EPM & BI Platform
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

EPM & BI Platform

on

  • 1,081 views

 

Statistics

Views

Total Views
1,081
Views on SlideShare
1,072
Embed Views
9

Actions

Likes
0
Downloads
16
Comments
0

1 Embed 9

http://blogs.oracle.com 9

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

EPM & BI Platform Presentation Transcript

  • 1. <Insert Picture Here> Customer Briefing Milano, 24 Febbraio 2011EPM & BI PlatformStefano Iorio, EPM Principal Sales Consultant
  • 2. Su quali “fondamenta” costruire ilPerformance Management? Slide 1
  • 3. Su quali “fondamenta” costruire ilPerformance Management? Slide 2
  • 4. Oracle Business Intelligence EE 11g Completa , Integrata, Aperta Data Scorecards Interactive Reporting & Ad-hoc Office Search Detect Collaborate Mobile EmbeddedIntegration Dashboards Publishing Analysis Integration & Alert Common Enterprise Information Model • Common Metadata Foundation across all Data Sources • Common Security, Access Control, Authorization, Auditing • Common Request Generation and Optimized Data Access Services • Common Clustering, Workload Management, & Deployment • Common Systems & Operational Lifecycle ManagementOLTP & ODS Data Warehouse Exadata OLAP Packaged Unstructured & Excel Business Systems Data Mart Sources Applications Semi-Structured XML/Office Process (Oracle, SAP, Others) 3
  • 5. Su quali “fondamenta” costruire ilPerformance Management? Slide 4
  • 6. Oracle Essbase – il valore per il Performance Management e Business Intelligence • Motore multidimensionale per lo sviluppo di applicazioni analitiche e di performance management • Set completo di funzioni analitiche e di calcolo (es. Analisi delle varianze…) • Gestione di scenari e versioni • Integrazione con Office allo “stato dell’arte” • Potenza e velocità di calcolo • Flessibilità di modellazione (es. gestione semplice di gerarchie alternative, elementi di dimensione condivisi nelle gerarchie alternative) • Financial e time intelligence (es. Tipizzazione di misure di flusso o stock, costo o ricavo, gestione YtD, QtD…) • Incremento della capacità analitica • Aumento della qualità delle informazioni • “Facile come Excel, potente come Essbase”5 Slide 5
  • 7. Capacità Analitiche riferimento di mercato• Oltre 350 funzioni predefinite e documentate• Semplice Sintassi• Estendibili• Un singolo punto per la manutenzione• Semplicità e flessibilità di modellazione Slide 6
  • 8. Oracle EssbaseNovità della release 11• Essbase Studio• Supporto a misure Text/Date• Common installer• Query Cancellation (UI)• XOLAP – modelli ibridi• Lifecycle Management• Time Intelligence enhancements• Caricamenti paralleli da SQL• Attributi variabili• ASO Target of a Partition• ASO Unicode support• ASO Fast Restructuring Slide 7
  • 9. Essbase Oracle Essbase Studio • Modeling OLAP da varie sorgenti • Relazionali strutturate • Relazionali non strutturate • Flat files, XML files • Dimensioni EPM Architect • OBIEE • Permette forte riutilizzo degli elementi • Riuso di gerarchie, metriche, star schema • “Lineage tracking” • Drill anywhere • Relational • OBIEE, BI+ repository • URL, FDM • Essbase, Java method Copyright © 2008, Oracle and / or its affiliates. All rights reserved. Slide 88
  • 10. Essbase Attributi Variabili (nel tempo e non…) • La funzionalità Varying Attributes consente di: • Memorizzare dati nelle situazioni dove gli attributi possono cambiare, ad esempio nelle relazioni • Manager/Account – nel tempo • Prodotto/Packaging – (nel tempo) e in mercati differenti • Analizzare i dati secondo differenti prospettive • Prospettiva “reale” – tiene conto dei cambiamenti realmente avvenuti nella relazioni elemento/attributo • Point-in-time – mostra i dati applicando le relazioni elemento/attributo in vigore in un certo periodoCopyright © 2008, Oracle and / or its affiliates. All rights reserved. Slide 9
