Notiziario sportivo dell’Associazione Siena Rugby Club 2000 - Anno IV

n. 22/2013

Banca Cras Siena Rugby si conferma
cont...
Trasforma Mondet per il 7 a 0.
Due minuti dopo è Sesto che cerca di rimanere attaccato nel punteggio e sceglie di trasform...
Serie C 1 - Seconda giornata
Lions Amaranto - Firenze Rugby 1931 22-5 (4-0)
Florentia - Amatori Rugby Prato
29-15 (5-0)
El...
Nasce il Cus Siena Rugby al femminile
Il rugby senese si arricchisce del settore femminile grazie alla passione ed alla vo...
La Toscana infatti è ricca di società sportive al femminile; tra queste il Firenze 1931, le Rhino girls di Sesto
Fiorentin...
SIENA RUGBY!

6
A pieno regime l’attività giovanile
Under 14 al Sabbione
Sabato scorso la Under 14 Banca Cras Cus Siena è
scesa in campo a...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Newsletter Siena Rugby 22 2013

278

Published on

la newslettere del rugby senese con tutte le informazioni sulla palla ovale a Siena!

Published in: Sports
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
278
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Newsletter Siena Rugby 22 2013"

  1. 1. Notiziario sportivo dell’Associazione Siena Rugby Club 2000 - Anno IV n. 22/2013 Banca Cras Siena Rugby si conferma contro il Sesto Rugby La seconda giornata del Campionato Italiano di Serie C1 Toscana vede scendere in campo il Sesto Rugby ospite del Banca Cras Cus Siena Rugby, presso gli impianti sportivi dell’ Acqua Calda. Le due formazioni sono rivali storiche e non si erano più affrontate dal lontano 2010, anno in cui il Cus Siena Rugby era stato promosso in Serie C Elite, incominciando così l’avventura in un campionato interregionale di alto livello. L’attesa e la curiosità per questo incontro è risultata quindi alta per entrambe le formazioni, per gli appassionati ed i vecchi giocatori. Alle ore 15:30 l’arbitro Saielli fa rispettare il minuto di silenzio per ricordare il giocatore Alberto Cigarini, ex Rugby Reggio, che militava in Florida con i Gainesville Hogs e deceduto a seguito di una lesione alla carotide provocata in allenamento. Le squadre partono contratte e ciò si ripercuote sulla gestione del pallone, inducendo a numerosi errori di controllo. I primi minuti di gioco regalano alcuni contrattacchi da entrambe le squadre che si fronteggiano a viso aperto, rimanendo però nella zona di centro campo. Al minuto 5’ Pezzuoli è autore di una buona percussione a seguito di una prima fase gio- cata alla mano tra i trequarti, sfruttando un incrocio tra i due centri, Bartoli e Coltellacci. Il Sesto Rugby appare timida nelle ripartenze e poco ordinata, favorendo la difesa del Cus Siena Rugby che incrementa così il possesso palla. E’ infatti solamente al minuto 8’ che gli ospiti si affacciano sui 22 del Siena e attraverso una bella giocata di touche smarcano il tallonatore Presi che tenta di involarsi lungo la linea laterale ma viene recuperato da Pezzuoli. Le due formazioni provano a guadagnare metri con giocate sui trequarti ed inserimenti degli avanti, alternando buone fasi di gioco che però peccano di fluidità. E’ Sesto che per prima rischia di andare in vantaggio a seguito del calcio di punizione assegnatoli al minuto 18’, ma l’ala Lucarelli non trasforma. Il match non riesce a decollare ed il ritmo è continuamente frammentato dalle numerose mischie chiuse che caratterizzeranno l’incontro e dove Siena non riesce a far valere la sua superiorità fisica. Finalmente il pack bianco-nero si affida al suo marchio di fabbrica e imposta una moul di ottima fattura, sospingendo il terza linea Faleri oltre la linea di meta.
