3a lezione

626 views
575 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
626
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

3a lezione

  1. 1. Ed ora, alcuni dati sulla CorporateSocial Responsibility:
  2. 2. Detto ciò, cosa consigliare allenostre imprese?
  3. 3. Impresa VSAssociazioni dei Consumatori
  4. 4. Riprendiamo il nostro camminoverso la CSR
  5. 5. Essere o non essere... Cosa non è Cos’è๏ una moda ✓ orientamento strategico๏ filantropia ✓ processo sistematico ed๏ nuova teoria di marketing intenzionale๏ solo rispetto della legge ✓ approccio che coinvolge la๏ concetto astratto gestione caratteristica ✓ autoregolamentazione
  6. 6. Benefici apportati dalla CSR: Clienti e Utenti Risorse Umane -Aumento Customer Satisfaction ORGANIZZAZIONE -Attrazione migliori talenti - Fidelizzazione personale -Miglior posizione del marchio -Senso di appartenenza -Attrazione di nuovi clienti -Aumento della produttività -Aumento delle vendite Maggior accesso al credito Miglioramento delle e minor costo del denaro Riduzione dei costi relazioni con le istituzioni Miglioramento della operativi Miglioramento gestione performance finanziaria dei rischiAzionisti e finanziatori Fornitori e partner Società ed Ambiente -Aumento profitti -Minori costi di transazione -Aumento della fiducia nella comunità -Aumento fiducia nel management -Aumento della correttezza negoziale -Legittimazione ad operare -Basso costo del capitale -Migliore partnership -Valorizzazione del contesto ambientale -Riduzione dei rischi
  7. 7. Gli strumenti della ResponsabilitàSociale d’Impresa: STRATEGIE STRUMENTI -Mission, Vision e Valori -Bilancio Sociale, Bilancio Ambientale, -Codice Etico Bilancio di Sostenibilità -Finanza Etica -Contabilità Ambientale -Politiche di inclusione sociale -Stkaholder Engagement -Formazione etica AZIONI SISTEMI DI GESTIONE -Donazioni e Sponsorship -AMBIENTALI: ISO 14000 -Cause Related Marketing EMAS -Gestione della diversità -QUALITA’: ISO 9000 -Formazione continua OHSAS 18001 -Coinvolgimento nella comunità SA 8000 -Acquisti verdi ed etici -SOCIAL: ISO 26000
  8. 8. CSR è una moda? -$.,   !##$ 1# &$  # 2 " $$ $) # #! ##3 $ 1# & 4 ## $   5#& ##& ##$ # ##&  #)  ## #5#& ! ##$ 2  4 ##&$
  9. 9. "     .   #  APPAIO SONO  ,(( DUNQUE DUNQUE $ SONO DIVENTO  $ NON APPAIO SONO $0* DUNQUE DUNQUE 2 EVIDENZIO MI DIFENDO 2   +   $. .  $$
  10. 10.   $. $.    ./ "-## #.01#%    $. ./AIO  SONO  #.01#%  "-## ,((0-#$$ $.QUE DUNQUE "-##APPAIO  SONO  $ #NO DIVENTO    #/# ,((0-#$$ UNQUE ./ DUNQUE ./ #.01#% $ # $$ #.01#% SONO $. DIVENTO  #/# $. $$PPAIO SONO  $0*+-1#  ,((0-#$$ ,((0-#$$QUEN APPAIO DUNQUE $ # $ # 23#$ SONO  #/# $0*+-1# NZIO  #/# MI DIFENDO 2 UNQUE $$ 23#$ DUNQUE $$VIDENZIO MI DIFENDO 2  +(-   $. +(- $0*+-1# $0*+-1# ..$   23#$ $. 23#$ 2 2 $$$ ..$  $$$ +(- +(- $. $. ..$ ..$ $$$ $$$
  11. 11. Licenza di operare: “ Per noi Responsabilità Sociale d’Impresa vuol dire prima di tutto gestire responsabilmente i nostri prodotti che comportano rischi per la salute e che Politica milioni di consumatori adulti hanno scelto di consumare.intrapresa: Pertanto, nonostante le controversie del settore, crediamo indispensabile coinvolgere i nostri stakeholder sulle principali questioni che riguardano i prodotti che noi realizziamo, gestiamo e commercializziamo”. Ricerca prodotti a più basso rischioIniziative: Campagna per la regolamentazione del fumo all’interno dei luoghi pubblici Informazioni sul prodotto Campagna contro il fumo giovanile Lotta al contrabbando Dialogo con i consumatori
