Your SlideShare is downloading. ×
0
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Tisot donatella
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Tisot donatella

605

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
605
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide
  • Azienda ospitante: ditta TIZIANA SANITATE
  • Transcript

    • 1. Progetto Alternanza Scuola-Lavoro Allieva: Donatella Tisot Classe IVD ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER L’AGRICOLTURA E L’AMBIENTE “ Antonio Della Lucia” di Feltre
    • 2. L’INIZIO DI UN VIAGGIO …
      • LE MIE IDEE … SOGNI (avvocato, guida turistica a cavallo, stilista, architetto, hostess di volo)
      • Mi piaceva il contatto con il pubblico, stare con la gente
      • Edicola
    • 3. Azienda ospitante: ditta …………….
      • Si tratta di un’edicola
      • Si trova a FELTRE
      • In questa edicola lavora la signora …….. che è la titolare
    • 4. Il mio tirocinio
      • Il mio tirocinio si è svolto nei giorni di Martedì e Venerdì con il seguente orario: ore 8.00 - 12.30.
      • DOCUMENTI. Affinché io potessi svolgere il tirocinio in una struttura esterna alla scuola è stata stipulata dal Preside una convenzione con l’edicola. In questo documento la ditta si è impegnata ad accogliermi come tirocinante. Oltre alla convenzione è stato elaborato anche un progetto formativo in cui sono indicati gli obiettivi che dovrei raggiungere. Anch’io ho firmato questo documento così anch’io potevo prendermi le mie responsabilità e dovevo impegnarmi per raggiungere il nostro obiettivo.
      • Il mio lavoro consisteva in: scaricare e caricare i giornali e i quotidiani che arrivano ogni mattina (i giornali che arrivano 1 volta la settimana, 1 volta al mese, ogni 3 mesi, ogni 6 mesi e una volta all’anno) e vendere i giornali e le riviste.
    • 5. REGOLE DA RISPETTARE…
      • ORARI: bisogna rispettare rigorosamente gli orari
      • ABBIGLIAMENTO: bisogna vestirsi in maniera adeguata cioè niente schiene nude
      • ATTEGGIAMENTO: bisogna essere sempre sorridenti e di buon umore con i clienti.
    • 6. …SE VUOI LAVORARE !
      • CONOSCENZE: bisogna saper consigliare i clienti
      • PRECISIONE: bisogna essere veloci a manovrare i soldi e a dare il resto e sopratutto essere precisi e essere sicuri di sé.
      • CONCENTRAZIONE: questo lavoro richiede attenzione e concentrazione perché non si possono commettere errori
      • DISPONIBLILITA’ ALL’ASCOLTO: bisogna saper ascoltare le persone per comprendere bene le loro esigenze
    • 7. ATTIVITA’ SVOLTE
      • INCONTRI CON L’INSEGNANTE E L’EDUCATRICE DEL SIL
      • DIARIO DI BORDO
      • SCHEDE DI VALUTAZIONE
    • 8. I GIORNALI: TANTI MONDI DA SCOPRIRE Lavorando per tante ore in mezzo a riviste e giornali, ho fatto queste riflessioni:
      • Grazie a giornali e riviste possiamo dare uno sguardo a cose, persone e ambienti che non si possono vedere dal vivo, possiamo prendere spunto per migliorare il nostro stile di vita, viaggiare con il pensiero e sognare, essere informati su tutto ciò che ci circonda
    • 9.
      • Chiunque tu sia troverai il giornale o la rivista che fa per te: ci sono riviste per qualsiasi età (per bambini, ragazzini, ragazzi/e, mamme, nonne, nonni…), per qualsiasi tuo interesse (sport, musica, viaggi, spettacolo, hobby, arte, animali…)
      • Grazie a questi giornali e riviste, le notizie e gli scoop raggiungono velocemente milioni di persone.
      • I giornali e le riviste vengono letti da moltissime persone, quindi diffondono idee e modi di pensare e possono condizionare i comportamenti e le opinioni delle persone.
      • I giornali permettono di essere informati su tutto ciò che succede nel mondo, vicino a casa e negli angoli più remoti.