  2. 2. Trasforma Mondet per il 7 a 0. Due minuti dopo è Sesto che cerca di rimanere attaccato nel punteggio e sceglie di trasformare una punizione che l’ala Lucarelli sbaglia nuovamente. Il Cus Siena allora si riporta nei 5 metri avversari calciando in touche e dopo una rack seguita alla moul, il mediano di mischia Gembal si accorge della debolezza delle guardie avversarie e si infila nel corridoio giusto, schiacciando in meta. E’ sempre il numero 9 Senese a trasformare per il 14 a 0. I bianco-neri hanno la partita in mano e solamente al 32’ si complicano la vita con un calcio stoppato all’apertura Mondet, al rientro dopo un lungo infortunio, che permettono a Sesto di affacciarsi ai 5 metri. I trequarti ospiti però sono lenti e l’apertura Bianchini macchinosa, così da facilitare la salita difensiva Senese e recuperare l’ovale. Al minuto 36’ ottima giocata di Mondet che si insinua tra la difesa avversaria e muove palla sull’ala Porciatti che alimenta con un riciclo sugli avanti e una ulteriore percussione col centro Bartoli. Al 39’ entrambe le squadre si ritrovano in 14 per il giallo a Pezzuoli e Rustai. E’ il momento di rottura per Sesto che subisce una moul avanzante di venti metri e non riesce ad impedire a Palagi di marcare, portando il Cus Siena a 21, con la trasformazione dell’ottimo cecchino di giornata Gembal. Il secondo tempo inizia sulla falsa riga del primo salvo che per un bel duello di calci tattici tra i trequarti, dove il Sesto Rugby riesce ad avere la meglio senza però monetizzare in punti. Al 9’ minuto è nuovamente il Cus Siena che riprende le redini dell’incontro e con una moul del pack permette al neo entrato Pucci di segnare il 28 a 0, trasformato da Gembal. E’ la meta del bonus offensivo e l’obbiettivo raggiunto per i bianco-neri allenati da Ferluga. Il buon margine raggiunto rilassa un poco i giocatori del SIENA RUGBY! Cus Siena che iniziano una lunga fase difensiva, riuscendo comunque ad impedire al Sesto Rugby di varcare la linea di meta. Con cinismo i giocatori Cussini aspettano che il loro avversario si esponga o commetta un errore nel tentativo di recuperare la partita e così al minuto 26’, a seguito di un errore di disimpegno al piede, fruiscono di una mischia ai 5 metri dalla quale riparte il numero 8 Palagi che marca portando il bottino di giornata a 35 punti, con la trasformazione di Gembal. La partita non offre ulteriori emozioni, salvo un intercetto dell’ ala Lucarelli, uno dei migliori per Sesto Rugby, che però viene successivamente placcato e perde il possesso. Buona prova del Banca Cras Cus Siena Rugby che prosegue il suo cammino nel campionato a punti pieni e che sarà impegnata domenica prossima col Valdiseve, squadra neo promossa in C1. Nicola BIelli CUS SIENA RUGBY: Bertolozzi, Buonazia, Coltellacci, Bartoli, Porciatti, Mondet, Gembal, Palagi (1st Rocchigiani), Faleri, Bocci (1’ st Fusi) ,Montarsi (4’ st Frati), Maestrini, Dupré (10 st Terrero), Perondi (5’st Pucci), Pezzuoli. A disposizione: Pucci, Terrero, Ricchigiani, Fusi, Pieri, Cianti, Frati. All. Ferluga. SESTO RUGBY: Leone, Targetti, Ceglia, Benevento, Lucarelli, Bianchini, Rustai, Campisi, Smorlesi, Lecconi, Mallandi, Zaffuto, Ciaramelletti, Presi, Celentano. A disposizione: Melli, Turano, Giannassi, Miranda, Picardi, Sardi, Priore. All. Guido. 2
  3. 3. Serie C 1 - Seconda giornata Lions Amaranto - Firenze Rugby 1931 22-5 (4-0) Florentia - Amatori Rugby Prato 29-15 (5-0) Elba Rugby - Valdisieve 34-14 (5-0) C.U.S. Siena Rugby - Sesto Rugby 35-0 (5-0) Riposa: Rugby Lucca Classifica: In C2 rinviato il match Empoli Rugby Siena RC 2000 3 SIENA RUGBY!
  4. 4. Nasce il Cus Siena Rugby al femminile Il rugby senese si arricchisce del settore femminile grazie alla passione ed alla voglia di praticare questo sport da parte di un numero sempre maggiore di persone. Il rugby ha tra le sue molteplici caratteristiche quella principale di stimolare l’ aggregazione di individui dediti alla collaborazione, all’ impegno collettivo ed al vivere perseguendo i valori che più elevano l’uomo nella storia. Ecco perciò che, proprio in un momento di crisi sociale ed economica senza precedenti, risulti quasi fisiologico che un gruppo di ragazze decida di dar vita alla