Riforma Gelmini e insegnamento della filosofia Armando Girotti Mirano ottobre 2010
<ul><li>I percorsi liceali forniscono allo studente gli  strumenti culturali  e metodologici per una comprensione approfon...
<ul><li>Presupponendo che “cultura” non sia sinonimo di “conoscenza”, ma sia un complesso vasto che viene a manifestarsi c...
<ul><li>Spesso il docente pretende che gli studenti “ studino ” la filosofia </li></ul>Credo che la filosofia  vada intesa...
<ul><li>Dialogico : preminenza della ricerca di una verità da scoprire più che di una verità da consegnare. Cultura intesa...
Hegel osservava che se si vuol imparare a nuotare, non lo si può fare restando fuori dell’acqua a mimarne i movimenti: bis...
<ul><li>Nel Medioevo il testo era fondamentale, ma il metodo lo appiattiva in un “sapere” mandato a memoria. </li></ul>Arm...
Oggi?  Un  labirinto  nel quale ci si può perdere Armando Girotti
A meno che non si possegga il filo d’Arianna! Allora il testo può diventare una  dimora  per nuove possibilità di rilettur...
<ul><li>Allora come  rendere filosofico  l’insegnamento della filosofia? </li></ul><ul><li>Spostando l’ottica dai contenut...
<ul><li>sistema   è la revisione  a ritroso </li></ul><ul><li>di un pensiero  già compiuto </li></ul>Armando Girotti model...
<ul><li>Nel  Profilo unico  Hegel è posto come filosofo “obbligatorio”; ma come trattarlo? </li></ul><ul><li>Partendo dall...
<ul><li>Il boccio dispare nella fioritura, e si potrebbe dire che quello vien confutato da questa; </li></ul><ul><li>simil...
<ul><li>Tali forme non solo si distinguono; ma ciascuna di esse dilegua anche sotto la spinta dell'altra, perché esse sono...
<ul><li>La verità non sta nel parziale, nell'isolato, nell'individuale, ma nell'intero (ultime parole  costituisce ora la ...
<ul><li>l'apologo di Menenio Agrippa; secessione della plebe -Monte Sacro , 493 aC- (ogni classe sociale ha valore nello S...
Armando Girotti la parabola di Cristo dei tralci e della vite (l'unità sta nella  Comunione ecclesiale);
Armando Girotti il nostro io spirituale che  è  un tutto  fatto di emozioni, passioni, tensioni, progettualità, memoria  e...
<ul><li>la verità: </li></ul><ul><ul><li>non sta nella singola parte presa a se stante , nel fiore, nel frutto, nel boccio...
<ul><li>A me sembra che in questo brano di Hegel si possa cogliere un </li></ul><ul><li>modello di razionalità </li></ul><...
<ul><li>Proviamo con un esercizio problematizzante.  </li></ul><ul><li>Chiediamo: </li></ul><ul><li>Di fronte a noi ora ab...
<ul><li>Ma potremmo applicare il passo anche alla funzione dei popoli nella storia (storia dei fatti, dei singoli filosofi...
<ul><li>la  vita  dell'intero  (ultima riga) avviene nella  processualità   ( dispare, subentra, dilegua, fluida natura, v...
<ul><li>La continua contraddizione è espressa dalla  morte  del boccio che dà   vita  al fiore, e dalla sua morte al frutt...
<ul><li>Il vero è l'intero. Ma l'intero è soltanto l'essenza che si compie attraverso il suo sviluppo. </li></ul><ul><li>B...
<ul><li>Bisogna dire dell'Assoluto che esso è essenzialmente risultato </li></ul><ul><li>Questo  Assoluto  soltanto alla f...
Armando Girotti <ul><li>“ Mamma, da oggi in poi  sarò  un bravo bambino!” </li></ul><ul><li>Questo è solo il progetto che ...
Armando Girotti <ul><li>Dunque tre momenti: </li></ul><ul><li>(1) un progetto  astratto , </li></ul><ul><li>(2) una vita  ...
