Your SlideShare is downloading. ×
0
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

(slide)Presentazione del \"Manifesto per le biblioteche digitali\"

2,557

Published on

Il manifesto consiste in trenta tesi, articolate in un continuum comunicativo strutturale suddiviso secondo principi, modelli e funzioni. Tale suddivisione è il risultato di un’elaborazione …

Il manifesto consiste in trenta tesi, articolate in un continuum comunicativo strutturale suddiviso secondo principi, modelli e funzioni. Tale suddivisione è il risultato di un’elaborazione intellettuale, che intendeva stimolare ad una riflessione sui principi, sui modelli e sulle funzioni che dovrebbero connotare i numerosi progetti ed iniziative incentrati sulle biblioteche digitali.

Published in: Education
0 Comments
5 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
2,557
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
66
Comments
0
Likes
5
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Presentazione Angela Di Iorio
  • 2. Gruppo di Studio sulle biblioteche digitali Componenti Coordinatore: Maurizio Messina (Biblioteca Marciana - Venezia) AIB - Associazione Italiana Biblioteche Dicembre 2005 Un Manifesto per le biblioteche digitali Giovanni Bergamin (Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze) Valdo Pasqui (Università di Firenze) Roberto Raieli (Univesità di Roma 3) Angela Di Iorio (Università di Roma "La Sapienza") Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio
  • 3. Struttura del documento AIB - Associazione Italiana Biblioteche Dicembre 2005 Un Manifesto per le biblioteche digitali Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Principi – tesi 1-15 Modelli – tesi 16-23 Funzioni – tesi 24-30
  • 4.
      • … sono conversazioni
      • … forniscono servizi
      • … promuovono la conoscenza
      • … sono biblioteche
      • … integrano le comunità
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Principi - Le biblioteche digitali …
      • … sono accessibili
      • … si fanno conoscere
      • … si mettono in discussione e si aggiornano
      • … sono finanziate in maniera trasparente
      • … non si occupano di techeology
      • … diffondono i documenti
      • … rispettano i diritti di tutti
      • … condividono i problemi delle loro comunità
      • … mal sopportano il centralismo
      • … sono in rete
  • 5.
      • … sono conversazioni
      • … forniscono servizi
      • … promuovono la conoscenza
      • … sono biblioteche
      • … integrano le comunità
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Principi - Le biblioteche digitali …
      • … sono accessibili
      • … si fanno conoscere
      • … si mettono in discussione e si aggiornano
      • … sono finanziate in maniera trasparente
      • … non si occupano di techeology
      • … diffondono i documenti
      • … rispettano i diritti di tutti
      • … condividono i problemi delle loro comunità
      • … mal sopportano il centralismo
      • … sono in rete
    Non biblioteca digitale, ma biblioteche digitali, non un sistema, una grande narrazione sistematica, ma tante conversazioni tenute insieme da un linguaggio comune, da una struttura comunicativa basata sull'assunzione di impegni fra comunità diverse per pubblici diversi conversazioni comunità
  • 6.
      • … sono conversazioni
      • … forniscono servizi
      • … promuovono la conoscenza
      • … sono biblioteche
      • … integrano le comunità
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Principi - Le biblioteche digitali …
      • … sono accessibili
      • … si fanno conoscere
      • … si mettono in discussione e si aggiornano
      • … sono finanziate in maniera trasparente
      • … non si occupano di techeology
      • … diffondono i documenti
      • … rispettano i diritti di tutti
      • … condividono i problemi delle loro comunità
      • … mal sopportano il centralismo
      • … sono in rete
    Non biblioteca digitale, ma biblioteche digitali , non un sistema, una grande narrazione sistematica , ma tante conversazioni tenute insieme da un linguaggio comune, da una struttura comunicativa basata sull'assunzione di impegni fra comunità diverse per pubblici diversi conversazioni comunità conversazioni struttura comunicativa linguaggio comune narrazione sistematica comunità pubblici biblioteche digitali
  • 7.
      • … sono conversazioni
      • … forniscono servizi
      • … promuovono la conoscenza
      • … sono biblioteche
      • … integrano le comunità
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Principi - Le biblioteche digitali …
      • … sono accessibili
      • … si fanno conoscere
      • … si mettono in discussione e si aggiornano
      • … sono finanziate in maniera trasparente
      • … non si occupano di techeology
      • … diffondono i documenti
      • … rispettano i diritti di tutti
      • … condividono i problemi delle loro comunità
      • … mal sopportano il centralismo
      • … sono in rete
    Le biblioteche digitali si presentano come comunità di natura disciplinare, territoriale o istituzionale diversa, che forniscono servizi agli utenti conversazioni servizi comunità
  • 8.
      • … sono conversazioni
      • … forniscono servizi
      • … promuovono la conoscenza
      • … sono biblioteche
      • … integrano le comunità
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Principi - Le biblioteche digitali …
      • … sono accessibili
      • … si fanno conoscere
      • … si mettono in discussione e si aggiornano
      • … sono finanziate in maniera trasparente
      • … non si occupano di techeology
      • … diffondono i documenti
      • … rispettano i diritti di tutti
      • … condividono i problemi delle loro comunità
      • … mal sopportano il centralismo
      • … sono in rete
    Le biblioteche digitali realizzano servizi che, tramite la promozione dell'accesso alle conoscenze, hanno come fini quelli di facilitare il pieno esercizio dei diritti di cittadinanza e di favorire la formazione lungo tutto l'arco della vita conversazioni conoscenza servizi comunità accesso diritti formazione
  • 9.
      • … sono conversazioni
      • … forniscono servizi
      • … promuovono la conoscenza
      • … sono biblioteche
      • … integrano le comunità
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Principi - Le biblioteche digitali …
      • … sono accessibili
      • … si fanno conoscere
      • … si mettono in discussione e si aggiornano
      • … sono finanziate in maniera trasparente
      • … non si occupano di techeology
      • … diffondono i documenti
      • … rispettano i diritti di tutti
      • … condividono i problemi delle loro comunità
      • … mal sopportano il centralismo
      • … sono in rete
    Le biblioteche digitali condividono con tutte le altre biblioteche la natura di servizio di mediazione per l'accesso alle conoscenze storicamente determinato dall'interrelazione con il proprio ambiente; nello specifico contesto della biblioteca ibrida esse mirano all'integrazione delle risorse digitali e di quelle non digitali in un quadro di servizio adeguato alle esigenze degli utenti conversazioni conoscenza servizi comunità accesso diritti formazione utenti
  • 10.
