Your SlideShare is downloading. ×
•	Il ciclo di vita del Cliente nell’era del 2.0: il CRM cne asset straategico per tenere traccia delle interazioni azienda-cliente e aumentare il Life Time Value (Prof. M Mesenzani)
•	Il ciclo di vita del Cliente nell’era del 2.0: il CRM cne asset straategico per tenere traccia delle interazioni azienda-cliente e aumentare il Life Time Value (Prof. M Mesenzani)
•	Il ciclo di vita del Cliente nell’era del 2.0: il CRM cne asset straategico per tenere traccia delle interazioni azienda-cliente e aumentare il Life Time Value (Prof. M Mesenzani)
•	Il ciclo di vita del Cliente nell’era del 2.0: il CRM cne asset straategico per tenere traccia delle interazioni azienda-cliente e aumentare il Life Time Value (Prof. M Mesenzani)
•	Il ciclo di vita del Cliente nell’era del 2.0: il CRM cne asset straategico per tenere traccia delle interazioni azienda-cliente e aumentare il Life Time Value (Prof. M Mesenzani)
•	Il ciclo di vita del Cliente nell’era del 2.0: il CRM cne asset straategico per tenere traccia delle interazioni azienda-cliente e aumentare il Life Time Value (Prof. M Mesenzani)
•	Il ciclo di vita del Cliente nell’era del 2.0: il CRM cne asset straategico per tenere traccia delle interazioni azienda-cliente e aumentare il Life Time Value (Prof. M Mesenzani)
•	Il ciclo di vita del Cliente nell’era del 2.0: il CRM cne asset straategico per tenere traccia delle interazioni azienda-cliente e aumentare il Life Time Value (Prof. M Mesenzani)
•	Il ciclo di vita del Cliente nell’era del 2.0: il CRM cne asset straategico per tenere traccia delle interazioni azienda-cliente e aumentare il Life Time Value (Prof. M Mesenzani)
•	Il ciclo di vita del Cliente nell’era del 2.0: il CRM cne asset straategico per tenere traccia delle interazioni azienda-cliente e aumentare il Life Time Value (Prof. M Mesenzani)
•	Il ciclo di vita del Cliente nell’era del 2.0: il CRM cne asset straategico per tenere traccia delle interazioni azienda-cliente e aumentare il Life Time Value (Prof. M Mesenzani)
•	Il ciclo di vita del Cliente nell’era del 2.0: il CRM cne asset straategico per tenere traccia delle interazioni azienda-cliente e aumentare il Life Time Value (Prof. M Mesenzani)
•	Il ciclo di vita del Cliente nell’era del 2.0: il CRM cne asset straategico per tenere traccia delle interazioni azienda-cliente e aumentare il Life Time Value (Prof. M Mesenzani)
•	Il ciclo di vita del Cliente nell’era del 2.0: il CRM cne asset straategico per tenere traccia delle interazioni azienda-cliente e aumentare il Life Time Value (Prof. M Mesenzani)
•	Il ciclo di vita del Cliente nell’era del 2.0: il CRM cne asset straategico per tenere traccia delle interazioni azienda-cliente e aumentare il Life Time Value (Prof. M Mesenzani)
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

• Il ciclo di vita del Cliente nell’era del 2.0: il CRM cne asset straategico per tenere traccia delle interazioni azienda-cliente e aumentare il Life Time Value (Prof. M Mesenzani)

