Free software & Open Source (FLOSS)
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Free software & Open Source (FLOSS)

on

  • 7,763 views

Introduzione al software libero e le sue implicazioni

Introduzione al software libero e le sue implicazioni

Statistics

Views

Total Views
7,763
Views on SlideShare
7,441
Embed Views
322

Actions

Likes
6
Downloads
188
Comments
0

12 Embeds 322

http://nexos.cisi.unito.it 105
http://archimedix.wordpress.com 74
http://moodle.cisi.unito.it 73
http://www.archimedix.net 21
http://gnuters.wordpress.com 20
http://ma6acca.wordpress.com 8
http://gestionesitiinternet2009.wordpress.com 8
http://mariele87.wordpress.com 4
http://www.maestroantonio.it 4
http://www.slideshare.net 3
http://omnispersuasiocarcerest.blogspot.com 1
https://www.linkedin.com 1
More...

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as OpenOffice

Usage Rights

CC Attribution-ShareAlike LicenseCC Attribution-ShareAlike License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Free software & Open Source (FLOSS) Free software & Open Source (FLOSS) Presentation Transcript

  • Free software & Open Source
  • Free software & Open Source
      • La copia letterale e la distribuzione di questo articolo nella sua integrità sono permesse con qualsiasi mezzo, a condizione che questa nota sia riprodotta.
  • Free software
      • L'espressione "software libero" si riferisce alle seguenti libertà:
      • L0 Libertà di eseguire il programma, per qualsiasi scopo.
      • L1 Libertà di studiare come funziona il programma e adattarlo alle proprie necessità
      • L2 Libertà di ridistribuire copie
      • L3 Libertà di migliorare il programma e distribuirne pubblicamente i miglioramenti
      • NB: L'accesso al codice sorgente ne è un prerequisito.
  • Codice Sorgente In Informatica il “codice sorgente” è il progetto (codice scritto dai programmatori) per realizzare l'applicazione, che spesso viene fornita SOLO nella sua forma binaria. Il codice binario “gira” sulla piattaforma (sistema Operativo) per la quale è stato compilato Progetto -> Compilazione su S.O-> Eseguibile (applicazione)
  • Free software Richard Stallman Dal 1971 al 1983 lavora come ricercatore al MIT Nel 1984, con l'idea di “Liberare gli utenti di computer” fonda la Free Software Foundation “Ci affidiamo al supporto di privati come voi che sostengono la missione della FSF per conservare, proteggere e promuovere la libertà di utilizzare, studiare, copiare, modificare e ridistribuire software per computer, e per difendere i diritti degli utenti del software libero “
      • “ Not free as a beer”
      • Richard Stallman
    Free software Richard Stallman
  • Free software
      • Se si pubblicano le proprie modifiche, non si deve essere tenuti a comunicarlo a qualcuno in particolare o in qualche modo particolare.
      • Si è liberi di ridistribuire copie, con o senza modifiche, gratis o addebitando delle spese di distribuzione a chiunque ed ovunque .
  • Free software L' obbiettivo principale della FSF è quello di costruire un intero sistema operativo Free. Tale sistema fu iniziato a partire dallo standard POSIX, che è alla base di tutti i sistemi UNIX (BSD, SCO, VAX, Solaris, Netware, AIX)
  • Free software - GNU
    • Al sistema operativo venne dato il nome GNU
      • GNU è un acronimo ricorsivo per "GNU's Not Unix" (GNU Non è Unix) e si pronuncia gh-nu (con la g dura)
    http://www.gnu.org/gnu/manifesto.html
  • Free software - Linux Stallman lavorò al progetto GNU per diversi anni producendo per primo il compilatore GCC. Scrive, insieme ad altre persone appassionatesi al progetto, l' editor EMACS, il Make e utilizzando altro software la quale licenza lo permettesse (x) Nel 1990 quasi tutto il sistema era pronto tranne il Kernel, il “cuore” del sistema. K
  • Free software - Linux Nel 1991, in Finlandia, uno studente di nome Linus Torwalds, decide di scrivere un sistema operativo Unix-like, che potesse funzionare su un PC (i386), prendendo spunto da un progetto analogo (Mimix). In un anno di lavoro, tale sistema era già utilizzabile da un esperto di sistemi, anche perchè il lavoro era stato condiviso attraverso internet. Tale sistema prese il nome LINUX, dal nome dell' ideatore.