      • Grazie ai giornali è possibile congratularsi con parenti o amici per una ricorrenza speciale
      I GIORNALI: TANTI MONDI DA SCOPRIRE Lavorando per tante ore al centro di riviste e giornali, ho fatto con i miei insegnanti e i miei compagni queste riflessioni:
    • 10. MILLE MOTIVI PER LEGGERE UN GIORNALE
      • Svago: leggendo un giornale ci si può distrarre o rilassare
      • Per essere al passo con la moda
      • Per avere degli argomenti e impostare un dialogo con gli altri
      • per gestire meglio il denaro
      • Per essere sempre aggiornati
      • Per vivere da protagonisti le vicende di ogni giorno
      • Per saper rispondere alle domande degli altri e dare consigli
      • per comprendere le vicende politiche
    • 11. COSA SERVE PER FARE UN GIORNALE ?
      • La carta
      • una lingua
      • un sistema di scrittura
      • argomenti di cui parlare
      • immagini e colori
      • un editore
      • i giornalisti, i fotografi, i correttori di bozze, un capo redattore ecc….
    • 12. E QUANDO LA SCRITTURA NON C’ERA ?
      • Le informazioni passavano di bocca in bocca
      • La comunicazione era lentissima
      • La comunicazione attraverso la scrittura non può essere cambiata, invece attraverso le comunicazioni orali potevano essere confuse e addirittura perse le informazioni
      • Nella cultura orale la memoria era fondamentale perché non potendo scrivere gli uomini dovevano ricordarsi tutto a memoria
      • Per ricordarsi meglio le cose ( ci sono libri interi che sono stati tramandati oralmente!!! ) ricorrevano a delle strategie: la rima, la ripetizione (prendevano tempo mentre cercavano nuove cose da dire), scrivevano testi poetici e non in prosa, usavano molti proverbi e frasi fatte (Rosso di sera bel tempo si spera, la pioggia di Belluno non bagna nessuno, chi va piano va sano e va lontano), EPITETI ( l’astuto Ulisse, la bella principessa, la strega cattiva, il principe azzurro ecc..)
    • 13. E QUANDO LA SCRITTURA NON C’ERA ?
      • Nella cultura orale i vecchi saggi erano molto importanti perché erano delle fonti di conoscenza.
      • Nella cultura orale il senso più importante era l’udito, perché chi sapeva ascoltare e memorizzare quello che sentiva era considerato un sapiente.
    • 14. L’avvento della scrittura
      • Sono state mosse anche delle critiche alla cultura della scrittura esempio: indebolimento della memoria e della sapienza individuale. Secondo alcuni studiosi era importante l’oralità, il saper parlare in maniera sciolta e il rapporto diretto con il maestro che trasmette la cultura. La scrittura deve essere uno strumento per quelli che sono già sapienti.
      • “… modo di comunicare i pensieri a qualsivoglia persona, ben che distante nel tempo e nello spazio sopra, una carta… sia questo il sigillo di tutte le invenzioni umane”Galileo Galilei
    • 15. UN LIBRO? … UN SOGNO!
      • I libri erano rari
      • I libri erano dei manoscritti, quindi era estremamente laborioso scriverli
      • I libri erano difficili da reperire, spesso bisognava fare molta strada per trovarli
      • Non era facile leggerli: serviva un lavoro attento e complesso di decifrazione.
      • Non tutti potevano accedere alla cultura
    • 16. DALLA SCRITTURA ALLA STAMPA “La stampa è una delle cose che ha cambiato il mondo” F. Bacone
      • Gutenberg 1450
      • Panfilo Castaldi
      • Grazie alla stampa la diffusione della cultura divenne più veloce e meno costosa.
      • Bibbia
      • Appiattimento della cultura
      • Si affermano le lingue nazionali con un declino del latino.
    • 17. SHHH!!!! STIAMO LEGGENDO
      • Lentamente la lettura si diffonde e raggiunge un pubblico sempre più vasto
      • Mentre un tempo la gente ascoltava la lettura di un libro ora la lettura diventa un’attività che viene fatta individualmente
      • Mentre un tempo si leggevano attentamente gli stessi testi ora la lettura diventa estensiva (ognuno legge quello che vuole)
      • Fioriscono le biblioteche e la cultura diventa alla portata di tutti.
    • 18. FINALMENTE I GIORNALI !
