1
Guida     Tutto (o quasi) quello che c’è da sapere       per ottimizzare le prestazioni dello                shinelco gps ...
Sommario   Caratteristiche hardware                             Installazione mediante file .cab   Caratteristiche soft...
Caratteristiche                     hardwareHardware: Versione: MINI 10xx Ver. 1.1    • CPU: Samsung Atlas II 260MHz – Arc...
Caratteristiche software (originali)  Software: Versione: G.0707141100M25 Pocket PC v. 2.00      • Sistema Operativo: MS ...
Nozioni di base…Il dispositivo è dotato di una memoria interna, chiamata in questo caso Resident Flash (da512mb), e può es...
Come si presenta lo shinelcoQuesta è la schermata principale del navigatore.Quando non vi è inserita nessuna scheda estern...
Travel kitAttraverso la sezione travel kit è possibile accedere alle configurazioni basilari del navigatore.La prima voce ...
NavigationLa sezione navigation rappresenta il fulcro di tutto  il nostro lavoro e dello shinelco stesso!Tramite questo “t...
Collegamento con il pcDopo una rapida panoramica dello shinelco nella sua splendente forma originaria, ci rendiamo subito ...
Lo scenario che vi si dovrebbe presentare è questo: le uniche tre cartelle che prenderemo in esame    saranno resident fla...
Resident FlashCome dicevo precedentemente, all’interno della cartella resident flash risiede il programma di navigazione s...
WindowsLa cartella windows, come in tutti i sistemi operativi, è la cartella principale che contiene le librerie, gli eseg...
I primi esperimentiUna volta scoperta la procedura spiegata nella sezione dedicata alla resident flash, è possibile fare l...
Sbloccare lo shinelco 3500DA ADESSO IN AVANTI LA NARRAZIONE SARA’ FATTA DANDO PER SCONTATO   CHE ABBIATE LA POSSIBILITA’ D...
Gli applicativi e l’installazioneEssendo il windowsCE una versione core non tutti gli applicativi studiati per lo     stes...
Installazione software mediante       collegamento pc (active sync)Se optate per questo genere di installazione (sconsigli...
Installazione tramite copia del file      .exe direttamente nel naviQuesto è il metodo più diffuso e consigliato, che perm...
Installazione mediante file .cabÈ raro, ma può capitare che vi troviate nella situazione in  cui dovete installare un prog...
Installazione TomTom navigator 6.0Una delle applicazioni più in voga e che prima di tutte si vogliono installare è proprio...
Dove trovare l’applicazione e come         inserirla nello shinelcoL’applicazione tomtom navigator si può acquistare così ...
ItaliaLa cartella Italia contiene i file della mappa italia v.  6.75Inoltre è qui che dovrete inserire tutti i pdi e gli  ...
MobileNavigator (tomtom)In questa cartella invece risiede l’applicazione di  navigazione tomtom con tutti i file e le cart...
Gli pseudo desktop: parte ISpazientito dopo i numerosi tentativi andati a vuoto di far  apparire il desktop di windowsCE s...
Gli pseudo desktop: parte IIDa dove si inizia per creare uno pseudo desktop?La risposta è sempre la solita: bisogna creare...
Gli pseudo desktop: parte III(premessa: i file .ini si modificano aprendoli con un editor di testo che potrebbe essere blo...
Gli pseudo desktop: parte IVQuesta immagine rappresenta una parte del codice del mio file.ini (design.ini in questo caso) ...
Gli pseudo desktop: parte V               Ora analizziamo l’elemento battery (icona della                   batteria).    ...
Gli pseudo desktop: parte VI                 Iconxpbutton è il nome generico che                      viene assegnato ad u...
Gli pseudo desktop: parte VII – la fineOra avete tutti gli elementi per potervi programmare il vostro pseudo desktop.Una v...
Gli sfondi dei miei pseudo desktop                                     31
Come creare gli sfondiPenso che per le conoscenze grafiche non sono proprio la  persona giusta per potervi dare consigli s...
I miei pseudo desktop sullo shinelco                                       33
Rapida panoramica delle appliczioni In sistem e utility :                       In multimedia: -    Risorse del computer  ...
Download del materialeTutto il materiale del mio lavoro è possibile  scaricarlo cliccando su questo link:http://www.megaup...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Guida shinelco 3500

3,301 views
3,183 views

Published on

1 Comment
0 Likes
Statistics
Notes
  • ciao...io ho fatto un piccolo guaio ossia ho sblokkato il navigatore e ho messo la pass all accenzione....risultato blokkato x sempre e non riesco a sblokkarlo in nessun modo...puoi aiutarmi in qualche modo x favore?