      • … sono conversazioni
      • … forniscono servizi
      • … promuovono la conoscenza
      • … sono biblioteche
      • … integrano le comunità
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Principi - Le biblioteche digitali …
      • … sono accessibili
      • … si fanno conoscere
      • … si mettono in discussione e si aggiornano
      • … sono finanziate in maniera trasparente
      • … non si occupano di techeology
      • … diffondono i documenti
      • … rispettano i diritti di tutti
      • … condividono i problemi delle loro comunità
      • … mal sopportano il centralismo
      • … sono in rete
    Le biblioteche digitali realizzano l'integrazione funzionale dei servizi offerti da molteplici comunità: archivi, biblioteche, musei, istituzioni della formazione e della ricerca, pubblica amministrazione, industria culturale, industria delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione conoscenza servizi comunità accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conversazioni
  • 11.
      • … sono conversazioni
      • … forniscono servizi
      • … promuovono la conoscenza
      • … sono biblioteche
      • … integrano le comunità
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Principi - Le biblioteche digitali …
      • … sono accessibili
      • … si fanno conoscere
      • … si mettono in discussione e si aggiornano
      • … sono finanziate in maniera trasparente
      • … non si occupano di techeology
      • … diffondono i documenti
      • … rispettano i diritti di tutti
      • … condividono i problemi delle loro comunità
      • … mal sopportano il centralismo
      • … sono in rete
    Le biblioteche digitali consentono al massimo grado la conservazione e la diffusione, tra gli altri documenti, di pre-print , rapporti interni, dispense, progetti di studio, protocolli sperimentali, pubblicazioni istituzionali, e altri e-print altrimenti relegabili nella cosiddetta "letteratura grigia" conoscenza diffusione servizi comunità accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione conversazioni
  • 12.
      • … sono conversazioni
      • … forniscono servizi
      • … promuovono la conoscenza
      • … sono biblioteche
      • … integrano le comunità
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Principi - Le biblioteche digitali …
      • … sono accessibili
      • … si fanno conoscere
      • … si mettono in discussione e si aggiornano
      • … sono finanziate in maniera trasparente
      • … non si occupano di techeology
      • … diffondono i documenti
      • … rispettano i diritti di tutti
      • … condividono i problemi delle loro comunità
      • … mal sopportano il centralismo
      • … sono in rete
    Le biblioteche digitali perseguono l'equità ed il giusto equilibrio fra gli interessi dei detentori dei diritti di proprietà intellettuale e gli interessi degli utenti ad un accesso pieno alle conoscenze, e salvaguardano il diritto alla riservatezza degli individui conoscenza diffusione servizi comunità accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni
  • 13.
      • … sono conversazioni
      • … forniscono servizi
      • … promuovono la conoscenza
      • … sono biblioteche
      • … integrano le comunità
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Principi - Le biblioteche digitali …
      • … sono accessibili
      • … si fanno conoscere
      • … si mettono in discussione e si aggiornano
      • … sono finanziate in maniera trasparente
      • … non si occupano di techeology
      • … diffondono i documenti
      • … rispettano i diritti di tutti
      • … condividono i problemi delle loro comunità
      • … mal sopportano il centralismo
      • … sono in rete
    Le biblioteche digitali basano il proprio rapporto con gli utenti sul metodo dell'interazione, favoriscono la partecipazione attiva degli utenti alla propria comunità e cercano di parlare il loro linguaggio conoscenza diffusione servizi comunità condivisione accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione
  • 14.
      • … sono conversazioni
      • … forniscono servizi
      • … promuovono la conoscenza
      • … sono biblioteche
      • … integrano le comunità
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Principi - Le biblioteche digitali …
      • … sono accessibili
      • … si fanno conoscere
      • … si mettono in discussione e si aggiornano
      • … sono finanziate in maniera trasparente
      • … non si occupano di techeology
      • … diffondono i documenti
      • … rispettano i diritti di tutti
      • … condividono i problemi delle loro comunità
      • … mal sopportano il centralismo
      • … sono in rete
    Il vecchio modello di governo e controllo centralizzato ha determinato il fallimento di molte biblioteche digitali. Lo sviluppo coordinato delle biblioteche digitali è garantito dall'adozione e dalla diffusione di standard tecnologici che ne assicurino l'interoperabilità e da modelli organizzativi che ne promuovano la cooperazione conoscenza diffusione servizi comunità condivisione accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione
  • 15.
      • … sono conversazioni
      • … forniscono servizi
      • … promuovono la conoscenza
      • … sono biblioteche
      • … integrano le comunità
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Principi - Le biblioteche digitali …
      • … sono accessibili
      • … si fanno conoscere
      • … si mettono in discussione e si aggiornano
      • … sono finanziate in maniera trasparente
      • … non si occupano di techeology
      • … diffondono i documenti
      • … rispettano i diritti di tutti
      • … condividono i problemi delle loro comunità
      • … mal sopportano il centralismo
      • … sono in rete
    Tutti i soggetti che hanno accesso ad Internet (ovvero alla "rete") sono potenziali fruitori delle risorse digitali conoscenza diffusione servizi comunità condivisione accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione risorse digitali
  • 16.
      • … sono conversazioni
      • … forniscono servizi
      • … promuovono la conoscenza
      • … sono biblioteche
      • … integrano le comunità
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Principi - Le biblioteche digitali …
      • … sono accessibili
      • … si fanno conoscere
      • … si mettono in discussione e si aggiornano
      • … sono finanziate in maniera trasparente
      • … non si occupano di techeology
      • … diffondono i documenti
      • … rispettano i diritti di tutti
      • … condividono i problemi delle loro comunità
      • … mal sopportano il centralismo
      • … sono in rete
    Per garantire l'utilizzazione al più ampio e diversificato insieme di utenti l'infrastruttura delle biblioteche digitali facilita l'individuazione e l'accesso alle risorse digitali, adotta strumenti tali da combattere il digital divide e standard tali da favorire l'usabilità e l'accessibilità dei siti, anche attraverso soluzioni che supportino il multilinguismo al fine di garantire la diffusione dei contenuti nel contesto europeo e internazionale conoscenza diffusione servizi comunità condivisione accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali
  • 17.
