• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Audiovisive Capitolato
 

Audiovisive Capitolato

on

  • 376 views

 

Statistics

Views

Total Views
376
Views on SlideShare
376
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Audiovisive Capitolato Audiovisive Capitolato Document Transcript

    • Capitolato Speciale d’Appalto Servizio di Riprese Audio Visive durante le sedute del Consiglio Comunale 1) Oggetto dell’appalto Il servizio deve comprendere: a) Le riprese audio visive integrali di tutte le sedute di Consiglio Comunale; b) La trasmissione in diretta delle riprese relative ai lavori d’aula c) Il riversaggio su n.4 DVD e n. 1 cassetta VHS delle riprese delle sedute di Consiglio che dovranno essere consegnata all’Ufficio del Consiglio Comunale entro 24 ore dalla conclusione della seduta; d) La trasmissione di uno stralcio della seduta dovrà avvenire entro 48 ore dalla conclusione della seduta. e) Il prezzo unitario per seduta a base di gara è pari ad €. 1.700,00 iva inclusa. 2) Norme Comportamentali L’emittente televisiva sarà informata dall’Ufficio Autonomo sulle date e gli orari di convocazione delle sedute di Consiglio Comunale almeno 24 ore prima dell’inizio della seduta di Consiglio Comunale. La sede dei lavori del Consiglio Comunale è la Sala delle Lapidi a Palazzo delle Aquile a meno di diversa indicazione del Presidente del Consiglio che provvederà a dare adeguata comunicazione all’emittente televisiva almeno 3 giorni prima. Le date e gli orari di convocazione sono stabilite con assoluta discrezionalità dal Presidente del Consiglio Comunale. Gli operatori dovranno essere presenti e pronti all’effettuazioni delle riprese almeno 30’ prima dell’inizio del 1° appello di convocazione e fino al termine dei lavori d’aula. Durante i lavori d’aula gli operatori sono obbligati ad avere un abbigliamento decoroso ed un contegno consono all’Organo Istituzionale. Le riprese audio visive non dovranno in alcun modo ostacolare il normale svolgimento dei lavori d’aula. Prima dell’inizio di ogni seduta il Presidente del C.C. comunicherà verbalmente all’Aula l’inizio delle riprese. 3) Proprietà del supporto magnetico Il supporto magnetico è incondizionatamente di proprietà del Consiglio Comunale e tutti i diritti sono riservati. L’eventuale trasmissione in onda dei lavori d’aula è subordinata alla preventiva autorizzazione del Presidente del C.C. In caso in cui i lavori d’aula dovessero essere trasmessi in diretta è onere dell’Ufficio di Presidenza darne tempestiva comunicazione ai sigg.ri Consiglieri.
    • Servizio di Riprese Audio Visive durante le sedute del Consiglio Comunale 4) Sospensione delle riprese Audio e Video Il Presidente del Consiglio Comunale ha la facoltà qualora lo ritenesse opportuno, senza giustificazione o preavviso di richiedere la sospensione temporanea o definitiva delle riprese audio visive per la seduta in corso. 5) Strumentazione prevista Le riprese saranno effettuate da almeno tre postazioni di cui due fisse ed una mobile, per la ripresa integrale dei lavori d’aula, pertanto le riprese dovranno essere realizzate da entrambi i fronti dell’aula, durante gli interventi del Presidente o dei Consiglieri la ripresa sarà focalizzata sull’oratore. La trasmissione delle sedute di Consiglio Comunale dovrà essere diffusa almeno sul tutto il territorio provinciale; 6) Importo e liquidazione del servizio L’importo disponibile della fornitura del servizio ammonta complessivamente ad €. 50.000 iva inclusa La liquidazione dei pagamenti relativi alle prestazioni di cui al punto 1) avverrà con cadenza mensile a seguito di presentazione di regolare fattura. 7) Cause di risoluzione del contratto Ai sensi dell’art. 1456 del Codice Civile, costituiscono causa di risoluzione contrattuale le seguenti ipotesi: a) apertura di una procedura fallimentare a carico della Ditta aggiudicataria; b) violazioni e/o inosservanze delle disposizioni legislative e regolamentari; c) violazioni e/o inosservanze delle norme del presente capitolato relative alle caratteristiche del servizio; d) interruzione del servizio; e) violazione delle norme di sicurezza e prevenzione. Nelle ipotesi sopra indicate il contratto sarà risolto di diritto con effetto immediato a seguito della dichiarazione del Comune in forma di lettera raccomandata, di volersi avvalere della clausola risolutiva. Qualora il Comune intenda avvalersi di tale clausola, lo stesso si rivarrà sulla Ditta aggiudicataria a titolo di risarcimento dei danni subiti per tale causa ove se ne verifichi la sussistenza. In tali casi si applicheranno le penalità di cui al seguente art. 11. L’Amministrazione Civica si riserva la facoltà di procedere a tale risoluzione contrattuale anche al verificarsi di una sola delle suddette cause risolutive.
