Finalità didattico-educative
dell’Azione eTwinning
Seminario Regionale eTwinning di Basilicata 2013
Autunno con eTwinning
...
L’azione eTwinning
• eTwinning realizza
gemellaggi elettronici
tra due o più scuole
dei Paesi dell’Unione
Europea, mediant...
eTwinning: la sua storia
Lisbona 2000
• Il Consiglio
europeo di
Lisbona del 23 e
24 marzo 2000
individua
nell’istruzione e
nella formazione la
chia...
L’Europa affronta il cambiamento:
dai gemellaggi tradizionali ai gemellaggi via
Internet

• La Commissione
Europea fissa l...
Caratteristiche dei gemellaggi
• Secondo le indicazioni della
Commissione europea, i
gemellaggi “possono riguardare
sempli...
l programma eLearning
• DECISIONE DEL
PARLAMENTO EUROPEO E
DEL CONSIGLIO del 5
dicembre 2003 recante
adozione di un progra...
Nascita di eTwinning
• eTwinning nasce
come linea d’azione
del Programma
pluriennale (20042006) europeo
eLearning.
Evoluzione di eTwinning
• Dal 2007, eTwinning è
parte del Programma
per l'apprendimento
permanente (Lifelong
Learning Prog...
L’Azione eTwinning sta crescendo!
• Da una piattaforma per
lo sviluppo di progetti
ad una comunità di
insegnanti che
colla...
Quali Paesi possono partecipare?
• I Paesi dell’UE: Austria, Belgio,
Bulgaria, Cipro, Danimarca,
Estonia, Finlandia, Franc...
eTwinning Plus
• Oggi è possibile entrare in
contatto con le scuole dei 6
paesi vicini dell’Unione europea
che partecipano...
eTwinning Plus
• Gli eTwinner dei paesi LLP non
possono fondare progetti con
eTwinner dei paesi eTwinning
Plus, ma questi ...
Che cos’è un progetto eTwinning
• Nasce da una
collaborazione tra due o più
scuole di diversi Paesi
europei, su un’idea
co...
Chi può partecipare
• Possono essere
realizzati partenariati
di diverso tipo: tra
docenti, tra classi,
tra dirigenti
scola...
Come attivare un progetto?
È molto semplice!
È sufficiente:
1. registrare la scuola,
2. trovare un partner,
3. concordare ...
I siti web di riferimento
• www.etwinning.net
portale europeo
• http://etwinning.indire.it
portale italiano
Come ideare un progetto?
• Il progetto può
coinvolgere qualunque
materia curricolare,
ma anche riguardare
argomenti di
car...
…ad esempio:
• Materie scientifiche: problemi ambientali,
indagini statistiche, storia della scienza,
matematica nella rea...
…ma anche:
Qualsiasi tematica:
Diritti umani
La pace
Confronto di tradizioni culturali
Produzione/condivisione di lavori a...
Come viene valutato un progetto
eTwinning?
•

•
•
•
•

Innovazione pedagogica e creatività: novità dei
diversi aspetti del...
Focus sulle competenze
chiave (priorità 2013)
Data la rilevanza crescente delle
otto competenze chiave per l'apprendimento...
eTwinning: un’opportunità per ...
sviluppare le
Otto Competenze chiave per l’apprendimento permanente
(Raccomandazione 200...
Benefici per gli studenti:
•
•

•
•
•
•
•
•
•

Aumento della motivazione
Acquisizione/valorizzazione di
competenze non tra...
Benefici per gli insegnanti:
•
•
•
•
•
•
•
•

Confronto e scambio di idee
con colleghi europei
Nuovi approcci educativi:
d...
Benefici per la scuola:
• Cooperazione con altre
scuole
• Apertura al mondo esterno
• Scambio di buone pratiche
(tra docen...
eTwinning, quindi, può contribuire
ad un nuovo modello educativo
orientato:
• al problem solving
• all’apprendimento coope...
Difficoltà, sfide, problemi
•
•
•
•
•

Mancanza di tempo
Difficoltà nell’utilizzo delle TIC
Difficoltà nel trovare un part...
Strutture e figure di supporto
• L’Unità Europea eTwinning (CSS)
• Le Unità Nazionali eTwinning
• Uffici Scolastici Region...
Chi è l’ambasciatore?

• E’ un insegnante
eTwinning
Quali le caratteristiche?
Dinamico, entusiasta, esperto,
all’avanguardia, un primo tra pari, un
testimone di far bene eTwi...
Cosa fa l’ambasciatore?
Organizza seminari, collabora con l’USR,
offre supporto ai colleghi, sostiene e
diffonde l’azione ...
Referenti pedagogico ed
istituzionale
Coordinano l’azione
eTwinning attraverso
attività di promozione,
diffusione, monitor...
Quale futuro dopo LLP?
 