<ul><li>Astratto, concreto, riflessione </li></ul>Armando Girotti Progetto perfetto La perfezione si materializza Circolar...
<ul><li>L'intero, dunque è un divenire, non una stasi e la sua anima è la contraddizione </li></ul><ul><li>vita del singol...
<ul><li>Dialettica, intelletto, ragione  </li></ul><ul><li>Si tratta del procedimento hegeliano chiamato  dialettica  (mes...
<ul><li>Se compiamo un itinerario nella mente di “Dio prima della creazione” scopriamo che là c’è già tutto (però  come pr...
<ul><li>Siamo in una situazione pre-umana; le scimmie si contendono a brandelli il cibo e lottano per la sopravvivenza; un...
<ul><li>le scimmie che vi si avvicinano, e solo quelle che lo toccano,  saranno destinate  a trasformarsi in uomini </li><...
<ul><li>saranno destinate </li></ul><ul><li>(uno scimmione nell’utilizzare un osso di animale comprende il rapporto di cau...
<ul><li>questo monolito accompagnerà l'evoluzione del genere umano spingendo l'uomo al progressivo miglioramento delle cap...
<ul><li>fino alla comparsa di chi lo soppianterà:  </li></ul>Armando Girotti il  SUPERUOMO (scena finale: l’ embrione  nel...
<ul><li>Il monolito potrebbe essere, alla luce del modello hegeliano, &quot;il  programma che regola l'evoluzione del gene...
<ul><li>il monolito contiene già  in sé il percorso , che però non è ancora compiuto, lo contiene solo come  astrazione   ...
<ul><li>l’attuazione del percorso avverrà solo attraverso la  Natura   ( l' Idea fuori di sé ,   Filosofia della Natura ),...
<ul><li>Se nel diventar  altro da sé  c'è la  concretizzazione  (il momento negativo — antitesi — in cui si incarna  l’ast...
<ul><li>la comprensione che esiste una razionalità che sottende il tutto; </li></ul><ul><li>Cioè: </li></ul><ul><li>Ciò ch...
<ul><li>In questa razionalità l'uomo manifesta, comprende ed accetta di essere  strumento  nelle mani di un programma (sce...
<ul><li>La  realtà   allora è   razionalità programmata   </li></ul><ul><ul><li>importante non è il raggiungimento di un p...
<ul><li>I nostri testi di storia nei capitoli trattanti le guerre incominciano con un paragrafo che estrapola dai fatti le...
<ul><li>È la riflessione che eleva a risultato il vero </li></ul><ul><li>La riflessione permette il riconoscimento di una ...
<ul><li>GRAZIE DELL’ATTENZIONE! </li></ul>hora ruit Armando Girotti
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Riforma gelmini hegel

1,455 views

Published on

i pensieri dei filosofi possono essere resi meno complicati di quanto non accada nei manuali scolastici

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,455
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
187
Actions
Shares
0
Downloads
8
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Riforma gelmini hegel

  1. 1. Riforma Gelmini e insegnamento della filosofia Armando Girotti Mirano ottobre 2010
  2. 2. <ul><li>I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché egli si ponga, con atteggiamento razionale , creativo , progettuale e critico , di fronte alle situazioni, ai fenomeni e ai problemi, ed acquisisca conoscenze , abilità e competenze sia adeguate al proseguimento degli studi di ordine superiore e all'inserimento nella vita sociale, nel mondo del lavoro, sia coerenti con le capacità e le scelte personali. </li></ul>Armando Girotti
