La “Destra Storica”  e i problemi postunitari (1861-1876)
La “Destra Storica” <ul><li>Dal  1861  al  1876  l’Italia fu governata dai liberali moderati di ispirazione cavouriana. </...
I problemi postunitari <ul><li>La Destra Storica si trovò ad affrontare i principali problemi successivi all’unità: </li><...
Piemontesizzazione <ul><li>La nascita del nuovo stato viene ridotta ad un  allargamento del Piemonte : </li></ul><ul><ul><...
La questione meridionale <ul><li>L’unificazione comporta un nuovo peso per il Meridione: </li></ul><ul><ul><li>Le speranze...
Brigantaggio <ul><li>La  ribellione delle masse  popolari del Sud si espresse nella formazione di bande di briganti che i ...
L’annessione del Veneto <ul><li>La cosiddetta  Terza guerra di indipendenza  è in realtà un capitolo del conflitto con il ...
La presa di Roma <ul><li>Seguendo Cavour i governi della Destra cercarono senza successo di ottenere Roma per  via diploma...
La “breccia”  di Porta Pia
La questione romana <ul><li>L’unificazione comportò una  rottura  tra la  Chiesa  cattolica e il nuovo  stato italiano . <...
La crisi sarà sancita da: <ul><li>Scomunica  (1860) dei responsabili dell’usurpazione dei territori pontifici. </li></ul><...
Questione finanziaria <ul><li>Il nuovo stato si trovò di fronte un notevole indebitamento nato dalla unificazione dei  deb...
 
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

08 problemi postunitari

2,732 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,732
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
74
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

08 problemi postunitari

  1. 1. La “Destra Storica” e i problemi postunitari (1861-1876)
  2. 2. La “Destra Storica” <ul><li>Dal 1861 al 1876 l’Italia fu governata dai liberali moderati di ispirazione cavouriana. </li></ul><ul><ul><li>Rappresentavano gli interessi aristocratici e altoborghesi ; </li></ul></ul><ul><ul><li>erano, in economia, di tendenze liberiste ; </li></ul></ul><ul><ul><li>manifestavano un forte senso dello stato </li></ul></ul><ul><ul><li>e una notevole prudenza nell’attuare riforme , soprattutto sul piano sociale; </li></ul></ul><ul><ul><li>non disdegnavano i metodi autoritari . </li></ul></ul>
  3. 3. I problemi postunitari <ul><li>La Destra Storica si trovò ad affrontare i principali problemi successivi all’unità: </li></ul><ul><ul><li>La questione istituzionale </li></ul></ul><ul><ul><li>Il brigantaggio nel Meridione </li></ul></ul><ul><ul><li>Il completamento dell’unità (Venezia e Roma) </li></ul></ul><ul><ul><li>La questione romana (rapporto con la Chiesa) </li></ul></ul><ul><ul><li>La questione finanziaria </li></ul></ul>
  4. 4. Piemontesizzazione <ul><li>La nascita del nuovo stato viene ridotta ad un allargamento del Piemonte : </li></ul><ul><ul><li>Lo Statuto e le leggi del Regno di Sardegna vengono estese a tutto il territorio nazionale. </li></ul></ul><ul><ul><li>Persino il sovrano rimane Vittorio Emanuele II , mantenendo il numero dinastico anche come Re d’Italia. </li></ul></ul><ul><ul><li>Ogni progetto di decentramento amministrativo viene presto abbandonato. </li></ul></ul>
  5. 5. La questione meridionale <ul><li>L’unificazione comporta un nuovo peso per il Meridione: </li></ul><ul><ul><li>Le speranze di trasformazione sociale sono deluse sin dalla conquista garibaldina. </li></ul></ul><ul><ul><li>L’unificazione dei mercati danneggia l’economia del Sud. </li></ul></ul><ul><ul><li>Il Piemonte impone il suo pesante sistema fiscale e il servizio militare a regioni che non avevano mai conosciuto la leva. </li></ul></ul>
  6. 6. Brigantaggio <ul><li>La ribellione delle masse popolari del Sud si espresse nella formazione di bande di briganti che i borbonici tentarono con scarso successo di strumentalizzare. </li></ul><ul><li>Il governo difese l’ordine mobilitando metà dell’esercito e imponendo al Sud lo stato d’assedio ( legge Pica, 1863 ). </li></ul><ul><li>Il fenomeno fu duramente represso (1863-65) senza che si intervenisse sulle cause. </li></ul>
  7. 7. L’annessione del Veneto <ul><li>La cosiddetta Terza guerra di indipendenza è in realtà un capitolo del conflitto con il quale la Prussia sconfisse l’Austria , unificando la Germania ( 1866 ). </li></ul><ul><li>La Prussia chiese l’aiuto dell’Italia che però ottenne solo sconfitte (Custoza e Lissa) e l’umiliazione di ricevere il Veneto attraverso la Francia. </li></ul>
  8. 8. La presa di Roma <ul><li>Seguendo Cavour i governi della Destra cercarono senza successo di ottenere Roma per via diplomatica . </li></ul><ul><li>Garibaldi tentò più volte il colpo di mano incontrando l’opposizione di Napoleone III ( Aspromonte 1862 , Mentana 1867 ). </li></ul><ul><li>Solo dopo la caduta del II Impero , venuta meno la difesa francese, i bersaglieri entreranno a Roma ( 20 settembre 1870 ). </li></ul>
  9. 9. La “breccia” di Porta Pia
  10. 10. La questione romana <ul><li>L’unificazione comportò una rottura tra la Chiesa cattolica e il nuovo stato italiano . </li></ul><ul><ul><li>Pio IX (1846-1878) non accettò la perdita del potere temporale che considerava garanzia dell’autonomia del papa. </li></ul></ul><ul><ul><li>Il governo italiano , pur assicurando a parole libertà della Chiesa, ne minava le basi economiche seguendo la linea di quello piemontese ( 1867 : esproprio di tutti i beni ecclesiastici non parrocchiali). </li></ul></ul>
  11. 11. La crisi sarà sancita da: <ul><li>Scomunica (1860) dei responsabili dell’usurpazione dei territori pontifici. </li></ul><ul><li>Sillabo (1864): condanna degli errori della modernità e del liberalismo. </li></ul><ul><li>“ Non expedit” (1874): invito ai cattolici italiani all’astensione nelle elezioni politiche (i cattolici torneranno a votare solo all’inizio del XX secolo). </li></ul>
  12. 12. Questione finanziaria <ul><li>Il nuovo stato si trovò di fronte un notevole indebitamento nato dalla unificazione dei debiti pubblici degli stati preunitari e dalle spese militari . </li></ul><ul><li>L’obiettivo del pareggio del bilancio fu perseguito con l’ inasprimento fiscale ( tassa sul macinato , 1868) </li></ul><ul><li>e ottenuto nel 1876 dal governo Minghetti, l’ultimo della Destra. </li></ul>Debito pubblico nel 1861: L. 2.400.000 (€ 1.239,50) Debito pubblico nel 2009: € 1.750.000.000.000 (L. 3.388.473.000.000.000)

×