Your SlideShare is downloading. ×
Luigi Vannutelli, Informatica e Contratti: un’evoluzione in atto. Come gestire una Necessaria Incertezza (1)
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Luigi Vannutelli, Informatica e Contratti: un’evoluzione in atto. Come gestire una Necessaria Incertezza (1)

845
views

Published on

Published in: Technology, Business

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
845
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
11
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. © Luigi Vannutelli – 2009 Programma del Seminario Giovedì 2 Apr. - Introduzione nozione “metagiuridica”di contratto - cenni compar.USA-It trend di evoluzione - cosa sta cambiando Lunedì 6 Apr. - schema logico di contratto di servizi ICT - la “necessaria incertezza”: come gestirla Merc. 15 Apr. - Esercitazione simulando una fase negoziale, applicare lo schema presentato - discussione, analisi criticità Merc. 22 Apr. - Analisi casistiche la patologia del contratto - ADR - considerazioni conclusive
  • 2. © Luigi Vannutelli – 2009 Informatica e Contratti: un’evoluzione in atto Gestire la Necessaria Incertezza Seminario infogiure Dr. Luigi Vannutelli – Consulente Contratti ICT Via Volturno, 80 – cedri - 20047 Brugherio (MI) Tel. 039 879 379 - Cell.: 329 230 6543 E-mail: [email_address]
  • 3. Questionario - esercitazione L.Vann
  • 4. Nozione di Contratto “ Società Civile” = lo spazio tra sfera privata e Istituzioni (cioè “la vita di ciascuno di noi.”..) Rapporti umani basati su un complesso sistema di “accordi” e “convenzioni” (spesso anche “taciti”) Il valore cogente (“giuridico”) di tali consensi si manifesta - viene addirittura “preteso” - quando si verifica un “dis-accordo” (= contenzioso) © Luigi Vannutelli – 2009
  • 5. Nozione di Contratto Il contenzioso si verifica quando la “controparte” commette una – vera o pretesa – violazione dell’accordo (tacito o meno) … la parte “lesa” pretende (*) l’adempimento o il risarcimento del danno subito (*) “ pretendere ” = ricorrere ad una “autorità” superiore...  del/dei “leaders” – dei “superiori” – dei “maggiorenti” – dell’Arbitro - ... ed infine dello Stato © Luigi Vannutelli – 2009
  • 6. Articolo 1321 c. c. “ Il Contratto è l’accordo di due o più parti per costituire, regolare o estinguere tra loro un rapporto giuridico patrimoniale” Nozione di Contratto © Luigi Vannutelli – 2009
  • 7. La Legge riconosce e tutela gli accordi liberamente assunti dalle Parti, con il solo limite delle norme imperative, ordine pubblico e buon costume Art. 1372 c. c. “Efficacia del Contratto” 1° comma: “ Il contratto ha forza di legge tra le parti.” … da questa affermazione di principio deriva una serie di conseguenze Nozione di Contratto © Luigi Vannutelli – 2009
  • 8. Contratto Organizzazione Pubblico Approvvigionamenti Fornitori Produzione Clienti / Utenti Persone Partners Capitali Investim. Ist. di Credito R & D EE PP Strutture Servizi Azienda Mondo Esterno Soci Clienti Dipendenti Mercato Partners Pubblico Istituzioni “ Stakeholders” Nozione di Contratto © Luigi Vannutelli – 2009
  • 9. quando il Contratto è valido? Cosa dice la Legge : Art. 1326 c. c.  “ Il contratto è concluso nel momento in cui chi ha fatto la proposta ha conoscenza dell’accettazione dell’altra parte … Qualora il proponente richieda per l’accettazione una forma determinata, l’accettazione non ha effetto se è data in forma diversa. L’accettazione non conforme alla proposta equivale a nuova proposta.” il Contratto: validità © Luigi Vannutelli – 2009
  • 10. Architetture Contrattuali Pubblicate a stampa / Internet Distribuite ai Clienti /stampate sul retro... Non richiedono firma Sottoscritti dal Cliente Firma clausole onerose (Conferma d’Ordine del Fornitore) Clausole aggiuntive: es.: sconti, condizioni particolari, ecc.) Condizioni Generali Ordini Lettere aggiuntive Un Modello molto frequente: © Luigi Vannutelli – 2009
  • 11. Cosa dice la Legge : Art. 1341 c. c. “Condizioni Generali di Contratto” “ Le condizioni generali di contratto predisposte da uno dei contraenti sono efficaci nei confronto dell’altro, se al momento della conclusione del contratto questi le ha conosciute o avrebbe dovuto conoscerle usando l’ordinaria diligenza. In ogni caso non hanno effetto , se non sono specificamente approvate per iscritto , le condizioni che stabiliscono a favore di colui che le ha predisposte … … vedere seguito …  Art. 1342 c. c. “Contratto concluso mediante moduli o formulari” “ Nei contratti conclusi mediante la sottoscrizione di moduli o formulari … le clausole aggiunte … prevalgono su quelle del modulo o formulario qualora siano incompatibili con esse, anche se queste ultime non sono state cancellate. Si osserva inoltre la disposizione del secondo comma dell’articolo precedente.” Condizioni Generali – Clausole Vessatorie © Luigi Vannutelli – 2009