  12. 12. ma INTERNATIONAL MARKETING STANDARDsoprattutto: BAT ed altre aziende del settore, nel 2001, ho definito gli International Tobacco Products Marketing Standard definendo: ‣ Standard sulle attività di marketing del gruppotra il 2005 ed il 2006: Gli stakeholder hanno fatto richiesta di rivedere gli standard in base agli sviluppi di settore e vennero apportate delle modifiche agli standard.
  13. 13. Prevenzione del fumo giovanile Informazioni aiRegolamentazione DIALOGO consumatori Riduzione dei Fumo e salute Rischi
  14. 14. Visibilitàdifferenziale:BNP per TELETHON: “Lotta scientifica contro le malattie genetiche”
  15. 15. “Le radici culturali di BNL affondanonel ruolo storico di istituto di credito creato per essere utile allo sviluppo della società, per questo è possibile affermare che la responsabilità sociale è nel patrimonio genetico e nell’identità culturale di BNL, così come nella mission.... Oggi questa responsabilità sociale sitraduce soprattutto in investimenti e donazioni a favore della solidarietà, della promozione culturale e della salvaguardia dell’ambiente”.
  16. 16. Basi: 17 anni di collaborazione. Coinvolgimento di tutti i dipendenti e di fondi dedicati. Piano di comunicazione e sensibilizzazione. “BNL Informa” tramite allegati agli estratti conto. Tutto porta verso il riconoscimento come... BANCA ATTIVA NEL SOCIALE
  17. 17. Marketing Social Oriented
  18. 18. Il percorso evolutivo della CSR #verso il marketing #5#& # 11# $$..#$  #.  ,     (( (6 &7  1#11 $$%1$ $ 3
  19. 19. Cause Related MarketingSoggetti interessati: Cliente / Consumatore fase 1 fase 2 Organizzazione Azienda profit non profit fase 3
  20. 20. Fasi: 1- Azienda Profit & Valore aggiunto immateriale Consumatore Incremento vendite e fidelity2-Consumatore & Onlus Contribuzione finanziaria Remunerazione psicologica Supporto Finanziario e Comunicativo3- Onlus & Azienda Profit Cessione del valore evocativo del logo
  21. 21. Condizioni per parlare di CRM: Il Cause Related Marketing (CRM) si differenzia dalle sponsorizzazioni perchè non è focalizzato esclusivamente sul miglioramento dell’immagine aziendale, bensì su un incremento che si riflette concretamente e direttamente su una migliore accettazione del prodotto a livello commerciale SODDISFAZIONE CONSUMATORE SODDISFAZIONE DELL’IMPRESA SODDISFAZIONE DELLE ONLUS
  22. 22. Come realizzare il“Cause Related Marketing”: il prodotto è il il contributo veicolo di dell’azienda è comunicazione subordinato della causaall’acquisto del CRM di prodotto CRM di sostenuta PROMOZIONE (Es: opuscoli) TRANSAZIONE DELLA CAUSA La ONLUS azienda profitautorizza l’uso CRM di CRM di JOINT raccoglie fondidel suo logo in LICENSING FUND RAISING (ammontare cambio di un libero e corrispettivo facoltativo) econ.
  23. 23. Fattori critici di successo: COERENZA DEI VALORICREDIBILITA’ AZIENDA DELL’AZIENDA, ED ONLUS RISPETTO ONLUS E PROGETTO COMUNICAZIONE DEI COINVOLGIMENTO RISULTATI E SEMPLICE ED EFFICACE TRASPARENZA DEL CLIENTE
  24. 24. Golia e gli orsi polari: Ogni pachetto di Golia Bianca venduto in più rispetto all’annata precedente, obbligava l’azienda a versare una quota al WWf
  25. 25. P&G: Dash Missione BontàNelle campagne Missione Bontà realizzate finoad oggi, Dash e gli italiani hanno destinato circa5 milioni di euro in progetti umanitari incollaborazione con Unicef, Azione Aiuto,Associazione Bambino In Ospedale (ABIO) emolte altre associazioni di volontariato. Con Missione Bontà, il marchio Dash ha inteso contribuire alla cultura dellinfanzia che pone i bambini al primo posto, rappresentando al tempo stesso un reale riconoscimento al valore delle associazioni di volontariato.
  26. 26. Eni e la facciata della basilica diSan Pietro
  27. 27. I top spender della comunicazione$$#. nella CSR:
  28. 28. Louis Vuitton“ the CLIMATE PROJECT “ - ONG fondata da Al Gore
  29. 29. /NO DONAZIONE , SOLO COMUNICAZIONE PER SENSIBILIZZARE

×