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
3,301
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
1
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Guida shinelco 3500

  1. 1. 1
  2. 2. Guida Tutto (o quasi) quello che c’è da sapere per ottimizzare le prestazioni dello shinelco gps 3500A cura di Benjo84 e la collaborazione di Darix 2
  3. 3. Sommario Caratteristiche hardware  Installazione mediante file .cab Caratteristiche software (originali)  Installazione TomTom navigator 6.0 Nozioni di base…  Dove trovare l’applicazione e come inserirla nello Come si presenta lo shinelco shinelco Travel kit  Italia Navigation  MobileNavigator (tomtom) Collegamento con il pc  Gli pseudo desktop: parte I Segue collegamento con il pc  Gli pseudo desktop: parte II Resident Flash  Gli pseudo desktop: parte III Windows  Gli pseudo desktop: parte IV I primi esperimenti  Gli pseudo desktop: parte V Sbloccare lo shinelco 3500  Gli pseudo desktop: parte VI Gli applicativi e l’installazione  Gli pseudo desktop: parte VII – la fine Installazione software mediante collegamento pc  Gli sfondi dei miei pseudo desktop (active sync)  Come creare gli sfondi Installazione tramite copia del file .exe  I miei pseudo desktop sullo shinelco direttamente nel navi  Rapida panoramica delle applicazioni  Download del materiale 3
  4. 4. Caratteristiche hardwareHardware: Versione: MINI 10xx Ver. 1.1 • CPU: Samsung Atlas II 260MHz – Archietettura: Centrality, ARM926T-AT4X0A. • Info OEM: Handheld Reference Board. • ROM: 64MC SDRAM Integrato. • RAM: 512MB di memoria built-in. • Schermo: TFT LCD Touch Screen 3.5”. • Risoluzione grafica: 320x240 pixel a 65536 colori. • Slot: SD/MMC card. • Antenna: SIRF II integrata. • Altoparlante e presa cuffia. • Collegamento: Cavo USB 2.0 per collegamento al PC e per ricarica batteria dal PC. • Led: luce rossa significa in ricarica, luce verde significa ricarica completa. • Accessori: penna per Touch Screen, staffa per attacco in macchina, cavo USB per collegamento al PC, DC Car Adapter. 4
  5. 5. Caratteristiche software (originali) Software: Versione: G.0707141100M25 Pocket PC v. 2.00  • Sistema Operativo: MS Windows CE.NET v. 5.00 © 2004.  • Software di navigazione: Smart2Go®.  • Mappe: TeleAtlas dell’Italia e delle maggiori strade dell’Europa Occidentale.  • Immagini: 2D e 3D.  • Indicazioni video e vocali.  • 1000 diversi punti d’interesse (POI).  • Middleware: .NET Compact Framework v. 1.0.4292.00.  • Driver GPS: GpsMC v. 2.18.  • Lettore MP3: CpitAudioPlayer.EXE. *  • Lettore MP4: CpitVideoPlayer.EXE. *  • Visualizzatore testo: CpitTxtViewer.EXE. *  • Visualizzatore immagini: CpitPicViewer.EXE.  • Menu principale: CpitGuider.EXE.  • Autoexec del sistema operativo: launch.exe (richiama CpitGuider.EXE).  • Lettori MP3 alternativi: MS Windows Media Player 9 series (ceplayer.exe), Centrality Media Player (CMP.EXE).  • Lettori MP4 alternativi: Centrality Video Player (CVP.EXE).* Tutti questi player sono in grado di leggere file solamente sequesti si trovano nella root della sd, altrimenti non sono in gradodi trovarli. Il player mp4 in realtà non funziona! 5
  6. 6. Nozioni di base…Il dispositivo è dotato di una memoria interna, chiamata in questo caso Resident Flash (da512mb), e può essere equipaggiato con schede sd ed mmc.Come funziona in linea di massima il nostro navigatore?Innanzitutto bisogna sapere che il dispositivo è dotato di tre “tasti”: uno è posto nella partesuperiore, ed è il tasto di standby. Uno è posto sul retro in alto, il reset, che permette diriavviare il navigatore; e infine l’ultimo posto sul retro in basso che più che un pulsante èuno switch “on-off”. Questo è il vero comando di spegnimento del navigatore.Essendo che tutto quello che vedete a video è virtuale, e vale a dire, non è altro che laproiezione della ROM sulla RAM (quindi entrambe volatili) ogni qual volta si andrà aspegnere con il tasto on-off o con il tasto reset, il navigatore tornerà alle sue impostazionid’origine. Questa affermazione però va prese con le pinze, perché bisogna ricordare che loshinelco non ha un hard reset, indi una modifica nel registro o una modifica nella residentflash o che so io, non verranno cancellate con un semplice spegnimento o riavvio. Facciopresente che io spengo il navigatore sempre con il tasto standby e non è vero che labatteria si scarica subito.Cmq, essendo che tutte le modifiche che discuteremo più avanti non risentiranno diun’eventuale spegnimento del dispositivo in quanto sono lanciate tramite memoria esterna,non c’è da preoccuparsi in merito alla questione di perdita dati. 6