  • 12. Quali sono le Clausole Vessatorie (o Onerose)
    • Limitazioni o esclusioni di responsabilità
    • Facoltà di recedere o sospendere l’esecuzione
    • Decadenze o limitazioni a opporre eccezioni
    • Restrizioni alla libertà contrattuale con terzi
    • Tacita proroga o rinnovo del contratto
    • Clausole compromissorie
    • Deroghe alla competenza dell’autorità giudiziaria
    • … sono NULLE se non espressamente accettate per iscritto (doppia firma)
    © Luigi Vannutelli – 2009
  • 13. Contratti TIPICI (“Nominati”) ATIPICI (“Innominati”) Ctr. TIPICI : quelli che, per la loro maggiore diffusione, sono previsti e regolati dal C.c., ferma restando la autonomia delle parti = per “default”, salvo norme imperative di legge Esempi : Compravendita – Locazione – Mutuo – Appalto – Deposito Comodato - … ecc. Ctr. ATIPICI : quelli non previsti dal codice e che le parti possono liberamente concludere, purché “diretti a realizzare interessi meritevoli di tutela secondo l’ordinamento giuridico.” (Art. 1322 c.c.) Esempi: Licenza Sw (?) – Leasing – Franchising … e tanti altri … © Luigi Vannutelli – 2009
  • 14. I Contratti dell’Informatica Le tipologie più frequenti: Manutenzione HW elementi atipici Licenza SW + Servizio idem altre forme di fornit. SW (ASP e simili) Assistenza Sistemistica “body rental” … Consulenza Sviluppo Applicativo “task performance” applicazioni “web related” Integrazione Sistemi “…prime contractor” Outsourcing …nelle più diverse accezioni © Luigi Vannutelli – 2009
  • 15. I Contratti dell’Informatica Caratteristiche comuni:  (quasi) tutti contratti “misti” non riconducibili interamente a contratti tipici  durata a lungo / medio termine forte tendenza a “fornitore stabile” – permanenza in house del fornitore – evoluzione nel tempo del rapporto  variabilità nel corso di esecuzione dinamiche di mercato – riassetti societari – tecnologia … ecc  intrusione nella “intimità” aziendale accesso a sistemi, applicazioni, data base, strategie, informazioni riservate, ecc.  interazioni con il committente e con altri “attori” sharing responsibilities tra committente e fornitore – dipendenza da fattori esterni (altri forn.) / interni (users) © Luigi Vannutelli – 2009
  • 16. I Contratti dell’Informatica AVVERTENZA: Tutte le considerazioni svolte in questo seminario valgono anche per tutti gli altri contratti con le stesse caratteristiche – anche in settori diversi dalla ICT Es.: facility mgmt di impiantistica – manutenzioni – servizi continuativi – gestione di progetti – ecc. © Luigi Vannutelli – 2009
  • 17. I Contratti in Italia e negli USA Influenza della contrattualistica USA, ma sistemi molto diversi Tecnologia ICT “made in USA” Linguaggio tecnico fortemente “importato” Fornitori spesso di origine USA, con forte tendenza ad “imporre” i loro standard (limitata autonomia delle subsidiary locali) Modalità di redazione molto diverse tra i due sistemi La traduzione letterale di un contratto USA (o UK) è fonte di gravi equivoci e può essere pericolosa © Luigi Vannutelli – 2009
  • 18. I Contratti in Italia e negli USA © Luigi Vannutelli – 2009 Sistemi di Common Law UK – Commonwealth ed ex colonie - USA Sistemi di “Diritto Civile” Europa Continentale – America Latina ... Deriv. da Magna Charta + Storia Inglese Principi Generali non (sempre) scritti (“Common Law” = “sentire comune” così come interpretato dal giudice) Valore dei precedenti giurisprudenziali – No codici (il giudice “esplicita” la legge) “ Statute Laws” = Leggi speciali In USA: Leggi e Corti Federali + 54 States, ciascuno con proprie leggi e Corti Diritto Romano + Codifica Napoleonica Principi Gen. scritti – Costituzione + leggi fondamentali Codici = fonte primaria - precedenti giurispr. non vincolanti – ( il giudice “applica” la legge) Diversa impostazione – Leggi ordinarie Minore impatto delle autonomie federali
  • 19. © Luigi Vannutelli – 2009 I Contratti in Italia e negli USA Paesi di Common Law: alcune (storicamente curiose) eccezioni UK: Paese culla della Common Law, ma la Scozia fa eccezione Canada: vige la Common Law, con l’eccezione del Quebeck dove è ancora in vigore il Code Napoléon USA: Common Law, con l’eccezione della Louisiana - Code Napoléon, e del territorio di Puertorico - Còdigo Civil di origine ispanica
