Loading…

Flash Player 9 (or above) is needed to view presentations.
We have detected that you do not have it on your computer. To install it, go here.

Like this presentation? Why not share!

Tuttisottostessocielo 2

on

  • 707 views

lavoro

lavoro

Statistics

Views

Total Views
707
Views on SlideShare
630
Embed Views
77

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

4 Embeds 77

http://www.circolobinasco.gov.it 52
http://www.istitutocomprensivobinasco.gov.it 18
http://lnx.circolobinasco.it 5
http://www.slideshare.net 2

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Tuttisottostessocielo 2 Tuttisottostessocielo 2 Presentation Transcript

  • TUTTI SOTTO LO STESSO CIELO CLASSI QUINTE LABORATORIO D'INFORMATICA SCUOLA PRIMARIA "ANNA FRANK" ANNO SCOLASTICO 2005/2006
  • Percorso di Educazione Religiosa ed Interculturale realizzato dalle classi quinte
  • Prendere consapevolezza delle varie forme di diversità presenti in ciascun essere umano, allo scopo di prevenire e contrastare la formazione di stereotipi e pregiudizi nei confronti di persone e culture. SCOPO DEL PROGETTO
  • Milano Visita alla mostra interattiva “ Gli altri siamo noi!” Siete pronti? Si parte!
  • Visita alla mostra Il percorso inizia con la visita alla mostra interattiva “Gli altri siamo noi” dell’associazione “Pace e dintorni”. Non si tratta di una mostra tradizionale della parola, ma piuttosto di un percorso con giochi, quadri da guardare un po’ strani, ecc. per riflettere sui pregiudizi, la discriminazione e il capro espiatorio .
  • “ Il passaporto” Viaggiamo in coppie e abbiamo in mano il Passaporto, una specie di guida al percorso della mostra, in cui dobbiamo annotare risposte osservazioni ed esperienze personali . Davvero divertente!
  • I disegni e le nostre riflessioni sulla mostra La mostra interattiva “Gli altri siamo noi” è molto interessante e fa vedere cose “normali” sotto altri aspetti. La mostra è una specie di percorso, dove, seguendo i numeri su cartelloni e rispondendo alle domande del passaporto (un libretto che viene dato all’ ingresso) si capisce cosa sono i pregiudizi e in un certo senso come comportarsi. Elisabetta, Vanessa e Davide
  • Questa mostra è a Milano, ed è adatta ai ragazzi di quinta e delle medie. Tratta argomenti su cui riflettere: i pregiudizi, il capro espiatorio, la differenza tra i fatti e le opinioni, le discriminazioni e generalizzazioni. Ma non è noiosa, non è una mostra dove devi solo guardare, è una mostra che ti fa riflettere e insieme divertire. All’inizio guardi una videocassetta sulle diversità del mondo: giochi, abitudini e costumi, che in un posto possono essere “belle”, e in un altro addirittura ridicole. A questo punto, a coppie, si inizia il percorso. Ci sono illusioni ottiche, tipo delle matite cha guardando le punte sembrano tre, mentre guardando il fondo sembrano quattro; trabocchetti, per esempio un pezzo di disegno che sbuca, sembra la coda di un cavallo, ma in realtà è... MOSTRA INTERATTIVA: ”GLI ALTRI SIAMO NOI” commento di Ilaria e Zoe
  • Lungo il percorso si incontrano anche giochi, come cambiare il colore della pelle o domandare e rispondere attraverso un tubo a domande trabocchetto! Si possono anche leggere dei testi scritti da ragazzi che si trovano in situazioni diverse: essere un bullo perché ci si annoia; essere un pecorone perché non si ha il coraggio di contraddire; essere chiamato “tonto” perché non si vuole fare il loro stesso gioco, ecc. Sull’argomento delle generalizzazioni, bisogna rispondere se sono giuste o no, e alla fine, se si risponde esattamente, si trova la combinazione giusta per aprire un lucchetto. … Ci sono anche delle vignette che trattano l’argomento dei pregiudizi: sembra che ad aver fatto qualcosa, tipo rompere la vetrina, sia stato uno, che invece non centra a niente. I disegni sono di Oscar, Nicholas e Annalisa
