INTERNATIONAL SCHOOL OF MILAN ITALIAN A1 WORKSHOP 10-11 Ottobre 2008 SESSIONE  I Prof.ssa ANTONELLA MICONE
PAPER 1, IL COMMENTO AL TESTO       STRATEGIE DIDATTICHE, QUALCHE SUGGERIMENTO
<ul><li>I FASE: </li></ul><ul><li>Puntare sulla centralita’ del testo </li></ul><ul><li>Iniziare da un breve testo contemp...
<ul><li>II FASE: </li></ul><ul><li>Fornire indicazioni e criteri di valutazione  IB </li></ul><ul><li>Nella valutazione in...
PAPER 2 , IL SAGGIO BREVE STRATEGIE DIDATTICHE:  QUALCHE SUGGERIMENTO
<ul><li>Distribuire e discutere ogni settimana titoli delle passate prove IB </li></ul><ul><li>Assegnare un titolo alla se...
<ul><li>Chiedere di spiegare in che modo un elemento discusso nasca da un altro attraverso domande quali: la tesi risponde...
  INTERNATIONAL SCHOOL OF MILAN  ITALIAN A1 WORKSHOP 10-11 Ottobre 2008 SESSIONE III PROF. ANTONELLA MICONE  
<ul><li>CULTURA INTERNAZIONALE ED IDENTITA’ CULTURALE </li></ul><ul><li>“ Cultural identity is tightly linked to cognitive...
<ul><li>Le statistiche dimostrano che c’e’ uno stretto collegamento fra reale bilinguismo e risultati accademici , fra svi...
COME AIUTARE IL DISCENTE A MANTENERE L’ IDENTITA’ LINGUISTICA E CULTURALE? COME DIRIGERLO VERSO UN CORRETTO BILINGUISMO?  ...
<ul><li>STRATEGIE D’INTERVENTO: </li></ul><ul><li>  all’interno dei corsi di lingua grande spazio e’ dedicato sia all’ ana...
<ul><li>si progettano diversi interventi nel corso di TOK con il il concorso degli alunni </li></ul><ul><li>all’interno de...
CURRICULUM MAPPING  DESIGN L’ESPOSIZIONE ELETTRONICA DETTAGLIATA DI OBIETTIVI,  CONTENUTI, DIDATTICA, STRUMENTI ED ELEMENT...
. Possibilità di determinare la natura e le modalità di integrazione con le altre discipline     . Progettazione e pianifi...
Bibliografia:   Cummins, J.,  Negotiating Identities: Education for  Empowerment   in a   Diverse Society , California Ass...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

IB Itaalian a Workshop ISM

279 views
241 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
279
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