      • … sono conversazioni
      • … forniscono servizi
      • … promuovono la conoscenza
      • … sono biblioteche
      • … integrano le comunità
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Principi - Le biblioteche digitali …
      • … sono accessibili
      • … si fanno conoscere
      • … si mettono in discussione e si aggiornano
      • … sono finanziate in maniera trasparente
      • … non si occupano di techeology
      • … diffondono i documenti
      • … rispettano i diritti di tutti
      • … condividono i problemi delle loro comunità
      • … mal sopportano il centralismo
      • … sono in rete
    Le biblioteche digitali promuovono tutti gli aspetti della propria attività, educano gli utenti al corretto utilizzo dei propri servizi e delle risorse digitali conoscenza diffusione servizi comunità condivisione accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali
  • 18.
      • … sono conversazioni
      • … forniscono servizi
      • … promuovono la conoscenza
      • … sono biblioteche
      • … integrano le comunità
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Principi - Le biblioteche digitali …
      • … sono accessibili
      • … si fanno conoscere
      • … si mettono in discussione e si aggiornano
      • … sono finanziate in maniera trasparente
      • … non si occupano di techeology
      • … diffondono i documenti
      • … rispettano i diritti di tutti
      • … condividono i problemi delle loro comunità
      • … mal sopportano il centralismo
      • … sono in rete
    Le biblioteche digitali si impegnano costantemente nella valutazione ( auditing , benchmarking ) e nell'aggiornamento della propria struttura, e dei propri servizi e contenuti, allo scopo di perseguire al meglio gli obiettivi stabiliti e di orientare la propria attività verso i nuovi obiettivi emergenti conoscenza diffusione servizi comunità condivisione discussione accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento
  • 19.
      • … sono conversazioni
      • … forniscono servizi
      • … promuovono la conoscenza
      • … sono biblioteche
      • … integrano le comunità
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Principi - Le biblioteche digitali …
      • … sono accessibili
      • … si fanno conoscere
      • … si mettono in discussione e si aggiornano
      • … sono finanziate in maniera trasparente
      • … non si occupano di techeology
      • … diffondono i documenti
      • … rispettano i diritti di tutti
      • … condividono i problemi delle loro comunità
      • … mal sopportano il centralismo
      • … sono in rete
    Le biblioteche digitali sono finanziate con decisioni documentate, pubbliche e trasparenti. Ogni progetto deve essere valutato secondo i criteri dell'innovazione e dell'utilità utilità conoscenza innovazione diffusione servizi comunità condivisione discussione trasparenza accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento
  • 20.
      • … sono conversazioni
      • … forniscono servizi
      • … promuovono la conoscenza
      • … sono biblioteche
      • … integrano le comunità
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Principi - Le biblioteche digitali …
      • … sono accessibili
      • … si fanno conoscere
      • … si mettono in discussione e si aggiornano
      • … sono finanziate in maniera trasparente
      • … non si occupano di techeology
      • … diffondono i documenti
      • … rispettano i diritti di tutti
      • … condividono i problemi delle loro comunità
      • … mal sopportano il centralismo
      • … sono in rete
    Spesso le conversazioni sulle biblioteche digitali sono condizionate da posizioni dove gli strumenti si presentano come un misto di tecnologia e di ideologia ( techeology ) e diventano essi stessi fini e non mezzi per offrire servizi utilità conoscenza innovazione diffusione servizi comunità condivisione discussione trasparenza accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento
  • 21.
      • … sono conversazioni
      • … forniscono servizi
      • … promuovono la conoscenza
      • … sono biblioteche
      • … integrano le comunità
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Principi - Le biblioteche digitali …
      • … sono accessibili
      • … si fanno conoscere
      • … si mettono in discussione e si aggiornano
      • … sono finanziate in maniera trasparente
      • … non si occupano di techeology
      • … diffondono i documenti
      • … rispettano i diritti di tutti
      • … condividono i problemi delle loro comunità
      • … mal sopportano il centralismo
      • … sono in rete
    utilità conoscenza innovazione diffusione servizi comunità condivisione discussione trasparenza accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento
  • 22.
      • … hanno modelli flessibili
      • … sono definite da contenuti e servizi
      • I contenuti e i servizi sono eterogenei
      • L'accesso ai contenuti ed ai servizi è omogeneo
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio
      • … hanno un'architettura articolata e basata su standard
      • I detentori dei contenuti e i fornitori dei servizi interagiscono fra di loro
      • I contenuti si articolano in molteplici collezioni
      • L'accesso e la fruizione dei contenuti sono gestiti in autonomia
    Modelli - Le biblioteche digitali … utilità conoscenza innovazione diffusione servizi comunità condivisione discussione trasparenza accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento
  • 23.
      • … hanno modelli flessibili
      • … sono definite da contenuti e servizi
      • I contenuti e i servizi sono eterogenei
      • L'accesso ai contenuti ed ai servizi è omogeneo
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio
      • … hanno un'architettura articolata e basata su standard
      • I detentori dei contenuti e i fornitori dei servizi interagiscono fra di loro
      • I contenuti si articolano in molteplici collezioni
      • L'accesso e la fruizione dei contenuti sono gestiti in autonomia
    Modelli - Le biblioteche digitali … utilità conoscenza innovazione diffusione servizi comunità condivisione discussione trasparenza accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento I modelli di biblioteche digitali devono essere flessibili, aggiornabili in funzione delle innovazioni tecnologiche e aperti alle sinergie con aree di applicazione dell' Information and Communication Technology (ICT) che si estendono oltre l'ambito specifico delle biblioteche e degli archivi digitali ( e-commerce, digital rights management, public key infrastructure, e-learning, e-government )
  • 24.