    • Servizio di Riprese Audio Visive durante le sedute del Consiglio Comunale 8) Cauzione definitiva La Ditta aggiudicataria è tenuta a prestare, nelle forme previste dalla legge, un deposito cauzionale, per la durata contrattuale, pari ad 1/10 ( un decimo ) della somma disponibile. Nell’ipotesi che detto deposito avvenga mediante polizza fidejussoria, la stessa si intende tacitamente rinnovata se non svincolata con apposita comunicazione scritta da parte dell’Amministrazione Comunale; la polizza, inoltre, dovrà prevedere la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale da parte del Garante, nonché l’operatività della medesima entro quindici giorni dalla semplice richiesta scritta di pagamento della Stazione appaltante. Dette clausole devono figurare nella citata polizza. Si procederà allo svincolo del deposito cauzionale a completo servizio effettuato. 9) Penalità Ad avvenuta aggiudicazione, ove l’Amministrazione Comunale accerti il mancato puntuale espletam4nto del Servizio procederà, con comunicazione del Dirigente Responsabile del servizio, previa comunicazione scritta: a) ad incamerare il deposito cauzionale; b) applicherà una sanzione pari al 30% dell’importo dell’ordinativo del servizio richiesto per il mancato rispetto degli obblighi previsti dalla normativa vigente. E’ fatta salva ogni ulteriore azione a salvaguardia dell’interesse dell’Amministrazione Comunale. L’ammontare di detta penale verrà quantizzato e detratto in occasione della emissione dei mandati di pagamento. 10) Spese, imposte e tasse Subito dopo l’aggiudicazione, la Ditta è tenuta a versare le spese contrattuali le cui modalità di versamento e l’esatto ammontare saranno stabilite dal Servizio Contratti in conformità alla normativa vigente; In caso di mancato tempestivo versamento della somma occorrente per le spese contrattuali, l’Amministrazione resta esonerata da ogni responsabilità per l’eventuale tardiva registrazione degli atti stessi e la Ditta aggiudicataria resterà l’unica responsabile per il pagamento di eventuali penalità e sopratasse per la perdita dei benefici fiscali. 11) Divieto di cessione del contratto e subappalto La ditta aggiudicataria è tenuta ad eseguire direttamente le prestazioni affidatele. E’ fatto divieto di affidare in subappalto l’esecuzione delle prestazioni contrattuali, anche parziali. 12) Pagamenti del servizio I pagamenti avverranno a 60 gg. dall’acquisizione delle fatture da parte del Settore. Previa verifica quantitativa e qualitativa del servizio da parte del Responsabile; le fatture dovranno essere intestate al Comune di Palermo – Ufficio di Staff del Consiglio Comunale – Partita IVA
    • Nessuna fattura sarà posta in pagamento in assenza dell’ordine di servizio, firmato per accettazione dal responsabile incaricato dall’Amministratore Comunale. Servizio di Riprese Audio Visive durante le sedute del Consiglio Comunale L’Amministrazione non assume alcuna responsabilità per pagamenti eseguiti all’Amministratore, Procuratore o Direttore, decaduto, qualora la decadenza non sia tempestivamente comunicato all’Amministrazione. Si stabilisce sin d’ora che la Committente potrà rivalersi, per ottenere la rifusione di eventuali danni già contestati alla Ditta, il rimborso di spese o il pagamento di penalità, mediante incameramento della cauzione o (in sub ordine) a mezzo ritenuta da operarsi in sede di pagamento dei corrispettivi di cui sopra. 13) Aumenti e diminuzioni dell’ammontare del servizio In ottemperanza a quanto stabilito dall’art. 27 del Decreto del Ministero del Tesoro del 28/10/1985, è facoltà dell’Amministrazione nel corso dell’esecuzione del contratto di chiedere all’Impresa aggiudicataria un aumento o una diminuzione sull’ammontare del servizio previsto fino alla concorrenza di due quinti. 14) Controversie Per qualsiasi controversia il foro competente, in via esclusiva, sarà quello di Palermo. 15) Disposizioni finali Per quant’altro non previsto nel presente capitolato valgono le norme di legge in materia.