Your SlideShare is downloading. ×
  • Like
Il compasso...da ieri ad oggi
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Now you can save presentations on your phone or tablet

Available for both IPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Il compasso...da ieri ad oggi

  • 756 views
Published

Ricerca sul compasso e la sua storia, curata da un gruppo di alunne di 3° media. In particolare viene evidenziata l'invenzione di Galileo Galilei e il suo contributo all'introduzione dello strumento, …

Ricerca sul compasso e la sua storia, curata da un gruppo di alunne di 3° media. In particolare viene evidenziata l'invenzione di Galileo Galilei e il suo contributo all'introduzione dello strumento, oggi utilizzato in vari ambiti.

Published in Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
756
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
4
Comments
0
Likes
1

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. IL COMPASSO …Da ieri ad oggi http://www.lanostra-matematica.org
  • 2. INDICE PRIMA PARTE ° Dai compassi più antichi ad oggi ° Struttura e tipologia del compasso ° Il compasso di Galileo: un po’ di storia ° Alcune immagini sull’invenzione di Galileo Galilei SECONDA PARTE ° Costruzione del compasso ° In quali ambiti viene usato ° I vari tipi di compasso e le immagini ° Il principio di funzionamento 2
  • 3. DAI COMPASSI PIU’ ANTICHI AD OGGI… ieri … oggi … 4
  • 4. STRUTTURA E TIPOLOGIA DEL COMPASSO “Il compasso è un antichissimo strumento geometrico da disegno, già in uso presso gli antichi creatori della geometria piana.” “Il compasso è formato da due aste, lignee o metalliche, articolate nella parte alta attraverso un sistema a due ruote dentate. I compassi si classificano in:  Balaustroni, se hanno un ago, come attrezzo fissante, una mina o un pennino come sistema scrivente ed una rotellina nel centro per regolare l’apertura;  Balaustrini,se presentano le stesse proprietà dei balaustroni ma mancano di rotellina regolatrice;  Compassi da lavagna, se possiedono come attrezzo fissante una ventosa e come sistema scrivente un gessetto o un pennarello da lavagna; tipicamente, essi sono fatti di legno o leghe metalliche a base di alluminio.” [Wikipedia] 5
  • 5. IL COMPASSO DI GALILEO: UN PO’ DI STORIA (1) Galileo inventò il primo compasso di proporzione a Padova, nel 1597. Lo strumento è da mettere in relazione anche all’attività di Galileo in seno all’ Accademia Delia, fondata nella città veneta per l’istruzione matematica dei giovani nobili, destinati alla carriera militare. Tra il 1598 e il 1604, Galileo istruì all'uso del suo compasso alcuni sovrani europei, quali il Principe Giovanni Federico di Alsazia, l'Arciduca Ferdinando d'Austria, il Langravio Filippo di Assia e il Duca di Mantova. Il successo dello strumento spinse Galileo a divulgare ulteriormente la sua invenzione. 6
  • 6. IL COMPASSO DI GALILEO: UN PO’ DI STORIA (2) Nel 1606 pubblicò 60 copie de Le operazioni del compasso geometrico e militare , vendendole privatamente insieme ad altrettanti esemplari dello strumento. La produzione dei compassi, dalla quale Galileo ricavò sostanziosi profitti, fu affidata a un artigiano che lo scienziato ospitò per alcuni anni nella propria abitazione. La pubblicazione del trattato suscitò subito grande interesse, tanto da provocare un’aspra polemica nel mondo accademico sulla paternità dell’invenzione. [Istituto e Museo di Storia della Scienza] 7
  • 7. IL COMPASSO DI GALILEO: UN PO’ DI STORIA (3) Già nel 1607, Baldassarre Capra, uno degli studenti di Galileo, tentò di accreditarsi l’invenzione dello strumento negli ambienti più colti, pubblicando un trattato in latino sulle sue operazioni. Altri detrattori di Galileo tentarono di attribuire il primato dell’invenzione al matematico olandese Michel Coignet, e molte furono le varianti dello strumento che, con l’aggiunta di nuove linee proporzionali, ne estesero successivamente i campi di applicazione. 8