Il nuovo Programma
UE si chiamerà
Erasmus+ e sosterrà
per 7 anni, dal 2014 al
2020 le attività d...
Grazie per l’attenzione!
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Seminario regionale autunno 2013

406 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
406
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
129
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Seminario regionale autunno 2013

  1. 1. Finalità didattico-educative dell’Azione eTwinning Seminario Regionale eTwinning di Basilicata 2013 Autunno con eTwinning Rosanna Papapietro Referente Pedagogico Basilicata
  2. 2. L’azione eTwinning • eTwinning realizza gemellaggi elettronici tra due o più scuole dei Paesi dell’Unione Europea, mediante l'uso delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione (TIC).
  3. 3. eTwinning: la sua storia
  4. 4. Lisbona 2000 • Il Consiglio europeo di Lisbona del 23 e 24 marzo 2000 individua nell’istruzione e nella formazione la chiave per lo sviluppo economico e per la coesione sociale dell’Europa.
  5. 5. L’Europa affronta il cambiamento: dai gemellaggi tradizionali ai gemellaggi via Internet • La Commissione Europea fissa le modalità di utilizzo di Internet per lo sviluppo di gemellaggi fra istituti secondari europei (giugno 2002), concordemente a quanto stabilito dal Consiglio europeo di Lisbona.
  6. 6. Caratteristiche dei gemellaggi • Secondo le indicazioni della Commissione europea, i gemellaggi “possono riguardare semplici scambi di informazioni o di documentazione, la realizzazione di progetti di scoperta o di ricerca o, in una forma più elaborata, divenire parte integrante del sistema pedagogico”.
  7. 7. l programma eLearning • DECISIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 5 dicembre 2003 recante adozione di un programma pluriennale (2004-2006) per l'effettiva integrazione delle tecnologie dell'informazione e delle comunicazioni (TIC) nei sistemi di istruzione e formazione in Europa.
  8. 8. Nascita di eTwinning • eTwinning nasce come linea d’azione del Programma pluriennale (20042006) europeo eLearning.
  9. 9. Evoluzione di eTwinning • Dal 2007, eTwinning è parte del Programma per l'apprendimento permanente (Lifelong Learning Programme 2007-2013)
  10. 10. L’Azione eTwinning sta crescendo! • Da una piattaforma per lo sviluppo di progetti ad una comunità di insegnanti che collaborano
  11. 11. Quali Paesi possono partecipare? • I Paesi dell’UE: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria. Inoltre, possono partecipare la Croazia, la Repubblica Ex Jugoslava di Macedonia, l'Islanda, la Norvegia, la Turchia e la Svizzera..
  12. 12. eTwinning Plus • Oggi è possibile entrare in contatto con le scuole dei 6 paesi vicini dell’Unione europea che partecipano a eTwinning Plus, lanciato a marzo 2013: Armenia, Azerbaigian, Georgia, Moldova, Tunisia e Ucraina.
  13. 13. eTwinning Plus • Gli eTwinner dei paesi LLP non possono fondare progetti con eTwinner dei paesi eTwinning Plus, ma questi ultimi possono essere invitati come partner di un progetto fondato da due eTwinner dei paesi LLP.
  14. 14. Che cos’è un progetto eTwinning • Nasce da una collaborazione tra due o più scuole di diversi Paesi europei, su un’idea comune. • Viene realizzato attraverso l’uso delle TIC (Internet, posta elettronica, videoconferenza, ecc.). • Non richiede incontri in presenza.
  15. 15. Chi può partecipare • Possono essere realizzati partenariati di diverso tipo: tra docenti, tra classi, tra dirigenti scolastici, tra scuole intere… • Tutte le scuole possono partecipare: la fascia di età degli studenti va dai 3 ai 19 anni!
  16. 16. Come attivare un progetto? È molto semplice! È sufficiente: 1. registrare la scuola, 2. trovare un partner, 3. concordare il progetto 4. registrarlo nel Portale eTwinning
  17. 17. I siti web di riferimento • www.etwinning.net portale europeo • http://etwinning.indire.it portale italiano
  18. 18. Come ideare un progetto? • Il progetto può coinvolgere qualunque materia curricolare, ma anche riguardare argomenti di carattere trasversale.
  19. 19. …ad esempio: • Materie scientifiche: problemi ambientali, indagini statistiche, storia della scienza, matematica nella realtà (nell’arte, nella musica); • Lingue: utilizzo della lingua per comunicare; utilizzo concreto e “naturale” delle competenze linguistiche; • Materie letterarie, storia, geografia: radici culturali comuni, studio di aree geografiche con caratteristiche comuni, eventi storici • Educazione fisica: lo sport e i suoi valori