  7. 7. Come si presenta lo shinelcoQuesta è la schermata principale del navigatore.Quando non vi è inserita nessuna scheda esterna (sd o mmc) il navigatore prendele sue informazioni dalla memoria interna, la resident flash. (più avanti entreremopiù nel dettaglio in merito al registro e a quali sono gli eseguibili fondamentali chefanno funzionare il navigatore).Presentiamo ora le funzionalità di questa prima interfaccia partendo da destra, persemplicità di esposizione e omettendo la scheda centrale che altro non fa chedare visione del segnale gps captato dal navigatore! 7
  8. 8. Travel kitAttraverso la sezione travel kit è possibile accedere alle configurazioni basilari del navigatore.La prima voce è un collegamento ad un player mp3 che si trova in memoria (ma che noi al momento nn possiamo vedere) la cui funzionalità dipende (come già detto nella scheda delle specifiche software) dalla presenza o meno di file .mp3 all’interno della root di una sd esterna. Solo in quel caso, una volta lanciatolo, attraverso il tasto browse sarà possibile selezionare il brano desiderato e ascoltarlo. Se i files mp3 invece risiedono in una cartella creata appositamente nella sd, il player non sarà più in grado di individuarli.Il player mp4 invece non ho mai capito come funziona: sempre se nella root della sd, individua file video con estensione .avi ma poi non è in grado di visualizzarli. Poco ci interessa, abbiamo un’altra soluzione!La voce navigation option è molto importante perché permette di selezionare da dove il navigatore deve prendere le sue istruzioni; di default è selezionata la voce resident flash, il che sta ad indicare che tutte le informazioni sono caricate dal proprio sistema di memoria interna.Selezionando invece la voce sd/mmc il navigatore attinge le sue istruzioni dalla memoria esterna. Anche questa affermazione merita un approfondimento. La schermata iniziale in accensione è sempre lanciata dalla memoria interna del dispositivo; quello che cambia è che se noi volessimo, per assurdo, non rischiare di rovinare la resident flash e copiare il sistema di navigazione di base (smart2go) sulla sd, se questa voce non fosse spuntata, non ci sarebbe modo di poter accedere al contenuto della sd! Questo per iniziare ad entrare nell’ottica di come riuscire a fare tutto quello che più avanti vi spiegheremo più nel dettaglio.La voce volume serve per regolare il volume di sistema. Per fare ciò in realtà c’è anche una levetta posta sulla parte superiore a destra del navigatore.La voce date serve per impostare le informazioni basilari di data e ora (questi sono parametri che si perdono dopo un reset o uno spegnimento totale).La voce calibrate permette di calibrare i movimenti del pennino sullo schermo touch screenLa voce about da informazioni sul prodotto 8
  9. 9. NavigationLa sezione navigation rappresenta il fulcro di tutto il nostro lavoro e dello shinelco stesso!Tramite questo “tasto” se la modalità di lettura del navigatore è impostata su resident flash, si avvierà il sistema di navigazioni integrato, il mitico Smart2go! Tenete a mente questa cosa…Se invece la modalità di lettura fosse impostata su sd/mmc premendo il tasto navigation… vi teniamo sulle spine!! 9
  10. 10. Collegamento con il pcDopo una rapida panoramica dello shinelco nella sua splendente forma originaria, ci rendiamo subito conto che il navigatore è sicuramente molto carino, ma iniziamoa sentirci stretti, perché lo smart2go è quello che è, e ci chiediamo subito se le mappe sono aggiornate , e se ci sono gli autovelox, e se ci possiamo guardare i film eccecc.. (queste sono state le domande che mi sono fatto io in realtà!). Come poter interagire con il nostro pc di casa per poter caricare su questo gioiellino delle cose chei suoi progettatori hanno omesso?Il navigatore può essere interfacciato con il pc attraverso il cavo usb che trovate in dotazione nella scatola.Il software mediante il quale è possibile interagire con l’apparecchio è Active Sync di casa Microsoft. Il programma è completamente gratuito e scaricabile attraverso illink (cliccate sul nome)Una volta scaricato e installato, collegate lo shinelco al cavo usb e accendetelo. Il programma sarà in grado automaticamente di riconoscere la periferica.Se il navigatore non è acceso, active sync non sarà in grado di riconoscerlo; quando il navigatore è collegato al pc tramite la porta usb, si ricarica la batteria.Per visualizzare il contenuto dello