      • Siamo nel 1600 quando dei fogli volanti cominciano ad essere stampati:
      • Con periodicità regolare
      • Come servizio permanente di diffusione delle notizie
      • Si chiamavano avvisi, gazzette, notizie, newspaper
      • Inizialmente avevano periodicità settimanale, poi bisettimanale trisettimanale infine quotidiana
    • 19. I GIORNALI…I LIBRI CHE DIVERSITA’!
      • Il primo quotidiano è nato a Londra
      • I giornali si diversificano lentamente dal libro perché viene data una particolare importanza ai titoli e all’impaginazione
      • I giornali vengono letti in modo diverso dai libri:
      • spesso vengono semplicemente sfogliati e si leggono solo i titoli, mentre i libri vengono letti per intero
      • Si leggono solo gli articoli che interessano.
    • 20. L’avvento della scrittura Sumeri Egizi Cinesi Aztechi Maya 3000 a.C. 3000 a.C. 1500 a.C. 1400 a.C. 50 d.C.
      • la scrittura ha rappresentato un cambiamento radicale nella cultura: oggi più che le conoscenze (che possono essere facilmente reperite su internet o in qualche enciclopedia) valgono le idee innovative dei giovani; all’epoca della scrittura vale di più il senso della vista, perché è indispensabile per la lettura e la scrittura;
      • la memoria diventa una sorta di regina decaduta mentre si afferma il mito del “genio smemorato” (Heinstein)
    • 21.
      • Oggi usiamo carta e penna per scrivere, ma non è sempre stato così.
      • Viaggio nel passato:
      • prima di usare la carta si usavano: pietra, roccia, tavolette di creta, di cera, di legno, pergamena (pelli di animali), papiro, seta (cinesi),
      • Prima di usare la penna si usavano: penne d’oca, pennelli, bastoncini di vario tipo, strumenti appuntiti di metallo.
      PRENDERE PAPIRO E PENNELLO
    • 22. Le riviste e i giornali hanno una periodicità regolare Quotidiani Riviste bisettimanali-quindicinali settimanali Riviste semestrali bimestrali mensili Riviste annuali
    • 23. LE AREE TEMATICHE Come mantenersi in forma: salute, trattamento per il corpo, come rispettare l’alimentazione ecc… Psicologia: come sapersi comportare, come capire se stessi, ecc… Attualità e politica Viaggi Moda: abbigliamento, tendenze trucchi, acconciature, ecc… Sport: nuoto, tennis, corsa, palla volo, basket, ecc…
    • 24. I QUOTIDIANI OGGI Popolari: (all’estero), scoop scandali titoli gridati foto scandalose Impegnati (all’estero), trattano argomenti seri es..politica economia Indipendenti: danno le informazioni in maniera tendenzialmente più obiettiva Di partito: interpreta gli eventi da un punto di vista ideologico Generalisti: trattano i vari settori della vita Specialistici: trattano esclusivamente un determinato settore A diffusione locale: privilegia le notizie del territorio locale A diffusione nazionale: notizie di ampio interesse con alcune pagine locali
    • 25. L’edicola di Donatella
    • 26. MATEMATICA
      • USO DEL DENARO
    • 27. DIRITTO
      • REGOLE PER IL VIVERE SOCIALE
    • 28. INGLESE
      • I giornali inglesi
      • Frasi da usare quando si compra qualcosa in un negozio inglese
      • La moneta inglese
    • 29. INFORMATICA
      • Corso E. C. D.L.
    • 30. CONCLUSIONI
      • Questa esperienza mi è piaciuta molto.
      • Mi è servita a molte cose.
      • Ho capito che il lavoro in edicola non era fatto per me e ho capito che avevo bisogno di fare altre esperienze.
    • 31. LE ALTRE ESPERIENZE
      • Agenzia di viaggi
      • Caseificio
      • Negozio di abbigliamento
      • Negozio di parrucchiera
    • 32. CONCLUSIONI
      • Questa esperienza mi è stata utile per il mio futuro e la consiglio a tutti.
      • Secondo me, è molto importante imparare a conoscere il mondo del lavoro quando si è ancora dentro la scuola perché si possono capire meglio le cose insieme agli insegnanti che ti possono dare una mano.
    • 33. E … C’E’ ANCORA TANTA STRADA DA FARE ...

    ×