Supplementi di minerali nell'attività sportiva - Antonella Gigantesco
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Supplementi di minerali nell'attività sportiva - Antonella Gigantesco

on

  • 2,649 views

Supplementi di Minerali nell’attività sportiva

Supplementi di Minerali nell’attività sportiva

Statistics

Views

Total Views
2,649
Views on SlideShare
985
Embed Views
1,664

Actions

Likes
0
Downloads
23
Comments
0

3 Embeds 1,664

http://www.antonellagigantesco.it 1657
http://feeds.feedburner.com 6
http://www.google.ch 1

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment
  • L’ipofisi può secernere l’ormone antidiuretico che porta all’emissione di urine concentrate, mentre la carenza di quest’ormone porta alla malattia denominata diabete insipido
  • L’ipofisi può secernere l’ormone antidiuretico che porta all’emissione di urine concentrate, mentre la carenza di quest’ormone porta alla malattia denominata diabete insipido
  • L’ipofisi può secernere l’ormone antidiuretico che porta all’emissione di urine concentrate, mentre la carenza di quest’ormone porta alla malattia denominata diabete insipido
  • L’ipofisi può secernere l’ormone antidiuretico che porta all’emissione di urine concentrate, mentre la carenza di quest’ormone porta alla malattia denominata diabete insipido

Supplementi di minerali nell'attività sportiva - Antonella Gigantesco Presentation Transcript

