7
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

7

on

  • 16 views

 

Statistics

Views

Total Views
16
Views on SlideShare
16
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

7 7 Document Transcript

  • I percorsi PON “Armonia dei suoni I –II”, coordinati dagli esperti Tonia Langella, Pietro Sellittoe dalle Tutor Giovanna Andreoli, Bruna Franzese e Sara Di Martino, hanno inteso valorizzare la vocalità, promuo- vendo tra gli alunni una migliore conoscenza ed un adeguato uso del proprio strumento-voce, nel rispetto della sua fisiologia, per sfruttarne a pieno le potenzialità comunicative, relazionali, creati- ve ed artistiche. Attraverso il canto, il bambino impara la musica attivamente, ne fa esperienza col proprio corpo e con tutto se stesso prima ancora che con uno strumento. L’intento dell’agire didattico è stato quello di creare uno spazio sonoro nel quale gli alunni potes- sero vivere un rapporto con la musica di tipo individuale e/o collettivo, concreto, attivo, pro- duttivo. In particolare, si è cercato di mettere ciascun alunno nella condizione di riconoscere, attra- verso un’esperienza di pratica musicale, le proprie potenzialità creative ed emozionali, di raffor- zare l’autostima e di stabilire relazioni positive con se stessi e con gli altri. Tra i brani studiati ed eseguiti ricordiamo: “Dolce sentire” di San Francesco D’Assisi, “Va pen- siero” tratto dal Nabucco di Giuseppe Verdi, “Oh cara mamma” di Pietro Sellitto, “Napul’è” di Pino Daniele, “Volare” di Domenico Modugno e tante altre ancora. DALLAREDAzIONE ILPONDIMUSICA Conl’Armonia delFarelenote sonopiùdolci IlprogettoGlialunnidelleclassiterzedellaprimariaaBellizzipervisitareilPaleoVillage:unmodopraticoperapprofondireilprogrammadistoria Uominiprimitiviperungiorno GESUALDO GliallievidellasezionestrumentalealTeatroSanCarlo Il 13 maggio noi alunni delle classi terze della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo “Mimmo Beneventano” abbiamo vissuto un’esperienza davvero indimenti- cabile: ci siamo trasformati in pic- coli uomini primitivi e abbiamo abitato in un villaggio preistorico. Per approfondire il programma di storia studiato durate l’intero anno scolastico, le insegnanti ci hanno accompagnato a Bellizzi, in provin- cia di Salerno, a visitare il PaleoVillage, un villaggio prei- storico ricostruito secondo le carat- teristiche delle età del Paleolitico e dei Metalli. Siamo stati accolti da un’archeologa che ci ha spiegato tutto il percorso storico, dalla nascita della terra all’ estinzione dei dinosauri, dalla comparsa della prima specie di ominide fino alla nascita dell’uomo sapiens sapiens. Abbiamo sperimentato con grande stupore la tecnica di accensione del fuoco, la costruzione di armi, lance, frecce e punte. Ma ciò che ci ha divertito di più è stato indossare i vestiti degli uomini primitivi, truc- carci proprio come loro e realizzare un grande murales con la tecnica della pittura rupestre: armati di carboncino e di colori naturali, abbiamo disegnato e dipinto scene Aseguireanche l’escursione nell’oasidelWWF diPersano di caccia e animali preistorici pro- prio come facevano i nostri antenati nelle grotte! La vita nel villaggio era semplice, ma affascinante: nelle rudimentali capanne realizzate con fango, paglia e legno era stata ricostruita la quotidianità degli uomini primi- tivi. Abbiamo osservato vasi, tega- mi, bicchieri, la macinazione del grano, la tessitura col telaio, la con- cia delle pelli; con il trapano a vola- no abbiamo traforato un ciondolo di legno che, dopo aver decorato, abbiamo portato a casa come ricor- do. E’ stato divertente anche ripro- durre graffiti con la tecnica del frot- tage e tirare con l’arco