  • http://www.cybergeography.org/atlas/linux_anatomy.pdf
  • Free software - Linux Nel giro di qualche anno l'invito di Linus a collaborare al progetto, viene accolto da centinaia di sviluppatori, affascinati dalla possibilità. Nel 1995 viene rilasciata la versione 1.0 stabile. Il simbolo di Linux diventa un pinguino di nome TUX
  • Free software - GNU/Linux L'incontro tra un sistema operativo free, ed un kernel del medesimo tipo, sembra tanto inevitabile, quanto auspicato: Nasce GNU/Linux In breve tempo altro software viene sviluppato per la piattaforma GNU/Linux
  • Free software - GNU/Linux Problematiche di licensing Da quel momento altre software house distribuiscono versioni di GNU/Linux, anche insieme a software non-free, introducendo il concetto di Distribuzione Linux http://www.linux.org/ dist / index.html
  • Free software – Open Source Bruce Perens, della distribuzione Debian scrive un “contratto sociale” con gli utenti, per garantirne la genuinità del software. Nasce l' Open Source . http://perens.com/ http://www.openhardware.org
  • Free software – Open Source Open source definition 1 Ridistribuzione libera 2 Codice sorgente 3 Opere derivate 4 Integrità del codice sorgente dell'autore 5 Nessuna discriminazione contro persone o gruppi 6 Nessuna discriminazione di settori 7 Distribuzione della licenza 8 La licenza non dev'essere specifica a un prodotto. 9 La licenza non deve contaminare altro software 10 Licenze esemplari (GNU GPL, BSD, X Consortium, Artistica e MPL) .
  • Free software – Open Source Eric Reymond scrive il saggio “la cattedrale e il bazaar”, pilastro dell' Open Source http://www.catb.org/~esr/ 1998
  • La cattedrale e il bazaar 1. Ogni buon lavoro software inizia dalla frenesia personale di uno sviluppatore. 2 . I bravi programmatori sanno cosa scrivere. I migliori sanno cosa riscrivere (e riusare). 3. “Preparati a buttarne via uno; dovrai farlo comunque.” (Fred Brooks, “The Mythical Man-Month”, Capitolo 11) 4 . Se hai l'atteggiamento giusto, saranno i problemi interessanti a trovare te. 5 . Quando hai perso interesse in un programma, l'ultimo tuo dovere è passarlo a un successore competente 6. Trattare gli utenti come co-sviluppatori è la strada migliore per ottenere rapidi miglioramenti del codice e debugging efficace. 7. Distribuisci presto. Distribuisci spesso. E presta ascolto agli utenti.
  • La cattedrale e il bazaar 8. Stabilita una base di beta-tester e co-sviluppatori sufficientemente ampia, ogni problema verrà rapidamente definito e qualcuno troverà la soluzione adeguata. 9. Meglio combinare una struttura dati intelligente e un codice non eccezionale che non il contrario. 10. Se tratti i beta tester come se fossero la risorsa più preziosa, replicheranno trasformandosi davvero nella risorsa più preziosa a disposizione. 11. La cosa migliore, dopo l'avere buone idee, è riconoscere quelle che arrivano dagli utenti. Qualche volta sono le migliori. 12. Spesso le soluzioni più interessanti e innovative arrivano dal fatto di esserti reso conto come la tua concezione del problema fosse errata. 13 . “La perfezione (nel design) si ottiene non quando non c'è nient'altro da aggiungere, bensì quando non c'è più niente da togliere.”
  • 14. Ogni strumento dovrebbe rivelarsi utile nella maniera che ci si attende, ma uno strumento davvero ben fatto si presta ad utilizzi che non ci si aspetterebbe mai. 15. Quando si scrive del software per qualunque tipo di gateway, ci si assicuri di disturbare il meno possibile il flusso dei dati – e *mai* buttar via alcun dato a meno che il destinatario non ti ci costringa! 16. Quando il linguaggio usato non è affatto vicino alla completezza di Turing, un po' di zucchero sintattico può esserti d'aiuto. 17 . Un sistema di sicurezza è sicuro soltanto finché è segreto. Meglio diffidare degli pseudo-segreti. 18. Per risolvere un problema interessante, comincia a trovare un problema che risvegli il tuo interesse. 19: Stabilito che il coordinatore dello sviluppo abbia a disposizione un medium almeno altrettanto affidabile di Internet, e che sappia come svolgere il ruolo di leader senza costrizione, molte teste funzionano inevitabilmente meglio di una sola. La cattedrale e il bazaar