prima squadra di Rugby al femminile di Siena, spinte dalla voglia di praticare il più artigianale degli sport, all’interno del quale poter ritrovare i valori tradizionali che la modernità ha logorato. La necessità di ritrovarsi in un ambiente che esalta la solidarietà, la tenacia e l’ardore costituisce un desiderio sano che aiuta lo sport della palla ovale e contemporaneamente la società civile. E’ proprio l’empatia per questo ambiente che ha portato Martina Montigiani a pensare alla nascita di una squadra femminile, così da permettere anche alle donne di immergersi in questo mondo sportivo, seguendo medesimi interessi e approcci alla vita. “Sono anni che vengo al Sabbione a vedere le partite.” Inizia a raccontare seduta vicino al campo dell’Acqua Calda, “Credo che siano otto anni per la precisione e ho incominciato per curiosità, assieme ad alcuni amici che conoscevano i giocatori del Siena Rugby. Andiamo anche in trasferta a vedere la Nazionale!” SIENA RUGBY! In otto anni si sono avvicendati numerosi atleti al “Sabbione” (campo da rugby), così come molti allenatori si sono succeduti tentando di portare la rappresentativa maschile alla tanto ambita promozione in serie B; Martina invece è sempre presente la domenica alla partita e non vede l’ora che per la prima volta scendano in campo le sue amiche. “Io non potrò giocare perché i miei impegni non mi consentono di andare agli allenamenti, ma l’importante è che potrò tifare le mie compagne di squadra.” L’idea di costituire un settore femminile era stata avanzata già alcune volte negli anni passati, ma mai nessuno si era deciso a prendere le redini della situazione e coordinare la promozione di questo progetto. Durante l’estate Martina si è decisa a farlo ed ha iniziato a collaborare con il Siena Rugby, raccogliendo adesioni attraverso volantini, social network e passaparola. Il gruppo attualmente conta 22 atlete che si sono già affiatate dentro e fuori dal campo, come testimoniano gli allenatori Alessandro Pucci e Juri Conti, entrambi impegnati anche come giocatori delle rappresentative maschili seniores. “Le ragazze hanno maggiore attenzione e apprendono più velocemente degli uomini”. Commenta Pietro Angelini, direttore sportivo del team, che aggiunge: “Ci siamo iscritti alla coppa Italia dove parteciperemo attraverso dei concentramenti a livello regionale assieme alle altre realtà toscane ed inoltre abbiamo preso accordi col Rugby Perugia Femminile, che milita in serie A, per svolgere degli allenamenti congiunti.” 4
  5. 5. La Toscana infatti è ricca di società sportive al femminile; tra queste il Firenze 1931, le Rhino girls di Sesto Fiorentino, le Amazzoni del Mugello, le Minerva di Arezzo e le Ladies di Empoli mentre a Grosseto, Isola d’Elba e Valdisieve il processo di costituzione delle squadre è ancora in corso. A Rosia il primo ente scolastico della Provincia Il Campionato sarà composto da due gironi di livello diverso e avrà inizio il 3 novembre. “Siamo entusiasti delle ragazze che hanno immediatamente intuito lo spirito di questo sport e che hanno grinta da vendere; spero davvero che vengano ad allenarsi più persone possibile, ma già adesso il numero raggiunto è ragguardevole e molto al di sopra delle nostre aspettative.” Commenta Alessandro Pucci, neo allenatore che ha accettato l’incarico con grande motivazione, coadiuvato da Juri Conti il quale ha valutato un grande margine di miglioramento delle atlete. Gli allenamenti si tengono il lunedì ed il mercoledì, dalle ore 20:00 alle 22:00, presso gli impianti sintetici del Cus, zona Acqua Calda e quando disponibile presso “il Sabbione”, campo da gioco del Siena Rugby Club. Per chiunque sia interessato e voglia provare ad allenarsi può contattare Juri Conti al 335 7616034. Non ci rimane che fare un augurio a queste persone e incitare la squadra dicendo: “buona mischia, ragazze!” Nicola Bielli Oltre trecento studenti in campo a Rosia, per celebrare la nascita del primo ente scolastico della provincia di Siena. Un altro passo importante nella crescita del movimento ovale nel nostro territorio. Comune di Sovicille 5
