Your SlideShare is downloading. ×
0
<ul><li>Ente proponente :  Il progetto è finanziato dal Fondo nazionale di intervento per la lotta alla droga ai sensi del...
<ul><li>Il territorio del Distretto 48 è costituito dal Comune di Siracusa e dai comuni di Priolo Gargallo, Floridia, Sola...
<ul><li>Giovani residenti nel territorio con un’età compresa tra i  14 e i 24 anni , educatori “adulti”, operatori delle s...
<ul><li>Il progetto è di durata annuale dal  01/07/2011 al 30/06/2012 </li></ul><ul><li>Azioni:  animazione territoriale, ...
<ul><li>Mettere in relazione la scuola ad esperienze territoriali di ricerca ed intervento sociale; </li></ul><ul><li>Crea...
<ul><li>Avere un chiaro quadro di quali sono, in un contesto in forte mutamento culturale quale è il nostro,  i  luoghi “a...
<ul><li>Mappatura dei luoghi frequentati dai giovani e dei loro “azionisti di riferimento” (adulti significativi).  </li><...
<ul><li>Formare un gruppo di operatori  referenti delle agenzie educative, sociali, sanitarie in grado di agire non solo c...
<ul><li>Sviluppare capacità di aggancio   con i giovani e giovanissimi nei luoghi tipici del divertimento e dell’intratten...
<ul><li>Indagine conoscitiva   sui luoghi che i giovani frequentano nel loro tempo libero; </li></ul><ul><li>Campagna info...
<ul><li>incontri seminariali   di sensibilizzazione e informazione rivolti a tutti i docenti degli istituti di istruzione ...
<ul><li>Corso di formazione di 40 ore  rivolto a max 30 operatori referenti delle agenzie educative e socio-sanitari del d...
<ul><li>L’Unità di Strada  è un servizio di prevenzione sugli effetti e sui rischi legati al consumo di alcol e droghe att...
<ul><li>Con l’utenza </li></ul><ul><li>Informazione specifica tramite materiali appositamente studiati per essere appetibi...
<ul><li>Con gli esercenti dei locali pubblici, i servizi e il territorio </li></ul><ul><li>Intervenire nei luoghi del dive...
<ul><li>Le tre equipes  (una per ciascuna macro-area individuata) composta da 2 operatori ciascuna (1 psicologo ed 1 assis...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Presentazione volare alto

531

Published on

Presentazione Volare Alto

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
531
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Presentazione volare alto"

  1. 1. <ul><li>Ente proponente : Il progetto è finanziato dal Fondo nazionale di intervento per la lotta alla droga ai sensi del DPR 309/90 al Distretto Socio Sanitario D48 , capofila Comune di Siracusa. </li></ul><ul><li>Enti attuanti : Consorzio Sol.Co. Catania - Rete di Imprese Sociali Siciliane, Consorzio Mediterraneo Solidale, Passwork </li></ul>
  2. 2. <ul><li>Il territorio del Distretto 48 è costituito dal Comune di Siracusa e dai comuni di Priolo Gargallo, Floridia, Solarino, Canicattini Bagni, Sortino, Palazzolo Acreide, Buccheri, Buscemi, Cassaro, Ferla. La popolazione residente totale nel Distretto 48 è di 198.585. </li></ul><ul><li>Gli interventi saranno realizzati suddividendo il territorio del distretto in tre aree: 1) Siracusa – 2) Priolo, Floridia, Solarino – 3) Unione dei Comuni “valle degli iblei” (Canicattini, Palazzolo, Buscemi, Buccheri, Ferla, Cassaro, Sortino). </li></ul>
  3. 3. <ul><li>Giovani residenti nel territorio con un’età compresa tra i 14 e i 24 anni , educatori “adulti”, operatori delle scuole medie superiori, delle associazioni sportive, giovanili e di volontariato, dei contesti di aggregazione diurna e notturna, genitori e i decisori politici territoriali. </li></ul><ul><li>Totale giovani comuni Unione: 3.969 (M 2002 F 1967) </li></ul><ul><li>Totale giovani comuni PFS: 6145 (M 3218 F 2927) </li></ul><ul><li>Totale giovani comune SR: 15139 (M 7912 F 7227 </li></ul>
  4. 4. <ul><li>Il progetto è di durata annuale dal 01/07/2011 al 30/06/2012 </li></ul><ul><li>Azioni: animazione territoriale, formazione, servizi di counselling (unità di strada e equipes di diagnosi precoce), corso di formazione operatori </li></ul>