  • 8. ALCUNE IMMAGINI SULL’INVENZIONE DI GALILEO GALILEI 9
  • 9. COSTRUZIONE DEL COMPASSO Il compasso è formato da due aste lignee o metalliche, solitamente di uguale lunghezza, articolate nella parte alta tramite un semplice sistema a due ruote dentate. Alla base delle due aste, qualche volta allungabili, si possono trovare vari strumenti, relativamente alla funzione riservata al compasso: essi sono comunque costantemente costituiti da un sistema fissante (ago o ventosa) e da uno scrivente (mina, gessetto, pennarello…). In alcuni compassi si ha la possibilità di mutare lo strumento scrivente a seconda del materiale di supporto scelto (carta,cartone,lavagna…) [Wikipedia] 11
  • 10. IN QUALI AMBITI VIENE USATO Il compasso viene usato in svariati ambiti ad esempio: ° in geometria: per disegnare cerchi perfetti che servono agli architetti per progettare case, misurare diametri,raggi e circonferenze. ° in tecnologia: per costruire delle figure geometriche (su fogli bianchi senza quadretti) come rettangolo, quadrato, triangolo…, cerchi ma anche per eseguire proiezioni ortogonali. [Wikipedia] 12
  • 11. I VARI TIPI DI COMPASSO Esistono vari tipi di compasso e alcuni ve li faremo vedere nelle seguenti diapositive: ° “ Il compasso di calibro e spessore: le aste di questo compasso sono “bombate” alla fine, in maniera tale da formare una circonferenza quando il compasso è chiuso; può essere adoperato per le misurazioni dei diametri, degli oggetti sferici o ricurvi. È utilizzato in scultura e, in generale, in campo artistico per misurare fisicamente il corpo umano e per il calibro dei proiettili.” [Wikipedia] 13
  • 12. I VARI TIPI DI COMPASSO Il compasso militare: è un particolare tipo di compasso di calibro: di struttura praticamente identica al primo, differisce da esso soltanto per la presenza di una scala graduata che riporta, in proporzione il calibro, altri dati relativi ai proiettili come il peso o la gittata. Possiede la capacità di convertirsi in bussola o in orologio solare. Tale strumento è quasi in disuso e sostituito dalla moderna tecnologia. [Wikipedia] 14
  • 13. I VARI TIPI DI COMPASSO ° Il compasso di riduzione: “è uno strumento da cartografo, che si distingue dai normali balaustrini a causa della presenza di un punto di giuntura, scorrevole e non fisso come in tutti gli altri compassi. Agendo su questa articolazione è possibile ridurre una misura, presa precedentemente in una scala compresa solitamente tra 1:2 e 1:15, consentendo di ottenere copie ridotte di un disegno iniziale o di una cartina geografica.” [Wikipedia] 15
  • 14. IL PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO… Il principio di funzionamento del compasso è basato su linee proporzionali che sono tracciate sulla gamba del compasso e su quattro scale disegnate sul quadrante. Queste scale, attraverso una serie di meccanismi, consentono di realizzare vari tipi di calcoli. L’equivalente del compasso di Galileo era il regolo, che soppiantò questo tipo di compassi e fu usato dagli ingegneri di tutto il mondo fino all’avvento del calcolatore, cioè fino ai primi anni degli anni Sessanta. [Wikipedia] 16
  • 15. Fonti consultate per la ricerca:  http://www.policultura.it/  http://it.wikipedia.org/wiki/Compasso_(strumento)  http://online.scuola.zanichelli.it  http://catalogo.museogalileo.it/multimedia/Compasso. html 17
  • 16. Questa ricerca partecipa alla 69° edizione del 18
  • 17. RICERCA SVOLTA DA SARA ZANOTTI CATIA PATUELLI SOPHIA FERRERA CLASSE 3B