  • 11. Essbase Misure di tipo Testo e Data • Analisi basate su testi e date, possibilità di fare “algebra” sulle misure • Date memorizzate in formato giuliano • Esempio • Lista di clienti • “Sales” è una misura numerica • “Satisfaction” è una misura di tipo testo • “Transaction Date” è una misura di tipo dataCopyright © 2008, Oracle and / or its affiliates. All rights reserved. Slide 10
  • 12. Oracle BI Foundation Tools di BI integrati, Common Enterprise Information Model ⊳ Dashboard interattivi “Role-based” Query & Reporting Scorecarding Alerting MS Office integration Common Enterprise Information Model ⊳ Vista logica dei dati semplificata BI Server Essbase ⊳ Query processing e ottimizzazione, caching, modeling, analisi what-if ⊳ Accesso federato e multi-sorgente Data MartsOLTP (ERP, Excel Data Warehouse OLAP Cubes CRM), XML Database Machine ODS Systems 11
  • 13. Oracle BI Foundation Suite Una singola soluzione a supporto dell’EPM Oracle BI Foundation Suite Oracle Scorecard andOracle BI EE Plus Oracle Essbase Plus Strategy Management + + Essbase Analytical Link 12
  • 14. Su quali “fondamenta” costruire ilPerformance Management? Slide 13
  • 15. Enterprise Dimension ManagementAllineare le dimensioni di business Reporting Organizzazioni Pressioni sui tempiRequirements complesse di chiusura • Aumentare la (vera) condivisione dei dati tra sistemi • Ridurre il rischio di disallineamenti di reporting • Ridurre i costi di manutenzione tra sistemi (operazionali, ERP, DW & BI, EPM, …) Frammentazione Sistemi Alto costo per l’Accesso alle Informazioni Slide 14
  • 16. Cosa sono le Enterprise Dimensions? Misure del valore, punti di vista sul business • Classificazione dati transazionali ed analitici • Riflettono come l’organizzazione misura il valore • Condivise tra più sistemi di business e funzioni • Solitamente gerarchiche, a volte interconnesse ECONOMICI ORGANIZZATIVI ANALITICI• Piani dei Conti: • Gerarchie Organizzative • Mapping “cross-dimensionale”• Supporto a diversi standard • Fornitori • Gerarchie di roll-up alternative contabili (IFRS, IPSAS) • Clienti • Allineamento sistemi• Centri di Costo • Strutture di Business: • Reporting • Uffici Regionali • Segmentazioni • Canali Slide 15
  • 17. Il valore di Enterprise Dimension Management I sintomi più comuni SINTOMI SOLUZIONE VALORE• Inconsistenze di Reporting che • Completo audit trail & governo • Assenza di inconsistenze di richiedono riconciliazioni delle modifiche alle “enterprise Reporting complesse dimensions” • Riduzione dei tempi del ciclo di• Assenza di audit sulle modifiche • Integrazione tra processi di chiusura alle dimensioni critiche approvazione e workflow di • Forti riduzioni di costi dalla allineamento• Processi di allineamento eliminazione di molteplici complessi e paralleli per • Unicità nella gestione delle processi di manutenzione assicurare la sincronizzazione dimensioni dimensioni• Manutenzione delle Dimensioni • Allineamento certo delle • Integrazione di nuovi sistemi e richiede pesante supporto IT “enterprise dimensions” nuove applicazioni più veloce, Manutenzione delle dimensioni più affidabile e meno costosa• Costose integrazioni punto - • punto delegata a “data stewards” • Linearità nei processi di Coinvolgimento diretto degli approvazione• Assenza di fonte centralizzata di • informazioni Utenti di Business • Automazione della creazione attributi, mediante motore di regole o regole di ereditarietà “Enterprise Dimension Management is also critical to Enterprise Performance Management (EPM), no one believes the reports and dashboards if the data is a mess.” Bill Swanton VP, Research AMR Research Slide 16
