Conti correnti e conti di deposito, le novità del 2014

210 views

Published on

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
210
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Conti correnti e conti di deposito, le novità del 2014

  1. 1. Conti correnti e conti di deposito, le novità del 2014 Guida scritta da SuperMoney (www.supermoney.eu), confronta le migliori offerte di assicurazioni, mutui, prestiti, conti correnti, energia e telefonia
  2. 2. Dati Bankitalia: sul lato della raccolta, perché è in aumento solo la componente a breve? • Politica condotta dalle banche BNL, Deutsche Bank, ING Direct etc. nell’ultimo anno: alla clientela tassi abbastanza remunerativi pur di incentivare i depositi. • La durata media di questi investimenti non è lunghissima, perché in periodo di crisi gli italiani preferiscono disporre di liquidità in caso di necessità.
  3. 3. Dati Bankitalia: i prestiti alle famiglie sono scesi dell'1,5% sui dodici mesi, perché? • I prestiti erogati sono diminuiti, perché sono diminuite le richieste. • Le famiglie e imprese sono scoraggiate dalla possibilità che la banca, sia essa banca Fineco, Barclays, Cariparma etc., rifiuti la loro domanda di finanziamento. • Per rispettare i vincoli imposti da Basilea 3, gli istituti di credito devono applicare la massima severità nel valutare l’affidabilità creditizia dei richiedenti.
  4. 4. Quali sono i migliori e peggiori conti correnti attualmente sul mercato? In base alle analisi di mercato che abbiamo condotto, scegliere un conto corrente on line conviene nettamente rispetto a quello tradizionale.
  5. 5. Quanto costa andare in rosso sul conto corrente? • Secondo uno studio recente dell’università Bocconi, oggi chi sconfina sul proprio conto corrente può arrivare a pagare anche più di 50 euro al giorno. Per questo è importante trovare il conto corrente migliore. • È il risultato dell’introduzione della Civ (Commissione di Istruttoria Veloce). È dovuta se: – si esce dal fido – si va in rosso senza avere un fido – se lo sconfino supera i 500 euro – se lo sconfino è di importo minore, ma dura sette giorni

×