Your SlideShare is downloading. ×
0
TGF SERIE ERGIT_'09 IT
TGF SERIE ERGIT_'09 IT
TGF SERIE ERGIT_'09 IT
TGF SERIE ERGIT_'09 IT
TGF SERIE ERGIT_'09 IT
TGF SERIE ERGIT_'09 IT
TGF SERIE ERGIT_'09 IT
TGF SERIE ERGIT_'09 IT
TGF SERIE ERGIT_'09 IT
TGF SERIE ERGIT_'09 IT
TGF SERIE ERGIT_'09 IT
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

TGF SERIE ERGIT_'09 IT

3,417

Published on

Published in: Business, Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
3,417
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. www.antoniocarraro.com D TGF 7800 TGF 7800LE TGF 9400 TGF 10400 A 665÷865 730÷930 665 ÷ 865 665 ÷ 865 F - Cab. Protector Cougar B 1530 1465 1530 1530 C 1190 1190 1190 1190 E G - Cab. Protector H - Cab. Starlight D 3385÷3585 3385÷3585 3385 ÷ 3585 3385 ÷ 3585 E 2185÷2285 2185÷2230 2185÷2285 2185÷2285 F 1670÷1800 1670÷1745 1670÷1800 1670÷1800 G 1745÷1875 1745÷1820 1745÷1875 1745÷1875 H 2055÷2145 2055÷2090 2055÷2145 2055÷2145 A B C TGF 7800 TGF 7800LE TGF 9400 TGF 10400 Telaio Telaio Integrale Oscillante ACTIO • Ruote sterzanti • Quattro ruote motrici disuguali TM Motore tipo Diesel a iniezione diretta con masse controrotanti Normativa Emissioni Fase 3A Fase 3A Fase 3A Fase 3A N. cilindri 4 - 16 Valvole 4 - 16 Valvole 4 Turbo Intercooler 4 Turbo Intercooler Cilindrata cc. 3319 3319 2970 2970 Potenza kW/CV (97/68/CE) 52/71 52/71 64/87 70/95 Giri motore max 2500 2500 2600 2600 Coppia max (Nm/giri) 236/1600 236/1600 265/1200 420/1000 Raffreddamento Acqua Acqua Acqua Acqua Le descrizioni e illustrazioni di questo stampato si intendono fornite a semplice titolo informativo e non impegnativo e possono essere variate senza alcun preavviso. Capacità serbatoio (Iitri) 60 60 60 60 Trasmissione Cambio sincronizzato a 32 marce: 16 AV e 16 RM con invertitore sincronizzato Presa di forza Posteriore, indipendente 540/540E giri/min a innesto idraulico progressivo e sincronizzata con tutte le marce Albero Profilo 1”3/8 a 6 scanalature con innesto facilitato Frizione trasmissione A comando idraulico Disinnesto trazione Anteriore a comando idraulico Sollevatore idraulico A posizione e sforzo controllato misto con attacco a 3 punti - Capacità (Kgf): 2300 Pressione di esercizio (bar) 160 Sterzo Idraulico a 2 pistoni Freni Di servizio: ant/post a disco in bagno d’olio e sterzanti sul posteriore a comando idraulico. Di soccorso e stazionamento: a nastro sulla trasmissione Piattaforma Sospesa su Silent Block 280/70-18 *320/70 R20 *400/55-22.5 Twin Pneumatici: Anteriori 8.25-16 300/80-15.3 280/70 R18 320/65 R18 *360/70 R24 *500/60-22.5 Twin Posteriori 11.2 R20 360/70 R20 360/70 R20 420/65 R20 12.4 R20 Larghezza est. min. (mm) 1330 1470 1420 1550 1420 1475 1660 Luce al suolo (Mod. 9400/10400) 255 275 275 275 275 330 330 Luce al suolo (Mod. 7800) 210 230 230 230 230 285 285 Peso in ordine di marcia: con arco (kg) 2070÷2250 2070÷2250 2070÷2250 2070÷2250 con cabina (kg) 2180÷2360 2180÷2360 2180÷2360 2180÷2360 Dotazione di serie Bloccaggio differenziale posteriore o su entrambi gli assi a comando idraulico • Impianto idraulico a due pompe idrauliche separate • Volante inclinabile • Barre sollevamento fisse con rotule gruppo 1 e 2 • Sedile molleggiato e regolabile • Cinture di sicurezza • Arco di protezione anteriore abbattibile • Parafanghi posteriori registrabili in altezza • Impianto idraulico ausiliario posteriore a 2 leve con 5 innesti rapidi • Gancio traino posteriore regolabile in altezza • Gancio traino anteriore • Cilindri sollevamento maggiorati • Strumento analogico multifunzionale • Batteria • Presa di corrente • Avviamento di sicurezza sull’invertitore e sulla PTO • Cilindri sollevamento maggiorati Optional HI-LO: dispositivo innestabile sotto carico a comando elettroidraulico per la riduzione del 20% di tutte le marce (64 marce, 32 AV + 32 RM) (solo per modelli senza cabina) • Cabina Protector, Protector Cougar e Starlight montate su Silent Block • Componenti per la pressurizzazione delle cabine • Barre di sollevamento registrabili e agganci rapidi • Supporto a sei contrappesi anteriori completo • Flange in ghisa per ruote 20” e 24’’ posteriori • Plancia multifunzionale digitale • Sollevamento anteriore • Terzo punto e tirante verticale idraulico a comando elettroidraulico posteriore • 5 Prese idrauliche anteriori • Gancio traino tipo Slider *Ruote non previste per TGF 7800 LE Antonio Carraro spa Cod. 4 7315 135 Via Caltana, 24 35011 Campodarsego Padova Tel +39 049 9219921 THE SERIES Fax +39 049 9219944 E-mail info@antoniocarraro.it
  • 2. Lavorare su ogni terreno e in qualsiasi situazione: fra le colture a chioma larga o nei vigneti a tendone, lungo i filari L’evoluzione del superribassato stretti o su terreni scoscesi, tra terrazzi, strettoie e forti pendii. Raggiungere nuovi ed esaltanti livelli nelle performance, nella multifunzionalità, nell’abitabilità e nella sicurezza. Questi sono gli obiettivi di TGF: un nuovo “concept” fra i trattori della Serie Ergit. L’inconfondibile design dal profilo superribassato unisce una larghezza e un’ altezza massima estremamente contenute, mantenendo una luce dal suolo comunque elevata. Il telaio oscillante ACTIOTM, un brevetto esclusivo Antonio Carraro, determina un assetto ideale in qualsiasi condizione e permette un raggio di sterzata fra i più stretti di questa categoria. La possibilità di montare una grandissima varietà di pneumatici, unita alla motorizzazione proposta in due diverse potenze, permette una trazione “su misura” per ogni terreno, raggiungendo performance formidabili con ruote anteriori da 20” e posteriori da 24”. Il TGF può cambiare rapidamente e facilmente un grande numero di attrezzi, per risolvere esigenze diverse: dal lavoro in frutteto all’aratura, dalla gestione delle stalle a quella del verde e dei boschi. L’elevata ergonomia rende più semplice e meno faticoso il lavoro: inoltre le due nuove cabine pressurizzate Protector e Protector Cougar uniscono un livello di isolamento, comfort e visibilità mai raggiunto prima, con un design eccezionalmente filante, creato per lavorare protetti anche dove la vegetazione è più fitta. Anche per questo, TGF è un “tuttofare” davvero unico: merito della ricerca e dell’esperienza Antonio Carraro.