  3. 3. <ul><li>Presupponendo che “cultura” non sia sinonimo di “conoscenza”, ma sia un complesso vasto che viene a manifestarsi col proprio “comportamento”, allora se si vogliono “fornire allo studente degli strumenti culturali” occorre che la filosofia vada vista (non come materia di studio che produce conoscenza, ma) come strumento utile al “filosofare” non tanto per la loro riuscita scolastica, ma principalmente per un loro inserimento nel mondo che si troveranno a calpestare una volta gettati là dove </li></ul><ul><li>il possesso del filosofico è fonte di </li></ul><ul><li>libertà di pensiero </li></ul><ul><li>libertà di azione . </li></ul>Armando Girotti
  4. 4. <ul><li>Spesso il docente pretende che gli studenti “ studino ” la filosofia </li></ul>Credo che la filosofia vada intesa come attività che problematizza argomentando in modo critico Armando Girotti
  5. 5. <ul><li>Dialogico : preminenza della ricerca di una verità da scoprire più che di una verità da consegnare. Cultura intesa come ricerca </li></ul>Espositivo: primato del contenuto da trasmettere, così come la tradizione lo ha tramandato. L’uomo riceve valore dal sapere già confezionato Armando Girotti
  6. 6. Hegel osservava che se si vuol imparare a nuotare, non lo si può fare restando fuori dell’acqua a mimarne i movimenti: bisogna immergersi. Come si impara nuotare, nuotando, così si apprende la filosofia, facendola. E lo strumento è il testo! Armando Girotti
  7. 7. <ul><li>Nel Medioevo il testo era fondamentale, ma il metodo lo appiattiva in un “sapere” mandato a memoria. </li></ul>Armando Girotti
  8. 8. Oggi? Un labirinto nel quale ci si può perdere Armando Girotti
  9. 9. A meno che non si possegga il filo d’Arianna! Allora il testo può diventare una dimora per nuove possibilità di rilettura e altre interpretazioni Armando Girotti
  10. 10. <ul><li>Allora come rendere filosofico l’insegnamento della filosofia? </li></ul><ul><li>Spostando l’ottica dai contenuti al metodo-filosofico per cui non più pensare all’ insegnamento della filosofia , ma ad un insegnamento filosofico della filosofia, ad un con-filosofare insieme al gruppo classe. </li></ul><ul><li>Una via proposta: </li></ul><ul><li>Andando al di là dei sistemi , quelli che normalmente i manuali espongono. Come? </li></ul><ul><li>Cercando i modelli di razionalità che sottostanno ai sistemi, cioè quelle griglie che ogni uomo possiede (i filosofi e noi) e che illuminano le singolari risposte ai vari problemi. </li></ul>Armando Girotti
  11. 11. <ul><li>sistema è la revisione a ritroso </li></ul><ul><li>di un pensiero già compiuto </li></ul>Armando Girotti modello di razionalità è la luce che illumina il tragitto verso il sistema.
  12. 12. <ul><li>Nel Profilo unico Hegel è posto come filosofo “obbligatorio”; ma come trattarlo? </li></ul><ul><li>Partendo dalle solite triadi esposte nei manuali? </li></ul><ul><li>No! </li></ul><ul><li>Cercando un suo scritto dal quale immediatamente si evinca il modello di razionalità (ridotto troppo spesso a sistema) che poi accompagnerà il suo pensiero in ogni settore. </li></ul>Armando Girotti
  13. 13. <ul><li>Il boccio dispare nella fioritura, e si potrebbe dire che quello vien confutato da questa; </li></ul><ul><li>similmente, all'apparire del frutto, il fiore vien dichiarato una falsa esistenza della pianta, </li></ul><ul><li>e il frutto subentra al posto del fiore come sua verità. </li></ul>Armando Girotti
  14. 14. <ul><li>Tali forme non solo si distinguono; ma ciascuna di esse dilegua anche sotto la spinta dell'altra, perché esse sono reciprocamente incompatibili. </li></ul><ul><li>Ma in pari tempo la loro fluida natura ne fa momenti dell'unità organica, nella quale esse non solo non si respingono, ma sono anzi necessarie l'una non meno dell'altra; e questa eguale necessità costituisce ora la vita dell'intiero. </li></ul>Armando Girotti
