategia e business modelGruppi che hanno deciso sono stati seguitiper la maggior parte da alcuni SpinnerPoint
  16. 16. Indicazioni di policy Chiara politica di supporto alla creazione di imprese innovative ha successo Gruppi di potenziali imprenditori hanno bisogno di supporto attraverso erogazione di servizi personalizzati in fase pre-start up che è molto delicata Personalizzazione dei servizi risulta essere strategia vincente
  17. 17. Indicazioni di policy Personalizzazione dei servizi richiede efficiente struttura organizzativa e molte risorse da parte dell’attore che coordina Successo dipende anche dalla qualità delle risorse umane coinvolte in supporto Molto importante processo di selezione, formazione e sviluppo delle risorse umane
  18. 18. Indicazioni di policy Per avere successo è necessario disporre di persone con competenze trasversali in cui si intrecciano conoscenze manageriali e conoscenze del mondo della ricerca In tal modo però si ha doppio beneficio su crescita delle competenze e occupazione
  19. 19. Compariamo dati già analizzati conmetodologia e performance dell’attività diArea Science Park◦ Sister- scouting e valorizzazione della ricerca◦ Innovation Campus –formazione dei broker tecnologici◦ Innovation factory – incubatore di primo miglio delle imprese◦ Innovation network – servizi per le imprese innovative
  20. 20. Supporto tecnico, imprenditoriale e finanziario Ai gruppi di sviluppo Alla nuova impresa USCITA Rischio Valore Stage 1 Stage 2 Stage 3 Stage 4 Stage 5 Stage 6 Idea Brevetti Primo Prime Mercato Vendita innovativa prodotto vendite stabile Prototipi IPO da lanciare Attività diSELEZIONE sul R&D mercato Pre-seed Seed Start up Expansion Incubatori tradizionali Incubatori di primo miglioInnovation Factory 2 0
  21. 21. GRAZIEantonelli@unimol.it

×