  • 3. Multifunzionale: Nato per soddisfare le molteplici esigenze degli agricoltori nel settore delle colture specializzate, particolarmente quelle a filare, TGF si presta a compiere innumerevoli attività diverse, sia in versione aperta una definizione con tante applicazioni sia con la nuova cabina pressurizzata Protector o Protector Cougar. Grazie al sistema integrato costituito dal sollevamento, dall’ impianto idraulico e dalla PTO, bastano poche, semplici e rapide operazioni per intercambiare le attrezzature anteriori, posteriori o combinate di qualsiasi dimensione. Il TGF è progettato per garantire i migliori risultati in qualsiasi ruolo e su ogni terreno: dall’utilizzo della pala anteriore, dell’aratro o del trincia, a quello dell’atomizzatore o del rimorchio, solo per fare qualche esempio fra i più comuni. All’ eccezionale agilità del mezzo si affianca un’ampia autonomia operativa, grazie al serbatoio da 60 litri. Tutto questo con il massimo comfort e con il minimo impatto ambientale: perché TGF è un mezzo potente e versatile, ma anche ecologico e pulito.
  • 4. Telaio Integrale Oscillante ACTIO™: tutti i vantaggi di un assetto inimitabile Il Telaio Integrale Oscillante ACTIO™ è costituito da un poderoso trave solidale agli assali del trattore, che alloggia al proprio interno la trasmissione posteriore e anteriore, con uno snodo centrale in grado di oscillare longitudinalmente di ben 15 gradi. Praticamente, con il sistema ACTIO™ il TGF si comporta come un insieme costituito da due parti di uguale massa e dimensioni, che oscillano indipendentemente l’una dall’altra, seguendo le varie asperità e i dislivelli del terreno e mantenendo una perfetta stabilità e aderenza. Il motore a sbalzo sull’avantreno fa sì che il peso totale del trattore sia ripartito per il 60% sull’assale anteriore e per il 40% su quello posteriore. Un bilanciamento ideale, 15° che diventa perfetto montando le attrezzature posteriori: 50% sull’anteriore e 50% sul posteriore. Il telaio ACTIO™ utilizza quattro grandi ruote motrici, con quelle posteriori di diametro maggiore: nel TGF, grazie ai parafanghi registrabili in altezza, è possibile scegliere qualsiasi combinazione di pneumatici (R20 posteriori con R18 anteriori o R24 posteriori con R20 anteriori), nonché fra tantissime larghezze diverse, per ottenere il migliore equilibrio fra trazione e prestazioni secondo il terreno e il lavoro da affrontare. La costante aderenza dei pneumatici al suolo, dovuta all’oscillazione longitudinale del telaio, permette inoltre al motore di scaricare a terra tutta la sua potenza, con ulteriori vantaggi in termini di resa e sicurezza. IL TRATTORE TGF ACTIOTM: I VANTAGGI: • Passo corto e raggio di sterzata ridotto = massima manovrabilità su qualsiasi terreno. • Migliore ripartizione del peso = massima aderenza, minori usure dei pneumatici. • Guida in posizione centrale e ribassata = l’uso anche prolungato del trattore è meno stressante rispetto ai trattori di tipo tradizionale; maggiore protezione per l’operatore. • Trasmissione interna al telaio = elevata luce dal suolo, baricentro più basso; massima stabilità anche nelle andature traverse su pendenze estreme e, in caso di perdita di aderenza, traslazione laterale del trattore che evita il ribaltamento. • Sdoppiamento della massa totale del trattore e ampia oscillazione laterale = le due parti della macchina si UN TRATTORE TRADIZIONALE controbilanciano mantenendo sempre la massima aderenza dei pneumatici a terra. • Possibilità di montare 4 ruote motrici di grandi dimensioni = maggiore capacità di trazione.
