• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Christmas is a Compulsory Blockbuster
 

Christmas is a Compulsory Blockbuster

on

  • 1,183 views

Audio MP3 disponibile all'indirizzo: ...

Audio MP3 disponibile all'indirizzo:

http://blip.tv/file/get/Antoniocontent-ChristmasIsACompulsoryBlockbuster697.mp3

Partendo dalle 10 cose che odiamo di più del Natale Consumistico, questo è uno spunto per trovare insieme soluzioni "dal basso" ai mille ricatti del grande rito collettivo dei regali, degli ingorghi, delle abboffate, ai cinepanettoni che rendono questi giorni drammaticamente lontani dal significato originario delle tradizioni natalizie.

Statistics

Views

Total Views
1,183
Views on SlideShare
1,181
Embed Views
2

Actions

Likes
2
Downloads
3
Comments
0

2 Embeds 2

http://www.geekagenda.it 1
https://twitter.com 1

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial-NoDerivs LicenseCC Attribution-NonCommercial-NoDerivs LicenseCC Attribution-NonCommercial-NoDerivs License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Christmas is a Compulsory Blockbuster Christmas is a Compulsory Blockbuster Presentation Transcript

    • Rompere il Ricatto: le 10 cose che odiamo di più del Natale Consumistico
    • I am not alone
    • La Top Ten
      • “ Odio ciò che le feste Natalizie sono diventate per…”
      • La corsa ai regali
      • L’accaparramento di cibo in vista del cenone
      • I Film di Natale (esempio: Vacanze di Natale)
      • I regali ipocriti, alimentati dal ricatto delle aspettative incrociate
      • Il bombardamento delle canzoni di Natale (da Frank Sinatra a John Lennon)
      • Gli sprechi (dovuti a regali sgraditi, addobbi, luminare, avanzi di cenoni, ecc.)
      • Essere costretti tutti a fare le stesse cose nello stesso momento
      • Le ricadute sul lavoro: le vacanze obbligate, l’accumulo di scadenze pre-natalizie, e i brindisi nella stanza del Capo
      • Gli ingorghi, che nelle metropoli rendono impossibile svolgere anche le attività ”normali”
      • Lo sfruttamento dei commessi stagionali
      • L’aumento dei prezzi
      • I botti di Capodanno (e i feriti che sorridono alle telecamere mostrando le mani fasciate)
      • Le pubblicità che non cambiano mai (Bauli, Coca Cola…)
      • Le mega abboffate, e il successivo showdown con la bilancia
      • I programmi televisivi natalizi, compresi i TG fatti col copincolla dall’anno scorso
      • I simboli che non ci appartengono: Babbo Natale, l’albero di Natale, ecc.
      • La Messa di Natale, piena di gente che non va mai a messa nel resto dell’anno
    •  
    • Christmas is a Compulsory Blockbuster
    • Da dove si può cominciare?