  • Questa mostra parla delle differenze che ci sono nel mondo: il colore della pelle, la forma degli occhi, il colore dei capelli ecc. A volte le persone vengono prese in giro perché sono diverse, però anche noi ai loro occhi siamo diversi: per esempio se andiamo in Cina possiamo notare che la forma dei loro occhi è differente dalla nostra. Quando entri ti fanno sedere per guardare una video cassetta che parla delle differenze, ti danno anche un “passaporto” che dovrai compilare durante la mostra . Una volta finito di vedere la video cassetta, puoi scegliere da che parte entrare decidendo se hai pregiudizi. Potrai anche capire che cosa significa essere un “capro espiratorio” e scriverai una situazione nella quale ti sei sentito un “capro espiratorio”. Quando uscirai dalla mostra farai dei giochi molto divertenti. Secondo noi la mostra è molto bella ed interattiva, consigliamo ai ragazzi di andare a vederla! MOSTRA INTERATTIVA : “GLI ALTRI SIAMO NOI” Larissa e Clara
  • LE POESIE Leggiamo alcune poesie per riconoscere come valore la diversità di ogni essere umano e per far intuire che la religione ha sempre costituito un elemento fondamentale nella cultura dei popoli: l’uomo fin dall’inizio del suo cammino sulla terra, ha cercato il senso della vita e il perché della sua esistenza
  • Non importa chi tu sia; uomo o donna, vecchio o fanciullo, operaio o contadino, soldato o studente o commerciante; non importa quale sia il tuo credo politico o quello religioso; se ti chiedono qual è la cosa più importante per l’umanità rispondi prima , dopo , per sempre la pace! Li Tien Min Non importa chi tu sia!
  • Mi sorprende la rugiada, mi svegliò. Mi mostrò che Non ero ne sarei stato solo. Lassù ci sono la luna, le stelle, gli astri, le nubi. Quaggiù la rugiada, i fiori che cominciano a riprendere il loro profumo, la notte e io. Gli altri … La vita mi sta chiamando, mi chiede di darle amore. Luis Guterrez Mi sorprende la rugiada
  • “ Non so come canti, O mio Maestro. Ascolto sempre muto e rapito della meraviglia. La fiamma della tua musica Irradia il mondo. Il respiro della tua musica Corre da un cielo all’altro. L’onda sacra della tua musica Infrange tutti gli ostacoli E fluttua veloce. Il mio cuore brama di prendere parte al tuo canto ma invano tenta di trovare voce. Tu hai preso il mio cuore Negli infiniti lacci della tua musica, Maestro mio.” Poesia di Tagore
  • LE GRANDI RELIGIONI La diffusione delle religioni nel mondo, quali sono e dove sono diffuse: per scoprirlo andiamo in laboratorio di Informatica
  • Planisfero delle grandi religioni
  • Dati relativi alla diffusione delle grandi religioni
    • 20 milioni di ebrei
    • 360 milioni di buddisti
    • 1 miliardo e 992 milioni di cristiani
    • 360 milioni di induisti
    • 100 milioni di animisti
    • 1 miliardo e 200 milioni di musulmani
  • Abbiamo approfondito la conoscenza delle seguenti religioni: Cristianesimo Buddismo Induismo Ebraismo Islàm
  • Le ricerche sulle grandi religioni sono state stampate e rilegate in un unico fascicolo E’ stato un lavoro difficile ma divertente, perché abbiamo lavorato in gruppo e abbiamo usato il computer!
  • Siete stanchi? Siamo quasi giunti al traguardo! Festa “ Luci e colori della pace” 6 maggio 2006
    • I canti
    • Le classi prime cantano in italiano : “Come si fa”
    • Le classi seconde cantano in francese: “ Sur le pont d’Avignon”
    • Le classi terze cantano in spagnolo: “Guantanamera”
    • Le classi quarte cantano in tedesco: “Freunde”
    • Le classi quinte cantano in inglese: “We”
    • Tutti insieme cantiamo “Hevenu Shalom Alechem”
    “ LUCI E COLORI DELLA PACE”
  • Prendi un sorriso, regalalo a chi non l'ha mai avuto. Prendi un raggio di sole, fallo volare là dove regna la notte. Scopri una sorgente, fa bagnare chi vive nel fango. Prendi una lacrima, posala sul volto di chi non ha pianto. Prendi il coraggio, mettilo nell'animo di chi non sa lottare. Scopri la vita, raccontala a chi non sa capirla. Prendi la speranza, e vivi nella sua luce. Prendi la bontà, e donala a chi non sa donare. Scopri l'amore, e fallo conoscere al Mondo. Mohandas Karmchand Gandhi La poesia letta da Stefania di V B durante la festa
  • Le foto Le musiche in sottofondo sono state preparate dal papà di Annalisa e sono le basi musicali di “Come si fa” e “Freunde”
  • Ok! La festa è finita! Siamo arrivati alla fine del percorso “Tutti sotto lo stesso cielo”ed anche della classe quinta. Adesso ci aspettano le meritate vacanze!
  • FINE