La romania

  • 110 views
Uploaded on

la Romania

la Romania

More in: Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
110
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
2
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. La Romania
  • 2. TERRITORIOGran parte dellafrontiera romenacon la Serbia e laBulgaria a sud e asud-ovest è formatadal Danubio. IlDanubio ha comeaffluente il fiumePrut che forma ilconfine con laRepubblica diMoldavia a nord-est,dove la foce delfiume sul Mar Nerodelimita anche ilconfine conlUcraina.
  • 3. MONTI E FIUMI DEL TERRITORIOI monti Carpazi dominano gran parte della Romania soprattutto a nord-ovestdisponendosi a ferro di cavallo, con cime alte fino a 2.500 m eraggiungendo i 2.544 m del monte Moldoveanu.• I FIUMI PRINCIPALI DELLA ROMANIA:il Mure ;șlArge ;șil Some ;șil Siret;il Prut e lOlt sfociano nel Danubio, che delimita il confine traRomania e Bulgaria
  • 4. ATTRAZIONI PAESAGGIEcco un’attrazione paesaggistoca della Romania: leGole di Turda.Le Gole di Turda sono un canyon che si trova a 6 kmda Turda; è area naturale protetta.Le gole si estendono per 2,9 km e le pareti rocciose,spesso lisce, raggiungono i 300 m d’altezza.
  • 5. POPOLAZIONELa popolazione romena, da oltre 30 anni, fa registrare un tasso di crescitanegativo del -0,4, ed è attualmente di 22 milioni di abitanti.Il tasso di mortalità infantile è del 2%, mentre la concentrazione urbana è del64%.-LE ETNIELa maggioranza della popolazione è di etniaromena.Vi sono numerose minoranze: la maggiore èquella ungherese; in misura minore, rom(1,5%), tedesche (1,3%), ucraine (0,3%),turche e tatare (0,26%) e anche russe (0,2%)e serbe (0,11%).
  • 6. LE ETNIELa maggioranza della popolazione è di etniaromena.Vi sono numerose minoranze: la maggiore èquella ungherese; in misura minore, rom(1,5%), tedesche (1,3%), ucraine (0,3%),turche e tatar(0,26%) e anche russe (0,2%)e serbe (0,11%).La presenza italiana in Romania risale allafine dell’Ottocento e allinizio delNovecento, quando italiani provenientida alcune regioni allora povere (inparticolare dal Veneto e dal Friuli)migravano infatti in Romania perlavorare nelle miniere, sui cantieridelle ferrovie o nell’edilizia. Secondoricerche storiche, tra la fine dell’800 ela seconda guerra mondiale vi sitrasferirono 130.000 italiani, per lamaggior parte ritornati in patria dopo il1945.
  • 7. LA LINGUALa lingua ufficiale è il romeno, una lingua neolatina. Il lessico romeno derivasoprattutto dal latino o da altre lingue romanze, con importanti influenzelinguistiche slave, generalmente balcaniche, e turche. Va ricordato inoltreche solo nel XIX secolo lalfabeto latino aveva sostituito il cirillico, impiegatofino ad allora dal clero e dallaristocrazia. Un vaglio effettuato da ricercatoriromeni ripartisce le varie influenze secondo il seguente schema:• 75% circa parole di origine latina o neolatina– 35,33% ereditato dal latino, la maggior parte del vocabolario di base– 15,26% prestiti dal latino (vocaboli eruditi)– 22,12% dal francese– 3,95% dallitaliano– 3,91% di origine locale (la maggior parte di origine latina)• 10,17% di origine slava– 6,18% antico slavo
  • 8. – 2,6% bulgaro moderno– 1,12% russo– 0,85% serbo e croato– 0,23% ucraino– 0,19% polacco• 2,47% tedesco• 1,7% greco moderno• 0,96% substrato probabilmente daco• 1,43% ungherese• 0,73% turco• 0,07% inglese (in rapida crescita)• 0,19% onomatopea• 2,71% origine sconosciuta o incerta
  • 9. LA RELIGIONEPer la maggior parte i romeni appartengono alla Chiesa ortodossa romena.Il protestantesimo , è principalmente praticato da popolazioni di originetedesca e ungherese della Transilvania. In Dobrugia, la regione che si trovasulla costa del Mar Nero, vi è una piccola minoranza islamica.La comunità ebraica, che fu una delle più consistenti dEuropa, subì lepersecuzioni della Seconda Guerra Mondiale per mano dei nazisti, e poi acausa della politica di Ion Antonescu. Dei sopravvissuti, la stragrandemaggioranza è emigrata in Israele, in parte già durante la guerra.
  • 10. LA STORIAAnticaLattuale territorio della Romania era già abitato nel II millennio a.C. da alcunetribù indo-europee conosciute sotto il nome di Traci.Dopo la fine della dominazione romana (271) cominciarono ad arrivare nelleterre dellattuale Romania nuovi popoli e culture.Nuovi popoli di cultura iranica, germanica, turco-tartara, slava, ebraica, armena,greca, rom, ecc. giunsero in varie ondate a partire dal III secolo d.C.;tuttavia alcuni di questi popoli non si sono fusi con la popolazionepreesistente e mantengono ancor oggi il loro idioma.
