Your SlideShare is downloading. ×
Promozione di percorsi di uscita dalla violenza : scambio di buone prassi e lavoro di rete 22 Ott 2008
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Promozione di percorsi di uscita dalla violenza : scambio di buone prassi e lavoro di rete 22 Ott 2008

1,073

Published on

Descrizione del lavoro di rete che effettua un centro contro la violenza alle donne; lo scambio di buone pratiche e le relazioni con i soggetti pubblici e privati è una strategia efficace per il …

Descrizione del lavoro di rete che effettua un centro contro la violenza alle donne; lo scambio di buone pratiche e le relazioni con i soggetti pubblici e privati è una strategia efficace per il percorso di una donna in uscita dalla violenza

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,073
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
10
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1.
    • Promozione di percorsi di uscita dalla violenza : scambio di buone prassi e lavoro di rete
    • 23 ottobre 2008
    • Antonella Oriani
  • 2. I bisogni delle donne
    • Ascolto
    • Sostegno
    • Richiesta di ospitalita’ in caso di emergenza
    • Informazioni e consulenza legale
    • Richiesta di informazione per la regolarizzazione del permesso di soggiorno
    • Lavoro conciliabile con le esigenze familiari
    • Casa
    • Contributi economici
    • Babysitteraggio
    • Sostegni per il sostentamento alimentare
  • 3. Come opera il Centro antiviolenza
    • Analisi del problema
    • Individuazione dei bisogni e delle risposte necessarie
    • Studio delle risorse esistenti sul territorio
    • Creazione di una mappa dei servizi
    • Diffusione della conoscenza delle risorse esistenti
    • Eliminazione delle discrepanze tra aspirazione alla solidarieta’ e produzione di un lavoro di utilita’ sociale
    • Realizzazione di progetti individualizzati
  • 4. Filiera del supporto e dell’aiuto alle donne vittime di violenza e ai loro figli Consultori Centri per le famiglie Centri per l’impiego Magistratura Associazioni Pronto Soccorso Servizi sociali Medici di base Forze dell’Ordine Centro Antiviolenza Rompi il Silenzio Rete parentale e amicale Famiglia d’origine
  • 5. Famiglia d’origine e rete parentale e amicale
    • Amici, familiari e partner delle donne che hanno subito
    • violenza.
    • Spesso chi e’ coinvolto indirettamente subisce su di se’ il riflesso del trauma
    • Scoprire di avere bisogno di un sostegno per se’ e per aiutare la donna che le /gli sta accanto e’ un passaggio fondamentale nell’affrontare la situazione
    • Creare una “barriera di difesa” e un “recinto di protezione”
    • Aiutare la donna a far emergere il suo contesto di prossimita’ e valutare quali sono le risorse che lei puo’ utilizzare
  • 6. Pronto Soccorso
    • Intervengono sull’aspetto della salute e dell’integrita’ psicofisica
    • della donna
    • Importanza del triage infermieristico
    • Certificazione delle lesioni subite
    • Cercare di capire se dietro un malessere fisico si mascheri o sia una spia dovute a situazioni di violenza
    • Possibilità di dare alla donna un sollievo di qualche giorno
    • procedendo a un ricovero
  • 7. Medici di base
    • Intervengono sull’aspetto della salute e dell’integrita’ psicofisica della donna
    • Certificazione delle lesioni subite
    • Cercare di capire se dietro un malessere fisico si mascheri o sia una spia dovute a situazioni di violenza
    • Riconoscimento della violenza anche attraverso un forte stato depressivo o agitato
  • 8. Consultori
    • Individuazione nei problemi di tipo ginecologico possibili disagi derivanti da sindrome post traumatica da stress
    • I nformazioni circa la contraccezione
    • Informazioni sull’interruzione volontaria di gravidanza, controlli durante la gravidanza
    • Aiuto psicologico alla donna e alla coppia
    • o          Prima ecografia e visita per donne incinta
    • o         Corso di preparazione al parto
    • o          Controllo ginecologico dopo il parto
    • o          Consulenza sulla contraccezione
  • 9. Servizi sociali
    • Presa in carico e’ per competenza nel caso di presenza di minori
    • Compito istituzionale di cercare una soluzione ai problemi concreti, quali casa, lavoro o sussidio economico, specie se con minori coinvolti
    • Viene indagata la consapevolezza del nucleo familiare
    • Svolgono compiti di vigilanza, danno indicazioni, preparano un programma al quale i genitori devono aderire
  • 10. Centri per le famiglie
    • Sostegno a mamme in difficolta’
    • Forme di accoglienza familiare per bambini
    • Aiuti economici a nuclei monoparentali
    • Mediazione familiare per le coppie in difficolta’
    • Mediazione linguistico culturale per stranieri
    • Corsi di lingua italiana per donne straniere
    • Laboratorio artistico per donne straniere
  • 11. Associazioni
    • Caritas (pacchi viveri, vestiti, ricerca lavoro)
    • Arcobaleno (corsi di italiano)
    • Banco Alimentare (pacchi viveri)
    • Croce Rossa (pacchi viveri e vestiti)
    • Opere Pie (latte, omogeneizzati, controlli gratuiti pediatrici per i bambini fino a una anno di eta’, erogazione di prestiti sull’onore)
    • Centro Aiuto alla Vita (vestitini per neonati, carrozzine, sostegno per continuare la gravidanza, contributo economico per il babysitteraggio, buoni-farmaci per i bambini)
    • Centro Servizi per Stranieri, Patronati, Sindacati (problemi di migrazione e soggiorno)
  • 12. Centri per l’impiego
    • affiancamento nella stesura dei curricula
    • analisi delle competenze e abilita’
    • ricerca delle offerte di lavoro
    • informazioni sui tirocini formativi,
    • informazioni sulle categorie protette
    • informazioni sugli inserimenti lavorativi per persone con disagio (SIL)
    • per alcuni casi: mediazione con le aziende
  • 13. Forze dell’Ordine
    • Per fare cessare la violenza fisica attraverso la richiesta di intervento a domicilio
    • Per denunciare la situazione di violenza
    • Per proteggere la donna e i suoi figli
    • Per alcuni tipi di permessi di soggiorno ( asilo politico, motivi umanitari, cure mediche, minore eta’, ricongiunzione minore)
  • 14.
    • Come possiamo lavorare in interazione?
    • Come possiamo aiutare le donne?
    • Attraverso quali strumenti condivisi?
    • Cominciamo a lavorare insieme cosi….
    Scambio di buone prassi

×