  6. 6. SIENA RUGBY! 6
  7. 7. A pieno regime l’attività giovanile Under 14 al Sabbione Sabato scorso la Under 14 Banca Cras Cus Siena è scesa in campo al sabbione con due formazioni, “Siena Bianco” e “Siena Nero”, con l’URPS - Unione Rugby Prato Sesto giunto a Siena anch’esso con due formazioni, divise per età, una con ragazzi anno 2000 e l’altra con ragazzi anno 2001 e stessa filosofia dello staff tecnico della nostra squadra che ha schierato prevalentemente ragazzi del 2000 nella squadra “Bianca” e ragazzi del 2011 nella squadra “Nera”. In un Sabbione sempre al limite della praticabilità, i nostri hanno dimostrato in entrambe le partite di avere ben interpretato le direttive degli allenatori e hanno giocato ad armi pari con i forti giocatori pratesi. Sono arrivate due sconfitte ma senza drammi. La squadra Bianca è stata sconfitta per 10 a 0. I ragazzi hanno difeso bene e contrattaccato quando se ne presentava l'occasione ma i pratesi erano sicuramente più forti fisicamente e questo ha fatto la differenza in un terreno di gioco che non permetteva tanti fronzoli vista la pioggia caduta nei giorni scorsi. Il terreno pesante non ha fatto esprimere il gioco al largo che le compagini senesi prediligono. La squadra Bianca è stata invece sconfitta per 27 a 12. In ogni caso belle prestazioni e bel debutto dal primo minuto per i ragazzi del 2001 debuttanti nella categoria. Le mete senesi sono state messe a segno da Sampieri e Mazzeschi nel secondo tempo, durante il quale i giocatori, scrollatisi di dosso l’emozione dei primi minuti, hanno fatto vedere una bella grinta. Prossimo appuntamento, sabato 25 ottobre con Florentia, neonata società fiorentina frutto della fusione tra il Bombo e il Firenze Rugby Club. La speranza è sempre quella di riuscire a schierare due squadre bianconere, per poter permettere a tutti i ragazzi di giocare e fare esperienza, fondamentale per andare avanti al meglio. Minirugby in campo a Prato L’under 10 giunta seconda a Prato va della primissima esperienza, ma nonostante l'emozione di esordire davanti a tanti giocatori e a tanto pubblico, non hanno sentito l’emozione del confronto con le diverse realtà rugbistiche del centro Italia, Sesto Rugby,Vasari Arezzo e Lions Livorno riuscendo a giocare praticamente alla pari. Unica sconfitta pesante con il Gispi A, poi vincitore del torneo. Trattandosi di un esordio i ragazzi hanno dimostrato carattere e voglia di giocare. Esordio anche per l’Under 10, orfana di Luca Belardi “Duda”, passato a seguire l’under 14. I 17 giocatori si sono impegnati tantissimo, disputando bellissime partite che hanno loro permesso di vincere il loro girone e la semifinale. In finale hanno affrontato la Capitolina Roma, squadra di alto livello, rimanendo sconfitti, ma la soddisfazione di disputare una finale in un impianto così importante nella nostra regione, non ha prezzo. Complimenti a tutti i ragazzi per l’impegno e la grinta messi in campo, ancora c’è tanto da lavorare ma i frutti e le soddisfazioni non mancheranno. Per la under 12 si è invece trattato della seconda apparizione stagionale. Inseriti in un forte girone, i ragazzi hanno combattuto pallone su pallone con Livorno, Gispi Prato, che poi ha vinto il torneo, Arezzo e Lyons Amaranto. Il lavoro da fare è ancora molto e ci sono alcuni ragazzi nuovi da inserire ma le potenzialità non mancano. Il prossimo fine settimana di nuovo in campo l’under 8 a Sesto Fiorentino e la Under 10 ad Arezzo. Tutte le categorie del minirugby senese sono scese Giovan Battista Zona in campo a Iolo, Prato, sul campo dei Cavalieri, per Roberto Bartolomucci il Torneo Compiani, vernissage della nuova stagione rugbystica. Per molti piccolissimi Tigrotti dell’under 8 si tratta7

×