  5. 5. <ul><li>Mettere in relazione la scuola ad esperienze territoriali di ricerca ed intervento sociale; </li></ul><ul><li>Creare i presupposti per lo sviluppo di una relazione, con caratteristiche di continuità, tra gruppi giovanili, istituzioni scolastiche, servizi socio-sanitari territoriali, enti locali e strutture del terzo settore; </li></ul><ul><li>Attivare processi formativi di analisi e comprensione dei fenomeni afferenti il mondo giovanile e studentesco; </li></ul><ul><li>Perseguire la promozione di interventi finalizzati ai temi dell'educazione alla salute, della prevenzione e della riduzione del danno, con particolare riferimento alle droghe ricreazionali. </li></ul><ul><li>Promuovere la consapevolezza sulle problematiche e sui rischi connessi all’uso/abuso di sostanze alcoliche e psicoattive nella popolazione </li></ul><ul><li>Intervenire sugli stili di divertimento proponendo soluzioni alternative alla cultura dello “sballo”. </li></ul><ul><li>Ridurre i rischi legati alle azioni agite sotto l’effetto di sostanze nell’immediato. </li></ul><ul><li>Raccogliere ed elaborare dati epidemiologici sulla diffusione del fenomeno. </li></ul><ul><li>Sensibilizzare i gestori dei locali sulle problematiche legate ai consumi nel mondo della notte. </li></ul>
  6. 6. <ul><li>Avere un chiaro quadro di quali sono, in un contesto in forte mutamento culturale quale è il nostro, i luoghi “attraversati ” dai giovani e chi sono i loro “stakeholders” (azionisti di riferimento); </li></ul><ul><li>Realizzare un’informazione mirata e capillare e offrire un modello informativo di tipo “orizzontale”, non calato dall’alto; </li></ul><ul><li>Attuare una campagna di cicli seminariali di sensibilizzazione e informazione rivolta a tutti i docenti degli istituti di istruzione superiore, agli studenti degli istituti di istruzione superiore, agli operatori delle agenzie educative informali e agli operatori dei servizi socio-sanitari del territroio finalizzata a fare acquisire maggiori informazioni sul fenomeno delle droghe ricreazionali; </li></ul>
  7. 7. <ul><li>Mappatura dei luoghi frequentati dai giovani e dei loro “azionisti di riferimento” (adulti significativi). </li></ul><ul><li>Materiale informativo diffuso in modo mirato e motivato. Tutti gli attori territoriali interessati dal fenomeno sono coinvolti nella distribuzione; </li></ul><ul><li>Gli operatori delle agenzie educative e socio-sanitarie del distretto D48 sono sensibilizzati e informati rispetto a cosa siano le “droghe ricreazionali”, quali siano gli effetti ed i rischi connessi all’assunzione; </li></ul><ul><li>Almeno il 50% degli studenti iscritti negli istituti di istruzione superiore del distretto D48 sono sensibilizzati e informati rispetto a cosa siano le “droghe ricreazionali”, quali siano gli effetti ed i rischi connessi all’assunzione; </li></ul><ul><li>Fornire alle agenzie educative,sociali, sanitarie del distretto D48 di formare operatori in grado di programmare, attuare e verificare interventi di prevenzione primaria; </li></ul><ul><li>Tre equipes di diagnosi precoce (una per ciascuna macroarea) che attiveranno un servizio di counselling, ascolto e sostegno a supporto dei ragazzi che fanno uso di droghe ricreazionali e delle loro famiglie segnalati dagli operatori delle agenzie educative e di connettere tale servizio con quello offerto dagli operatori specialisti dell’ASP e dei servizi sociali dei Comuni; </li></ul><ul><li>Attivazione di una unità di strada che attraverserà i luoghi di divertimento e del tempo libero dei giovani con compiti di prevenzione secondaria. </li></ul>
