Your SlideShare is downloading. ×
0
Banche dei piccoli, strumenti di risparmio per bambini e ragazzi
Banche dei piccoli, strumenti di risparmio per bambini e ragazzi
Banche dei piccoli, strumenti di risparmio per bambini e ragazzi
Banche dei piccoli, strumenti di risparmio per bambini e ragazzi
Banche dei piccoli, strumenti di risparmio per bambini e ragazzi
Banche dei piccoli, strumenti di risparmio per bambini e ragazzi
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Banche dei piccoli, strumenti di risparmio per bambini e ragazzi

279

Published on

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
279
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Banche dei piccoli: strumenti di risparmio per bambini e ragazzi Guida scritta da SuperMoney (www.supermoney.eu), confronta le migliori offerte di assicurazioni, mutui, prestiti, conti correnti, energia e telefonia
  • 2. Esistono dei prodotti di risparmio per i più piccoli? • Sì, esistono degli strumenti di risparmi per i più piccoli: dai classici libretti di risparmio ai conti di deposito. • Le banche propongono questi prodotti per due motivi: per fare raccolta bancaria e per abituare i futuri clienti a fruire dei servizi bancari. • È possibile utilizzare i comparatori online per scegliere il conto deposito più conveniente.
  • 3. Quali sono le opzioni di risparmio per i minori? • Due prodotti di risparmio per i più piccoli: libretti e conti di deposito. • I libretti di risparmio, bancari o postali, sono adatti per i più piccoli: per creare un piccolo fondo per il proprio figlio appena nato. • Il conto di deposito sia esso di Barclays, Banca Mediolanum, IBL Banca etc. è più adatto per i ragazzi più grandi, dai 12 anni in su, perché prevede la possibilità di utilizzare, entro certi limiti, delle carte prepagate.
  • 4. Come aprire un libretto di risparmio o un conto deposito? • Il libretto di risparmio è una sorta di salvadanaio e permette solo le operazioni di prelievo e versamento dei contanti. • Il libretto può essere intestato al bambino, ma questo non potrà operarvi. Le operazioni di apertura e chiusura devono essere effettuate da un genitore. I costi di apertura sono molto bassi, se non inesistenti, così come quelli di gestione. • I conti di deposito come Conto Arancio, Conto WeBank etc., invece non possono essere intestati ai minori: l’intestatario, perciò deve essere un genitore, che dovrà collegare al conto deposito il proprio conto corrente. • Rispetto al libretto, ha un tasso di interesse più alto (fino al 4,5% lordo) anche per piccole somme e può essere gestito direttamente dal pc. • Quando il ragazzo diverrà maggiorenne, il conto deposito verrà intestato a lui e cambieranno le condizioni contrattuali.
  • 5. Quanto rendono questi strumenti? Cambia da una banca all’altra, ma i conti deposito siano essi il Conto Webank, Conto Arancio etc. sono più redditizi rispetto ai libretti postali.
  • 6. Quanto incide la tassazione • Per quanto riguarda i libretti di risparmio, l’imposta di bollo non è dovuta se il saldo non supera i 5mila euro. • In caso contrario, l’imposta di bollo è pari a 34,20 euro. • Sugli interessi si applica una ritenuta fiscale pari al 20%. • Per i conti di deposito siano essi di Banca Mediolanum, Barclays, ING Direct etc., l’imposta di bollo sarà proporzionale alle somme depositate e sarà calcolata con un’aliquota pari al 2 per mille su base annua. • Anche per i conti di deposito la ritenuta fiscale sugli interessi è pari al 20%.

×