Your SlideShare is downloading. ×
Presentaz epict
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Presentaz epict

560
views

Published on


0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
560
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. CTSS Angelo Magoga Castelfranco Veneto, 20 aprile 2010 D I S A B I L I T À e I C T e
  • 2. Noi siamo… Centro Territoriale di Supporto per le disabilità Sensoriali
  • 3. Il CTS Sensoriali
    • E’ stato l’ultimo CTS (l’ottavo) in ordine di tempo ad essere costituito nel Veneto
    • Ha sede presso l’ISISS di Treviso
    • Coabita con un Centro Territoriale per l’Integrazione
    TREVISO CENTRO
  • 4. Il CTS Sensoriali
    • Si occupa solamente di disabilità sensoriale
    • Ha competenza per le province di Treviso e Belluno
  • 5. Come è organizzato
    • Per la programmazione e l'attuazione delle attività è stato costituito un Comitato di gestione che vede la partecipazione dei rappresentanti di
      • Provincia di Treviso e Belluno
      • U.S.P. di Treviso e Belluno
      • A.U.L.S.S. 7, 8 e 9
      • Associazioni di categoria
      • CTI di Treviso, Asolo e Vittorio Veneto
  • 6. I compiti del nostro CTSS
    • Informazione sulle nuove tecnologie
    • Acquisto e gestione degli ausili
    • Supporto, consulenza ed assistenza
    • Formazione del personale scolastico, degli operatori socio-sanitari, delle famiglie
  • 7. I nostri “utenti”
    • Il CTSS è impegnato per supportare:
    • attraverso attività di formazione il personale che si occupa di disabilità sensoriale
    • attraverso consulenza le scuole che intendano presentare un progetto per la concessione di ausili in comodato d’uso
    • attraverso convegni informativi tutti gli operatori e le famiglie
  • 8. Le attività intraprese (1)
    • Formazione/informazione
    • Corso di formazione "Apprendimento ed integrazione scolastica degli alunni con minorazione visiva"
    • Convegno "Deficit sensoriale: implicazioni nello sviluppo cognitivo e relazionale“
    • Percorso formativo per un primo avvicinamento alla Lingua Italiana dei Segni
    • Corso di formazione "Adattamento tattile del metodo Feuerstein“
    • Corso di formazione "Ausili tecnologici complementari per la didattica“
  • 9.
    • Consulenza e fornitura di ausili
    • Sono stati concessi in comodato d’uso alle scuole, su specifico progetto, ausili e sussidi rivolti ad alunni con minorazione visiva o pluriminorati
    Il Centro è punto demo delle ditte Le attività intraprese (2)
  • 10. Quali ausili è possibile richiedere
    • Touch screen
    • Lavagne a tracciamento luminoso
    • Sistemi per la sottotitolazione in tempo reale
    • Videoingranditori hw e sw
    • Tastiere facilitate
    • Comunicatori
    • Software didattico
    • Software specifico (OCR, compensativo, …)
    • Semplici strumenti musicali
    • Screen reader e sintesi vocali
  • 11. Come reperire gli operatori
    • Nel Centro operano alcuni insegnanti che è possibile contattare telefonando all’Istituto “Fabio Besta” di Treviso al numero
    • 0422.410164 int. 5
    • per fissare un appuntamento, oppure inviando una e-mail all’indirizzo
    • [email_address]
  • 12. Siamo sul web
    • Il sito web del CTSS, in comune a quello del CTI, si trova all’indirizzo
    • www.besta.it/cti
    • Si possono trovare informazioni riguardo all’attività svolta, agli ausili concessi, nonché i materiali dei corsi effettuati su varie tematiche
    •  E’ attiva una newsletter
  • 13. La lavagna a tracciamento luminoso … un esempio di ausilio inclusivo in una scuola primaria Lorenza Vettor
  • 14. Caratteristiche dell’ausilio
    • Polimetilmetacrilato incluso in cornici dalle quali viene immessa luce (come in una fibra ottica)
    • La luce è invisibile fino a quando non raggiunge il tracciato di un pennarello
    • Il tracciato emetterà luce intensa del colore del pennarello
    • Lavagna delle dimensioni 160 x 110 cm
  • 15. Vantaggi dell’utilizzo
    • E’ uno strumento inclusivo poiché migliora le condizioni di visibilità a tutta la classe
    • Permette ad un alunno ipovedente di seguire attività didattiche che prevedono l’utilizzo di forme di rappresentazione grafica bidimensionale
    • Sostituisce l’uso della lavagna tradizionale
    • Permette la partecipazione e lo svolgimento di prove di verifica alla pari fra tutti gli alunni
    • Permette l’uso in trasparenza
  • 16. Difficoltà nell’uso
    • Presenza di riflessi accentuati
    • Necessità di porre dietro un pannello nero in caso di uso non in trasparenza
    • Necessità della presenza di una presa elettrica nelle vicinanze
  • 17. IC Santa Lucia di Piave Plesso di Scuola Primaria “Antonio Canova”