L'ICT PER LÀ tiKYTÒNE DELLE TH5BE5F

La collaborazione di Ibm all'Università di Bologna


La costruzione del modello
Parte...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Km Università Di Bologna

280

Published on

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
280
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Km Università Di Bologna

  1. 1. L'ICT PER LÀ tiKYTÒNE DELLE TH5BE5F La collaborazione di Ibm all'Università di Bologna La costruzione del modello Partendo dalle esigenze di due comunità con interessi, necessità e patrimonio di informazioni da condividere La collaborazione tra Ibm e Uni- le modalità di comunicazione vità di fotocopia dei documenti Utilizzando come base il portale complessa come l'Università di versità di Bologna sul tema del adatte a trasmettere alle risorse costituiva una perdita di tempo e dell'Università e la intranet del- Bologna sono sicuramente signifi- Knowledge Management si è svi- umane interessate le opportuni- di risorse veramente notevole. l'Ateneo, sono stati definiti gli cativiquot;. luppata nell'arco del 2006, quan- tà insite nelle nuove modalità la- Aver individuato una soluzione strumenti tecnologici adatti alle La modalità di arricchimento di do la Direzione Amministrativa vorative e nei nuovi strumenti tecnologica che alloca in un pun- attività di document sharing, di questo sistema di conoscenza ha dell'Ateneo, responsabile dei pro- tecnologici, sostenendo la loro to preciso i documenti necessari, collaborazione sia sincrona che coinvolto in pieno le comunità de- getti d'innovazione, ha dato avvio capacità di assimilazione di un si- accessibili a tutti gli aventi diritto asincrona, di repository docu- gli utenti, richiedendo loro di ali- ad un progetto di Gestione della stema di gestione delle cono- attraverso un portale, sempre nel- mentale. L'affiancamento di Ibm mentare in prima persona la rac- conoscenza, iniziato in ambiti scenze basato sulla condivisione la versione più aggiornata, taglia all'Università di Bologna ha ri- colta di documenti, leggi, studi molto specifici, che potesse esse- delle informazioni attraverso un tempi e sprechi di risorse ,che in guardato anche la fase di change ecc, valorizzando il ruolo di re in seguito replicabile sull'inte- portale intranet. un'organizzazione ramificata e management, mettendo a punto esperti dei diversi membri. ra organizzazione. Abbiamo riassunto insieme a Lau- ra Massobrio, Responsabile di Ibm per questo progetto, le tappe sa- lienti della diffusione di questo • * • * • nuovo mododi intendere l'uso del- • . , • * • • le informazioni nell'organizzazio- • • . ne: quot;La Dottoressa Fabbro si era re- sa conto che la maggior parte del- le attività dì reperimento delle in- formazioni venivano replicate, più volte, nelle diverse diramazioni della struttura e, allo stesso tem- po, il naturale turnover presente nell'Università causava un proces- so di perdita di conoscenze eleva- to. L'obiettivo primario è stato, al- lora, quello di definire un modello di gestione della conoscenza a partire dalle esigenze di due co- munità di utenti definite, con inte- ressi, necessità ed un patrimonio di informazioni simile da condivide- Beyond thè Ordinary ^ ' f ^ re. I due gruppi sono stati indivi- duati nei Dirigenti e nei Rup. Ibm si è occupata di una disamina dei bisogni in termini di conoscen- za di questi due gruppi, di come la tecnologia potesse divenire un supporto utile ad aggregare e di- stribuire questa informazione ren- dendo più efficace il lavoro dei sin- goli e dell'Ateneoquot;. Uno degli obiettivi posti ad Ibm è stato quello di formare un team interno all'Università per la ge- stione del sistema di Knowledge management. Questo pool, dopo l'apprendimen- to delle metodologie adottate per le prime due comunità, la creazio- ne di un'ossatura principale, si è occupato della estensione del si- stema al resto dell'organizzazione. Una delle peculiarità di questo progetto di gestione della cono- scenza è stata l'adozione di un modello misto nella definizione, nell'aggregazione e diramazione del sistema informativo. Al posto del classico approccio top down è stata scelta una prassi di sviluppo che, raccolti gli obiettivi della Direzione Amministrativa, ha poi lavorato in stretta collabora- zione con gli utenti delle comuni- tà, assumendone, in una logica bottom up, le esigenze e le pro- Da più di 130 anni Océ è leader nell'innovazione. Per comunicare, stampare, ^ blematiche. presentare, realizzare i documenti in bianco e nero o a colori, in piccolo ' In questo modo si è realizzato un o grande formato. Océ ti ascolta e ti sta vicino. sistema che mette a disposizione océ Un'organizzazione competente, con cui progettare il tuo workflow di tutti le informazioni, le docu- documentale: innovando con il digitale, con il colore, con nuove funzionalità mentazioni necessarie allo svolgi- e servizi a misura dei tuoi obiettivi. mento delle proprie mansioni, ma Ora porta il tuo business Beyond The Ordinary. dotato anche di strumenti che au- Per conoscere le nostre soluzioni, contattaci chiamando i mentano l'efficacia delle struttu- il numero 02.92726.1 o visita il sito www.oce.com/it A re. quot;Uno degli elementi emersi du- rante la fase di confronto con gli utenti del sistema è stata la ne- cessità di dematerializzare: l'atti- 17 lnnov@zione.PA - 01 - 2009

×