come dei veri cacciatori preistorici. Insomma è stato tutto bellissimo! Nel pomeriggio, dopo aver pranza- to, ci siamo recati a visitare l’oasi DallaRedazione l 6 maggio 2014 gli allievi della sezione musicale d e l l ' I s t i t u t o Comprensivo "Mimmo Beneventano" di Ottaviano hanno preso parte al Premio Teatro San Carlo - V Rassegna scolastica di musica "L'opera italiana da Puccini a Mascagni". L’orchestra della scuola è stata accompagnata dai docenti: Fiore Francesca (flauto); Fimiani Maria (pianoforte); Pignataro Gaetano (tromba); De Simone Ferdinando (violi- no); Romano Angela (ed. musicale); Prevete Carmela (italiano). L’orchestra si è esibita con i seguenti brani: l’Alleluia di Haendel; Fratelli d'Italia di Mameli-Novaro e il Nessun dorma di Puccini. Il Teatro di San Carlo ha organizzato questa Rassegna scolastica di musica aperta alle scuole di ogni ordine e grado, sia pubbliche che pri- vate. La Rassegna ha avuto lo scopo di valorizzare la musica come fattore educativo, di incoraggiare i giovani allo stu- dio di uno strumento musica- le, attraverso il tema guida cui si intitola, creando un'impor- tante occasione di aggregazio- ne, confronto e crescita. A tutti voi facciamo un in bocca al lupo. I Ancoraunapaginatuttadedicataalleattivitàextracurriculari DallaPreistoriasinoallepiùmoderneartidellacomunicazione INIZIATIVE VIIISTITUTOCOMPRENSIVO“MIMMOBENEVENTANO”-OTTAVIANOCAVALLUCCIALTROTTO del WWF di Persano, una riser- va naturalistica dove, negli ultimi anni è ritornata la lontra. Una lunga passeggiata lungo le sponde del fiume Sele ci ha permesso di ammirare la flora dell’ambiente cir- costante e dai capanni di osserva- zione abbiamo guardato per vedere gli animali. Davvero divertente! E l’emozione è salita alle stelle quandosiamo stati ripresi dalla troupe televisiva della Rai: che for- tuna! Proprio quel giorno il Paleovillage e l’oasi naturalistica sono stati visitati dalle telecamere di Ambiente Italia, una trasmissione televisiva che va in onda su Rai tre. Ci siamo rivisti in tv……..che ridere! La nostra stupenda giornata è finita qui, abbiamo fatto ritorno a casa stanchi ma felici di aver lasciato, almeno per un giorno, la nostra realtà e di esserci tuffati nella storia e nella natura. Dalla Redazione «Attraversoilmovimentoognibambino esploralospazioecomunicaconglialtri» IlprogettodiAlfabetizzazioneMotoria E’unprogettocheponel’at- tivitàmotoriaesportivain posizionedieccellenzanei processieducativieformativi dellegiovanigenerazioni.È rivoltoatuttiglialunnidella scuolaprimariaconl’obietti- vodipromuovereetrasmet- tereilvaloredellapratica sportivaneltessutosociale, qualefattoredibenessere fisicoesociale,crescitaindividualeecoe- sione.Leattivitàsonofinalizzateall’acqui- sizionedicompetenzemotorie,stilidivita attiviutiliperuna sanaecorrettacrescita psicofisica.Attraversoilmovimentoil bambinopuò,infatti,esplorarelospazio, conoscereilsuocorpo,comunicareerela- zionarsiconglialtri.Questaimportante iniziativaèstataresapossibilegraziealla strettacollaborazioneavutaconildirigente scolasticoGiovanniNappi, lareferentedelprogetto GiovannaAndreoliele insegnantichemihannoaiu- tatodurantelosvolgimento delleattività.Permeèstataun esperienzamoltointensae soddisfacente,datiirisultati ottenutielafermavolontà deglialunnidivolerfortemen- tecontinuarequestoprogetto anchenelprossimoannoscolastico. Lascuolaèterminataecolgol’occasione peraugurare aglialunni,alleinsegnantied aigenitoriunaserenaefeliceestatenella speranzachel’attivitàmotoriapossaanco- racoinvolgeretutti,alunniedinsegnanti, propriocomeèavvenutoinquestiultimi mesi.Grazieperl’affettoeladisponibilità ricevuta. RiccardoIervolino 7ok:oratorio bizantino1.qxd 07/06/2014 15:10 Pagina 1