  • 5. Sterzata stretta Sicurezza con grandissima docilità in tutti i sensi IL TRATTORE TGF UN TRATTORE TRADIZIONALE Oltre che per le sue dimensioni compatte, TGF è il mezzo ideale per muoversi e lavorare negli spazi ridotti fra un filare e l’altro, perché ha un raggio di sterzata minimo senza paragoni: interno 1700 mm, esterno 3000 mm. Disinserendo la trazione anteriore e mettendo in funzione i freni sterzanti, si riduce ancora di più il raggio di curvatura, anche grazie all’”effetto superbend”: la ruota anteriore interna alla curva aumenta autonomamente il proprio angolo di sterzata. Il volante servoassistito idraulicamente rende ogni manovra più docile e pronta, assicurando una grande precisione e velocità di disimpegno, oltre a una maggiore facilità di guida e un minore affaticamento. I VANTAGGI: • Giunti omocinetici a doppio snodo = sterzate strette • Trazione anteriore disinseribile = minore spazio di manovra senza danneggiare il terreno; • Freni sterzanti = il trattore può girare quasi su se stesso. • Impianto idraulico “gruppo uno”, completamente indipendente, riceve il moto direttamente dal motore = serve prima l’ idroguida e poi il gruppo elettrovalvole dei comandi, a garanzia del fatto che lo sterzo è sempre assistito. Semplici ed efficaci i comandi idraulici garantiscono comfort TGF è progettato per garantire una sicurezza totale: a iniziare operativo e affidabilità totale. Il sollevatore posteriore a dalla sua stabilità, anche in situazioni critiche. Il telaio posizione e sforzo controllati, regola contemporaneamente ACTIO™ mantiene infatti molto basso il baricentro del l’assetto dell’attrezzatura in maniera millimetrica e lo sforzo del trattore: inoltre in caso di perdita di aderenza, la macchina trattore in fase di lavorazioni su terreno. effettua una traslazione laterale con un effetto anti- ribaltamento. Nei modelli con cabina Protector e Protector Cougar, il sistema di pressurizzazione certificato a controllo totale Il potente impianto frenante del TGF è a comando idraulico automatico protegge completamente l’operatore nel corso con dischi interni a bagno d’olio, esenti dall’ usura e da delle attività con atomizzatore. Il roll-bar omologato per necessità di registrazioni. La frenata è integrale e in fase di resistere a impatti molto elevati, la posizione di guida centrale, arresto il trattore rimane perfettamente stabile, anche con protettiva e avvolgente e il design senza spigoli completano gli trazione anteriore disinserita. Questo ha consentito, fra l’altro, accorgimenti per la sicurezza attiva e passiva di TGF. l’omologazione della velocità su strada a 40 Km/h. Il passo corto e la sterzata stretta permettono di disimpegnarsi velocemente in qualsiasi situazione, mentre le molte marce disponibili, con un “gap” minimo fra l’una e l’altra, permettono un’ottimale continuità operativa.
  • 6. Un progetto ergonomico per lavorare meglio e di più IL TRATTORE TGF UN TRATTORE TRADIZIONALE L’intera postazione di guida (sedile, cruscotto, pedali e L’ergonomia di TGF non è fine a se stessa, ma punta a un comandi) è collocata su un’unica piattaforma sospesa su risultato concreto e importante: lavorare con meno sforzo, Silent-Block che “respingono” la rumorosità, riducono per ottenere la massima resa. drasticamente le vibrazioni e attenuano le varie sollecitazioni durante il movimento. Il filante design non solo penetra più facilmente fra le colture e i filari, ma agevola l’ingresso a bordo, rende più spaziosa e La strumentazione è semplice, completa e leggibile: schermo comoda la pedana, protegge il guidatore con le sue linee antiriflesso di giorno e retroilluminato di notte, sistema avvolgenti e facilita l’accessibilità e la manutenzione di tutte le d’informazione “on-off” (compaiono su display solo le funzioni parti meccaniche. attive), tachimetro digitale e contagiri della PTO a sensibilità decimale. Il sedile è sagomato a culla avvolgente ed è dotato di un nuovo molleggio “anti-stress”. La sua posizione, in corrispondenza del centro di oscillazione del trattore, contiene al massimo gli scuotimenti trasversali: l’operatore non avverte fatica nemmeno dopo ore di intenso lavoro. Tutti i comandi idraulici sono a portata di mano, senza fastidiosi piegamenti o torsioni del busto.