  • 18. Oracle Hyperion DRM Una piattaforma di Change Management Governo Oracle EBS Planning Consolidmento Condivisione Condivisione Oracle HR Consolidation Oracle Hyperion BI & Hyperion Data Marts Operazionali DRM Profitability Data Custom Warehouse Razionalizzazione• Razionalizza le modifiche alle dimensioni con Consente di . . . strutture gerarchiche complesse a livello enterprise • Migliorare la consistenza fra sistemi diversi• Consente il diretto coinvolgimento degli utenti di • Migliorare TCO strutturando la manutenzione delle business nella gestione delle dimensioni anagrafiche• Codifica del know how in business rules • Generare fiducia sulla alta qualità dei master data automatizzate e ripetibili • Eliminare o ridurre significativamente i tempi di• Abilita data governance & compliance riconciliazione nell’organizzazione rafforzando gli standard ed i controlli Slide 17
  • 19. Oracle Hyperion DRM 11.1.2 Browser-Based NativeTask-driven Versioning user Management interaction Anomaly detection Quick search for nodes Copyright © 2009, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved. 18
  • 20. Oracle Hyperion DRM 11.1.2 Funzioni specifiche a supporto della gestione Easy access to lists ofQuick search relationships for nodes Simplified presentation of dataPagination of hierarchy nodes in tree Details for selected property Copyright © 2009, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved. 19
  • 21. Oracle Hyperion DRM 11.1.2 Comparare le dimensioni nel tempo Compare betweenversions and Comparisons hierarchies based on nodes or properties Manage differences Copyright © 2009, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved. 20
  • 22. Oracle Hyperion DRM 11.1.2Audit dettagliato e totale Comprehensive out of the box audit trail Copyright © 2009, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved. 21
  • 23. Su quali “fondamenta” costruire ilPerformance Management?
  • 24. Oracle Data Integration Caricamento e Trasformazione dei dati da qualunque sorgente verso qualunque target Benefici Differenziatori Performance Heterogeneous “E-LT” Flexibility Event-Driven Platform Productivity Declarative Design Open 100% Java and SOA Native Hot-Pluggable Knowledge Modules 23
  • 25. Fattori di Differenziazione: Architettura E-LTAlte Prestazioni Architettura ETL Tradizionale •Trasformazione in un ETL server separato Extract Transform Load • Motore Proprietario • Prestazioni non ottimali • Alti Costi Trasformazione in un Database esistente • Fa leva sulle risorse disponibili Architettura di Nuova • Efficiente Generazione • Alte Prestazioni “E-LT” LT” Benefici Transform Transform • Prestazioni e scalabilità Ottimali Extract Load • Maggiore Semplicità di gestione • Riduzione dei Costi
  • 26. Fattori di Differenziazione: Disegno Dichiarativo Produttività nello sviluppo ETL Data Flow Graph Disegno ETL Tradizionale • Lo sviluppatore deve definire ogni step della complessa logica di flusso ETL • L’approccio tradizionale richiede skill ETL specializzati• E sforzi di sviluppo e manutenzione significativi Disegno Dichiarativo “Set-based” • Semplifica il numero di step •Genera automaticamente il Data Flow ODI Disegno Dichiarativo indipendentemente dai sistemi sorgenti e dal DB target 1 2 Define Automatically Benefici Generate What Riduzione significativa della curva di Dataflow apprendimento You Want Riduzione tempi di implementazione Define How: Built-in Templates
  • 27. Fattori di Differenziazione: Knowledge Module Hot-Pluggable: Modulare, Flessibile, EstensibilePluggable Knowledge Modules Architecture Reverse Journalize Load Check Integrate Service Engineer Metadata Read from CDC From Sources to Constraints before Transform and Move Expose Data and Source Staging Load to Targets Transformation Services Reverse W W S W S S Staging Tables Load Integrate Services CDC Target Tables Journalize Check Sources Error TablesSample out-of-the-box Knowledge Modules SQL Server Oracle Check MS TPump/ Oracle Web SAP/R3 Log Miner JMS Queues Oracle Merge Triggers DBLink Excel Multiload Services Oracle Check Siebel EIM DB2 Web Siebel DB2 Journals DB2 Exp/Imp Type II SCD SQL*Loader Sybase Schema ServicesBenefici Adattabile alle best practice esistenti Facilità di amministrazione Riduzione costi