  15. 15. <ul><li>La verità non sta nel parziale, nell'isolato, nell'individuale, ma nell'intero (ultime parole costituisce ora la vita dell'intiero ), o meglio nello svolgimento di questo intero attraverso forme particolari ( boccio, fiore, frutto ) che non possono essere considerate isolatamente, ma devono essere viste nel tutto (nella pianta ), come in una circolarità senza fine dove le singole manifestazioni temporali, i singoli oggetti che si susseguono hanno valore in quanto ognuno si rapporta a quello che lo precede e a quello che lo segue ( la loro fluida natura ne fa momenti dell'unità organica ); ogni singola realtà, presa isolatamente, è falsa esistenza della pianta , perché la realtà è l’intero. </li></ul>Armando Girotti
  16. 16. <ul><li>l'apologo di Menenio Agrippa; secessione della plebe -Monte Sacro , 493 aC- (ogni classe sociale ha valore nello Stato); </li></ul>Armando Girotti Una volta, le membra dell’uomo, constatando che lo stomaco se ne stava ozioso [ad attendere cibo], ruppero con lui gli accordi e cospirarono tra loro, decidendo che le mani non portassero cibo alla bocca, né che, portatolo, la bocca lo accettasse, né che i denti lo confezionassero a dovere. Ma mentre intendevano domare lo stomaco, si indebolirono pure loro, e il corpo intero giunse a deperimento estremo. Di qui apparve che l’ufficio dello stomaco non è quello di un pigro, ma che, una volta accolti, distribuisce i cibi per tutte le membra. E quindi tornarono in amicizia con lui. Così senato e popolo, come fossero un unico corpo, con la discordia periscono, con la concordia rimangono in salute. SPQR
  17. 17. Armando Girotti la parabola di Cristo dei tralci e della vite (l'unità sta nella Comunione ecclesiale);
  18. 18. Armando Girotti il nostro io spirituale che è un tutto fatto di emozioni, passioni, tensioni, progettualità, memoria ecc. dove ogni fatto, ogni evento ci coinvolge totalmente, modificandoci continuamente .
  19. 19. <ul><li>la verità: </li></ul><ul><ul><li>non sta nella singola parte presa a se stante , nel fiore, nel frutto, nel boccio (nel nostro oggi), ma nel tutto, nella pianta (nella nostra vita che scorre); </li></ul></ul><ul><ul><li>la pianta unifica le relazioni tra le singole parti, </li></ul></ul><ul><ul><li>lo sviluppo delle singole parti si realizza inevitabilmente attraverso i contrasti ( il boccio vien confutato dalla fioritura ); </li></ul></ul><ul><li>l'individuale: </li></ul><ul><ul><li>ha senso solo se viene rapportato al tutto; </li></ul></ul><ul><ul><li>porta già in sé la funzione che realizza il tutto. </li></ul></ul>Armando Girotti
  20. 20. <ul><li>A me sembra che in questo brano di Hegel si possa cogliere un </li></ul><ul><li>modello di razionalità </li></ul><ul><li>che reggerà anche il pensiero successivo e quindi lo si possa far utilizzare agli studenti per rapportarlo ad altre questioni hegeliane . </li></ul>Armando Girotti
  21. 21. <ul><li>Proviamo con un esercizio problematizzante. </li></ul><ul><li>Chiediamo: </li></ul><ul><li>Di fronte a noi ora abbiamo i cittadini e lo Stato ; le domande da porre quali potrebbero essere? </li></ul><ul><ul><ul><li>chi è l’intero e chi la parte? </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>quale rapporto di dipendenza si instaura tra la parte e il tutto? </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>l’importanza sta nell’individuale, nel soggetto singolo (il cittadino) oppure altrove? </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Rousseau sarebbe d’accordo? </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>…… </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>…… </li></ul></ul></ul>Armando Girotti