      • … hanno modelli flessibili
      • … sono definite da contenuti e servizi
      • I contenuti e i servizi sono eterogenei
      • L'accesso ai contenuti ed ai servizi è omogeneo
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio
      • … hanno un'architettura articolata e basata su standard
      • I detentori dei contenuti e i fornitori dei servizi interagiscono fra di loro
      • I contenuti si articolano in molteplici collezioni
      • L'accesso e la fruizione dei contenuti sono gestiti in autonomia
    Modelli - Le biblioteche digitali … Le biblioteche digitali sono definite in termini di contenuti, servizi, utenti, fornitori e tecnologie. I contenuti, ovvero le risorse, sono costituiti dagli oggetti digitali veri e propri e dai metadati associati (descrittivi, strutturali, tecnici, amministrativi e di preservazione, e quelli relativi alla gestione dei diritti). I servizi consentono la fruibilità degli oggetti digitali da parte delle varie tipologie di utenti, avvalendosi delle informazioni veicolate dai metadati utilità conoscenza innovazione diffusione servizi comunità condivisione discussione trasparenza accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento
  • 25.
      • … hanno modelli flessibili
      • … sono definite da contenuti e servizi
      • I contenuti e i servizi sono eterogenei
      • L'accesso ai contenuti ed ai servizi è omogeneo
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio
      • … hanno un'architettura articolata e basata su standard
      • I detentori dei contenuti e i fornitori dei servizi interagiscono fra di loro
      • I contenuti si articolano in molteplici collezioni
      • L'accesso e la fruizione dei contenuti sono gestiti in autonomia
    Modelli - Le biblioteche digitali … Le biblioteche digitali si caratterizzano per l'eterogeneità dei tipi di oggetti e la diversità del loro ciclo di vita, oltre che per i diversi tipi di metadati associati agli oggetti e di servizi per la loro consultazione e utilizzo utilità conoscenza innovazione diffusione servizi comunità condivisione discussione trasparenza accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento
  • 26.
      • … hanno modelli flessibili
      • … sono definite da contenuti e servizi
      • I contenuti e i servizi sono eterogenei
      • L'accesso ai contenuti ed ai servizi è omogeneo
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio
      • … hanno un'architettura articolata e basata su standard
      • I detentori dei contenuti e i fornitori dei servizi interagiscono fra di loro
      • I contenuti si articolano in molteplici collezioni
      • L'accesso e la fruizione dei contenuti sono gestiti in autonomia
    Modelli - Le biblioteche digitali … Le biblioteche digitali privilegiano interfacce di ricerca evolute, tali da unificare il sistema di accesso a materiali eterogenei e multimediali, consentendo in una sola azione di ricerca il reperimento di documenti appartenenti a diverse tipologie di standard di registrazione e mezzi espressivi di creazione utilità conoscenza innovazione diffusione servizi comunità condivisione discussione trasparenza accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento
  • 27. Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Modelli - Le biblioteche digitali … utilità conoscenza innovazione diffusione servizi comunità condivisione discussione trasparenza accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento integrazione
      • … hanno modelli flessibili
      • … sono definite da contenuti e servizi
      • I contenuti e i servizi sono eterogenei
      • L'accesso ai contenuti ed ai servizi è omogeneo
      • … hanno un'architettura articolata e basata su standard
      • I detentori dei contenuti e i fornitori dei servizi interagiscono fra di loro
      • I contenuti si articolano in molteplici collezioni
      • L'accesso e la fruizione dei contenuti sono gestiti in autonomia
    Componenti indispensabili per la costruzione dell'architettura delle biblioteche digitali sono: a) i portali come piattaforme per organizzare i servizi ed i contenuti; b) i modelli ( cross-searching, metadata harvesting, reference linking, ... ; c) i protocolli (SRU/SRW, OAI-PMH, NISO OpenURL, ISO-ILL, LDAP, ...) e gli standard tecnologici (HTTP, WebServices, XML, PKI, ...) che costituiscono il middleware per l'integrazione dei servizi di ricerca e accesso delle risorse in rete; d) gli standard dei metadati (DC, MAG, ODRL, METS, MPEG-21, RDF..)
  • 28. Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Modelli - Le biblioteche digitali … utilità conoscenza innovazione diffusione servizi comunità condivisione discussione trasparenza accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento integrazione
      • … hanno modelli flessibili
      • … sono definite da contenuti e servizi
      • I contenuti e i servizi sono eterogenei
      • L'accesso ai contenuti ed ai servizi è omogeneo
      • … hanno un'architettura articolata e basata su standard
      • I detentori dei contenuti e i fornitori dei servizi interagiscono fra di loro
      • I contenuti si articolano in molteplici collezioni
      • L'accesso e la fruizione dei contenuti sono gestiti in autonomia
    L'infrastruttura delle biblioteche digitali prevede l'esistenza e la convivenza di molteplici repository digitali e più service provider secondo il modello definito dalla Open Archives Initiative (OAI); i repository espongono i metadati descrittivi ed amministrativi-gestionali secondo il protocollo OAI-PMH ed i service provider li utilizzano al fine di implementare portali di tipo disciplinare, territoriale o istituzionale
  • 29. Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Modelli - Le biblioteche digitali … Ciascun repository ospita una o più collezioni che sono gestite in piena autonomia dai rispettivi detentori. Sono incentivate le iniziative di cooperazione aventi per obiettivo di armonizzare i contenuti, minimizzando le duplicazioni di tali collezioni utilità conoscenza innovazione diffusione servizi comunità condivisione discussione trasparenza accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento integrazione
      • … hanno modelli flessibili
      • … sono definite da contenuti e servizi
      • I contenuti e i servizi sono eterogenei
      • L'accesso ai contenuti ed ai servizi è omogeneo
      • … hanno un'architettura articolata e basata su standard
      • I detentori dei contenuti e i fornitori dei servizi interagiscono fra di loro
      • I contenuti si articolano in molteplici collezioni
      • L'accesso e la fruizione dei contenuti sono gestiti in autonomia
  • 30. Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Modelli - Le biblioteche digitali … Ogni gestore/detentore di un repository adotta in piena autonomia politiche di controllo dell'accesso alle proprie risorse e implementa politiche di fruizione diversificate in funzione dei diversi service provider , oltre che in base al tipo delle risorse, dei servizi richiesti e degli utenti che ne fanno richiesta utilità conoscenza innovazione diffusione servizi comunità condivisione discussione trasparenza accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento integrazione
      • … hanno modelli flessibili
      • … sono definite da contenuti e servizi
      • I contenuti e i servizi sono eterogenei
      • L'accesso ai contenuti ed ai servizi è omogeneo
      • … hanno un'architettura articolata e basata su standard
      • I detentori dei contenuti e i fornitori dei servizi interagiscono fra di loro
      • I contenuti si articolano in molteplici collezioni
      • L'accesso e la fruizione dei contenuti sono gestiti in autonomia
  • 31. Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Modelli - Le biblioteche digitali … integrazione
      • … hanno modelli flessibili
      • … sono definite da contenuti e servizi
      • I contenuti e i servizi sono eterogenei
      • L'accesso ai contenuti ed ai servizi è omogeneo
      • … hanno un'architettura articolata e basata su standard
      • I detentori dei contenuti e i fornitori dei servizi interagiscono fra di loro
      • I contenuti si articolano in molteplici collezioni
      • L'accesso e la fruizione dei contenuti sono gestiti in autonomia
    utilità conoscenza innovazione diffusione servizi comunità condivisione discussione trasparenza accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento
  • 32.
