Endangered animals/Animali in via di estizione
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Endangered animals/Animali in via di estizione

on

  • 825 views

Questa attività è stata progettata e realizzata dagli alunni della classe seconda sez. A della scuola secondaria di primo grado dell'I.C. "D'Aosta" di Ottaviano per il Progetto Comenius ECOPALS ...

Questa attività è stata progettata e realizzata dagli alunni della classe seconda sez. A della scuola secondaria di primo grado dell'I.C. "D'Aosta" di Ottaviano per il Progetto Comenius ECOPALS nell'anno scolastico 2013-2014

Statistics

Views

Total Views
825
Views on SlideShare
221
Embed Views
604

Actions

Likes
1
Downloads
2
Comments
1

3 Embeds 604

http://ecopalscomenius.weebly.com 283
http://www.weebly.com 171
http://new-twinspace.etwinning.net 150

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
  • I'm impressed by yours species!!!
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Endangered animals/Animali in via di estizione Endangered animals/Animali in via di estizione Presentation Transcript

  • COMENIUS PROJECT ECO PALS STUDENTS’ ACTIVITIES 2013-2014
  • In Italia vivono circa 800-1.000 esemplari di lupi sulle Alpi Orientali e in quelle Centrali, e lungo gli Appennini. Le principali cause di estinzione del lupo sono:  il bracconaggio, la caccia condotta con ogni mezzo: fucili, bocconi avvelenati, tagliole e lacci.  Diminuzione dell’ambiente adatto e scomparsa dei grandi erbivori selvatici dei quali il predatore si nutre preferibilmente.  Competizione per il cibo con cani selvatici e volpi.  Invasione umana degli ambienti una volta inaccessibili. In Italy there are about 800-1,000 copies of wolf in the Oriental and Central Alps , and along the Apennines. The main causes of extinction of the wolf are:  poaching, hunting carried out by any means: guns, poisoned baits, traps and snares.  Decrease in the right environment and the disappearance of large wild herbivores which the predator feeds.  Competition for food with wild dogs and foxes.  Human invasion of the areas once inaccessible.
  • La foca monaca del Mediterraneo è a rischio di estinzione. Il Wwf Italia inserisce la foca monaca nella Lista rossa delle specie di mammiferi in pericolo nel nostro Paese, considerandolo il mammifero marino più minacciato in Europa e uno dei più rari al mondo. I dati diffusi dall’organizzazione dicono che i due terzi della popolazione originaria sono morti a causa di epidemie o dell'avvelenamento causato da alghe tossiche. The Mediterranean monk seal is at risk of extinction. The WWF Italy enters the monk seal in the Red List of mammal species in danger in our country, considering it the most endangered marine mammal in Europe and one of the rarest in the world. The data released by the organization say that twothirds of the original population have died because of epidemics or poisoning caused by toxic algae.
  • Restano poche coppie ora concentrate in Sicilia, sempre più minacciato da trasformazione dell'habitat per costruire l'agricoltura intensiva e infrastrutture. Altri fattori legati alla estinzione sono il bracconaggio e il cibo limitata come conigli, una volta abbondanti in Sicilia. There remain a few pairs now concentrated in Sicily, increasingly threatened by habitat transformation to build intensive farming and infrastructure. Other factors related to the extinction are poaching and limited food like rabbits once abundant in Sicily.
  • L’ORSO BRUNO THE BROWN BEAR L’Orso bruno, re delle montagne abruzzesi è a rischio di estinzione. Piccole e ridotte popolazioni vedono ogni giorno di più contrarsi il loro habitat, i loro boschi frammentati da strade, minacciati da nuovi impianti sciistici e insediamenti abitativi o tagliati per fare spazio a nuovi terreni agricoli. The Brown Bear, king of the mountains of Abruzzo is at risk of extinction. Small and reduced populations they see every day shrink their habitat their forests fragmented by roads, threatened by new ski resorts and residential areas or cut to make space for new farmland.
