Corso oa   lezione 8 - thompson
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Corso oa lezione 8 - thompson

on

  • 1,507 views

 

Statistics

Views

Total Views
1,507
Views on SlideShare
1,507
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
17
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Corso oa lezione 8 - thompson Presentation Transcript

  • 1. Lezione 8I contributi di Thompson (1967) e Perrow (1967) alle Teorie Contingenti (Thompson: Cap. 7: pp. 205-235 – Tomasi, 2006) (Perrow: Cap. 8: pp. 237-252 – Tomasi, 2006) Università degli studi di Trieste A.A. 2010/2011 Docente Antongiulio Bua mail: antongiulio(dot)bua(at)gmail(dot)com
  • 2. Contenuti1. Thompson (1967) • L’azione organizzativa • La razionalità tecnica • La razionalità organizzativa • La protezione del nucleo tecnico • La progettazione organizzativa • Progettare il nucleo tecnico2. Perrow (1967) • Definizione di tecnologia • Tecnologia vs struttura • La tecnologia • Tecnologia vs caratteristiche strutturali e di gestione
  • 3. ThompsonPROBLEMA CENTRALE AFFRONTARE DELLE ORG.NI L’INCERTEZZA COMPLESSE Attraverso la creazione di FONTI: SPECIFICHE - TECNOLOGIE COMPETENZE - AMBIENTI RAZIONALITA’
  • 4. … in particolare• L’organizzazione è un sistema aperto, ma i rapporti che intrattiene sono selezionati e riguardano SOLO alcuni aspetti dell’ambiente• I confini non sono definiti una volta per tutte, ma possono cambiare INTERDIPENDENZA RECIPROCA dei rapporti organizzazione/ ambiente Azione organizzativa Razionalità tecnica Razionalità organizzativa
  • 5. Thompson 1. L’azione organizzativa L’ambiente non è un dato• Dominio: rivendicazione che l’azienda fa in termini di prodotti/servizi/clienti e di tecnologia• Ambiente rilevante (task environment): fattori rilevanti per fissare e raggiungere gli obiettivi Vincoli Contingenze
  • 6. Thompson 2. La razionalità tecnicaTecnologia (razionalità tecnica): qualsiasi apparato meccanico oconoscenza specialistica per raggiungere un fine F1 F2 F3 F4 F5 T1 CONCATENAMENTO Grado di perfezione T2 strumentale al + OBJ raggiungimento F degli obiettivi - T3 INTENSIVE T4 INTERMEDIAZIONE
  • 7. Thompson 3. La razionalità organizzativa TECNOLOGIA La razionalità tecnica tende a diventare strumentalmente NUCLEO perfetta quando non vi sonoINPUT OUTPUT variabili esogene, quando il TECNICO sistema è chiuso VINCOLI CONTINGENZE AMBIENTE  Protezione del nucleo tecnico  Progettazione organizzativa
  • 8. Thompson La protezione del nucleo tecnico Isolamento del nucleo tecnico (bufferamento, lisciatura o livellamento, anticipazione, razionamento) Gestione della dipendenza (alternative, prestigio, potere) Gestione dei confini (internalizzazione delle contingenze critiche)
  • 9. Thompson La progettazione organizzativa (1/4) INTERDIPENDENZA• Legame oggettivo (connesso a problemi tecnici del processo produttivo) tra due o più unità/attività• Esprime la misura in cui le unità dipendono le une dalle altre per risorse o materiali al fine di svolgere i propri compiti
  • 10. Thompson La progettazione organizzativa (2/4) INTERDIPENDENZE Generica A B pooled interdipendence Sequenziale C Dsequential interdipendence Reciproca E Freciprocal interdipendence
  • 11. Thompson La progettazione organizzativa (3/4) INTERDIPENDENZA COORDINAMENTO – – Generica Standardizzazione ComunicazioneComplessità Decisione Sequenziale Programmi + Mutuo + Reciproca adattamento
  • 12. Thompson La progettazione organizzativa (4/4) COORDINAMENTO Procedure,Standardizzazione regole, norme, “carta” Programmi Programmi operativi ContinuaMutuo adattamento trasmissione di informazioni
  • 13. Thompson Il coordinamento: la regola di base! BISOGNA SCEGLIERE LE PRIORITA’ DA ASSEGNARE AI DIVERSI CRITERI!!!SECONDO UN COMPORTAMENTO RAZIONALE LE ORGANIZZAZNIONI RAGGRUPPANO LEPOSIZIONI IN MODO DA MINIMIZZARE I COSTI DI COORDINAMENTO
  • 14. Thompson - Esempio Baseball Football BasketInterdipendenza Generica Sequenziale ReciprocaDispersionefisica tra i Alta Media Bassagiocatori Schema di gioco e AdattamentoCoordinamento Regole di gioco ruolo delle varie reciproco posizioniRuolo chiave Selezionare i Preparare e gestire Influenzare ildell’allenatore giocatori e la partita flusso di gioco sviluppare le loro capacità