        • … hanno come focus gli utenti
        • … sono in rapporto con l'istruzione, l'università e la ricerca
        • … si fanno carico, tramite la cooperazione, della conservazione permanente dell'eredità culturale digitale
        • Il "Portale nazionale delle biblioteche digitali" è lo strumento di accesso ai servizi dei molteplici service provider
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Funzioni - Le biblioteche digitali …
        • L'adozione di software open source e di standard aperti favorisce la diffusione dei contenuti
        • Le comunità delle biblioteche digitali condividono strumenti e servizi gestionali
        • … favoriscono l'integrazione funzionale con i motori di ricerca
    utilità conoscenza innovazione diffusione servizi comunità condivisione discussione trasparenza accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento integrazione
  • 33.
        • … hanno come focus gli utenti
        • … sono in rapporto con l'istruzione, l'università e la ricerca
        • … si fanno carico, tramite la cooperazione, della conservazione permanente dell'eredità culturale digitale
        • Il "Portale nazionale delle biblioteche digitali" è lo strumento di accesso ai servizi dei molteplici service provider
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Funzioni - Le biblioteche digitali …
        • L'adozione di software open source e di standard aperti favorisce la diffusione dei contenuti
        • Le comunità delle biblioteche digitali condividono strumenti e servizi gestionali
        • … favoriscono l'integrazione funzionale con i motori di ricerca
    Il focus delle biblioteche digitali è sull'utente, avvalendosi della tecnologia dei portali per integrare i servizi per la scoperta, la ricerca, la localizzazione e l'accesso alle risorse con quelli di guida e di orientamento, di scelta dei contenuti, di personalizzazione dell'interfaccia grafica e di utilizzo dello spazio di lavoro personale anche attraverso le opportune funzioni di registrazione, profilatura, autenticazione e autorizzazione. utilità conoscenza innovazione diffusione servizi comunità condivisione discussione trasparenza accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento integrazione
  • 34. Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Funzioni - Le biblioteche digitali … Per favorire l'attività degli istituti di istruzione e di ricerca di ogni livello, le biblioteche digitali mettono a disposizione i propri repository e i propri servizi per la gestione dei materiali necessari a tali attività e in particolare alle attività di e-learning
        • … hanno come focus gli utenti
        • … sono in rapporto con l'istruzione, l'università e la ricerca
        • … si fanno carico, tramite la cooperazione, della conservazione permanente dell'eredità culturale digitale
        • Il "Portale nazionale delle biblioteche digitali" è lo strumento di accesso ai servizi dei molteplici service provider
        • L'adozione di software open source e di standard aperti favorisce la diffusione dei contenuti
        • Le comunità delle biblioteche digitali condividono strumenti e servizi gestionali
        • … favoriscono l'integrazione funzionale con i motori di ricerca
    utilità conoscenza innovazione diffusione servizi comunità condivisione discussione trasparenza accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento integrazione
  • 35. Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Funzioni - Le biblioteche digitali …
        • … hanno come focus gli utenti
        • … sono in rapporto con l'istruzione, l'università e la ricerca
        • … si fanno carico, tramite la cooperazione, della conservazione permanente dell'eredità culturale digitale
        • Il "Portale nazionale delle biblioteche digitali" è lo strumento di accesso ai servizi dei molteplici service provider
        • L'adozione di software open source e di standard aperti favorisce la diffusione dei contenuti
        • Le comunità delle biblioteche digitali condividono strumenti e servizi gestionali
        • … favoriscono l'integrazione funzionale con i motori di ricerca
    utilità conoscenza innovazione diffusione servizi comunità condivisione discussione trasparenza accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento integrazione Alcuni repository , in base alle vigenti normative sul deposito legale e tramite la cooperazione e l'integrazione delle proprie funzioni, sono deputati alla conservazione permanente (ovvero allo scarto necessario) dell'eredità culturale digitale, e a questo fine adottano gli standard più opportuni (es. Open Archival Information System (OAIS) ISO 14721). Allo stesso modo gli istituti depositari adottano le migliori tecnologie per la conservazione dei dati e per la loro consultabilità a lungo termine
  • 36. Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Funzioni - Le biblioteche digitali … Il "Portale nazionale delle biblioteche digitali" omogeneizza l'accesso ai molteplici service provider e fornisce una visione integrata di tutte le risorse accessibili sul territorio nazionale, agendo come metaindice nei loro confronti e implementandone la directory nazionale.