  • 7. OMOLOGAZIONE 87/402/CEE Protector e Protector Cougar: Protector e Protector Cougar sono prodotti originali, esclusivi ed unici: l’ideazione, la progettazione, lo sviluppo, il customer feedback circle (ricambi e assistenza tecnica) di queste cabine sono frutto del lavoro del reparto R&D le cabine della salute (Research & Development) Antonio Carraro. Sono le uniche cabine di questo tipo presenti sul mercato che, integrate con l’arco di protezione anteriore, hanno ottenuto l’omologazione dal KBA tedesco come dispositivo di protezione contro il capovolgimento, secondo la Direttiva 87/402/CEE. Il display AIRCONTROL, posto sul cruscotto, fornisce in tempo • Minima altezza (Protector: 1900 mm - Protector Cougar: elegante ed essenziale dotato di vano porta-oggetti. Il Il TGF può essere equipaggiato con due esclusivi modelli di reale le indicazioni sulla pressurizzazione garantita da uno 1650 mm) = disimpegno agile fra le piante senza rivestimento è fono-assorbente realizzato con materiali di cabine pressurizzate della famiglia “Super Low Profile” speciale filtro a carboni attivi che assorbe totalmente fumi danneggiare rami o frutti. ultima generazione. A richiesta, il tergi lava-vetri posteriore e Antonio Carraro: Protector e Protector Cougar, ideate per chimici nocivi, pollini e polveri fini di qualsiasi natura, • Minima larghezza (630 mm) = penetra agevolmente tra fari di lavoro posteriori. proteggere l’operatore da inalazioni nocive durante avvertendo istantaneamente l’operatore di eventuali anomalie, filari stretti o coltivazioni a chioma larga. trattamenti con fitofarmaci e antiparassitari. L’altezza da quali, ad esempio, un’errata chiusura delle porte o • Massimo comfort interno di guida e di lavoro = non crea Il comfort interno è di livello automobilistico, anche per gli terra di queste cabine, eccezionalmente ridotta, consente di l’intasamento del filtro stesso. Il display a cristalli liquidi problemi di spazio neppure agli operatori con altezza e operatori di altezza e peso superiori alla media. Nonostante muoversi agevolmente negli spazi più ristretti, in piantagioni automatico segnala all’operatore i valori della pressione interna peso superiori alla media. l’abitacolo sia molto compatto, le cabine Protector offrono un fitte o filari a “ipsilon”. che non devono scendere al di sotto del “SECONDO LIVELLO”, • Visibilità a 360° = completa e sempre garantita ampio spazio interno per le gambe e le braccia dell’operatore. oltre il quale il filtro è da cambiare. • Climatizzazione di serie con facile accesso agli impianti di Un potente impianto di aria condizionata (di serie) dotato di Il design avveniristico vive su di un unico raggio di curvatura riscaldamento e condizionamento bocchette orientabili, garantisce temperature fresche anche in “a goccia” che determina un’inconfondibile forma affusolata e La ricerca scientifica effettuata dalla ANTONIO CARRARO • Totale isolamento dell’operatore grazie ai pedali sospesi condizioni climatiche con calori tropicali. La piattaforma di aumenta lo spazio in altezza per l’operatore. La cabina non con i più rinomati Istituti Universitari di Chimica Agraria ed all’interno della cabina. guida è montata su dispositivi Silent-Block che limitano al presenta alcuna sporgenza esterna per scivolare nelle colture Ambientale Europei, certifica che l’aria che si respira nella • Pressurizzazione monitorata dal display AIRCONTROL = minimo le vibrazioni e conferiscono un comfort acustico di più folte senza rovinarle. La visibilità frontale e posteriore dal cabina Protector durante le lavorazioni con fitofarmaci è massima sicurezza per l’operatore protetto da agenti primo livello. posto guida è sorprendente grazie ai parabrezza a curvatura perfettamente pura. atmosferici, inalazioni da fitofarmaci, polveri e pollini. sferica che aumentano la luminosità e migliorano la vista La pressurizzazione è garantita dall’isolamento completo sull’attrezzo anche diagonalmente. dell’operatore dall’ambiente esterno: i pedali sospesi, infatti, Due grandi porte a vetrata totale con cerniere e guarnizioni a sono collocati all’interno dell’abitacolo così da escludere filo danno accesso all’abitacolo. All’interno, illuminato da una totalmente la benché minima infiltrazione nociva. luce di cortesia, vi è un cruscotto di nuova concezione