  • 1. Supplementi di Minerali nell’attività sportiva Roma 10-11 giugno 2011 Dr.ssa Antonella Gigantesco, Biologa Nutrizionista, Livorno
  • 2. Alimentazione e resa atletica
    • Nel campo delle relazioni che
    • intercorrono tra la nutrizione e la
    • resa atletica, la ricerca scientifica
    • è sempre stata intensa, anche per
    • l’impatto economico di questi temi
  • 3.
    • Comportamenti non razionali nè scientifici che hanno finito per danneggiare l’atleta senza portarlo ad ottenere i risultati sperati.
    I falsi miti
  • 4.
    • Molto spesso ci sono delle aspettative per quanto riguarda le competizioni sportive in base all’uso di alcuni nutrienti o alimenti
    I falsi miti
  • 5.
    • Non solo si pensa che questi inducano una maggiore resa a livello agonistico, ma addirittura che senza l’uso di qualche integratore non saremmo capaci di sostenere lo sforzo muscolare.
    I falsi miti
  • 6.
    • Si rischia di cadere nell’eccesso che comunque non porta a prestazioni migliori.
    I falsi miti
  • 7.
    • Il nostro organismo è in grado di compensare molto bene le variazioni di apporto di substrati energetici.
  • 8.
    • Un corretto modo di pensare è invece quello di nutrire l’atleta così che possa far fronte al meglio agli sforzi di intensità e durata imposti dalle varie discipline sportive.
  • 9. I minerali importanti nel lavoro muscolare
    • Un’ alimentazione equilibrata e variata fornisce adeguate quantità di nutrienti anche per il soggetto che fa sport
    • In alcuni casi però è utile fare una supplementazione
  • 10. Calcio
    • E’ un regolatore importante dell’attività muscolare:
    • Legandosi alla troponina determina la contrazione e quando il calcio viene allontanato attraverso l’azione di un’ATPasi calcica termina la contrazione
  • 11. Calcio
    • La mancanza di ATP impedisce l’estrusione
    • del calcio ed il muscolo rimane contratto
  • 12. Magnesio
    • Ipomagnesemia si può avere in caso di acidosi.
    • E’ associata ad ipopotassiemia e produce tendenza alla tetania.
    E’ importante per lo sportivo fare sempre una supplementazione
  • 13. Ferro
    • Molto spesso gli atleti presentano quadri anemici.
    • Alcune di queste anemie sono border-line ed in parte dovute ad emodiluizione.
  • 14. Ferro
    • In qualche caso le anemie sono reali, anche in considerazione delle fasce di età degli atleti.
    • Spesso si tratta di adolescenti in rapida crescita.
    Lo stato marziale può essere compromesso per l’aumento dei bisogni
  • 15. Ferro
    • I corridori ed i maratoneti possono andare incontro ad una maggior distruzione di globuli rossi dovuta alla marcia.
    • Le donne hanno un fabbisogno più elevato di ferro.
  • 16. Zinco
    • E’ utile associare una supplementazione di zinco.
    • Con una normale alimentazione rimane comunque a malapena al di sopra dei livelli minimi raccomandati.
  • 17. Bilancio Idrico Salino
    • L’acqua è fondamentale per la resa atletica. Una certa quantità di acqua si ottiene dal metabolismo ossidativo e altra viene rilasciata insieme al potassio quando si consumano le scorte di glicogeno (questo polisaccaride trattiene abbondanti quantità di acqua).
  • 18. Condizioni ambientali
    • Se l’esercizio fisico viene effettuato al freddo il calore generato dal muscolo viene dissipato facilmente per convezione
    • Se invece l’ambiente è caldo la convezione diventa insufficiente ed è necessario ricorrere alla sudorazione che può essere molto profusa
  • 19. Sudorazione
    • La disidratazione conseguente alla sudorazione comporta fatica ed ipertermia e fa diminuire la resa degli atleti.
  • 20. Idratazione
    • E’ utile un abbondante apporto idrico durante gli allenamenti e le gare.
    • È opportuno aggiungere sempre piccole quantità di NaCl poiché questo sale è perso con il sudore.
  • 21. INTEGRAZIONE DI ACQUA E SALI
    • Le perdite di sodio sono molto variabili: si può passare da 2-4 mmoli/die a 350 in seguito a fatiche intense e prolungate ed a climi molto caldi.
    • Il sudore contiene 50 mmoli/ l di Na+ e 5 mmoli/l di K+
  • 22. INTEGRAZIONE DI ACQUA E SALI
    • Di solito si aggiunge alla soluzione anche una piccola dose di potassio che nel sudore è contenuto in quantità molto basse ed una piccola dose di magnesio
  • 23. INTEGRAZIONE DI ACQUA E SALI
    • L ’assunzione di grossi volumi di acqua può essere fastidiosa.
    Si consigliano supplementi idrici di 100-200 ml ogni 10 minuti
  • 24. ALCUNE DIFFERENZE IMPORTANTI TRA GLI SPORTS
    • Ci sono atleti che non devono rientrare in una categoria di peso, ed altri che lo devono, come i pugili, i lottatori ,i judoka ecc.
    • Per questi ultimi, che spesso seguono diete ristrette, diventa fondamentale la supplementazione di minerali
  • 25. Intervista a Giulia Quintavalle, medaglia d’oro alle Olimpiadi di Pechino 2008 nel judo Giulia, deve tenere sotto controllo il peso in particolare prima delle gare, per rientrare nella sua categoria.
  • 26. Intervista a Giulia Quintavalle Una dieta iperproteica ed un’attività fisica intensa possono portare all’acidosi
  • 27. Intervista a Giulia Quintavalle
    • E’ importante integrare con sali minerali alcalinizzanti:
    • carbonato di calcio
    • bicarbonato di sodio
    • carbonato di magnesio
    • bicarbonato di potassio
    • magnesio stearato
  • 28. Intervista a Giulia Quintavalle L’assunzione deve avvenire la sera prima di coricarsi, per non interferire con l’assimilazione di altri minerali come il ferro.
  • 29. Intervista a Giulia Quintavalle Giulia è anche poco amante della carne rossa e quindi assume sempre un integratore di ferro
  • 30. Intervista ad Andrea Baldini campione del mondo ad Antalya nel 2009 nel fioretto Nella scherma bisogna indossare la maschera sul volto, la divisa che è completata dal giubbetto metallico ed i guanti.
  • 31. Intervista ad Andrea Baldini Questo comporta una sudorazione profusa in particolare con climi caldi ed umidi ed ambienti non condizionati
  • 32. Intervista ad Andrea Baldini E’ importante dosare sia l’idratazione che la somministrazione di sali. E’ anche importante adottare strategie diverse a seconda che si tratti di gare, allenamenti o ritiri.
  • 33. Intervista ad Andrea Baldini Nella gara, che ha una durata relativamente breve, è meno importante assumere sali minerali. E’ fondamentale invece assumerli durante gli allenamenti ed a maggior ragione nei ritiri che durano una settimana con allenamenti al mattino ed al pomeriggio.
  • 34. Intervista ad Andrea Baldini Nella scherma non esistono categorie di peso, quindi sono meno importanti gli integratori alcalinizzanti.
    • Però a fine gara, per facilitare il recupero muscolare e fisico è utile assumere:
    • calcio carbonato
    • potassio citrato
    • ferro fumarato
    • zinco citrato
  • 35. Intervista a Tania Cagnotto medaglia d’oro nei tuffi alle Olimpiadi di Madrid nel 2004 Tania, specialità tuffi dalla piattaforma, si trova costantemente nella situazione di perdere molti liquidi: l’ambiente della piscina è sempre molto caldo e umido
  • 36. Intervista a Tania Cagnotto Tania, a chi pratica il suo sport, consiglia un’assunzione giornaliera e continuativa di integratori di minerali. Così si ottiene un recupero migliore dopo gli sforzi ed un maggior benessere sia fisico che psichico.
  • 37. Intervista a Tania Cagnotto Nel suo sport, come in altri, la concentrazione è basilare. Tania consiglia una sana alimentazione di base supportata da buoni integratori. Sconsiglia l’uso di prodotti di dubbia provenienza, che potrebbe portare più danni che benefici.
  • 38. Intervista a Nadia Cortassa,medaglia d’oro ai mondiali di Cancun del 2006 nel triatlon Anche Nadia, deve fare i conti con climi molto caldi e umidi: il suo sport si basa sul concetto di endurance e la gare si svolgono quasi sempre in estate ed all’aperto.
  • 39. Intervista a Nadia Cortassa Nadia consiglia l’assunzione di sali nei giorni prima della gara, di evitarli nelle gare brevi ed invece assumerli durante le gare superiori alle 2 ore come l’ironman.
  • 40. Intervista a Nadia Cortassa Nadia consiglia di idratarsi sempre molto bene, prima, durante e dopo la gara. Nadia per la sua integrazione usa solo prodotti naturali e non di sintesi.
  • 41. Intervista a Nadia Cortassa Nadia consiglia agli sportivi di effettuare regolarmente controlli ematici e, se qualcosa non va bene avere “il coraggio” di fermarsi per recuperare le energie assecondando le richieste del nostro corpo
  • 42. Intervista a Nadia Cortassa Non sempre gli integratori sono sufficienti!
  • 43. Grazie a voi per l’attenzione ed un grazie speciale agli sportivi che hanno collaborato [email_address] it www.antonellagigantesco.it