shinelco tramite il vostro pc, cliccate su esplora; da qui vi si apre un nuovo mondo, perché potete finalmente vedere cosa fafunzionare il vostro navigatore! Consiglio spassionato: una volta lanciato active sync, se andate sulla voce strumenti noterete una voce “backup/ripristino”. Se seguite i passi suggeriti dal programma riuscirete a fare il backup del vostro dispositivo (verrà salvato un file .stg che vi potrebbe servire più in la, nel caso succedessero cose indesiderate, sempre nei limiti della ripristinabilità!). Quando sarà il caso di ripristinare il dispositivo, collegate lo shinelco al pc, accendetelo, aspettate che active sync lo riconosca, andate su strumenti, backup/ripristino e fategli caricare il file .stg da voi creato. Ripeto: il backup NON riporta il navigatore allo stato d’origine per quanto riguarda il registro o la resident flash; ripristina solamente il dispositivo nel caso di un’installazione sbagliata, o di modifiche non importanti! 10
  11. 11. Lo scenario che vi si dovrebbe presentare è questo: le uniche tre cartelle che prenderemo in esame saranno resident flash, sdmmc e windows. (le altre cartelle è meglio non toccarle, e cmq non ho mai provato a modificarle….)Quando siete collegati tramite active sync è possibile apportare modifiche ad ognuna di queste cartelle come se steste lavorando in normale ambiente windows; l’unica cartella che invece non può subire variazioni a livello di copia file o spostamento ecc è la cartella di windows: giustamente questo accade perché i file che sono contenuti nella cartella sono file che al momento in cui voi avete il navigatore acceso sono in esecuzione e che quindi non possono essere modificati o spostati.La cartella sdmmc è corrispondente alla vostra memoria esterna (fate presente che questa cartella appare se e solo se nel navigatore è presente una schedina, altrimenti niente!). Per cui se non avete a disposizione un card reader e siete costretti ad inserire roba sulla sd tramite navigatore collegato al pc questo è l’unico modo; i tempi di trasmissione dati sono notevoli, anche perché quando questi vengono copiati sulla sd, active sync svolge una codifica che allunga di molto i tempi di trasferimento. In realtà cmq, sulla copia di file non troppo grossi, i tempi sono accettabili! 11
  12. 12. Resident FlashCome dicevo precedentemente, all’interno della cartella resident flash risiede il programma di navigazione smart2go.La cartella è suddivisa in CITIES (che contiene le mappe di navigazione) la cartella CVP (che non so a cosa serva) e la cartella MOBILENAVIGATOR che contiene il software vero e proprio dello smart2go. Degli altri file ignoro l’utilità.Aprendo la cartella MobileNavigator vi accorgerete che tra gli altri esiste un eseguibile che si chiama proprio mobilenavigator.exe: questo è il passaggio chiave per tutti i lavori che vengono fatti sullo shinelco.Nel registro infatti vi è una chiave che impone al navigatore di lanciare, con la pressione della scheda NAVIGATION della schermata principale, un eseguibile di nome mobilenavigator.exe che si deve trovare in una cartella di nome MobileNavigator!!!! Di default, l’eseguibile dello smart2go è stato appunto rinominato in mobilenavigator.exe ed è per questo che se lo shinelco è impostato in lettura nandflash (in navigation option) alla pressione di navigation si avvia lo smar2go!Questo spiana la strada a tutti i nostri lavori: perchè? Perché se noi sappiamo che lo shinelco è in grado di lanciare qualsiasi eseguibile purchè si trovi in una cartella che si chiama mobilenavigator e che suddetto eseguibile sia rinominato appunto in mobilenavigator.exe possiamo prendere una memoria sd o mmc e lanciare qualsiasi programma compatibile con windowsCE, creando una cartella mobilenavigator nella root della sd, inserendo il programma al suo interno, rinominandolo in mobilenavigator.exe e impostando allo shinelco in modalità lettura da sd/mmc. A questo punto, alla pressione del tasto navigation nella schermata principale, verrà eseguito il programma da voi caricato!Questa è l’ottica base del funzionamento del navigatore, tutto parte da questa concezione. 12
