Come affrontare lo studio delle
materie più difficili!
CIAO!
Siamo un gruppo di studenti di

seconda e terza della scuola media
Pertini di Torino: Flavia, Reheb,
Cosmin, Gabrie...
Siamo noi!
Cosa abbiamo fatto?
Nell’anno scolastico 2012-2013 abbiamo

partecipato al progetto Italiano per studiare
della Fondazion...
E adesso che è finito?
Vorremmo

condividere con altri
studenti la nostra esperienza, provare
a raccontarvi quello che ab...
Ci state?!
Per prima cosa vi raccontiamo
che..
La scuola italiana è diversa da quella degli altri

paesi!

In Romania:
..nella scuol...
La scuola negli altri paesi
In Moldavia:

A scuola si può fare quello che si vuole, la lezione dura solo
45 minuti, possi...
A scuola incontriamo numerose difficoltà e
alcuni ostacoli..
Non mi sento bene quando tutti parlano in Italiano.

Non mi ...
Difficoltà e ostacoli
La più grande difficoltà sono.. le doppie!

Nelle lezioni alcuni insegnanti dicono alcune parole ch...
Le materie
Ci siamo detti che ci sono delle materie per noi

particolarmente difficili: Storia, Scienze, Geografia..
Son...
Partiamo dal senso..
Ci siamo anche detti che a volte non

capiamo il senso di studiarle!
E voi avete mai pensato al per...
Storia
Studiando storia si può conoscere la vera identità delle persone,

come e quando sono nate e morte; puoi conoscere...
Geografia
Ti serve a leggere le carte e orientarti
Serve a sapere dove stiamo vivendo, dove si

trovano altri stati, che...
Scienze
Studiare scienze serve per sapere che cosa siamo
Ci può servire per vedere come stanno i nostri

fratelli e sore...
Il metodo
Abbiamo capito che ci voleva un buon metodo per

affrontare bene lo studio
Abbiamo imparato che forse dovevamo...
Quando sei di fronte ad un testo, non buttarti
subito a leggerlo! Ancora prima di iniziare la
lettura puoi:
Leggere con a...
Durante la lettura puoi :
Sottolineare le parole che non conosci e

annotarle su un foglio
Evidenziare sul testo le info...
Dopo la lettura:
Cerca le parole che non conosci sul dizionario o

sul glossario del testo e scrivi il loro significato
...
La sfida più grande: il momento
dell’esposizione!
E ora è venuto il momento di ripetere..
Partendo dai tuoi schemi prova ...
Quando l’esposizione non è buona ci sono:
Troppe interruzioni mentre si parla
Il tono di voce è basso e ci si mostra

in...
In una buona esposizione..
Si parla in maniera fluida, non ci si

interrompe continuamente
Il tono di voce è forte e chi...
In conclusione
Ho riflettuto sulla scuola
Finalmente ho trovato un metodo di studio
Ho imparato delle cose divertendomi...
..abbiamo vinto!!!
Grazie a..
Fondazione Agnelli che ha promosso e finanziato

questo progetto
Associazione Asai per la realizzazione
La D...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Italiano per studiare presso l' IC Pertini a.s. 2012/2013

490 views
339 views

Published on

La ri-edizione del progetto, promosso dall’ASAI in collaborazione la Fondazione Giovanni Agnelli, ha coinvolto da gennaio a maggio 2013 20 Scuole Secondarie di primo grado della Città, in percorsi finalizzati a migliorare le competenze nella lingua italiana degli allievi stranieri, caratterizzati da difficoltà linguistico-comunicative e/o sintattico-grammaticali, ma con un buon rendimento scolastico e con buone potenzialità di miglioramento.

Il progetto è rivolto a giovani immigrati con una buona conoscenza dell’italiano orale e con difficoltà più marcate nell’italiano scritto e nell’approccio ai testi scolastici.

Le finalità del progetto sono:
potenziare le competenze sintattico-grammaticali dei giovani di origine immigrata;
fornire loro un concreto sostegno allo studio;
favorire lo sviluppo di un metodo cognitivo di approccio al testo che rafforzi la capacità di lettura e la comprensione dell’italiano scritto, con effetti positivi sull’uso della lingua orale e scritta.