  • 15. Thompson Progettare il nucleo tecnico (1/2)INTERDIPENDENZA COORDINAMENTO1. Progettazione del nucleo tecnico2. Progettazione delle unità di confine3. Progettazione dei collegamenti fra nucleo tecnico e unità di confine
  • 16. Thompson Progettare il nucleo tecnico (2/2) Minimizzare i costi di coordinamento I meccanismi di coordinamento (diversi a seconda del tipo di interdipendenza residua) La gerarchia (interdipendenza reciproca, sequenziale e generica) La dipartimentalizzazione (interdipendenza reciproca, sequenziale e generica)
  • 17. Contenuti1. Thompson (1967) • L’azione organizzativa • La razionalità tecnica • La razionalità organizzativa • La protezione del nucleo tecnico • La progettazione organizzativa • Progettare il nucleo tecnico2. Perrow (1967) • Definizione di tecnologia • Tecnologia vs struttura • La tecnologia • Tecnologia vs caratteristiche strutturali e di gestione
  • 18. Perrow Tecnologie come… azioni che un individuo effettua su un oggetto, con o senza l’aiuto di strumenti o mezzi tecnici, al fine di ottenere latrasformazione di tale oggetto in un prodotto
  • 19. Perrow Tecnologia vs strutturaAspetti rilevanti: – il numero di eccezioni (Variabilità) rilevate nell’esecuzione del lavoro – lo sforzo di ricerca (Analizzabilità) necessario quando una eccezione si presenta BASSA ALTA Industrie ALTA Routine ingegneristiche Analizzabilità deicompiti / problemi Industrie Non-routine specialistiche BASSA Variabilità dei compiti / n° eccezioni
  • 20. Perrow La tecnologia Le dimensioni di Varietà e Analizzabilità definiscono i criteri per l’individuazione di quattro tipi di tecnologieAmbiente statico: BASSA ALTAsistema meccanico Tecnologie Tecnologie Routinarie ingegneristiche Vendite, Attività di Contabilità ALTA ufficio Progettazione, Generale, Fiscale, Legale AuditingAnalizzabilità dei (Task Semplice)compiti/problemi Tecnologie Tecnologie Specialistiche non-routinarie (artigianali) Pianificazione strategica, Ricerche di BASSA Arti e spettacolo, Commercio al dettaglio mercato (Task complesso) Ambiente variabile: Variabilità dei compiti/n° eccezioni sistema organico
  • 21. Perrow Tecnologia vs caratteristiche strutturali e di gestione Struttura meccanica Struttura prevalentemente meccanica1. Alta formalizzazione 1. Moderata formalizzazione2. Alta centralizzazione 2. Moderata centralizzazione3. Poca formazione o esperienza sul campo 3. Programma formale di formazione4. Span of control ampio 4. Span of control moderato5. Comunicazioni verticali e di tipo scritto 5. Comunicazioni di tipo scritto e verbale ROUTINARIA INGEGNERISTICAStruttura prevalentemente organica Struttura organica1. Moderata formalizzazione 1. Bassa formalizzazione2. Moderata centralizzazione 2. Bassa centralizzazione3. Esperienza sul campo 3. Formazione ed esperienza4. Span of control da moderato ad ampio 4. Span of control da moderato a limitato5. Comunicazioni orizzontali 5. Comunicazioni orizzontali,riunioni e di tipo verbale ARTIGIANALE NON ROUTINARIA
  • 22. “M.A.S.H.” contro “E.R.” Esempio M.A.S.H. E.R.•La serie televisiva M.A.S.H. mostra comedirigenti dell’esercito che tentano di imporreuna rigida struttura meccanica a unità •Nella serie E.R. i dipendenti del Prontoospedaliere non routinarie lavorino in realtà Soccorso hanno l’autorità di agire di propriacontro le esigenze della tecnologia che iniziativa e in base alla propria discrezionecaratterizza tali unità. relativamente ai problemi che si presentano.•L’umorismo delle puntate deriva daglisforzi dei suoi personaggi di svolgere il loro •Seguire rigide procedure impedirebbe allavoro malgrado la burocrazia dell’esercito. personale del Pronto Soccorso di rispondere in maniera adeguata a problemi inattesi.•L’abilità del colonnello Potter di operaresenza troppi vincoli e in maniera organicaconsente all’unità stessa di essere piùefficiente di quanto lo sarebbe serispettasse tutte le regole e tutte leprocedure.