  • 8. Sollevamento / impianto idraulico / PTO: la forza della tecnologia ERGITTM A B E F G C D H I Il sollevatore anteriore* [B] ottimizza le lavorazioni con La presa di forza (PTO) [I] del TGF, completamente Il sistema integrato costituito dall’insieme sollevamento L’impianto idraulico è a due pompe indipendenti (principale attrezzature combinate, ad esempio trinciaerba anteriore con indipendente, è disponibile a due velocità: 540 giri/min, 540 E /impianto idraulico / PTO [A] dà al TGF la possibilità di e ausiliario) a garanzia della funzionalità costante di tutte le atomizzatore posteriore (frutteto), cimatrice anteriore e fresa (750 giri/min) e sincronizzata. Fra le dotazioni di serie è utilizzare un gran numero di attrezzi frontali, posteriori o attrezzature. L’impianto ausiliario [E] è stato ottimizzato per posteriore (vigneto), lama da neve anteriore con compresa la presa di potenza sincronizzata con le velocità del combinati, anche di grandi dimensioni, mantenendo le sue l’utilizzo di attrezzature con motori idraulici e movimenti a spandisale/sabbia posteriore (viabilità invernale). Gli attacchi cambio inseribile in movimento, manovra indispensabile nel invidiabili doti di assetto, tenuta e stabilità. martinetti anche usati simultaneamente. La configurazione rapidi anteriori si possono facilmente togliere per fissare superamento delle fasi critiche con rimorchio motrice. base standard è composta da 5 innesti rapidi posteriori [F], di direttamente al telaio le attrezzature. L’impianto di sollevamento, di nuova concezione, è un cui uno per lo scarico dell’olio. monogruppo a cilindri verticali con attacco a 3 punti ad La PTO anteriore* [B] (1000 gir/min) a comando idraulico I VANTAGGI agganci rapidi, pompa e impianto idraulico autonomo. Il con innesto progressivo, non ha bisogno di alcun tipo di • Albero PTO del tipo ASAE 1 3/8 = unico per sollevatore posteriore con posizione e sforzo controllati I VANTAGGI manutenzione. Tutti i trattori della Serie Ergit sono inoltre tutte le velocità. gestisce la posizione dell’attrezzatura e il carico al motore, • Nessuna interferenza con l’impianto idraulico predisposti per l’applicazione del sollevatore e della PTO • Albero PTO provvisto di particolari smussature permettendo così di seguire al meglio le sinuosità del terreno principale. anteriore anche dopo l’acquisto. = facilitato l’innesto dell’albero cardanico nelle lavorazioni veloci e nelle situazioni più difficili. • Minore riscaldamento dell’olio. • Velocità 540E (750 giri/min) = notevole • Velocità costante dei motori idraulici. risparmio di carburante I movimenti elettroidraulici del tirante verticale e del terzo • PTO sincronizzata con le velocità del cambio punto* [C] rendono facili e veloci le regolazioni dal posto inseribile in movimento = ideale per l’utilizzo di guida, mentre il gancio di traino “slider”* [D], a regolazione rimorchi motrici ed altre attrezzature verticale veloce, permette di ottimizzare l’altezza d’attacco dell’attrezzatura trainata. * optional * optional