  22. 22. <ul><li>Ma potremmo applicare il passo anche alla funzione dei popoli nella storia (storia dei fatti, dei singoli filosofi e storia del pensiero): </li></ul><ul><ul><li>dicevamo: l’importanza non sta nella singola parte presa a se stante , nel fiore, nel frutto, nel boccio, ma nel tutto, nella pianta; </li></ul></ul><ul><ul><li>la pianta unifica le relazioni tra le singole parti, </li></ul></ul><ul><ul><li>lo sviluppo delle singole parti si realizza inevitabilmente attraverso i contrasti ( il boccio vien confutato dalla fioritura ); </li></ul></ul><ul><ul><li>Dunque: </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Quale rapporto c’è tra i singoli fatti e la storia? </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Qual è il rapporto tra il pensiero del singolo filosofo e la storia del pensiero? </li></ul></ul></ul><ul><li>Ma anche potremmo applicarlo al rapporto che potrebbe instaurarsi tra la lettura dei fatti (analisi storica) e motivi, pensieri che stanno dietro alla lettura (filosofia) e quindi analizzare i rapporti tra storia e storia della filosofia </li></ul>Armando Girotti
  23. 23. <ul><li>la vita dell'intero (ultima riga) avviene nella processualità ( dispare, subentra, dilegua, fluida natura, vita dell'intero ); il passo evidenzia la necessità delle singole parti, facendo emergere la loro correlazione con il tutto. </li></ul><ul><li>Questo intero non viene inteso come statica realizzazione finale , come punto di arrivo, ma come processo di un divenire che si realizza attraverso stazioni prefissate (come dirà in altra parte). </li></ul>Armando Girotti
  24. 24. <ul><li>La continua contraddizione è espressa dalla morte del boccio che dà vita al fiore, e dalla sua morte al frutto (c’è un continuo movimento, come nella nostra vita ). </li></ul><ul><li>L’individuo è regolato da una spinta interna così rappresentabile: </li></ul><ul><ul><li>vita individuale (Tesi), oppure vita dell’oggi del soggetto, </li></ul></ul><ul><ul><li>morte del singolo (Antitesi), oppure passo al domani, </li></ul></ul><ul><ul><li>vita del tutto (Sintesi), oppure vita complessiva del soggetto. </li></ul></ul><ul><li>Siamo entrati nella dialetticità del reale </li></ul>Armando Girotti
  25. 25. <ul><li>Il vero è l'intero. Ma l'intero è soltanto l'essenza che si compie attraverso il suo sviluppo. </li></ul><ul><li>Bisogna dire dell'Assoluto che esso è essenzialmente risultato, che esso soltanto alla fine è ciò che è in verità; </li></ul><ul><li>proprio in questo consiste la sua natura, di essere realmente effettivo, soggetto o divenir-se-stesso. </li></ul><ul><li>Per quanto possa apparire contraddittorio che l'Assoluto sia da concepire essenzialmente come risultato, pure una piccola riflessione può venire a capo di questa apparente contraddizione. </li></ul><ul><li>È proprio la riflessione che fa sì che il vero sia il risultato, […] ritornato nella semplicità. </li></ul>Armando Girotti
  26. 26. <ul><li>Bisogna dire dell'Assoluto che esso è essenzialmente risultato </li></ul><ul><li>Questo Assoluto soltanto alla fine sembra attuarsi interamente ( il vero è l'intero ) quasi fosse la realizzazione di un progetto che cerca di divenire-se-stesso </li></ul>Armando Girotti
  27. 27. Armando Girotti <ul><li>“ Mamma, da oggi in poi sarò un bravo bambino!” </li></ul><ul><li>Questo è solo il progetto che dovrà realizzarsi nel corso della vita-storia del bambino che solo alla fine potrà dire: “ in verità alla fine sono ciò che volevo essere ”. </li></ul>