IB Itaalian a Workshop ISM

  1. 1. INTERNATIONAL SCHOOL OF MILAN ITALIAN A1 WORKSHOP 10-11 Ottobre 2008 SESSIONE I Prof.ssa ANTONELLA MICONE
  2. 2. PAPER 1, IL COMMENTO AL TESTO       STRATEGIE DIDATTICHE, QUALCHE SUGGERIMENTO
  3. 3. <ul><li>I FASE: </li></ul><ul><li>Puntare sulla centralita’ del testo </li></ul><ul><li>Iniziare da un breve testo contemporaneo, possibilmente non letterario </li></ul><ul><li>Legare il testo agli strumenti retorici e all’atto comunicativo quotidiano, guidandone la consapevolezza </li></ul><ul><li>Puntare sulla complicita’lettore/autore </li></ul><ul><li>Sia nel testo poetico che in prosa puntare sulla qualità fonica della parola </li></ul><ul><li>Lavorare in forma di laboratorio, assieme, lasciando ampio spazio ad interpretazioni autonome e diversificate </li></ul><ul><li>Elaborare assieme uno o più commenti completi, guidando attraverso l’argomentazione </li></ul>
  4. 4. <ul><li>II FASE: </li></ul><ul><li>Fornire indicazioni e criteri di valutazione IB </li></ul><ul><li>Nella valutazione individuale servirsi di criteri più dettagliati </li></ul><ul><li>Fare ricorso alla « grande critica », allenando al confronto fra più interpretazioni ed ad una lettura “giustificata” </li></ul><ul><li>Invitare a cogliere idee e legami trasferendosi dall’intertestuale al metatestuale nella dimensione sincronica e diacronica </li></ul><ul><li>Assegnare un commento al testo ogni settimana </li></ul><ul><li>Incoraggiare la autocorrezione, la correzione a gruppi, la correzione collegiale </li></ul><ul><li>Valutare la prova sia prima che dopo la correzione a casa </li></ul>
  5. 5. PAPER 2 , IL SAGGIO BREVE STRATEGIE DIDATTICHE: QUALCHE SUGGERIMENTO
  6. 6. <ul><li>Distribuire e discutere ogni settimana titoli delle passate prove IB </li></ul><ul><li>Assegnare un titolo alla settimana al fine di discuterne in classe </li></ul><ul><li>Distribuire e valutare collegialmente students’samples w/without grades </li></ul><ul><li>Prima della resa degli elaborati c hiedere agli studenti di sottolineare tesi e frasi chiave </li></ul><ul><li>Chiedere di scambiare fra di loro gli elaborati, di preparare una scaletta dell’elaborato del compagno e di discuterne i risultati in classe </li></ul>
  7. 7. <ul><li>Chiedere di spiegare in che modo un elemento discusso nasca da un altro attraverso domande quali: la tesi risponde alla domanda ? In che modo gli elementi discussi si susseguono al fine di sviluppare e sostenere la tesi esposta ? </li></ul><ul><li>Incoraggiare la autocorrezione, la correzione a gruppi, la correzione collegiale </li></ul><ul><li>Valutare la prova sia prima che dopo la correzione a casa </li></ul>
  8. 8.   INTERNATIONAL SCHOOL OF MILAN ITALIAN A1 WORKSHOP 10-11 Ottobre 2008 SESSIONE III PROF. ANTONELLA MICONE  
  9. 9. <ul><li>CULTURA INTERNAZIONALE ED IDENTITA’ CULTURALE </li></ul><ul><li>“ Cultural identity is tightly linked to cognitive growth…it is the main tool for building our knowledge”, Learning in a language other than mother tongue in IB programmes, IBO 2007 </li></ul><ul><li>La globalizzazione sta cambiando de facto la costruzione della identita’ culturale (Gallagher 2008) </li></ul><ul><li>L’identita’ culturale e’ un antidoto contro la complessita’ della globalizzazione (Freire 1997) </li></ul><ul><li>  </li></ul><ul><li>  </li></ul>
  10. 10. <ul><li>Le statistiche dimostrano che c’e’ uno stretto collegamento fra reale bilinguismo e risultati accademici , fra sviluppo della lingua madre e successo scolastico ( Cummins 2001) </li></ul><ul><li>L’approfondimento della cultura d’origine permette agli studenti di sviluppare il pensiero critico (Gallagher 2008) </li></ul><ul><li>La perdita della lingua madre comporta scarsa autostima ed insuccesso scolastico (Gallagher 2008) </li></ul>
  11. 11. COME AIUTARE IL DISCENTE A MANTENERE L’ IDENTITA’ LINGUISTICA E CULTURALE? COME DIRIGERLO VERSO UN CORRETTO BILINGUISMO?   “ The ideal native speaker as a model, the mastery of a language in isolation are not the answer”, “It is necessary to develop a linguistic repertory”, Commissione Europea, Atti del Convegno “ Multilinguismo e Politiche Europee”, La Sapienza , 26/9/2008
  12. 12. <ul><li>STRATEGIE D’INTERVENTO: </li></ul><ul><li>  all’interno dei corsi di lingua grande spazio e’ dedicato sia all’ analisi del rapporto lingua/cultura che dei diversi atteggiamenti culturali </li></ul><ul><li>si rafforza il collegamento con realtà circostanti attraverso diverse attività extrascolastiche (abbonamenti teatrali e cinematografici, partecipazione a conferenze di vario argomento, visite a siti di interesse culturale) </li></ul><ul><li>si inseriscono nel programma elementi di materie correlate (pittura, scultura, architettura, musica, provenienti dalla propria cultura e non) </li></ul>
  13. 13. <ul><li>si progettano diversi interventi nel corso di TOK con il il concorso degli alunni </li></ul><ul><li>all’interno dei programmi si disegna lo studio di convergenze e divergenze lessicali, di cambiamenti di significante e significato al fine di capire ed applicare i meccanismi della propria lingua e dell’ altra </li></ul><ul><li>si invitano colleghi di discipline umanistiche e non a presentare più lezioni su argomenti legati al contesto o a temi provenienti dai testi affrontati (ex : Islam, la natura nella produzione della Grecia classica, la Fisica nel XX sec.) al fine di presentare il modo in cui diverse discipline, diverse culture affrontano temi comuni </li></ul><ul><li>si sviluppano progetti bilingui con i corsi di Inglese </li></ul><ul><li>si sviluppano unità di apprendimento cooperativo fra diverse materie </li></ul>
  14. 14. CURRICULUM MAPPING  DESIGN L’ESPOSIZIONE ELETTRONICA DETTAGLIATA DI OBIETTIVI, CONTENUTI, DIDATTICA, STRUMENTI ED ELEMENTI VALUTATIVI (da aggiungere a voce che altrimenti dimentichiamo particolari utili agli altri insegnanti per un aggancio al loro corso di studio) Vantaggi  : . Definizione programmata ed aggiornata sia di scopi che di sequenze di studio   . Possibilità reale di conoscenza dettagliata di altri corsi scolastici
  15. 15. . Possibilità di determinare la natura e le modalità di integrazione con le altre discipline     . Progettazione e pianificazione di unità formali con discipline correlate, attraverso un team teaching   . Possibilità reale per il discente di sviluppare una visione d’insieme della conoscenza
  16. 16. Bibliografia:   Cummins, J., Negotiating Identities: Education for Empowerment in a Diverse Society , California Association for for Bilingual Education, Los Angeles, CA, 2001 Freire, P. & Macedo D. , Literacy: Reading the Word and the World , Bergen and Garvey, South Hadley, MA, 1987 Gallagher, E. Equal Rights to the Curriculum , Multilingual Matters, Clevedon , 2008 Heyes Jacob H., Interdisciplinary Curriculum , ASDS, Alexandria, VA, 2008

×