Con il supporto mirato di operatori e volontari, gli alunni potranno affrontare le difficoltà legate allo studio in lingua italiana e migliorare così il proprio rendimento scolastico

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
490
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
38
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • {}
  • Italiano per studiare presso l' IC Pertini a.s. 2012/2013

    1. 1. Come affrontare lo studio delle materie più difficili!
    2. 2. CIAO! Siamo un gruppo di studenti di seconda e terza della scuola media Pertini di Torino: Flavia, Reheb, Cosmin, Gabriel, Florin, Eugenio, Ferdinand, Dziugas, Mohamed.
    3. 3. Siamo noi!
    4. 4. Cosa abbiamo fatto? Nell’anno scolastico 2012-2013 abbiamo partecipato al progetto Italiano per studiare della Fondazione Agnelli, che aveva l’obiettivo di insegnarci ad apprendere un metodo di studio efficace e ad affrontare le difficoltà linguistiche che troviamo mentre studiamo.
    5. 5. E adesso che è finito? Vorremmo condividere con altri studenti la nostra esperienza, provare a raccontarvi quello che abbiamo imparato..magari servirà anche a voi!
    6. 6. Ci state?!
    7. 7. Per prima cosa vi raccontiamo che.. La scuola italiana è diversa da quella degli altri paesi! In Romania: ..nella scuola del mio paese puoi fare quello che vuoi! Gli intervalli sono ogni ora e durano dieci minuti. Se non c’è la prof puoi uscire dalla scuola e puoi andare dove vuoi. Ogni giorno due ragazzi della stessa classe fanno dei servizi, per esempio suonano la campana e chiamano i professori.
    8. 8. La scuola negli altri paesi In Moldavia: A scuola si può fare quello che si vuole, la lezione dura solo 45 minuti, possiamo uscire e andare in bagno in quanti vogliamo. Mi piace molto, molto di più in Moldavia! Nelle Filippine: Rispetto alla scuola filippina, in quella italiana ci sono regole meno rigide, “chiunque può fare quello che vuole”. Alla fine dell’anno scolastico ti danno delle medaglie in base a come sei andato. Nelle Filippine già da piccoli si torna a casa da soli, invece in Italia si deve sempre aspettare un genitore!
    9. 9. A scuola incontriamo numerose difficoltà e alcuni ostacoli.. Non mi sento bene quando tutti parlano in Italiano. Non mi piace che si debba firmare il diario tutti i giorni. A volte i nostri genitori non sono a casa , devi aspettare che arrivino.. E’ noioso ascoltare una spiegazione in una lingua diversa dalla tua, a volte non capisco, ma non lo dico perché ho paura di non capire di nuovo. Dobbiamo stare in classe tutto il giorno, è noioso e non fa bene per la salute! Quando assegnano molti compiti delle vacanze preferirei che me ne dessero di meno!
    10. 10. Difficoltà e ostacoli La più grande difficoltà sono.. le doppie! Nelle lezioni alcuni insegnanti dicono alcune parole che non conosco. Siamo venuti a fare questo corso di italiano per imparare a leggere e a parlare, e anche a capire quando gli altri ridono di una cosa e tu non sai perché!  La mia difficoltà è quella di essere costante e concentrarmi quando sono solo ( penso ad altro )
    11. 11. Le materie Ci siamo detti che ci sono delle materie per noi particolarmente difficili: Storia, Scienze, Geografia.. Sono materie in cui ci sono molte parole specifiche, che non si trovano nel linguaggio di tutti i giorni, di cui non sempre conosciamo il significato Sono materie in cui spesso abbiamo molte pagine da studiare, e non sappiamo come fare per memorizzare tutte le informazioni più importanti
    12. 12. Partiamo dal senso.. Ci siamo anche detti che a volte non capiamo il senso di studiarle! E voi avete mai pensato al perché studiate certe materie? Noi sì! E abbiamo trovato queste motivazioni