  28. 28. Armando Girotti <ul><li>Dunque tre momenti: </li></ul><ul><li>(1) un progetto astratto , </li></ul><ul><li>(2) una vita concreta , </li></ul><ul><li>(3) la riflessione sulla propria storia che evidenzia la strada percorsa per giungere a ciò che si voleva raggiungere (il proprio progetto). </li></ul>
  29. 29. <ul><li>Astratto, concreto, riflessione </li></ul>Armando Girotti Progetto perfetto La perfezione si materializza Circolarità aperta ad un nuovo progetto tesi antitesi sintesi Il progetto La vita La riflessione
  30. 30. <ul><li>L'intero, dunque è un divenire, non una stasi e la sua anima è la contraddizione </li></ul><ul><li>vita del singolo, </li></ul><ul><li>morte del singolo, </li></ul><ul><li>vita del tutto che finalmente si è realizzata </li></ul><ul><li>Senza il divenire non si realizza nulla. </li></ul>Armando Girotti
  31. 31. <ul><li>Dialettica, intelletto, ragione </li></ul><ul><li>Si tratta del procedimento hegeliano chiamato dialettica (messa in evidenza precedentemente con l’ausilio della contraddizione) procedimento che non si ferma all'uso dell'intelletto, ma che utilizza la ragione , sola in grado di farci cogliere i nessi che unificano il tutto </li></ul><ul><ul><li>l’ intelletto isola le singolarità in tanti nuclei separati (ci inganna se ci si ferma alle sue separazioni); esso astrae l'universale e lo attesta come singolo (il tavolo, la sedia, la panca, l’oggi); </li></ul></ul><ul><ul><li>la ragione coglie la interdipendenza dei singoli oggetti, scoprendo che essi hanno senso solo se considerati nel loro insieme e non isolati nella loro particolarità. </li></ul></ul>Armando Girotti
  32. 32. <ul><li>Se compiamo un itinerario nella mente di “Dio prima della creazione” scopriamo che là c’è già tutto (però come progetto ). </li></ul><ul><li>Questo progetto va realizzato. Come, se non estraniando da sé tutto ciò che aveva nella sua mente? Ecco la Natura . </li></ul><ul><li>In questa natura compare anche l’uomo il quale è capace di riflettere intorno a quanto è accaduto e a quanto sta accadendo e si accorge che questo viaggio era già stato scritto come progetto ed ora si sta realizzando nelle singole forme del presente. A dove porterà questo viaggio? </li></ul><ul><li>Utilizziamo didatticamente un film: 2001 Odissea nello spazio. </li></ul>Armando Girotti
  33. 33. <ul><li>Siamo in una situazione pre-umana; le scimmie si contendono a brandelli il cibo e lottano per la sopravvivenza; un fatto strano accade: compare un monolito alto, liscio, che incute un certo timore; </li></ul>Armando Girotti
  34. 34. <ul><li>le scimmie che vi si avvicinano, e solo quelle che lo toccano, saranno destinate a trasformarsi in uomini </li></ul>Armando Girotti
  35. 35. <ul><li>saranno destinate </li></ul><ul><li>(uno scimmione nell’utilizzare un osso di animale comprende il rapporto di causa-effetto); </li></ul>Armando Girotti saranno destinate
  36. 36. <ul><li>questo monolito accompagnerà l'evoluzione del genere umano spingendo l'uomo al progressivo miglioramento delle capacità umane, tecnologiche, scientifiche, spirituali </li></ul>Armando Girotti
  37. 37. <ul><li>fino alla comparsa di chi lo soppianterà: </li></ul>Armando Girotti il SUPERUOMO (scena finale: l’ embrione nel monolito)
  38. 38. <ul><li>Il monolito potrebbe essere, alla luce del modello hegeliano, &quot;il programma che regola l'evoluzione del genere umano &quot;, cioè l’ Idea in sé che ha bisogno della Natura , prima, e dell'uomo, poi, per manifestare tutta la sua potenza; ha bisogno della corporeità se vuole realizzarsi: senza il fuori di sé quel progetto non si realizzerebbe </li></ul>Armando Girotti