      • Il Software proprietario è software commerciale, ma anche il software libero può essere commerciale!
      • Molte aziende ormai (IBM, Sun, HP, Novell) producono software libero che è un ottimo bussiness commerciale.
    Free software – Open Source
  • Lindows OS . Michael Robertson, 2001 : Fondazione di Lindows OS, basato su Debian. Lo stesso anno Microsoft gli fa causa perchè troppo simile a Windows, che è un marchio registrato Febbraio 2004: Lindows vince la più evidente delle cause negli Stati Uniti, ma non in Europa. In Luglio dello stesso anno le due aziende concluderanno “amichevolmente la questione: Lindows cambierà nome e diventerà LinSpire, afronte di un pagamento di 20 milioni di dollari da parte di Microsoft.
  • Free Server Application
    • Server web
    • Mail Server
    • FTP Server
    • Database Server
    • File Server
    • Print Server
    • Proxy server
  • Open Application
    • Browser web
    • Mail Client
    • Istant messenging
    • Office Automation
    • Emulatori
    • Grafica/Multimedia
    • Giochi
    http://linux.studenti.polito.it/ileana.php
  • Open Source nella didattica Proprio la sua natura aperta e flessibile, rendono tutti i prodotti Open Source particolarmente adatti sia per usi didattici, sia per la ricerca, potendone adattare ogni aspetto operativo alle proprie esigenze. Recentemente è stato proposto che il codice di Linux, divenga patrimonio dell'umanità riconosciuto dall' UNESCO http://www.unesco.org/webworld/portal_freesoft/index.shtml http://www.linuxdidattica.org/
  • Risorse http://www.linux.it/GNU/ http://ildp.pluto.it/ http://a2.pluto.it/a2.htm Appunti informatica Libera http://www.citinv.it/ Free/Libre/Open Source Software (FLOSS) http://www.italy.fsfeurope.org/index.it.html http://www.ostg.com/ http://www.osservatoriotecnologico.it
  • “ Se vuoi che si sfami per un giorno dai un pesce, se vuoi per più tempo dagli una canna da pesca, se vuoi che non soffra più la fame insegnagli a pescare” Open Source contro il Digital Divide Mark Shuttleworth "umanità verso gli altri" Una distribuzione di Linux orientata all'uso Desktop nata in sudafrica e con uno spiccato senso di umanità, la Canonical, segue anche altri progetti per lo sviluppo delle tecnologie nei paesi in via di sviluppo 4.10 - Warty Warthog: Facocero Verrucoso 5.04 - Hoary Hedgehog: Porcospino Canuto 5.10 - Breezy Badger: Tasso Arioso 6.06 - Dapper Drake: Drago Vivace 6.10 - Edgy Eft: Tritone Irritabile 7.04 - Feisty Fawn: Cerbiatto Coraggioso
  • Nichoolas Negroponte, fonda nel 19XX l'organizzazione no-profit “One laptop per Child” Lo scopo è quello di commercializzare un Computer “laptop” al costo di 100$. Caratteristiche: Display alta luminosità processore 500 Mhz RAM 128 Mb senza HD, con una FLASH da 500MB 4 porte USB e Wi-Fi Energia elettrica (manovella) Possono essere forniti dalle istituzioni come “libri di testo” Open Source contro il Digital Divide Cina, India, Brasile, Argentina, Egitto, Nigeria e Tailandia
      • Open Source nasce dal basso e come tutte le attività che hanno radici nella cooperazione e nel volontariato ha una natura evolutiva, è un costante work in progress in cui le voci dei singoli sono a volte dissonanti e la discussione è accesa e profonda.
      • Il movimento Open Source raccoglie la comunità mondiale dei programmatori, delle aziende e degli utenti legati a questo progetto.
    Free software – Open Source
  • Autore Originale: Borgogno Piergiorgio Releasing: Borgogno Piergiorgio Luglio 2005 Formato: Open Document Presentation Download: ODP Rights PPT Borgogno Piergiorgio Gennaio 2006 Borgogno Piergiorgio Settembre 2006