        • … hanno come focus gli utenti
        • … sono in rapporto con l'istruzione, l'università e la ricerca
        • … si fanno carico, tramite la cooperazione, della conservazione permanente dell'eredità culturale digitale
        • Il "Portale nazionale delle biblioteche digitali" è lo strumento di accesso ai servizi dei molteplici service provider
        • L'adozione di software open source e di standard aperti favorisce la diffusione dei contenuti
        • Le comunità delle biblioteche digitali condividono strumenti e servizi gestionali
        • … favoriscono l'integrazione funzionale con i motori di ricerca
    utilità conoscenza innovazione diffusione servizi comunità condivisione discussione trasparenza accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento integrazione
  • 37. Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Funzioni - Le biblioteche digitali … Per favorire la diffusione dei contenuti delle collezioni digitali è indispensabile promuovere l'adozione e lo sviluppo di software open source , nonché lo sviluppo e la diffusione di standard massimamente condivisi e aperti, che abbattano le barriere d'accesso e non ne pongano altre
        • … hanno come focus gli utenti
        • … sono in rapporto con l'istruzione, l'università e la ricerca
        • … si fanno carico, tramite la cooperazione, della conservazione permanente dell'eredità culturale digitale
        • Il "Portale nazionale delle biblioteche digitali" è lo strumento di accesso ai servizi dei molteplici service provider
        • L'adozione di software open source e di standard aperti favorisce la diffusione dei contenuti
        • Le comunità delle biblioteche digitali condividono strumenti e servizi gestionali
        • … favoriscono l'integrazione funzionale con i motori di ricerca
    utilità conoscenza innovazione diffusione servizi comunità condivisione discussione trasparenza accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento integrazione
  • 38. Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Funzioni - Le biblioteche digitali … Devono essere sperimentati e sviluppati opportuni servizi, gestiti anche in modo cooperativo, per l'assegnazione di identificatori univoci e persistenti alle risorse digitali, per i digital rights management (DRM) e per la creazione di thesauri condivisi
        • … hanno come focus gli utenti
        • … sono in rapporto con l'istruzione, l'università e la ricerca
        • … si fanno carico, tramite la cooperazione, della conservazione permanente dell'eredità culturale digitale
        • Il "Portale nazionale delle biblioteche digitali" è lo strumento di accesso ai servizi dei molteplici service provider
        • L'adozione di software open source e di standard aperti favorisce la diffusione dei contenuti
        • Le comunità delle biblioteche digitali condividono strumenti e servizi gestionali
        • … favoriscono l'integrazione funzionale con i motori di ricerca
    utilità conoscenza innovazione diffusione servizi comunità condivisione discussione trasparenza accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento integrazione
  • 39. Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Funzioni - Le biblioteche digitali … Le biblioteche digitali favoriscono l'instaurarsi di rapporti funzionali con i motori di ricerca come strumenti di aggregazione e ridistribuzione dei metadati relativi alle proprie risorse
        • … hanno come focus gli utenti
        • … sono in rapporto con l'istruzione, l'università e la ricerca
        • … si fanno carico, tramite la cooperazione, della conservazione permanente dell'eredità culturale digitale
        • Il "Portale nazionale delle biblioteche digitali" è lo strumento di accesso ai servizi dei molteplici service provider
        • L'adozione di software open source e di standard aperti favorisce la diffusione dei contenuti
        • Le comunità delle biblioteche digitali condividono strumenti e servizi gestionali
        • … favoriscono l'integrazione funzionale con i motori di ricerca
    utilità conoscenza innovazione diffusione servizi comunità condivisione discussione trasparenza accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento integrazione
  • 40. Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Funzioni - Le biblioteche digitali …
        • … hanno come focus gli utenti
        • … sono in rapporto con l'istruzione, l'università e la ricerca
        • … si fanno carico, tramite la cooperazione, della conservazione permanente dell'eredità culturale digitale
        • Il "Portale nazionale delle biblioteche digitali" è lo strumento di accesso ai servizi dei molteplici service provider
        • L'adozione di software open source e di standard aperti favorisce la diffusione dei contenuti
        • Le comunità delle biblioteche digitali condividono strumenti e servizi gestionali
        • … favoriscono l'integrazione funzionale con i motori di ricerca
    integrazione utilità conoscenza innovazione diffusione servizi comunità condivisione discussione trasparenza accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento
  • 41. Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Le biblioteche digitali … integrazione utilità conoscenza innovazione diffusione servizi comunità condivisione discussione trasparenza accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi conversazioni partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento 9, 22, 26, 29 4 Cooperazione 6, 9, 11, 28 4 Diffusione 1, 2, 5, 8, 29 5 Comunità 4, 5, 20, 26, 27, 30 6 Integrazione tesi occorr. Keyword 9, 11, 19, 20, 26, 28 6 Standard 2, 4, 7, 8, 11, 12, 17, 23, 24 9 Utenti 11, 13, 17, 18, 19, 20, 21, 22, 23, 24, 28 11 Contenuti 3, 4, 7, 10, 11, 19, 20, 23, 24, 27, 28 11 Accesso Risorse digitali Servizi 4, 10, 11, 12, 17, 20, 23, 24, 27, 29, 30 11 2, 3, 4, 5, 12, 13, 15, 17, 18, 19, 20, 21, 23, 24, 25, 27, 29 17
  • 42. Funzioni 1. Doveri verso l'utente 1.1. Il bibliotecario garantisce all'utente l'accesso alle informazioni pubblicamente disponibili e ai documenti senza alcuna restrizione che non sia esplicitamente e preliminarmente definita attraverso leggi o regolamenti. 1.2. L'informazione fornita dal bibliotecario è completa, obiettiva e imparziale , cioè non condizionata da punti di vista, idee e valori del bibliotecario stesso né da enti politici o economici esterni. …. 1.7. È dovere del bibliotecario promuovere singolarmente e in forma associativa l'efficienza e l'autonomia del servizio bibliotecario in quanto strumento di democrazia . AIB-WEB, Codice deontologico del bibliotecario: principi fondamentali http://www.aib.it/aib/cen/deocod.htm 2. Doveri verso la professione 2.1. Il bibliotecario deve onorare la professione, con profonda consapevolezza della sua utilità sociale 3. Doveri verso i documenti e le informazioni 3.1. Il bibliotecario si impegna a promuovere la valorizzazione e tutela dei documenti e delle informazioni . 3.2. Il bibliotecario si impegna a garantire la trasmissione della conoscenza mediante la razionale organizzazione dei documenti e agendo con imparzialità e cultura professionale. 3.3. Il bibliotecario, consapevole del contesto globale in cui opera, si impegna a promuovere singolarmente e in forma cooperativa l'integrazione dei diversi sistemi informativi e la rimozione degli ostacoli organizzativi e geografici che limitano la circolazione delle informazioni e dei documenti. Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Le biblioteche digitali e etica
  • 43. OCLC, Perceptions of Libraries and Information Resources(2005), Part 4: Respondents’ Advice to Libraries , OCLC Online Computer Library Center, Inc. - Dublin, Ohio USA, http://www.oclc.org/reports/2005perceptions.htm
    • È un luogo dove imparare
    • È un luogo dove leggere
    • Rende le informazioni desiderate, liberamente disponibili
    • Supporta l’alfabetizzazione
    • Fornisce supporto alla ricerca
    • Fornisce libero accesso ai computer/internet
    • Promuove lo sviluppo e l’apprendimento dei bambini
    • Fornisce supporto alla libera informazione per i meno fortunati
    • È un luogo dove prendere libri/video/musica
    • Fornisce supporto per i compiti a casa
    • Fornisce accesso alle informazioni elettriche in modo remoto
    • È un luogo per conferenze e convegni
    • Supporta gli utenti di lingua straniera
    • È un luogo dove incontrare e socializzare con gli amici
    Cosa percepiscono gli utenti riguardo le biblioteche e le risorse informative Il ruolo delle biblioteche nella comunità Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio
  • 44. utilità conoscenza innovazione diffusione servizi condivisione discussione trasparenza accesso informazione ricerca diritti formazione utenti comunicazione conservazione interessi partecipazione interazione sviluppo coordinamento standard interoperabilità modelli cooperazione infrastruttura contenuti risorse digitali aggiornamento biblioteca digitale imprese istituzioni Complessità strutturale, metodologica e tecnologica biblioteche digitali Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio cooperazione intesa anche come fusione interdisciplinare
  • 45.
