• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Vedi Alla Voce Violenza Cesena 16 Giugno 2009
 

Vedi Alla Voce Violenza Cesena 16 Giugno 2009

on

  • 1,085 views

 

Statistics

Views

Total Views
1,085
Views on SlideShare
1,085
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
10
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Vedi Alla Voce Violenza Cesena 16 Giugno 2009 Vedi Alla Voce Violenza Cesena 16 Giugno 2009 Presentation Transcript

    • Cesena, 16 giugno 2009 Antonella Oriani Sos Donna Faenza … V edi alla V oce VIOLENZA … un “glossario” per comprendere
    • VIOLENZA DI GENERE VIOLENZA DOMESTICA una definizione
      • Questi termini identificano la violenza alle donne ed e’ utilizzato per descrivere una vasta gamma di atti, che include omicidio, stupro, aggressione sessuale e fisica, maltrattamenti psichici e fisici, molestie, prostituzione forzata, mutilazione genitale, pornografia.
      • E’ esercitata dall’uomo sulla donna e ha come scopo l’asservimento, il dominio e il controllo della vittima.
    • VIOLENZA tipologie
      • Violenza fisica
      • Violenza psicologica
      • Violenza sessuale
      • Violenza economica
      • Stalking
      • Gaslighting
    • VIOLENZA FISICA
      • Aggressioni che provocano danni fisici.
      • Sono compresi comportamenti quali: spintonare, sovrastare fisicamente, sputare contro, mordere, calciare, picchiare, soffocare, bruciare con sigarette, minacciare e/o usare armi, privare il soggetto di cure mediche e del sonno.
      •  
    • VIOLENZA PSICOLOGICA
      • Accompagna sempre quelle fisica e la precede.
      • Il messaggio trasmesso e’ che la vittima e’ priva di valore
      • Si tratta di atteggiamenti che si insinuano gradualmente nella relazione e che non sono sempre facili da individuare e comprendono: attacchi verbali, isolamento sociale, limitazione alla liberta’ personale, danneggiamento o distruzione di oggetti di proprieta’ della donna, menzogne, ricatti, minacce di morte dirette alla donna stessa, alla sua famiglia o ai suoi amici.
    • VIOLENZA SESSUALE
      • Qualsiasi atto sessuale imposto, che avviene contro la volonta’ della donne: aggressioni sessuali, costrizione a comportamenti sessuali umilianti e/o dolorosi, prostituzione forzata, pornografia, stupro
    • VIOLENZA ECONOMICA
      • Ogni forma di privazione o controllo che limiti l’accesso all’indipendenza economica della donna.
      • Alcuni esempi: gestire lo stipendio, impedire il mantenimento di un lavoro, non pagare l’assegno familiare, costringere alla sottoscrizione di contratti e tenere in una situazione di continua privazione economica.
    • STALKING
      • Si tratta di una vera e propria forma di persecuzione che si protrae nel tempo e si compone di una serie di comportamenti tesi a far sentire la vittima continuamente controllata e in stato di costante pericolo e tensione
      • Nuova forma: CYBERSTALKING
    • GASLIGHTING
      • Comportamenti messi in atto allo scopo, piu’ o meno cosciente, per far si che una persona dubiti di se stessa e dei suoi giudizi di realta’, che cominci a sentirsi confusa o a temere di stare impazzendo
    • SPIRALE DELLA VIOLENZA
      • Intimidazione
      • Isolamento
      • Svalorizzazione
      • Segregazione
      • Violenza fisica
      • Violenza sessuale
      • False riappacificazioni
      • Ricatto sui figli
    • VIOLENZA conseguenze
      • NEGAZIONE DEI
      • DIRITTI UMANI
      • FONDAMENTALI
    • VIOLENZA conseguenze Tentativi di suicidio Morte Forme di addiction Invalidita’ permanente Disturbi d’ansia, disturbi alimentari Aborto spontaneo Disturbi ossessivo compulsivi Cefalea permanente Depressione Perdita parziale della vista Incapacita’ di prendere decisioni Perdita parziale dell’udito Confusione Disturbi ginecologici Paura Disturbi gastrointestinali Passivita’, perdita di autostima Fratture Disturbo post traumatico da stress Ematomi Danni psicologici Danni fisici
    • VIOLENZA conseguenze
      • Violenza assistita
      • Spesso i bambini che hanno assistito a scene di violenza domestica o che ne sono stati vittime in prima persona denotano problemi di salute e comportamento tra cui disturbi di peso, di alimentazione o del sonno.
      • Possono avere difficolta’ a scuola o non riuscire a gestire relazioni intime positive. Possono cercar di fuggire o anche mostrare tendenze suicide
    • … si pensa che …
      • “ I violentatori sono sempre sconosciuti”
      • invece…
      • Le indagini di vittimizzazione realizzate da istituti di ricerca internazionali e anche le ultime indagini ISTAT rivelano che la maggior parte delle aggressioni viene commessa in ambito domestico e comunque da persone conosciute
    • … si pensa che …
      • “ Gli uomini che fanno violenza sono alcolisti, tossicodipendenti o con problemi psichici”
      • invece…
      • Nella maggior parte dei casi sono invece uomini “normali” che godono anche di una certa rispettabilita’ nella societa’
    • … si pensa che…
      • “ La violenza domestica e’ causata da una momentanea perdita di controllo”
      • invece…
      • La maggior parte degli episodi di violenza sono premeditati. Spesso le donne vengono picchiate in modo che i lividi non siano visibili dall’esterno. L’aggressione ha lo scopo di ottenere un certo effetto sulla donna
    • … si pensa che…
      • “ La violenza e’ presente solo nelle classi povere o svantaggiate” invece…
      • La violenza domestica e’ un fenomeno trasversale che interessa ogni strato sociale, economico e culturale
    • … si pensa che …
      • “ Le vittime vengono scelte per il loro aspetto provocante, quindi sono responsabili della violenza”
      • invece…
      • Le donne indipendentemente dall’aspetto fisico e dall’abbigliamento non devono diventare oggetto di violenza; inoltre anche donne anziane talvolta sono vittime di violenza
      • Sperano che il partner possa cambiare
      • Vogliono salvare la famiglia
      • Non denunciano il maltrattante perche’ e’ il padre dei propri figli
      • Si preoccupano della mancanza “quotidiana” della presenza del padre nei riguardi dei loro figli
      • La situazione puo’ diventare ancora piu’ pericolosa
      • Manca un sostegno esterno (sia dalla rete familiare e parentale che dalle istituzioni)
      • Non hanno risorse economiche
      • Non si riconoscono la capacita’ di vivere autonomamente
      • Temono il giudizio della societa’
      PERCHE’ LE DONNE NON SE NE VANNO