  • 28. Su quali “fondamenta” costruire ilPerformance Management?
  • 29. Oracle Hyperion Financial Data Quality diverse esigenze, unica soluzione Audit Trails Trasformazione e Questionari di Controllo Integrati -ICQ Raccolta dei dati Memorizzazione e storicizzazione del mapping Legge ed interpreta qualsiasi Archivio per i documenti allegati file di bilancio di verifica da G/L Validazione del mapping verso le dimensioni del sistema target Check di integrità dei dati sulla base di regole di FDQM validazione Processi Controlli Interni Ripetibili Archiviazione dei documenti finanziari Soluzione unica per ogni sorgente applicazione target Report predefiniti per l’audit e i controlli interni Processi standard e ripetibili Sicurezza basata sull’accesso per ruoli- 28 -
  • 30. Oracle Hyperion Financial Data Quality Integrazione nativa, consistenza, audit Target EPM Applications Drill & Write Back Drill Back verso le sorgenti alimentanti (applicazioni e docs) Spiegazione delle regole di riclassificazione Hyperion FDQM Accesso al log dei caricamenti Data & Metadata Load Drill & Write Back Import dei dati Mapping Repository per le logiche di riclassificazione e Data & Metadata Load validazione Acquisizione di scritture di rettifica ERP Applications Audit totale Data SourcesCopyright © 2009, Oracle and / or its affiliates. All rights reserved. 29
  • 31. Oracle Hyperion Financial Data Quality Architettura Guided Workflow User InterfaceOracle EBS, Source TargetPeopleSoft, Data cleansing andJDE transformation EPM Adapters EPMData Warehouse,Data Mart, Data Staging System TaxOther System, .. Filing Dimensional Advanced data mapping verification mappingFile ,Excel, ProcessXML Text and management Custom document archive Database Reporting DataMartSAP R/3 -BW Audit review DataW/H Import Validate Export/Check Data Flow Drill back + Write back 100% Audit trail Slide 30
  • 32. Flash Demo 31
  • 33. Scegliete la vostra strategia di integrazione Flatfile / Financial Data Interface Table / ODI Management with ERP Adapter Suite ERP Hyperion Hyperion + ERP Knowledge Module Oracle Data Knowledge Integrator (ODI) Module EPM System Apps + Flatfile / Interface Flatfile / Interface Table table load© 2009 Oracle Corporation – Proprietary and Confidential 32
  • 34. Slide 33
  • 35. What’s new in Shared Services Overview • Enhanced User Management • Relational Database Replaces OpenLDAP as Native Directory • Essbase User Synchronization Removal • Enhanced EPM Architect • Application Library • Dimension Library • Batch Client • Calculation Manager • Life Cycle ManagementCopyright © 2010, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved. Slide 3434
  • 36. Calculation Manager Il calculation manager permette di definire e mantenere tutte le regole da utilizzarsi nelle applicazioni. Semplicità e riusabilità sono le caratteristiche principali Slide 35
  • 37. Calculation Manager Diagramma di flusso del calcolo Strumenti e templates a disposizione dell’utente Area di parametrazione del templateCopyright © 2011, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved. Slide 36
  • 38. Calculation Manager Gestione dei prompt per l’interazione con l’utente che lancia la regolaCopyright © 2011, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved. Slide 37
  • 39. Gestione Life Cycle Management delle Applicazioni La soluzione dispone di funzionalità di Life Cycle Management che permettono migrazioni totali o parziali di applicazioni tra diversi ambientiCopyright © 2011, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved. Slide 38