    • Disponibilità in linea del patrimonio culturale europeo: la posta in gioco
    • Aspetti culturali, sociali ed economici
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI i2010: LE BIBLIOTECHE DIGITALI
      • Digitalizzazione
      • Accessibilità in linea
      • Conservazione dei contenuti digitali
    http://europa.eu.int/information_society/activities/digital_libraries/doc/communication/it_comm_digital_libraries.pdf
      • Obiettivi strutturali:
      • Architettura
      • Accesso e personalizzazione dell’informazione
      • Oggetti Audiovisivi e non tradizionali
      • Visualizzazione ed interfacce utente
      • Estrazione della conoscenza e interoperabilità semantica
      • Conservazione
      • Valutazione
  • 46.
    • Nello scenario attuale di evoluzione dei sistemi informativi pubblici il riuso delle applicazioni informatiche è considerato un tema prioritario. Le PA italiane dispongono di un patrimonio applicativo esteso a molteplici settori dell'azione amministrativa che rappresenta un bene pubblico rilevante sotto diversi profili:
    • dal punto di vista economico, in quanto frutto di consistenti investimenti effettuati nel tempo;
    • dal punto di vista tecnologico, in quanto in molti casi costituito da applicazioni realizzate con tecnologie recenti e con un buon livello di qualità del software (strutturazione, documentazione, portabilità, etc.);
    • in quanto giacimento di conoscenza , poichè le applicazioni integrano nella loro architettura funzionale l'espressione della cultura e della conoscenza specifica dell'amministrazione relativa al procedimento amministrativo supportato; nelle applicazioni si ritrova cioè la capacità delle PA di interpretare e tradurre le norme in strumenti e servizi per la collettività.
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio CNIPA Centro Nazionale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione Riusabilità del software nella Pubblica Amministrazione Centrale http://www2.cnipa.gov.it/site/it-IT/Attivit%C3%A0/Riusabilit%C3%A0_del_software_nella_PAC/
  • 47. Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Metafora delle biblioteche digitali come nuova “città aperta” con numerosi varchi di accesso Vie di comunicazione indispensabili per la circolazione degli oggetti e la “mobilità esplorativo-conoscitiva” degli utenti Atac mappe del trasporto http://www.atac.roma.it/
  • 48.
    • AIB-WEB Codice deontologico del bibliotecario: principi fondamentali http://www.aib.it/aib/cen/deocod.htm
    • OCLC, Perceptions of Libraries and Information Resources(2005), Part 4: Respondents’ Advice to Libraries , OCLC Online Computer Library Center, Inc. - Dublin, Ohio USA, http://www.oclc.org/reports/2005perceptions.htm
    • COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI i2010: LE BIBLIOTECHE DIGITALI http://europa.eu.int/information_society/activities/digital_libraries/doc/communication/it_comm_digital_libraries.pdf
    Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Bibliografia presentazione
  • 49. Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Riferimenti bibliografici del manifesto Lagoze C., Krafft D. B., Payette S. & Jesuroga S..”What is a Digital Library Anymore, Anyway?”. D-Lib Magazine, 11(11), Novembre 2005. http://www.dlib.org/ dlib /november05/ lagoze /11lagoze.html “ The clutrain manifesto” http://www.cluetrain.com/#manifesto Berlin Declaration on Open Access to Knowledge in the Sciences and Humanities http://www.zim.mpg.de/ openaccess-berlin / berlindeclaration.html Budapest Open Access Iniziative, A Guide to Institutional Repository Software http://www.soros.org/openaccess/read.shtml Crow R., “The Case for Institutional Repositories: A SPARC Position Paper”, SPARC, 2002 http://www.arl.org/sparc/IR/IR_Final_Release_102.pdf EU Commission "i2010: Digital Libraries" http://europa.eu.int/information_society/activities/digital_libraries/index_en.htm Lorcan Dempsey's weblog On libraries, services and networks. http://orweblog.oclc.org/archives/000763.html Lightweight Directory Access Protocol (LDAP v3), RFC 2251 http://www.ietf.org/rfc/rfc2251.txt National Information Standards Organization. “ANSI/NISO Z39.88-2004: The OpenURL Framework for Context-SensitiveServices”. Bethesda, MD: NISO Press. http://www.niso.org/ standards /standard_detail.cfm?std_id=783 The Open Archives Initiative Protocol for Metadata Harvesting (OAI-PMH) Version 2.0 http://www.openarchives.org/OAI/ openarchivesprotocol.html XML al W3C http://www.w3.org/XML/ XML.org home page, ospitata dalla Organization for the Advancement of Structured Information Systems (OASIS) http://www.xml.org/ W3C Web Services Activity http://www.w3c.org/2002/ ws / ZING: Z39.50 International Next Generation http://lcweb.loc.gov/z3950/agency/zing/ Dublin Core http://www.dublincore.org N 515: ISO 15836 The Dublin Core Metadata Element Set http://www.niso.org/international/SC4/n515.pdf International Organization for Standardization. (2005). ISO/IEC 21000-2:2005. Information technology -- Multimedia framework (MPEG-21) -- Part 2: Digital Item Declaration (2nd ed.) Library of Congress, “METS: An Overview & Tutorial”, 2004 http://www.loc.gov/ standards / mets /METSOverview.v2.html MAG http://www.iccu.sbn.it/schemag_2 .0.htm OCLC PREMIS (PREservation Metadata: Implementation Strategies) Working Group http://www.oclc.org/ research / projects / pmwg /