  39. 39. <ul><li>il monolito contiene già in sé il percorso , che però non è ancora compiuto, lo contiene solo come astrazione (l' Idea in sé, la Logica “il Dio prima della creazione”, come la definisce Hegel); </li></ul>Armando Girotti
  40. 40. <ul><li>l’attuazione del percorso avverrà solo attraverso la Natura ( l' Idea fuori di sé , Filosofia della Natura ), senza la quale non ci sarebbe realizzazione, ma unicamente astrazione. </li></ul>Armando Girotti
  41. 41. <ul><li>Se nel diventar altro da sé c'è la concretizzazione (il momento negativo — antitesi — in cui si incarna l’astratta perfezione — tesi —), </li></ul><ul><li>è solo grazie all' uomo che avviene la comprensione della programmazione, l' Idea ritorna in sé la sintesi , quella che fa comprendere che esiste una razionalità a sottendere il tutto; </li></ul>Armando Girotti
  42. 42. <ul><li>la comprensione che esiste una razionalità che sottende il tutto; </li></ul><ul><li>Cioè: </li></ul><ul><li>Ciò che è razionale (visto nella mente di Dio) è diventato reale , è diventato Natura. </li></ul><ul><li>Ma anche (visto nella mente del soggetto uomo) ciò che è reale (Natura) manifesta la razionalità che c’è in lei, è razionale . </li></ul><ul><li>Dunque c’è una circolarità tra reale e razionale. </li></ul>Armando Girotti
  43. 43. <ul><li>In questa razionalità l'uomo manifesta, comprende ed accetta di essere strumento nelle mani di un programma (scena finale del film morte dell’uomo e nascita del superuomo (embrione nel monolito); </li></ul><ul><li>una razionalità profonda governa lo sviluppo. </li></ul>Armando Girotti
  44. 44. <ul><li>La realtà allora è razionalità programmata </li></ul><ul><ul><li>importante non è il raggiungimento di un punto statico finale, </li></ul></ul><ul><ul><li>ma l'evoluzione continua del tutto; </li></ul></ul><ul><ul><li>non è l'Idea di Platone </li></ul></ul><ul><ul><li>o l'universale astratto di Aristotele, </li></ul></ul><ul><ul><li>ma il panta rei di Eraclito </li></ul></ul>Armando Girotti
  45. 45. <ul><li>I nostri testi di storia nei capitoli trattanti le guerre incominciano con un paragrafo che estrapola dai fatti le &quot;cause della guerra&quot;; </li></ul><ul><li>in questo modo si cerca una spiegazione razionale che dia ragione della consequenzialità dei fatti </li></ul><ul><li>Le convinzioni di Hegel: </li></ul><ul><li>la storia è la manifestazione di un percorso razionale e non un insieme caotico di eventi; </li></ul><ul><li>ogni evento è rapportabile alla sua causa, in un percorso concatenato manifestante, a chi sia in grado di coglierlo, una struttura sottostante; </li></ul><ul><li>nei fatti c’è un &quot;perché&quot;, c’è una motivazione che li regola; </li></ul><ul><li>la realtà è mossa da una razionalità che aspetta solo di essere portata alla luce. </li></ul>Armando Girotti
  46. 46. <ul><li>È la riflessione che eleva a risultato il vero </li></ul><ul><li>La riflessione permette il riconoscimento di una razionalità insita nella realtà. </li></ul><ul><li>questo non è solo il metodo che permette di leggere il reale (il canone universale, quindi), ma anche la verità ultima (l'ontologia). </li></ul><ul><li>Per di più non è un discorso solo di metodo, ma anche di sistema: </li></ul><ul><li>la ragione è il mezzo per riconoscere la verità ma è anche la verità: </li></ul>la filosofia, come la nottola di Minerva, giunge sul far della sera a ricapitolare il reale in concetti che spiegano il suo svolgimento. Armando Girotti
  47. 47. <ul><li>GRAZIE DELL’ATTENZIONE! </li></ul>hora ruit Armando Girotti

×