  • In Italia la lontra è estremamente rara e sopravvive solo in alcune zone del sud Italia (Parco Nazionale del Pollino-Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano - Basilicata e Calabria, Puglia, Molise e Campania); del centro (fiume Sangro, Parco Nazionale della Maiella, Abruzzo) e del nord (Ticino e alto adige). Nel 1988 ha avuto inizio il progetto lontra del parco naturale della valle del ticino con l'obiettivo di ripopolare le acque del fiume omonimo, un tempo ricche di questi animali. Il 22 agosto 1997 nel comune di Cameri (No) è stata rilasciata la prima coppia di lontra comune europea (lutra lutra). In Italy, the otter is extremely rare and survives only in parts of southern Italy (Pollino National Park-National Park of Cilento and Vallo di Diano - Basilicata and Calabria, Apulia, Molise and Campania), center (Sangro River National Park Maiella, Abruzzo) and northern (Ticino and South Tyrol). In 1988 he began the project otter of the natural park of the valley in Ticino in order to repopulate the waters of the river of the same name once rich in these animals. On 22 August 1997 in the municipality of Cameri (No) was released the first pair of common European otter (Lutra lutra).
  • Oggi, grazie a programmi di riproduzione in cattività e alle introduzioni di nuovi esemplari, è solo “vulnerabile”, mentre nel 1996 era considerato in pericolo. La sua popolazione e il suo territorio, comunque, sono ancora ristretti; secondo il WWF, solo rigide misure di tutela possono garantirne la conservazione a lungo termine. Today, thanks to captive breeding programs and to introductions of new specimens, it is only "vulnerable", while in 1996 it was considered in danger. Its population and its territory, however, are still restricted, according to the WWF, only strict protection measures can ensure the longterm preservation.
  • LA CAPRA NAPOLETANA THE NEAPOLITAN GOAT La Capra Napoletana che i pastori definiscono anche "Torca Nera" allevata quasi esclusivamente sui Monti Lattari presenta particolari aspetti fenotipici che ci fa ipotizzare che esse derivino dall'incrocio di capre locali con quelle di ceppo nubiano. L'ipotesi della provenienza di tali capi dal ceppo nubiano e' avallata dal fatto che, durante l'epoca coloniale, il porto di Napoli e' stato il più importante porto italiano per l'interscambio commerciale con i Paesi dell'oriente. Oggi essa e' molto rara ed in via di estinzione a tal punto che e' inclusa fra gli animali dello zoo di Napoli. The Goat Napoletana that pastors also define "Black Twist" bred almost exclusively on Latter presents particular phenotypic features that makes us speculate that they result from the intersection of local goats with those of the Nubian strain. The hypothesis of the origin of this strain Nubian chiefs and supported by the fact that during the colonial era, the Port of Naples was the most important Italian port for trade with the countries of the East. Today it is very rare and endangered so it is included among the animals at the zoo in Naples.
  • Oggi l’uomo cerca di proteggere quegli animali in via d’estinzione, creando parchi Zoologici, proteggendo habitat naturali, in modo che gli animali possano vivere in tranquillità senza essere “disturbati” dalla presenza dell’uomo. Oggi esistono anche associazioni che proteggono gli animali, la più famosa e conosciuta è la WWF. La missione della WWF è quella di costruire un mondo in cui l’uomo possa vivere in armonia con la natura. Today the man tries to protect animals in danger of extinction by creating parks zoos, protecting natural habitats, so that the animals can live in peace without being "disturbed" by the presence of man. Today there are also associations to protect animals, the most famous and well known is the WWF. The mission of WWF is to build a world where humans live in harmony with nature.
  • Dovremmo pensare a noi tutti come una grande catena, se solo un anello si spezza si spezzerebbero tutti i presupposti di un equilibrio perfetto qual è l'ecosistema. Se pensiamo alle catastrofi ambientali come l'aumento della CO2 , il buco dell'ozono, l’inquinamento, il disboscamento incontrollato, le scorie radioattive, presto L’ESSERE UMANO sarà la prossima specie in via d'estinzione! We should think of us all as a large chain, if only one link breaks would break all the conditions for a perfect balance what is the ecosystem. If we think of environmental disasters such as the increase of CO2, ozone depletion, pollution, uncontrolled deforestation, radioactive waste, HUMAN soon will be next specie in danger of extinction!
  • LAVORO SVOLTO DALLA 2^A SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO “D’AOSTA” OTTAVIANO NAPOLI ITALIA.