  8. 8. <ul><li>Formare un gruppo di operatori referenti delle agenzie educative, sociali, sanitarie in grado di agire non solo come dissuasori ma anche come dispensatori di informazioni sulla riduzione del danno nei confronti di coloro che in ogni caso fanno uso di droghe ricreazionali. I temi su cui verranno formati riguardano nozioni generali sulle droghe ed in particolare: le nuove droghe, i servizi territoriali e le risposte, la comunicazione, le tecniche di conduzione di gruppo, il lavoro di gruppo e la definizione delle modalità e strutturazione del progetto di intervento; </li></ul><ul><li>Fare emergere , se possibile, una richiesta di aiuto da parte di coloro che fanno uso di sostanze psicoattive o dei familiari di chi ne fa uso; </li></ul><ul><li>Fornire un servizio di counselling, ascolto e sostegno ( equipe di diagnosi precoce ) a supporto dei ragazzi e delle loro famiglie in grado di farsi carico delle segnalazioni pervenute e di integrarsi con gli operatori specialisti dell’ASP e dei servizi sociali dei Comuni; </li></ul>
  9. 9. <ul><li>Sviluppare capacità di aggancio con i giovani e giovanissimi nei luoghi tipici del divertimento e dell’intrattenimento; </li></ul><ul><li>Elaborare strategie e strumenti comunicativi in sintonia con il linguaggio del target; </li></ul><ul><li>Avviare reti di collaborazione con il territorio, con particolare riferimento ai “gestori” classici del divertimento e del mondo della notte; </li></ul><ul><li>Coinvolgere il target nelle azioni loro rivolte (peer educator) e nell’elaborazione dei messaggi di marketing sociale. </li></ul>
  10. 10. <ul><li>Indagine conoscitiva sui luoghi che i giovani frequentano nel loro tempo libero; </li></ul><ul><li>Campagna informativa mirata a rendere, attraverso vari mezzi, un’informazione corretta e non demonizzante sulle droghe ricreazionali e sui rischi connessi a comportamenti sessuali non protetti. Tale informazione è principalmente rivolta agli adulti che si relazionano con i giovani; </li></ul><ul><li>Promozione del progetto (conferenze stampa, brochure, manifesti, articoli guidati, convegno finale, redazione e stampa report finale); </li></ul><ul><li>Sito web del progetto con informazioni sul fenomeno che offra informazioni relative alle dipendenze patologiche, ovvero: droghe legali (alcol, tabacco, psicofarmaci) e illegali (eroina, cocaina, hashish, marijuana); nuove droghe (ecstasy, LSD, Anfetamine e altre droghe sintetiche); disturbi alimentari; nuove dipendenze (gioco d’azzardo, comportamenti a rischio, computer, internet), materiali da prelevare per l’auto aggiornamento sia dei docenti che degli studenti, un punto di riferimento a cui rivolgersi per informazioni sia di tipo generale che per essere indirizzati ad operatori e servizi, spazio riservato a studenti e insegnanti per iniziative e proposte prodotte dalle singole scuole. www.volarealto.org </li></ul>
  11. 11. <ul><li>incontri seminariali di sensibilizzazione e informazione rivolti a tutti i docenti degli istituti di istruzione superiore (un incontro per ciascuna delle tre macro aree della durata di 3 ore); </li></ul><ul><li>incontri seminariali di sensibilizzazione e informazione rivolti a tutti gli operatori delle agenzie educative informali (un incontro per ciascuna delle tre macro aree della durata di 3 ore); </li></ul><ul><li>incontri seminariali di sensibilizzazione e informazione rivolti ai genitori degli alunni frequentanti gli Istituti Superiori del distretto (un incontro per ciascuna delle tre macro aree della durata di 3 ore); </li></ul><ul><li>incontri seminariali di sensibilizzazione e informazione rivolti agli studenti degli istituti di istruzione superiore che daranno la disponibilità ad organizzare l’evento; </li></ul><ul><li>costituzione di un Gruppo Tecnico Scientifico come luogo di confronto e di incontro fra tutti gli operatori pubblici e privati delle agenzie educative e socio-sanitari del territorio. </li></ul>
  12. 12. <ul><li>Corso di formazione di 40 ore rivolto a max 30 operatori referenti delle agenzie educative e socio-sanitari del distretto D48. I temi su cui verranno formati riguardano: droga, rischio e dipendenza ( rilevazione delle rappresentazioni degli studenti e successivo confronto con i principali aspetti teorici e pratici disponibili sull’argomento), le nuove droghe (il senso e i luoghi dell’abuso, i protagonisti, la festa e il divertimento, l’empatia e la comunicazione, aspetti biologici e conseguenze dell’abuso e della compulsione, poli-drug abuser), principi di educazione alla salute e prevenzione e introduzione alla riduzione del danno. </li></ul>