  • 20. Conseguenze nella formazione e redazione dei contratti – alcuni esempi USA - UK Italia Il testo deve dire “tutto” No interpr. estensiva o analogica Assenza di clausole o riferimenti = le parti non le hanno volute... Responsabilità: ampio margine discrezionale – danni indiretti – danni consequenziali (esempi) Potere discrezionale del giudice (danni “sanzionatori” = treble damages) Testi prolissi e dettagliati Rif. Principi Gen. + disciplina contr. tipici Sì interpr. estensiva o analogica Intergraz. con disciplina c.c. – qualificazione giuridica del contratto Limiti: norme imperative di legge Normativa c.c.: rapporto causa/effetto no estensibilità al di fuori del rapporto tra le parti Discrezionalità del giudice limitata – rigorosa separazione tra civile e penale Testi molto più sintetici I Contratti in Italia e negli USA © Luigi Vannutelli – 2009
  • 21. © Luigi Vannutelli – 2009 Esempio di scrittura contrattuale - 1
  • 22. © Luigi Vannutelli – 2009 Esempio di scrittura contrattuale - 2
  • 23. Il Contratto di Appalto: nozione “ L’appalto è il contratto col quale una parte assume, con organizzazione dei mezzi necessari e con gestione a proprio rischio, il compimento di un’opera o di un servizio verso un corrispettivo in danaro” (art.1655 c. c.) Prestazione continuativa o periodica di servizi: applicabili anche le norme relative alla Somministrazione (art. 1559 e segg. c. c.) Torniamo in Italia: l’Appalto… © Luigi Vannutelli – 2009
  • 24. Appalto: diverse “gradazioni” Obbligazione di Mezzi Obbligazione di Risultato “ Task Performance” Integrazione Sistemi OUTSOURCING Appalto di Servizi Assistenza Consulenza Body Rental Serv. Continuativi o periodici Manutenzione Sv. ricorrenti © Luigi Vannutelli – 2009
  • 25. Che cosa sta cambiando, o è già cambiato ? I Contratti nel mondo aziendale: nuove tendenze © Luigi Vannutelli – 2009
  • 26. Diversa valutazione del concetto di “Proprietà” esempi: leasing – comodato – “ASP” diminuisce la “sindrome da inventario”
    • Prevalenza della componente “Servizio” esempi: comodato HW + somministrazione autovetture in leasing + assist. e sostituzione gestione parco PC / informatica individuale
    • “ Outsourcing” = affidamento a terzi di attività non “core business” motivazioni: concentrazione sul “core business” gestione delle complessità da costi fissi a costi variabili (“pay per use”) ottimizzazione risorse (umane e non) (vedere trattazione a parte)
    I Contratti nel mondo aziendale: nuove tendenze © Luigi Vannutelli – 2009
  • 27. I Contratti nel mondo aziendale: nuove tendenze
    • Componente “Durata” del contratto tendenza a rapporti continuativi nel tempo (partnership ?)
    • La “Discesa” della tecnologia ICT sempre più “invasiva” concorrenza vs monopoli “tradizionali” (es.: telefonia, energia...) proliferazione delle “funzioni” - multimedialità obsolescenza tecnologica accelerata
    • Fonti legislative Europee – Effetti della UE sulla concorrenza adeguamento (talvolta lento …) delle leggi nazionali “globalizzazione” – presenza di nuovi attori
    • Nuove normative “tecnologiche” – firma digitale – archiviazione sostit.
    • Verso una nuova “Lex Mercatoria” ? ... alcune considerazioni ...
    © Luigi Vannutelli – 2009
  • 28. Effetti delle “nuove” tendenze
    • Collaudo: presuppone un “termine”, ma se servizio continuativo ? presuppone “specifiche”, ma se cambiano strada facendo ? il committente spesso non è in grado di farlo …
    • Controllo della esecuzione: … a “insindacabile giudizio” del Committente ??? necessità di condivisione delle responsabilità la figura del “Contract Manager” ...
    • Modifiche in Corso d’Opera: … da “eccezione” divengono sempre più la “regola”
    … Solo alcuni esempi: © Luigi Vannutelli – 2009
  • 29. Effetti delle “nuove” tendenze
    • Si riscontra un progressivo (e “strisciante”) sovvertimento
    • di molti “canoni tradizionali” della contrattualistica
    • concezione “statica” del contratto vs concezione “dinamica”
    • contratti “critici” – ad alto contenuto tecnologico
    • contratti sempre più “atipici” o “misti”
    • accelerazione dello sviluppo tecnologico
    • processo decisionale accelerato – “time to market” …
    • evoluzione del concetto di “partnership”
    © Luigi Vannutelli – 2009
  • 30. “ Confrontarsi con il caos, le contraddizioni, le confusioni ed i paradossi. Cioè: con la realtà.” Da R. Dahrendorf – La Società Riaperta – pag. 245 – citazione da Jancar (Slovenia). che cosa deve fare il “buon manager”? ... parola chiave: “Comunicazioni” Cioè saper gestire la “ NECESSARIA INCERTEZZA” Effetti delle “nuove” tendenze © Luigi Vannutelli – 2009
  • 31. © Luigi Vannutelli – 2009