  • 50. Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Riferimenti bibliografici del manifesto ODRL Open Digital Rights Language http:// odrl.net / PRISM http://www.prismstandard.org/ RDF Primer (W3C Recommendation 10 February 2004) http://www.w3c.org/TR/rdf-primer/ O'Reilly Network RSS DevCenter http://www.oreillynet.com/rss/ XrML http://www.xrml.org/ Berners-Lee, T., Fielding, R., and L. Masinter, &quot;Uniform Resource Identifier (URI): Generic Syntax&quot;, RFC 3986, January 2005. http://www.ietf.org/ rfc /rfc3986.txt DOI http://www.doi.org Handle http://www.handle.net Moats, R., &quot;URN Syntax&quot;, RFC 2141, May 1997. < http://www.ietf.org/ rfc /rfc2141.txt> ; The &quot;info&quot; URI Scheme. http:// info-uri.info / registry / drafts.html Open Archives Initiative http://www.openarchives.org Liu X., Brody T., Harnad S., Carr L., Maly K., Zubair M. Nelson M.L. .”A Scalable Architecture for Harvest-Based Digital Libraries”. D-Lib Magazine, 8(11), November 2002. http://www.dlib.org/dlib/november02/liu/11liu.html Suleman H. & Fox E.A.. “A framework for building open digital libraries”. D-Lib Magazine, 7(12), December 2001. http://www.dlib.org/dlib/december01/suleman/12suleman.html Berners-Lee T., Hendler J., Lassila O..“The Semantic Web”. Scientific American, May 2001. http://www.scientificamerican.com/article.cfm?articleID=00048144-10D2-1C70-84A9809EC588EF21&catID=2 Dempsey L..&quot;Recombinance all the way up ... remixing all the way down&quot;. Lorcan Dempsey's weblog http:// orweblog.oclc.org / archives /000657.html Mary E. Jackson, &quot;The Advent of Portals&quot;, Library Journal, September 15, 2002 http://www.libraryjournal.com/article/CA242296.html Portal Functionality Provided by ARL Libraries: Preliminary Results of an ARL Survey, April 11, 2002 http://www.arl.org/access/ scholarsportal / prelim.html PORTAL (Presenting natiOnal Resources To Audiences Locally project) Work Package 3: Defining requirements of the institutional portal. The University of HULL, JISC, UKOLN http://www.fair-portal.hull.ac.uk/deliverables.html Powell A. “Mapping the JISC IE service landscape”. Ariadne Issue 36, 30-July-2003 http://www.ariadne.ac.uk/issue36/ powell / intro.html
  • 51. Il linguaggio delle biblioteche digitali 2, Ravenna 10 e 11 Febbraio 2006 Un Manifesto per le biblioteche digitali Presentazione, Angela Di Iorio Riferimenti bibliografici del manifesto Bekaert J., Hochstenbach P., Van de Sompel H.. &quot;Using MPEG-21 DIDL to Represent Complex Digital Objects in the Los Alamos National Laboratory Digital Library&quot;, D-Lib Magazine, 9 (11), 2003. http://www.dlib.org/dlib/november03/bekaert/11bekaert.html Bekaert J. & Van de Sompel H. . “A Standards-based Solution for the Accurate Transfer of Digital Assets” D-Lib Magazine, 6 (11), 2005. http://dlib.org/dlib/june05/bekaert/06bekaert.html Bekaert J. & Van de Sompel H.. ”Representing Digital Assets using MPEG-21 Digital Item Declaration. International Journal on Digital Libraries. Preprint: http:// arxiv.org /ftp/ cs / papers /0508/0508065.pdf CCSDS 650.0-B-1: “Reference Model for an Open Archival Information System (OAIS)”. Blue Book. Issue 1. January 2002 http://ssdoo.gsfc.nasa.gov/nost/wwwclassic/documents/pdf/CCSDS-650.0-B-1.pdf International Organization for Standardization. (2003). ISO 14721:2003. “Space data and information transfer systems – Open archival information system -- Reference model” (1st ed.) Geneva, Switzerland. Library of Congress, “METS: An Overview & Tutorial”, 2004 http://www.loc.gov/ standards / mets /METSOverview.v2.html MINERVA Project http://www.minervaeurope.org/ Consortium Italicum Ratione Soluta (CIRS, consorzio dedicato ad aiutare l'adozione di Linux e del Free Software nelle imprese e nella pubblica amministrazione http://www.consorziocirs.it/ Corrado, E. M. .&quot;The Importance of Open Access, Open Source, and Open Standards for Libraries.&quot; Issues in Science and Technology Librarianship, no. 42 (2005). http://www.istl.org/05-spring/article2.html Decreto legislativo 5 marzo 2005, n. 82 &quot;Codice dell'amministrazione digitale&quot;. http://www.interlex.it/testi/dlg05_82.htm Direttiva del Ministro per l'innovazione e le tecnologie del 19 dicembre 2003 (G.U. 7 febbraio 2004, n. 31) http://www.innovazione.gov.it/ita/normativa/allegati/Dir191203.pdf Free Software Foundation Europe http://www.italy.fsfeurope.org/ index.it.html Open Society Institute, “A Guide to Institutional Repository Software 3rd Edition”, August 2004 http://www.soros.org/ openaccess / pdf /OSI_Guide_to_IR_Software_v3.pdf Osservatorio Open Source CNIPA http://www.cnipa.gov.it/site/it-IT/Attivit%c3%a0/Osservatorio_Open_Source/ Riusabilità del software nelle Pubbliche Amministrazioni Centrali - Portale CNIPA http://www2.cnipa.gov.it/site/ it-IT /Attivit%C3%A0/Riusabilit%C3%A0_del_software_nella_PAC/

×