  13. 13. <ul><li>L’Unità di Strada è un servizio di prevenzione sugli effetti e sui rischi legati al consumo di alcol e droghe attraverso il contatto diretto con i giovani dai 14 ai 24 anni, nei luoghi del divertimento e dell’aggregazione e, nel contempo, attraverso un’azione di sensibilizzazione rivolta alle istituzioni locali, alle famiglie, agli operatori sociali, al mondo del volontariato, ai gestori dei locali e dei luoghi del divertimento, affinché si promuova e si diffonda una cultura del benessere e dell’utilizzo sano e corretto del tempo libero. L’UdS opera per aumentare l’informazione e la percezione dei rischi sanitari sociali e legali collegati all’uso e abuso di sostanze lecite e illecite, promuove comportamenti attivi per la riduzione dei rischi personali sociali e sanitari in particolare per diminuire il rischio di incidenti stradali nei soggetti in stato di alterazione e rappresenta un osservatorio dei fenomeni legati agli stili di consumo nel territorio. L’unità di strada sarà gestita dai 4 operatori di strada insieme agli operatori del Sert attraverso un camper messo a disposizione dal Sert di Siracusa. </li></ul>
  14. 14. <ul><li>Con l’utenza </li></ul><ul><li>Informazione specifica tramite materiali appositamente studiati per essere appetibili, facilmente fruibili e stimolanti. Le informazioni su alcol e sostanze ricreazionali partono sempre ascoltando e considerando le ricerche specifiche degli utenti, in base alla loro età, invitandoli alla riflessione sul proprio modo di divertirsi e promuovendo in loro la capacità di auto- tutelarsi. </li></ul><ul><li>Counseling: in questi contesti è da intendersi come momento di approfondimento che l’utente richiede all’operatore. </li></ul><ul><li>Orientamento/accompagnamento ai servizi: se dai contatti delle uscite esistessero i presupposti per invii o prestazioni che i Sert o altri servizi possono offrire, saranno concordati con gli stessi referenti le modalità di accompagnamento o di invio ai servizi </li></ul><ul><li>Test etilometrico : si parte dalla situazione di palesità dello stato di alterazione </li></ul><ul><li>Questionario sui consumi della serata: per evidenziare eventuali assunzioni di sostanze e per spostare la relazione su cosa posso fare per evitare altri rischi </li></ul><ul><li>Guidatore sobrio: promuoviamo una cultura del tornare a casa in sicurezza, invitando i guidatori alterati da sostanze a non mettersi al volante facendo guidare un amico non alterato o invitandoli ad aspettare affinchè si abbassi lo stato di alterazione </li></ul>
  15. 15. <ul><li>Con gli esercenti dei locali pubblici, i servizi e il territorio </li></ul><ul><li>Intervenire nei luoghi del divertimento (sale giochi, discoteche, discopub, bar) cercando di rispettare lo stile del luogo in questione, concordando con i gestori stessi le modalità di azione. </li></ul><ul><li>Promuovere una cultura di sensibilizzazione verso la responsabilità sociale per la tutela della salute </li></ul><ul><li>La mappatura: periodicamente verranno effettuate nuove mappature in quanto l’offerta di divertimento notturno è costantemente soggetta a cambiamenti più o meno repentini sia in relazione a nuove aperture che a possibili chiusure o cambi di gestione. </li></ul><ul><li>Monitorare costantemente l’evoluzione e la trasformazione dei fenomeni e delle modalità di consumi: </li></ul><ul><li>Presa in carico precoce: laddove sia necessario effettuare la presa in carico precoce promuovendo la conoscenza, l’avvicinamento e l’aggancio di casi ai Servizi per una eventuale presa in carico strutturata </li></ul>
  16. 16. <ul><li>Le tre equipes (una per ciascuna macro-area individuata) composta da 2 operatori ciascuna (1 psicologo ed 1 assistente sociale) che saranno operativi per tutta la durata del progetto e saranno i referenti degli operatori sociali, sanitari ed educativi per tutti gli interventi di presa in carico dell’utenza. </li></ul>
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×