    13. 13. Storia Studiando storia si può conoscere la vera identità delle persone, come e quando sono nate e morte; puoi conoscere gli oggetti che usavano, quello che mangiavano e bevevano, che lavoro facevano, se erano re o sudditi, nobili o poveri. Conoscere la storia potrebbe servire nel futuro, infatti se noi andiamo a vedere gli sbagli delle altre persone, non andiamo a commettere gli stessi errori..potremmo anche imparare dalle cose positive che hanno fatto gli altri, come ad esempio Sandro Pertini! Per me la storia è un po’ noiosa, ma può servire nella vita, per la cultura. La storia non è una materia solo scolastica, è importante anche nella vita!
    14. 14. Geografia Ti serve a leggere le carte e orientarti Serve a sapere dove stiamo vivendo, dove si trovano altri stati, che lingua parlano, quanti abitanti ci sono.. Quando sarai grande potrai andare in giro e sapere dove ti trovi Puoi sapere come spostarti in vari luoghi che possono esserti favorevoli per il clima
    15. 15. Scienze Studiare scienze serve per sapere che cosa siamo Ci può servire per vedere come stanno i nostri fratelli e sorelle, genitori ma soprattutto ci serve per imparare, studiare per quando cresceremo e vorremo fare i dottori, gli scienziati, i detective Perché scienze è scienze! Perché è con la scienza che viviamo tutti i giorni ( videogiochi, elettrodomestici..)
    16. 16. Il metodo Abbiamo capito che ci voleva un buon metodo per affrontare bene lo studio Abbiamo imparato che forse dovevamo cambiare il nostro metodo! E abbiamo provato questo:
    17. 17. Quando sei di fronte ad un testo, non buttarti subito a leggerlo! Ancora prima di iniziare la lettura puoi: Leggere con attenzione il titolo del testo Osservare le illustrazioni Osservare in che capitolo è situato il testo e qual è l’argomento generale del capitolo Annotare su un foglio le informazioni che hai ricavato!
    18. 18. Durante la lettura puoi : Sottolineare le parole che non conosci e annotarle su un foglio Evidenziare sul testo le informazioni e le parole che ti sembrano più importanti da ricordare
    19. 19. Dopo la lettura: Cerca le parole che non conosci sul dizionario o sul glossario del testo e scrivi il loro significato Rileggi le parole chiave e le frasi più importanti che hai sottolineato Fai degli schemi che riportino tutte le informazioni principali in maniera sintetica e non discorsiva Leggi gli schemi con attenzione e verifica di non avere dimenticato nulla di importante riguardando il testo.
    20. 20. La sfida più grande: il momento dell’esposizione! E ora è venuto il momento di ripetere.. Partendo dai tuoi schemi prova ad iniziare a ripetere oralmente! Se è possibile, ripeti con l’aiuto di qualcuno. Se sei da solo, puoi provare a registrarti mentre ripeti e poi a risentire la tua voce! Noi lo abbiamo fatto e abbiamo scoperto che..
    21. 21. Quando l’esposizione non è buona ci sono: Troppe interruzioni mentre si parla Il tono di voce è basso e ci si mostra insicuri Poca precisione linguistica nell’esposizione Esposizione troppo sintetica e quindi non completa nei contenuti
    22. 22. In una buona esposizione.. Si parla in maniera fluida, non ci si interrompe continuamente Il tono di voce è forte e chiaro e si è sicuri di quello che si dice I contenuti sono spiegati correttamente e in maniera approfondita Si usano le parole del lessico specifico
    23. 23. In conclusione Ho riflettuto sulla scuola Finalmente ho trovato un metodo di studio Ho imparato delle cose divertendomi Ho conosciuto diversi ragazzi nuovi Sono migliorata Ho imparato meglio l’italiano
    24. 24. ..abbiamo vinto!!!
    25. 25. Grazie a.. Fondazione Agnelli che ha promosso e finanziato questo progetto Associazione Asai per la realizzazione La Dirigente della scuola Pertini, la prof.ssa Cerri e tutti gli insegnanti che hanno collaborato Voi cari compagni che ci avete ascoltato! Noi stessi per l’impegno e l’entusiasmo che..quasi sempre ci abbiamo messo!!!!

    ×