  • 9. Motore: Trasmissione e cambio: potenza pulita la giusta velocità per ogni esigenza L 40 km/h 40 km/h Km/h 40 32 24 18 14 10 9 87 6 54 3 21 0 12 3 45 6 78 9 10 14 18 24 32 40 Km/h 4 4 3 3 2 2 1 1 4 4 3 3 2 2 1 1 4 4 3 3 2 2 1 1 4 4 3 3 2 2 1 1 Km/h 40 32 24 18 14 10 9 87 6 54 3 21 0 12 3 45 6 78 9 10 14 18 24 32 40 Km/h Miles/h 24 20 16 12 10 8 6 5 4 3 2 1 0 1 2 3 4 5 6 8 10 12 16 20 24 Miles/h Il sistema HI-LO* a comando Il cambio ad ingranaggi a profilo elicoidale del TGF è a La frizione della PTO [H], dotata di comando idraulico a Il TGF è dotato di motore diesel a iniezione diretta che sfrutta i più elettroidraulico, innestabile sotto 32 marce, 16 AV e 16 RM ed è dotato di invertitore innesto progressivo, è costituita da nove dischi sinterizzati in avanzati sistemi di combustione e di iniezione che produce coppie carico e a qualsiasi regime, permette sincronizzato che permette di invertire la direzione di bagno d’olio e non ha bisogno di alcun tipo di manutenzione. motrici di altissimo livello a partire da bassi regimi di rotazione. di ridurre del 20% la velocità marcia anche con il trattore in movimento. E’ un propulsore sicuro, dai consumi ridotti, durevole, di facile ed selezionata al cambio e di avere economica manutenzione [L], i cui ricambi sono sempre reperibili. quindi 32+32 marce. Si compone di La frizione è di grandi dimensioni ad innesto morbido e I VANTAGGI E’ ecologico dotato di intercooler ed EGR e progettato in conformità due frizioni multiple ciascuna con non necessita di registrazioni, perché il comando idraulico • Minori strappi al motore in fase di innesto alle vigenti direttive CEE “FASE 3A” conforme alle norme europee e nove dischi sinterizzati in bagno d’olio. recupera il gioco dovuto all’usura nel tempo. • Minore stress all’albero PTO americane EPA e CARB sulle emissioni dei gas di scarico. L’ innesto elettroidraulico di una • Nessuno sforzo per l’operatore Ridotta al minimo la sua rumorosità. frizione comanda automaticamente il disinnesto dell’altra, • Riduzione dei costi di gestione mediante un apposito meccanismo. I VANTAGGI • Cambio sincronizzato con ingranaggi a Il bloccaggio dei differenziali a comando idraulico [G] I VANTAGGI profilo elicoidale = maggior durata della agisce sull’assale posteriore o su entrambi gli assali. • Particolare architettura costruttiva = maggiore I VANTAGGI trasmissione anche con frequenti cambi di Inserendo il bloccaggio posteriore, si eliminano pericolosi affidabilità, grazie al generoso dimensionamento degli • 64 velocità disponibili = miglior velocità. Minima rumorosità ed ampia gamma slittamenti pur mantenendo lo sterzo libero di correggere la organi fondamentali e all’ alta qualità dei componenti. sfruttamento della potenza; riduzione degli di velocità in sequenza logica. traiettoria; inserendo il bloccaggio simultaneo dei differenziali, • Basamento a tunnel in un’unica struttura in ghisa = intervalli di velocità tra le marce; continuità si ottiene la massima trazione. motore più compatto e migliore efficienza operativa in ogni circostanza; minor consumo termodinamica. di carburante; riduzione dei costi di gestione Il disinserimento della trazione anteriore a comando • Robustezza del basamento e degli organi in • Due frizioni multiple = una frizione sempre idraulico [H] è utile per ridurre ulteriormente il raggio di movimento, albero motore rettificabile, canne sfilabili inserita dà la sicurezza che la trasmissione sterzata senza danneggiare il suolo, oltre che durante i = motore più durevole e contenimento dei costi di sia sempre collegata al motore, anche da trasferimenti su strada. Consente una minore usura dei revisione. spento; nessuna registrazione per tutta la pneumatici, un minor consumo di carburante e minori • Alta qualità dei componenti fondamentali e degli durata delle frizioni. sollecitazioni al sistema sterzante. Anche con trazione accessori = motore più economico nei consumi di olio e anteriore disinserita, il sistema di frenatura rimane integrale carburante. sulle quattro ruote. * optional * optional

×