  13. 13. WindowsLa cartella windows, come in tutti i sistemi operativi, è la cartella principale che contiene le librerie, gli eseguibili, le immagini e tutto quello che viene eseguito dal nostro dispositivo. (di questa cartella ometto l’immagine perché non vorrei confondere i lettori mostrando una cartella con file diversi da quelli che potrebbero trovarsi loro).Sappiate solo che qualsiasi eseguibile presente in questa cartella non potrà essere copiato, così come nessun altro file. Tutto è in sola lettura!Gli eseguibili fondamentali, che fanno funzionare il navigatore sono shell.exe, device.exe, gwes.exe, explorer.exe, launch.exe, cpitguider.exeRimando la lettura della funzionalità di questi eseguibili su fonti più attendibili e più esperte! msdnE allego a riguardo anche una copia del registro dello shinelco ridotta all’osso per mostrare il funzionamento di base del navigatore.Questa parte è per chi vuole approfondire le proprie conoscenze tecniche del navigatore!Come potete notare nel file del registro allegato, la chiave fondamentale del registro dello shinelco è la chiave INIT.Non modificatela se non sapete cosa state facendo, pena l’incasinamento totale del dispositivo.Per arrivare al risultato a cui sono arrivato io, non c’è bisogno di toccare il registro, e soprattutto seguire le istruzioni di sblocco di altri navigatori non serve a nulla, perché ogni navi ha la propria struttura e le proprie regole di funzionamento. 13
  14. 14. I primi esperimentiUna volta scoperta la procedura spiegata nella sezione dedicata alla resident flash, è possibile fare le prime prove per riuscire ad ottenere delle funzionalità aggiunte dallo shinelco.La prima prova che ho effettuato io è stata quella di prendere un eseguibile trovato in rete, per l’esattezza “cecmd.exe” e di mettere in pratica la procedura prima descritta. (cecmd è un file manager).Collego lo shinelco al pc, prendo una Sd vuota, creo cartella MobileNavigator nella root, ci copio all’interno l’eseguibile cecmd.exe, lo rinomino in mobilenavigator.exe, disconnetto il navigatore dal pc, nella schermata iniziale vado su navigation e… come per magia mi appare una schermata molto molto simile al vecchio risorse del computer di windows95.Da qui è possibile fare di tutto, si ha la perfetta visione di tutto quello che c’è all’interno dello shinelco: è finalmente un palmare!Si può entrare nel pannello di controllo di windows, settare le varie opzioni, creare link, nuove cartelle, rinominare file, tutto!!!! 14
  15. 15. Sbloccare lo shinelco 3500DA ADESSO IN AVANTI LA NARRAZIONE SARA’ FATTA DANDO PER SCONTATO CHE ABBIATE LA POSSIBILITA’ DI ACCEDERE ALLE VARIE CARTELLE DEL NAVI E QUINDI AVERE COME “PROGRAMMA PRINCIPALE” ALL’ACCENSIONE UN FILE MANAGER!Entriamo finalmente nella tematica che ci ha portati a creare questa guida!Partiamo dal concetto che abbiamo voluto dare noi al termine “sbloccare”: dopo aver scoperto con somma sorpresa che nel nostro navigatore batteva un cuore windows (e per l’esattezza windowsCE 5.0 core, dove core sta per “ridotta”) ci siamo chiesti se fosse stato possibile fare in modo di risvegliare le funzionalità basilari del sistema operativo installato nel navigatore per sfruttarlo come un modesto palmare.Una volta capito il funzionamento di come lo shinelco si avvia, di come fanno i diversi eseguibili a fare quello che fanno (e che abbiamo menzionato nella slide riguardante windows) abbiamo iniziato i nostri esperimenti per richiamare il DESKTOP del sistema operativo. Per DESKTOP intendiamo la schermata grafica con sfondo blu e il logo di windowsCE, la barra taskmanager con tanto di pulsante start in basso, e le icone di collegamento agli applicativi di windows!Fino ad ora non siamo stati in grado di riuscire a fare apparire ciò, almeno in questo modello. Supponiamo che i progettatori dello shinelco abbiano omesso di implementare nel kernel del sistema operativo il modulo relativo al caricamento del desktop vero e proprio.Ci accontentiamo quindi di avere la gestione interna del navigatore attraverso i file manager o attraverso l’implementazione di uno pseudo desktop 15
  16. 16. Gli applicativi e l’installazioneEssendo il windowsCE una versione core non tutti gli applicativi studiati per lo stesso sono in grado di essere eseguiti dal navigatore.Come trovare i programmi giusti? Facendo delle prove e cercando in rete! Cmq il pacchetto che metterò a disposizione più avanti contiene quasi tutti gli applicativi che sono funzionanti e testati sullo shinelco.Come si installano i programmi?Ci sono 3 modi fondamentali per inserire programmi nello shinelco:1) Collegando il navi al pc tramite active sync2) Inserendo direttamente l’.exe nella scheda sd3) Lanciando dal navigatore il file .cab del programma da installare (che dovete ovviamente mettere nella sd) 16
  17. 17. Installazione software mediante collegamento pc (active sync)Se optate per questo genere di installazione (sconsigliata a mio avviso perché inutile) altro non dovete fare che collegare il navigatore al pc, aspettare che active sync lo rilevi e lanciare l’eseguibile dal vostro pc.Si aprirà una finestra di dialogo che vi dirà che l’applicazione da voi lanciata verrà installata sul dispositivo mobile; a questo punto vi chiederà la destinazione di installazione (onde evitare di rovinare qualcosa è sempre meglio scegliere la voce sdmmc)Visualizzerete sullo shinelco una finestrella di installazione e quando tutto sarà completato basterà andare nella cartella di destinazione e lanciare il programma.Notate che questa procedura serve nel caso vogliate installare dei programmi che trovate in rete e che richiedono per l’appunto un’installazione vera e propria perché in linea di massima è sufficiente, con i programmi giusti, copiare l’eseguibile sulla sd e lanciarlo direttamente senza installare nulla! 17
  18. 18. Installazione tramite copia del file .exe direttamente nel naviQuesto è il metodo più diffuso e consigliato, che permette di usare applicativi studiati appositamente per questa versione di windows senza doverli installare.In questo modo sarà sufficiente creare per esempio una cartella chiamata “programmi” nella sd, copiare il file .exe dell’applicazione che volete usare dentro la cartella prima creata e navigando tramite il gestione risorse tra le varie cartelle eseguire il programma stesso!Questa procedura vale per tutte le applicazioni! 18
  19. 19. Installazione mediante file .cabÈ raro, ma può capitare che vi troviate nella situazione in cui dovete installare un programma di cui avete solo il .cab (premetto che cmq ci sono appositi software per scompattarli, perché i cab sono archivi come potrebbero esserlo i .rar e i .zip).In questo caso, dovrete copiare il file .cab all’interno della sd, e semplicemente lanciarlo con un doppio click del pennino. Partirà un’installazione come se steste lanciando un .exe dal pc di casa!Una volta terminata l’installazione troverete il programma nella destinazione che avete selezionato. 19
  20. 20. Installazione TomTom navigator 6.0Una delle applicazioni più in voga e che prima di tutte si vogliono installare è proprio quella del tomtom!Andiamo con calma; innanzitutto inizio col dire che la versione di cui parliamo è la versione navigator 6.0. Se ce ne sono di meglio già testate, fatevi avanti.Per quanto riguarda la mappa, credo che la versione più aggiornata del momento sia la 6.75, e anche qui, se così non fosse, prego di farsi avanti!Si possono aggiornare le mappe? Certamente, basta comprarle o scaricarle da qualche parte!Si possono aggiungere gli autovelox e tutti i pdi? Certamente, basta andare sui siti adatti e scaricarli!Si possono modificare le voci? Certamente, basta seguire la procedura che inserirò in questa guida.Come mai il navigatore è lento? Perché ci sono caricati a video troppi pdi!Come mai non ricevo il segnale? Perché sei in casa? Oppure perché bisogna attendere almeno 5 minuti dopo la prima accensione perché il dispositivo abbia una ricezione adeguataCome mai anche passati i 5 minuti continuo a non ricevere il segnale? Non ne ho la più pallida idea!!! 20
  21. 21. Dove trovare l’applicazione e come inserirla nello shinelcoL’applicazione tomtom navigator si può acquistare così come le mappe relative.Io tengo una sd apposita solo per il tomtom per avere la libertà di inserire pdi e quant’altro senza dover avere problemi di spazio e per motivi che poi capirete più avanti.Il metodo di installazione che vi propongo io, effettuato su una sd a parte, fa in modo che l’applicazione si avvi alla pressione di navigation nella schermata iniziale!Anche per il tomtom la procedura è sempre la stessa! Bisogna creare una cartella mobilenavigator all’interno della root della sd, e rinominare poi il file tomtom.exe in mobilenavigator.exeIn seguito mettere la cartella contenente la mappa/e in una cartella al di fuori della cartella mobilenavigator. (in questo caso Italia, nella figura a sinistra)Il risultato che dovrete ottenere è il seguente: 21
  22. 22. ItaliaLa cartella Italia contiene i file della mappa italia v. 6.75Inoltre è qui che dovrete inserire tutti i pdi e gli avvisatori vocali per gli stessi (la spiegazione in merito a come bisogna compiere questa operazione la rimando al sito da cui ho imparato io!)Come aggiungere pdiCome gestire il tomtom 22
  23. 23. MobileNavigator (tomtom)In questa cartella invece risiede l’applicazione di navigazione tomtom con tutti i file e le cartelle del caso;Come è facile intuire, la cartella “voice” è quella che contiene le voci che il tomtom utilizza per dare le indicazioni vocali!Come è possibile creare una propria voce per il tomtom? Anche questa spiegazione la rimando al sito dal quale l’ho imparato io!Creare una voce per il tomtom 23
  24. 24. Gli pseudo desktop: parte ISpazientito dopo i numerosi tentativi andati a vuoto di far apparire il desktop di windowsCE sullo shinelco, ho seguito il consiglio della creazione degli pseudo desktop che vanno a sostituire il desktop originale (pseudo desktop è un nome forfetario che è stato dato da noi del forum).In cosa consiste uno pseudo desktop? Ebbene, l’idea di fondo è quella di mettere un’immagine di sfondo alla videata e di far apparire al di sopra di essa delle icone che fungono da link ai programmi che vogliamo mandare in esecuzione. 24
  25. 25. Gli pseudo desktop: parte IIDa dove si inizia per creare uno pseudo desktop?La risposta è sempre la solita: bisogna creare l’ormai famosa cartella mobilenavigator nella root della sd e mettergli all’interno il programma che rende possibile l’implementazione dello pseudo desktop (il nome originario dell’eseguibile lo ignoro! Forse mortscript!?!? Bu?)Per la riuscita di un lavoro ordinato suggerisco di creare all’interno della cartella mobilenavigator tante tipologie di cartelle quante sono le categorie di eseguibili che vorrete lanciare attravaerso l’icona sul desktop: io nel mio caso ho diviso gli applicativi tra quelli di sistema, quelli multimediali, quelli x l’editing e i giochi.Se invece pensate di voler creare poche icone sul desktop e giostrare tutto il resto attraverso il file manager, potete mettere tutto nello stesso calderone, ovvero nella cartella mobilenavigator!Importante: l’eseguibile con l’icona viola e la “i” che qui vedete chiamata mobilenavigator si chiama così solo perché io ho voluto che alla pressione del “tasto” navigation fosse eseguito automaticamente; se create più di un desktop, quel file potete rinominarlo come volete, tanto indicherete poi all’icona a lui associato dove andare a pescarlo.Inoltre il file mobilenavigator.exe (mortscript) e il file sysinfosettings.ini devono stare per forza nella stessa medesima posizione, non gli si può cambiare root! Per quanto riguarda gli .ini invece questi possono trovarsi ovunque, purchè poi andiate a specificare all’interno del file sysinfosettings.ini la posizione esatta di dove questi risidono!Metto come immagine di esempio il contenuto di mobilenavigator del mio lavoro: La cartella giochi contiene a sua volta le varie sottocartelle, ognuna con il proprio gioco (eseguibile + librerie). Icons contiene tutte le immagini di sfondo degli pseudo desktop e le icone che appaiono in videata. Inis contiene dei file .ini che sono i veri e propri esecutori del desktop. Programmi che contiene le varie tipologie di programmi suddivisi in sottocategorie. Mobilenavigator.exe è l’eseguibile base dello pseudodesktop. SysInfoSettings.ini è il file principale che da istruzioni a mobilenavigator.exe di cosa deve caricare quando questo viene mandato in esecuzione! 25
  26. 26. Gli pseudo desktop: parte III(premessa: i file .ini si modificano aprendoli con un editor di testo che potrebbe essere blocconote di windows…e inoltre: lavorate sul pc fisso, a lavoro ultimato portate tutto nella sd!)Iniziamo la programmazione: abbiamo detto che il file sysinfosetting.ini è il file principale che dice a mobilenavigator.exe cosa deve caricare; ebbene, all’interno di questo file dovrete indicare il nome di tutti i file.ini che vorrete mandare in esecuzione. Ogni oggetto che vorrete far apparire sul desktop è creato e programmato dal file.ini ad esso associato. Faccio un esempio: se volete far apparire la data, dovrete creare un file .ini di nome “data.ini” (x esempio) nella quale andrete a dare le istruzioni su come la data deve apparire, in che formato, colore, posizione ecc. ecc. Per mandare il file data.ini in esecuzione è necessario scrivere data.ini nel file sysinfosettings.iniQuindi: volete fare apparire 5 icone sul desktop? Ebbene, allora il file sysinfosettings.ini dovrà contenere al suo interno il nome di 5 file.ini associati ognuno all’oggetto che si vuol fare apparire.Questa affermazione può essere smentita una volta entrati nell’ottica che, se si vuole creare un solo desktop (e solo in questo caso) è possibile crare un solo file.ini che contenga le istruzioni generali valide per tutti gli oggetti che si vorranno fare apparire e le istruzioni particolari di ogni singolo oggetto. Il file sysinfosettings.ini in questo caso conterrà il nome del singolo file.ini che genererà il tutto!Questo il funzionamento basilare degli pseudo desktop. Ma quali sono le istruzioni? La risposta non sono riuscito a trovarla in quanto non sono riuscito a trovare una guida italiana (e non) che esplicasse tutti i tipi di variabili da poter utilizzare. Tutto sommato, questo per quel che riguarda la programmazione manuale: probabilmente utilizzando il programma vero e proprio (mortscript) è possibile mettere tutti i vari parametri degli oggetti. 26
  27. 27. Gli pseudo desktop: parte IVQuesta immagine rappresenta una parte del codice del mio file.ini (design.ini in questo caso) che è il file che genera la schermata principale del mio lavoro.La sezione GLOBALSETTINGS include le istruzioni generali che riguarderanno tutti gli oggetti che compariranno nella prima pagina.Showmessage: non lo soQuitondoubleclick: permette di “uscire” dallo pseudodesktop, o tornare alla schermata precedente attraverso un doppio click del pennino in una parte vuota dell schermo.X= posizione sull’asse delle ordinateY= posizione sull’asse delle ascisseWidth = larghezza (in pixel)Heigth=altezza (in pixel)Arrange = non lo soBackgroundbitmap = percorso dell’immagine in formato .bmp che costituirà lo sfondo della schermata. 27
  28. 28. Gli pseudo desktop: parte V Ora analizziamo l’elemento battery (icona della batteria). X= posizione asse delle ordinate Y= posizione asse delle ascisse Width = larghezza Height = altezza Colorbattery = colore di sfondo dell’elemento (i numeri sono espressi in esadecimale) Colorhigh = il colore dell’icona della batteria quando il suo stato è ottimo Colorlow = il colore dell’icona della batteria quando il suo stato è basso Colorcritical = il colore della batteria quando il suo stato è critico e necessita di carica Segments = numero di indicatori dello stato del livello della batteria 28
  29. 29. Gli pseudo desktop: parte VI Iconxpbutton è il nome generico che viene assegnato ad un oggetto icona. X e Y sono sempre le coordinate spaziali nello schermo Command = eseguibile a cui è associato l’icona Size = grandezza dell’icona Gray = nn lo so Scalealpha = nn lo so Iconnormal = file con estensione .ico rappresentante l’icona del programma che si vuole eseguire Iconpushed = idem sopra N.b. se le icone sono più grandi di 32x32 pixel non saranno riconosciute da mortscript e avrete degli errori nel caricamento del desktop che vi verranno segnalati con delle finestre di errore. 29
  30. 30. Gli pseudo desktop: parte VII – la fineOra avete tutti gli elementi per potervi programmare il vostro pseudo desktop.Una volta caricato il lavoro sulla sd e inserita questa nell’apposita fessure, è necessario riavviare il navi tramite il tasto reset posto sul retro, e questo è da ripetere ogni qual volta si porta una modifica al codice di uno qualsiasi dei file .ini!! 30
  31. 31. Gli sfondi dei miei pseudo desktop 31
  32. 32. Come creare gli sfondiPenso che per le conoscenze grafiche non sono proprio la persona giusta per potervi dare consigli su come creare degli sfondi adatti alle vostre esigenze. Tutto quello che posso dirvi è che io ho usato coreldraw, powerpoint e paint di windows! Ma sicuramente qualcuno di voi se la saprà cavare meglio di me con programmi più evoluti!Ricordate le dimensioni 320x240 pixel e create quello che più vi piace! 32
  33. 33. I miei pseudo desktop sullo shinelco 33
  34. 34. Rapida panoramica delle appliczioni In sistem e utility : In multimedia: - Risorse del computer - Tcpmp player - Task manager - Core player mobile - Pannello di controllo - Mp3 player - Resinfo - Windows media player 9 - Calcolatrice - Gq viewer - Blocco note - Photoviewer - Tastiera (si apre un - Imageviewer quadratino in alto a - IGo navigator 2006 sinistra) - Move In office : In giochi : - Word viewer - Campo minato - Excel viewer - cells - Power point viewer - Cubo di rubik - Pdf viewer - Forza 4 - Haali reader - Free cell - Foglio di calcolo - Plumber pete - Tastiera (si apre un - Reverse pegs quadratino in alto a - Traffic jam sinistra) 34
  35. 35. Download del materialeTutto il materiale del mio lavoro è possibile scaricarlo cliccando su questo link:http://www.megaupload.com/it/?d=WI6ARJPJCredo vi possa servire da stimolo per creare i vostri lavori che attendo di vedere sul forum!Con questo chiudo e vi auguro di riuscire ad imparare presto come utilizzare al meglio il vostro palm – navigatore! 35

×