  20. 20. …ma anche: Qualsiasi tematica: Diritti umani La pace Confronto di tradizioni culturali Produzione/condivisione di lavori artistici Realizzazione di un giornale online
  21. 21. Come viene valutato un progetto eTwinning? • • • • • Innovazione pedagogica e creatività: novità dei diversi aspetti del progetto (contenuto e obiettivi, approccio, attività e metodologie, prodotti finali, diffusione e pubblicazione). Integrazione curriculare: sviluppare argomenti/ concentrarsi su obiettivi strettamente collegati al programma curriculare. Collaborazione fra scuole partner: valorizzazione della dimensione europea, gli insegnanti e gli allievi delle scuole gemellate lavorano insieme. Uso creativo delle TIC: utilizzo appropriato e vario delle TIC. Sostenibilità e trasferibilità: garantire al progetto una durata nel tempo; coinvolgere i partner nel processo.
  22. 22. Focus sulle competenze chiave (priorità 2013) Data la rilevanza crescente delle otto competenze chiave per l'apprendimento permanente , che sono ormai state acquisite in via definitiva anche nelle indicazioni nazionali per il curricolo della scuola italiana, è importante che la lettura dei risultati conseguiti dedichi uno spazio speciale a questo ambito. Il progetto ha contributo a sviluppare una o più competenze chiave negli alunni? In che modo?
  23. 23. eTwinning: un’opportunità per ... sviluppare le Otto Competenze chiave per l’apprendimento permanente (Raccomandazione 2006) • • • • • • • • Comunicazione nella madrelingua; Comunicazione nelle lingue straniere; Competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia; Competenza digitale; Imparare ad imparare; Competenze sociali e civiche; Spirito di iniziativa e imprenditorialità; Consapevolezza ed espressione culturale.
  24. 24. Benefici per gli studenti: • • • • • • • • • Aumento della motivazione Acquisizione/valorizzazione di competenze non tradizionali: competenze informatiche, organizzative, artistiche, sociali Promozione di lavoro cooperativo fra studenti Miglioramento delle relazioni fra insegnanti e studenti Educazione tra pari Sviluppo del senso di responsabilità e del lavoro autonomo degli studenti Apprendimento attivo Utilizzo della lingua in un contesto reale/potenziamento delle competenze linguistiche Dimensione europea dell’apprendimento
  25. 25. Benefici per gli insegnanti: • • • • • • • • Confronto e scambio di idee con colleghi europei Nuovi approcci educativi: didattica collaborativa e multidisciplinare Dimensione europea dell’insegnamento Conoscenza di altri sistemi scolastici Miglioramento delle competenze di comunicazione in un’altra lingua Aggiornamento nell’uso delle TIC Miglioramento delle relazioni fra insegnanti e studenti Miglioramento delle competenze di lavoro in team interdisciplinari
  26. 26. Benefici per la scuola: • Cooperazione con altre scuole • Apertura al mondo esterno • Scambio di buone pratiche (tra docenti, tra dirigenti, tra classi…) • Lavoro di team all’interno della scuola • Coinvolgimento di genitori ed altri soggetti esterni
  27. 27. eTwinning, quindi, può contribuire ad un nuovo modello educativo orientato: • al problem solving • all’apprendimento cooperativo ed attivo • all’educazione tra pari • ad un diverso rapporto docente-discente • al lavoro in rete
  28. 28. Difficoltà, sfide, problemi • • • • • Mancanza di tempo Difficoltà nell’utilizzo delle TIC Difficoltà nel trovare un partner adatto Problemi linguistici nella comunicazione Difficoltà a trovare idee da realizzare, ecc…
  29. 29. Strutture e figure di supporto • L’Unità Europea eTwinning (CSS) • Le Unità Nazionali eTwinning • Uffici Scolastici Regionali: referente istituzionale referente pedagogico ambasciatori eTwinning
  30. 30. Chi è l’ambasciatore? • E’ un insegnante eTwinning
  31. 31. Quali le caratteristiche? Dinamico, entusiasta, esperto, all’avanguardia, un primo tra pari, un testimone di far bene eTwinning.
  32. 32. Cosa fa l’ambasciatore? Organizza seminari, collabora con l’USR, offre supporto ai colleghi, sostiene e diffonde l’azione eTwinning sul territorio
  33. 33. Referenti pedagogico ed istituzionale Coordinano l’azione eTwinning attraverso attività di promozione, diffusione, monitoraggio e implementazione dei progetti.
  34. 34. Quale futuro dopo LLP?   Il nuovo Programma UE si chiamerà Erasmus+ e sosterrà per 7 anni, dal 2014 al 2020 le attività di mobilità e cooperazione per oltre 4 milioni di persone.
  35. 35. Grazie per l’attenzione!

×