  • 11. Medioevo e RinascimentoNel Medioevo i romeni vivevano in tre principati distinti, la Valacchia, laMoldavia e la Transilvania.Nel Rinascimento, la Valacchia, la Moldavia e la Transilvania erano diventativassalli dellImpero ottomano. Questultima, benché sottoposta allImperoottomano, rappresentava lunica parte ancora autonoma appartenendo alRegno dUngheria. Dal 1711 il Regno dUngheria e con esso anche laTransilvania, ebbe come sovrano lo stesso regnante della Monarchiaasburgica, fino al 1867, quando entrò a far parte dellImpero Austro-Ungarico.
  • 12. Storia contemporaneaAllinizio della Seconda guerra mondiale la figura politica più significativa fuquella di Ion Antonescu, un alto ufficiale che fece alleare il suo Paese allaGermania nazista.Nellestate del 1940, il paese subì loccupazione da parte dellUnione Sovietica.La Romania poi affiancò la Germania nellinvasione della Russia un annodopo. Dopo la sconfitta nella Seconda guerra mondiale, la Romania divenneuno Stato comunista nellorbita del Patto di Varsavia.Nel 1965 cominciò il governo dittatoriale di Nicolae Ceau escu, che ebbeștermine nel 1989.Nel 2004 la Romania è entrata nella NATO e nel 2007 nell’Unione Europea.
  • 13. Ordinamento dello StatoLa Romania è una repubblica democratica presidenziale nellaquale il potere esecutivo viene esercitato fra il presidente e ilprimo ministro.Il Presidente è eletto con voto popolare per un massimo di duemandati di 5 anni. Egli è il Capo di Stato incaricato disalvaguardare la costituzione, gli affari esteri e ilfunzionamento corretto delle autorità pubbliche. Il poterelegislativo nello Stato romeno è esercitato dal Parlamento,che consiste in due camere, il Senato, che conta 143 membrie la Camera dei Deputati, che ha 343 membri. I membri dientrambe le camere sono eletti ogni quattro anni.Il potere giudiziario è indipendente.
  • 14. L’ECONOMIADopo il collasso del Blocco Sovietico, la Romania è rimasta con una baseindustriale obsoleta e un paniere di capacità industriali totalmente inadattoai suoi bisogni.Nel febbraio 1997 la Romania intraprese un programma comprensivo distabilizzazione macroeconomica e riforma strutturale, ma questa riforma fusuccessivamente un frustrante processo a singhiozzo. I programmi diristrutturazione includevano la privatizzazione o liquidazione di grandiindustrie ad alto consumo elettrico e maggiori riforme nel settoredellagricoltura e della finanza.
  • 15. Nel 2007 leconomia è aumentata del 8% e del 7,2% nel 2008. Lanno di crisi2009 ha quasi del tutto annullato la crescita precedente. La retromarciadelleconomia nel periodo di crisi è stata causata dalla falsa crescitaavvenuta negli anni precedenti, ovvero una crescita economica basata sulboom immobiliare e sui prestiti bancari destinati al consumo. La contrazionedelleconomia ha causato una notevole riduzione degli incassi delle tasse,constringendo il governo a richiedere un prestito al Fondo MonetarioInternazionale (FMI) e alla Banca Mondiale.
  • 16. CUCINALa cucina romena è molto semplice, basata su piattisaporiti e facili da preparare, quasi tutti a base dicarne, verdure o pesce. Piatti tradizionali sono:• Musaca: specialità di carne di maiale tritata e speziatacon aglio e peperoncino.• Tochitură: carne di maiale, formaggio di pecora, uova,aglio, polenta.• Mititei o Mici: polpette di forma cilindrica di carne dimanzo (talvolta mescolata con maiale o pecora)condita con aglio e pepe nero (a volte peperoncino) euna spezia chiamata Cimbru (il timo). Sono cucinatisulla griglia e possono essere serviti con senape, ocon altre salse locali.• Ciorbă: è il piatto principale ed è una minestra ozuppa, preparata con ingredienti diversi, soprattuttoverdure e carne.• Sarmale: involtini di foglie di verza o di vite farciti conmacinato di carne di maiale, riso, più altre verdure esapori.• Cozonac: dolce tipico pasquale dalla formaparallelepipeda ripieno di canditi, noci o cacao.• Mamaliga: polenta.• Fasole cu cârna i: fagioli con salsiccia affumicata.ț
  • 17. FESTE TRADIZIONALI ROMENE24 febbraio Festa degli innamorati1° marzo Festa dell’arrivo dellaprimavera8 marzo Festa della donna1°novembre Festa dei defunti
  • 18. • Ricerca sulla Romania eseguita da: