Informatica e Contratti: un’evoluzione in atto                          Gestire la Necessaria Incertezza                  ...
Programma del SeminarioVenerdì 25 Marzo - Introduzione           nozione “metagiuridica”di contratto - cenni compar.USA-It...
Ripresa temi della sessione precedenteSommario della prima sessione            Nozione “metagiuridica” del contratto      ...
I Contratti dell’InformaticaLe tipologie più frequenti:             Manutenzione HW              elementi atipici         ...
I Contratti dell’InformaticaSono tutti contratti atipici o “misti”        Hanno in comune un contenuto tipico dell’Appalto...
AppaltoIl Contratto di Appalto: nozione“L’appalto è il contratto col quale una parte assume, conorganizzazione dei mezzi n...
Appalto: diverse “gradazioni”                                         Appalto di Servizi  Obbligazione di Mezzi           ...
Schema logico di ContrattoViene presentato qui di seguito uno “schema logico” di contratto, con leseguenti avvertenze:    ...
Modello : Schema logico di contratto o bando per Servizi                                                          “A”“A”: ...
Luigi Vannutelli – 2011   10
Osservazioni sul “Modello”Parte Normativa (“Articolato”):Articolata in 6 “Titoli” in successione logica:                  ...
Osservazioni sul “Modello”Allegati :         “Rigorosa” corrispondenza bi – univoca con ciascuno dei Titoli         Posson...
Modello: Contenuti degli AllegatiALLEGATO 1Oggetto dei Servizi – Tempi – Durata – Rinnovi           Descrizione dettagliat...
Modello: Contenuti degli AllegatiALLEGATO 2Condizioni per la Corretta Esecuzione dei ServiziConcentrare in questo Allegato...
Modello: Contenuti degli AllegatiALLEGATO 3Materiali che saranno Consegnati3.1 – Lista dei “Deliverables”           Studi ...
Modello: Contenuti degli AllegatiALLEGATO 4Criteri di Completamento dei Servizi4.1 – Completamento di “obbligazioni di mez...
Modello: Contenuti degli AllegatiALLEGATO 4 (...segue)Criteri di Completamento dei Servizi4.3 – SLA (Service Level Agreeme...
Modello: Contenuti degli AllegatiALLEGATO 4 (...segue)Criteri di Completamento dei Servizi – (segue SLA)Definizione dei pa...
Modello: Contenuti degli AllegatiALLEGATO 4 (...segue)Criteri di Completamento dei Servizi – ConsiderazioniSuggerimenti:  ...
Modello: Contenuti degli AllegatiALLEGATO 5Corrispettivi – Condizioni Economiche – Fatturazione e        PagamentiRaggrupp...
Titolo 6 del Contratto: Condizioni GeneraliAl Titolo 6 “Condizioni Generali” non corrisponde di norma         un Allegato“...
Considerazioni sul Modello            Serve come schema logico-sistematico utile per :                          Impostazio...
Seminario “Informatica & Contratti”                                    Un tema specifico                          “La Sicu...
Cosa vuol dire “Sicurezza” Le esigenze di sicurezza possono essere molto diverse … per esempio …Luigi Vannutelli – 2011   ...
Cosa vuol dire “Sicurezza”Il termine “Sicurezza” si riferisce, in generale, a tutte le misure atte a proteggerepersone e c...
La Sicurezza nei Contratti Sicurezza nei contratti vuol dire, in concreto:               che cosa il Committente può / dev...
La Sicurezza nei ContrattiIn quali contratti il tema è rilevante ?              in tutti quelli che comportano            ...
La Sicurezza nei ContrattiE’ utile distinguere tra:             Dati = sequenze alfanumeriche atte ad essere inserite in u...
La Sicurezza nei Contratti … e quindi, se parliamo di Dati               è responsabilità del Committente                 ...
La Sicurezza nei ContrattiMa se parliamo di Informazioni = comportamenti umani             tutela nei confronti di chi, pe...
Luigi Vannutelli – 2011   31
Luigi Vannutelli – 2011   32
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Luigi Vannutelli, Informatica e contratti (2)

939 views
844 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
939
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
88
Actions
Shares
0
Downloads
25
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Luigi Vannutelli, Informatica e contratti (2)

  1. 1. Informatica e Contratti: un’evoluzione in atto Gestire la Necessaria Incertezza 2°Sessione Dr. Luigi Vannutelli – Consulente Contratti ICT Via Volturno, 80 – cedri - 20047 Brugherio (MI) Tel. 039 879 379 - Cell.: 329 230 6543 E-mail: luigi@vannutelli.net www.vannutelli.bizLuigi Vannutelli – 2011 1
  2. 2. Programma del SeminarioVenerdì 25 Marzo - Introduzione nozione “metagiuridica”di contratto - cenni compar.USA-It trend di evoluzione - cosa sta cambiandoVenerdì 8 Aprile –schema logico di contratto di servizi ICT - la “necessaria incertezza”: come gestirla - “partnership”Venerdì 15 Aprile- Analisi casisticheOutsourcing - Sicurezza e contratto - la patologia del contratto - ADR -considerazioni conclusiveData da definire - Esercitazionesimulando una fase negoziale, applicare lo schema presentato -discussione, analisi criticità Luigi Vannutelli – 2011 2
  3. 3. Ripresa temi della sessione precedenteSommario della prima sessione Nozione “metagiuridica” del contratto il contratto come base del vivere civile (pacta sunt servanda) Ripresa di alcune nozioni di base contratti tipici e atipici I contratti dell’Informatica prevalenza di contratti atipici e/o “misti” I contratti negli USA perché ci riguardano – forte influenza USA nel settore ICT brevissimo sommario delle differenze tra common law e civil law caratteristiche dei contratti USA – un esempio di scrittura Che cosa è cambiato / sta cambiando nei contratti ICT accelerazione “globale” (tecnologia, mercato, esigenze, … ecc.) “invasività” della tecnologia fonti legislative plurime … e inadeguate Occorre saper gestire una “Necessaria Incertezza” Luigi Vannutelli – 2011 3
  4. 4. I Contratti dell’InformaticaLe tipologie più frequenti: Manutenzione HW elementi atipici Licenza SW + Servizio idem altre forme di fornit. SW (ASP e simili) Assistenza Sistemistica “body rental” … Consulenza Sviluppo Applicativo “task performance” applicazioni “Cloud / web related” “SaaS” “PaaS” … New … Integrazione Sistemi “…prime contractor” Outsourcing …nelle più diverse accezioniLuigi Vannutelli – 2011 4
  5. 5. I Contratti dell’InformaticaSono tutti contratti atipici o “misti” Hanno in comune un contenuto tipico dell’Appalto ma con connotazioni atipiche rilevantiAltre caratteristiche comuni: durata a medio / lungo termine difficoltà / costi per cambio fornitore intromissione degli addetti nella “intimità” aziendale problemi di sicurezza / riservatezza variabilità continua delle esigenze / specifiche “rinegoziazione continua” forte integrazione Committente – Fornitore “sharing responsibilities” – “chi fa che cosa” facile “caduta” nei conflitti / contenzioso necessità di prevenzione … ecc. … Luigi Vannutelli – 2011 5
  6. 6. AppaltoIl Contratto di Appalto: nozione“L’appalto è il contratto col quale una parte assume, conorganizzazione dei mezzi necessari e con gestione a propriorischio, il compimento di un’opera o di un servizio verso uncorrispettivo in danaro” (art.1655 c. c.)Prestazione continuativa o periodica di servizi: applicabili anche le norme relative alla Somministrazione (art. 1559 e segg. c. c.)Luigi Vannutelli – 2011 6
  7. 7. Appalto: diverse “gradazioni” Appalto di Servizi Obbligazione di Mezzi Obbligazione di RisultatoAssistenzaConsulenzaBody Rental “Task Performance” Serv. Continuativi o periodici Manutenzione Sv. ricorrenti Integrazione Sistemi OUTSOURCING Luigi Vannutelli – 2011 7
  8. 8. Schema logico di ContrattoViene presentato qui di seguito uno “schema logico” di contratto, con leseguenti avvertenze: è frutto di esperienze vissute “sul campo” ha il pregio di “mettere in ordine” le idee e gli argomenti secondo una logica che si è rivelata utile meglio se viene usato anche come “traccia” per la negoziazione facilita il coordinamento dei diversi linguaggi (legale e tecnico) … ma deve necessariamente essere capito e condiviso dai diversi soggetti coinvolti inoltre, se ben usato, facilita l’adeguamento dinamico del rapporto contrattuale nel corso della esecuzione prerequisito indispensabile: sistema di comunicazioniLuigi Vannutelli – 2011 8
  9. 9. Modello : Schema logico di contratto o bando per Servizi “A”“A”: articolato diviso in “titoli” e sub-articoli (es.: 1.1 – 1.2, ecc.)Descrizione sintetica – rinvio ad AllegatoLingua: “legalese”“B”: Allegati tecniciCorrispondenza biunivoca con “Titolo” – devonocontenere tutto e solo la descrizione tecnicariferita al TitoloPossono/devono contenere matrici (Gantt Pert) –grafici- algoritmi, ecc.Lingua: rigorosamente tecnica “B” Luigi Vannutelli – 2011 9
  10. 10. Luigi Vannutelli – 2011 10
  11. 11. Osservazioni sul “Modello”Parte Normativa (“Articolato”):Articolata in 6 “Titoli” in successione logica: 1 – Oggetto – Tempificazione – Durata 2 – Condizioni per la corretta esecuzione 3 – Materiali “deliverables” – Proprietà degli stessi 4 – Criteri di Completamento 5 – Corrispettivi – Condizioni economiche 6 – Clausole Generali Strutturato per essere stabile nel tempo deve contenere solo le “regole” ed i “criteri”, non numeri o nomi utile per la negoziazione, la stesura del Capitolato speciale, ecc. ripetibile per tutti i contratti di servizi a ciascun Titolo, dall’1 al 5, devono corrispondere altrettanti Allegati con la medesima numerazioneLuigi Vannutelli – 2011 11
  12. 12. Osservazioni sul “Modello”Allegati : “Rigorosa” corrispondenza bi – univoca con ciascuno dei Titoli Possono, anzi, devono contenere tabelle, diagrammi, matrici, algoritmi , ecc. strutturati in modo da poter essere modificati nel tempo secondo regole e procedure previste (Addenda) il “Repository” come archivio (living) delle interazioni tra le parti gli aggiornamenti come addenda a ciascun Allegato esempi: un nuovo servizio, in All. 1 il prezzo in All. 5 un nuovo SLA in All. 4 un nuovo deliverable in All. 3 un nuovo prerequisito in All. 2 Luigi Vannutelli – 2011 12
  13. 13. Modello: Contenuti degli AllegatiALLEGATO 1Oggetto dei Servizi – Tempi – Durata – Rinnovi Descrizione dettagliata del servizio – modalità di erogazione – Capitolato tecnico Tempificazione – Diagramma Gantt – Fasi o lotti … tutti i dettagli tecnici relativi ai contenuti del servizioSuggerimento: suddividere il testo in sezioni / capoversi in modo tale da rendere più agevoli gli eventuali interventi di modifiche in corso d’operaAttenzione: Non inserire qui verifiche – collaudi – SLA (sono in All. 4) Luigi Vannutelli – 2011 13
  14. 14. Modello: Contenuti degli AllegatiALLEGATO 2Condizioni per la Corretta Esecuzione dei ServiziConcentrare in questo Allegato tutti i vincoli / condizioni cheinfluenzano la corretta esecuzione dei serviziEsempi: Responsabili per ciascuna delle parti Comitato paritetico di controllo – Poteri – Componenti Disponibilità / accesso HW – SW infrastrutture Collegamenti con altri Fornitori / Lavori Documentazione / info / Risorse specialistiche ... altre condizioni / prerequisiti (matrice di responsabilità ???)Luigi Vannutelli – 2011 14
  15. 15. Modello: Contenuti degli AllegatiALLEGATO 3Materiali che saranno Consegnati3.1 – Lista dei “Deliverables” Studi – Rapporti – Relazioni – Progetti ... periodicità – n° copie – “writing / editing standard” ... SW sviluppato (ex novo o personalizzazioni ) supporti – codice sorgente ? – documentazione - ... Altri Materiali – se applicabile ...3.2 – Proprietà dei Materiali originali sviluppati del Committente, del Fornitore o di entrambi ? ...con quali regole / limiti ? Condizioni di Licenza (se applicabili) Accordi di “cross-licensing” e “cross-royalties” Luigi Vannutelli – 2011 15
  16. 16. Modello: Contenuti degli AllegatiALLEGATO 4Criteri di Completamento dei Servizi4.1 – Completamento di “obbligazioni di mezzi”: Definizione degli eventi che determinano il completamento es.: documentazione di corso avvenuto – rapporto finale di analisi fattibilità – N° gg assistenza, ecc.4.2 – Collaudi parziali e finali: per le attività che si concludono: modalità e termini di collaudo casi di prova – procedure di esecuzione, ecc. ... possono essere oggetto di aggiornamenti concordati in corso d’opera modalità di ripetizione in caso di insuccesso procedure di presa in carico del lavoro concluso / messa in esercizio Luigi Vannutelli – 2011 16
  17. 17. Modello: Contenuti degli AllegatiALLEGATO 4 (...segue)Criteri di Completamento dei Servizi4.3 – SLA (Service Level Agreement) per Servizi continuativi o ricorrenti identificare per segmenti di attività parametri che siano rappresentativi di ciò che si deve misurare rilevabili in modo “facile” e continuativo oggettivi, cioè non influenzabili da una delle parti condivisi, cioè concordati senza riserve per ciascun parametro, concordare la base di raffronto, i margini di tolleranza, al di sotto dei quali si verifica l’inadempimentoLuigi Vannutelli – 2011 17
  18. 18. Modello: Contenuti degli AllegatiALLEGATO 4 (...segue)Criteri di Completamento dei Servizi – (segue SLA)Definizione dei parametri: ampio spazio alla creatività e fantasia degli addetti ai lavoriDeterminazione delle penali: deve essere una media ponderata che consideri insieme la gravità dell’inadempimento la frequenza, nel periodo di osservazione la concomitanza con altri inadempimenti la ripetitività in periodi contigui (“recidiva”)“Bonus – Malus” : può essere prevedibile inserire in questa sezione,degli “incentivi” al miglioramento, premiati da % di incremento delcorrispettivo legati al mantenimento di livelli superiori a quelli di sogliaLuigi Vannutelli – 2011 18
  19. 19. Modello: Contenuti degli AllegatiALLEGATO 4 (...segue)Criteri di Completamento dei Servizi – ConsiderazioniSuggerimenti: Prevedere, in questo Allegato, gli strumenti di controllo e revisione dello stato di avanzamento: “Comitato di Controllo” se del caso (rilevanza del contratto) Revisioni periodiche dei Responsabili (sempre) Procedure di esame delle misure correttive (sempre) Identificazione e coinvolgimento delle funzioni decisionali delle parti per analisi e decisione di misure correttiveIl monitoring dei Livelli di Servizio permette di identificare: il pericolo prima che diventi un “problema” il problema prima che diventi un “contenzioso” Luigi Vannutelli – 2011 19
  20. 20. Modello: Contenuti degli AllegatiALLEGATO 5Corrispettivi – Condizioni Economiche – Fatturazione e PagamentiRaggruppa tutti gli elementi economico-finanziari del ctr. N.B.: NON inserire nell’Articolato i “numeri” !Definire Prezzi – Canoni – “Una Tantum” – Tariffe – addebiti/accrediti, ecc.... Inserire formule – algoritmi – matrici – grafici – diagrammi, ecc.Fatturazione – Pagamenti: Prevedere possibili varianti / aggiornamenti in corso d’operaProcedure rimborsi – Note Spese, ecc.Importi e algoritmi per penali / addebiti / accreditiLuigi Vannutelli – 2011 20
  21. 21. Titolo 6 del Contratto: Condizioni GeneraliAl Titolo 6 “Condizioni Generali” non corrisponde di norma un Allegato“Articolato” che raggruppa tutte le altre clausole necessarie quali: Clausola risolutiva espressa, per gravi inadempimenti, per fallimento, ecc. Disciplina del subappalto Divieto di cessione del contratto Osservanza contratti collettivi di lavoro Osservanza della normativa sulla “privacy” Clausola di riservatezza delle informazioni Controversie – Mediazione – Foro competente … eccetera …Luigi Vannutelli – 2011 21
  22. 22. Considerazioni sul Modello Serve come schema logico-sistematico utile per : Impostazione della richiesta di offerta / bando di gara Stesura di capitolati speciali / descrizioni tecniche dei servizi Negoziazione tra le parti Stesura del Contratto e relativi Allegati Definizione compiti / responsabilità delle persone coinvolte Monitoraggio della esecuzione – Controllo SLA – “red lights” Sistema di comunicazione tra le parti / “change management” Repository interattivo – evidenza della dinamica di esecuzioneLuigi Vannutelli – 2011 22
  23. 23. Seminario “Informatica & Contratti” Un tema specifico “La Sicurezza nei Contratti”Luigi Vannutelli – 2011 23
  24. 24. Cosa vuol dire “Sicurezza” Le esigenze di sicurezza possono essere molto diverse … per esempio …Luigi Vannutelli – 2011 24
  25. 25. Cosa vuol dire “Sicurezza”Il termine “Sicurezza” si riferisce, in generale, a tutte le misure atte a proteggerepersone e cose – anche immateriali – da eventi, fortuiti o intenzionali, che possanoarrecare pregiudizio alla integrità ed al libero uso.Si usa distinguere tra:“Sicurezza Fisica” – le misure fisiche di protezione, dalle serrature, porte, ecc. fino ai sistemi di video-sorveglianza, allarme anti-intrusione, ecc.“Sicurezza Logica” – le misure informatiche di protezione dei sistemi e dei dati contenuti, quali antivirus, firewall, password, backup, disaster recovery …Nel termine “Sicurezza” si usa anche comprendere la protezione delle “Informazioni Riservate” contro l’uso indebito delle stesse, quali “disclosure” di segreti aziendali, pubblicazione indebita, trasferimento delle stesse alla concorrenza, ecc.Luigi Vannutelli – 2011 25
  26. 26. La Sicurezza nei Contratti Sicurezza nei contratti vuol dire, in concreto: che cosa il Committente può / deve ragionevolmente pretendere dal Fornitore a che cosa il Fornitore può / deve ragionevolmente impegnarsi nei confronti del Committente come deve essere gestita la materia nella negoziazione e nella stesura del contrattoLuigi Vannutelli – 2011 26
  27. 27. La Sicurezza nei ContrattiIn quali contratti il tema è rilevante ? in tutti quelli che comportano durata a medio – lungo termine intervento / permanenza nei locali, sistemi e applicazioni accesso a dati o informazioni riservati gestione di processi / applicazioni aziendali ed inoltre, by definition servizi di realizzazione e gestione di sistemi di sicurezza Praticamente, in tutti i contratti di servizi ICTLuigi Vannutelli – 2011 27
  28. 28. La Sicurezza nei ContrattiE’ utile distinguere tra: Dati = sequenze alfanumeriche atte ad essere inserite in un computer per successive elaborazioni Informazioni = insieme di dati la cui aggregazione fornisce una conoscenza in più a che ne abbia accesso Un esempio pratico – a voceI Dati devono essere protetti da: perdite (fortuite o intenzionali), accesso indebito, intrusione virus, copie / trasferimenti indebiti, ecc.Si tratta prevalentemente di misure di natura tecnica (eccezione: il “Social Engineering”) Le Informazioni devono essere protette contro l’uso indebito da parte di chi, per definizione, ne viene a conoscenza o ne ha accesso potenziale Si tratta di regolamentare dei comportamenti umani Luigi Vannutelli – 2011 28
  29. 29. La Sicurezza nei Contratti … e quindi, se parliamo di Dati è responsabilità del Committente decidere le proprie necessità e priorità dare al Fornitore le specs tecniche alle quali attenersi formulare correttamente gli Allegati (SLA, ecc.) tenere sotto controllo le nuove minacce e rinegoziare è compito del Fornitore eseguire in conformità delle specs – proporre se del caso (se fornitore di servizi di sicurezza, massimo coinvolgimento nelle scelte e garanzia di riservatezza) ATTENZIONE: in materie di sicurezza, non si potrà ottenere “garanzia di risultati” ma solo di “mezzi” – alcuni esempi: antivirus, penetration test, ecc.Luigi Vannutelli – 2011 29
  30. 30. La Sicurezza nei ContrattiMa se parliamo di Informazioni = comportamenti umani tutela nei confronti di chi, per definizione, ha accesso alle informazioniSuggerimenti: definire quali informazioni sono riservate dire che “tutto” è riservato, equivale a dire “nulla” meglio definire “per categorie” – (esempi a voce) casi speciali = non disclosure agreement ad hoc Cosa vuol dire “tenere riservato” – esempio di clausola “… usando lo stesso grado di cura e discrezione usato per le informazioni riservate del Fornitore” Clausola che “funziona” se il Fornitore ha certificazione di qualità ed ha ottenuto impegno scritto corrispondente dal proprio personale (comunque danni difficilmente risarcibili) Scarsa diffusione di cultura della riservatezza – Rischi elevati principalmente all’interno del proprio personaleLuigi Vannutelli – 2011 30
  31. 31. Luigi Vannutelli – 2011 31
  32. 32. Luigi Vannutelli – 2011 32

×