505

Published on

Published in: Education, Business, Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
505
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. ROADSHOW CRM 2.0 - CUSTOMER INSIGHT INTRODUZIONE Maurizio Mesenzani Roma, 27 gennaio 2011 BENVENUTI!
  • 2. IL CRM DA WIKIPEDIA…Il concetto di Customer relationship management (termine inglese spessoabbreviato in CRM) o Gestione delle Relazioni coi Clienti è legato al concetto difidelizzazione dei clienti.In unimpresa "Market-oriented" il mercato non è più rappresentato solo dal clientema dallambiente circostante, con il quale limpresa deve stabilire relazioni durevolidi breve e lungo periodo, tenendo conto dei valori dellindividuo/cliente, dellasocietà e dellambiente. Quindi lattenzione verso il cliente è cruciale edeterminante. Per questo motivo il marketing management deve pianificare eimplementare apposite strategie per gestire una risorsa così importante.Il CRM si spinge sostanzialmente secondo quattro direzioni differenti e separate:1.Lacquisizione di nuovi clienti (o "clienti potenziali")2.Laumento delle relazioni con i clienti più importanti (o "clienti coltivabili")3.La fidelizzazione più longeva possibile dei clienti che hanno maggiori rapporti conlimpresa (definiti "clienti primo piano")4.La trasformazioni degli attuali clienti in procuratori, ossia consumatori che lodanol’azienda incoraggiando altre persone a rivolgersi alla stessa per i loro acquisti
  • 3. UN PROCESSO INTEGRATO… Marketing Clienti Assistenza Vendita
  • 4. IL VALORE DEL POST-VENDITA SECONDO I VENDITORI(Fonte: Survey SMN 2010)
  • 5. CUSTOMER INSIGHT…DEFINIZIONILetteralmente: Visione Interna del Cliente.Raccolta e organizzazione di tutte le informazioni che permettono alle imprese diacquisire, sviluppare e mantenere i loro clientiSi concretizza in:-Capire i bisogni, le esigenze, le aspettative dei clienti-Capire le loro emozioni e sensazioniServe a:-Organizzare i processi e le strutture mettendo al centro il cliente-Formare tutto il personale a gestire al meglio le relazioni con i clienti-Realizzare azioni mirate ad aumentare il livello di servizio
  • 6. ELEMENTI DI CONTESTO• Mercati maturi• Mercato globale• Cliente evoluto, che fruisce di prodotti e servizi inmodalità “multitasking” (es. studio MTV su info-tainment:30 ore al giorno!)• Cliente che confronta, parla, discute e condivide on line:racconta - anche on line - la propria esperienza Attention Economy – Experience Economy
  • 7. VERSO UN CRM 2.0: IL SOCIAL CRM
  • 8. Il “mondo” del Social CRM
  • 9. La punta dell’Iceberg The SCRM Iceberg 1% delle conversazioni fra clienti diventano parte della conoscenza aziendale 9% delle conversazioni fra clienti vengono in contatto con l’azienda ma non generano alcun apprendimento 90% delle conversazioni fra clienti non entrano mai in contatto con l’azienda.
  • 10. IL “RITORNO” DEL PASSAPAROLA (Fonte: Mckinsey 2010)
  • 11. APPROCCIO OLISTICO O APPROCCIO REALISTICO?• Il Social CRM (web, on line…ecc.) non vale per tutti e pertutto, e non ha sostituito le logiche di CRM tradizionali nègli altri canali, li integra è ne è complementare• Ogni azienda deve scegliere come leggere il fenomeno ecosa fare: Listen Measure Monitor Engage Interact
  • 12. L’EVOLUZIONE DEL CLIENTE ON LINE
  • 13. Un fenomeno con impatti sull’interno e sull’esterno…non solo un problema di marketing e vendite
  • 14. I SOCIAL NETWORK E IL SOCIAL CRM: MODA O FENOMENOSOCIALE?Alcuni concetti stanno cambiando:• CONTESTO SOCIALE DI RIFERIMENTO• PROSPETTIVE DEL TEMPO E DELLO SPAZIO• CONCETTI DI PROSSIMITA’ E DISTANZA• PUBBLICO E PRIVATO• GERARCHIE E RUOLI• CONCETTO DI AUTHORITY• …
  • 15. ALCUNI PUNTI APERTI PER L’INCONTRO DI OGGI• CRM: un grande problema e una grande opportunità• CRM: quali punti chiave per avere successo• CRM: quali criteri per misurare il ROI• CRM: quali strumenti di supporto• CRM: quali evoluzioni future

×