fhp oew uhp ogn oq wbpybv yopuwyè bou v
èn oq wyev icq wvg irg oce ig fcbg oqb g oi

      fhp oew uhp ogn oq wbpybv yopuw...
Portfolio Personale



    Facoltà di Architettura
    Ludovico Qauroni

    Corso di laurea in Disegno
    Industriale


...
5
6
CONTENTS   PORTFOLIO √ √ √ √ √ √ √ √ √ √ √ √ √ √ √ √   √√√√√√   √√√√√√√√√√√√



           GRAPHIC DESIGN

           GRAP...
8
9
10
GRAPHIC DESIGN 1   Il progetto editoriale ipotizzato è basato su una collana di testi noir per la casa
                   ...
Prima di
copertina




                      LA
                      DIAGONALE   Il concept del progetto deriva da una ri...
SCALA   1   :    1




                     13
                mm
Quarta di
copertina
 prima
     /
quarta




            Le immagini sono state realizzate in studio utilizzado un’unica
 ...
SCALA   1   :    1




                     15
                mm
16
SCALA
                    1
                    :
               mm

                    1
        6




        50




  ...
l
             enta
         erim ic
     exp ctron
      elte rds
           o
       rec




18
GRAPHIC DESIGN 1
                                                                              l
                         ...
l
                       enta
                   erim ic
               exp ctron
                elte rds
               ...
WARP RECORDS
               La WARP RECORDS è una delle etichette più importanti nell’ambito della
               musica d...
l
                                          enta
                                      erim ic
                           ...
23
PROD
DESI
24
DUCT
IGN
  d25
26
PRODUCT
DESIGN 3




           SKIM è un sistema modulare per la produzione di energia elettrica attraverso
           un...
L’applicazione sulle
       facete cieche
       prima e dopo
il modulo




                       MODULO
                ...
di pattern
                                                                                                      different...
HOW SET
istruzioni
per l’uso




             S K I M
             YOURSELF
             prepare the wall
               w...
SCALA
 spessore film : 0,2 mm




                                          1
                                          :
...
32
PRODUCT
DESIGN 1




           DESIGN FOR ALL


           “Il buon design abilita, il cattivo design disabilita”


     ...
Prototipo
retro e interno
  (pag. succ.)




                  GRABOOK
                            Il prodotto è disponibi...
SCALA   1   :    2




                                               35
                mm
                     250




 ...
Nicoletta
               Taddei
     Abbiamo fatto un
     prototipo e come ogni
     beta che si rispetti
     l’abbiamo ...
SCALA
                           1
                           :
      55




                      mm
           34




  ...
38
39
Dettaglio
           espositore
     film fotovoltaico




40
                  A
              libro
             Retro
EXHBIT
DESIGN 3   La realizzazione di uno stand fieristico per un azienda leader nella produzione
           di film fotov...
interrno




                                espositore




                                                        multim...
viste
EXHBIT
DESIGN 3   L’allestimento è realizzato con travi reticolari da 12 cm, a cui è ancorato
           il sistema ...
pianta, sezione e    composizione
                           frontale      copertura
                SCALA 1 : 50, cm     ...
barrisol
                                                                                                      aggancio
  ...
46
 41
EXHBIT
DESIGN 1




           C-WALL è una parete interattiva per la distrubizione di materiale editoriale
           nel...
wall di tubolari
          interattivi
espoloso del
     cilindro




                            Sono presenti all’intern...
motion - concept
                                                                                                    anima...
dimensionamento di                        dimensionamento              dimensionamento           dimensionamento
         ...
51
52
53
54
 49
MULTIMEDIA
DESIGN       In occasione dell’ultimo anno universitario ho scelto il corso d’orientamento
             in Comu...
patch      allestimento                                     Concept
     programma                                        ...
COMUNICAZIONE
MULTIMEDIALE    L’EURISTICA è quella parte della ricerca che favorisce lo sviluppo di nuove
                ...
DATA
     VISUALIZATION          Un semplice esperimento di data visualization per scroprire negli anni
                  ...
VISUAL
PROCESSING   Il lavoro con software di programmazione come processing permetto di
             accedere a nuovi liv...
REALTA’ AUMENTATA



     Facoltà di Architettura
     Ludovico Qauroni

     Corso di laurea in Disegno
     Industriale
...
REALTA’
AUMENTATA   Per realtà aumentata si intende un livello di informazioni e immagini, generate
            da un comp...
la bellisima g
    el Kepler




                 LA REALTA’:
                 IMPAGINAZIONE   Durante il tirocinio presso...
Gg Qq Rr Ss Jj




                                                                                                       ...
QR Code




                                                             High Violet                                      ...
copertina       copertina
                scala 1 : 2




                                             65
                ...
colophon & indicie




                                                                il primo FREE PRESS                ...
20                        60                         6                                                                    ...
Personal Portfolio 2010
Personal Portfolio 2010
Personal Portfolio 2010
Personal Portfolio 2010
Personal Portfolio 2010
Personal Portfolio 2010
Personal Portfolio 2010
Personal Portfolio 2010
Personal Portfolio 2010
Personal Portfolio 2010
Personal Portfolio 2010
Personal Portfolio 2010
Personal Portfolio 2010
Personal Portfolio 2010
Personal Portfolio 2010
Personal Portfolio 2010
Personal Portfolio 2010
Personal Portfolio 2010
Personal Portfolio 2010
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Personal Portfolio 2010

1,758

Published on

Personal Portfolio 2010

Published in: Design
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,758
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
31
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Personal Portfolio 2010

  1. 1. fhp oew uhp ogn oq wbpybv yopuwyè bou v èn oq wyev icq wvg irg oce ig fcbg oqb g oi fhp oew uhp ogn oq wbpybv yopuwyèb ou v
  2. 2. Portfolio Personale Facoltà di Architettura Ludovico Qauroni Corso di laurea in Disegno Industriale Candidato Massimiliano Mauro 1159336 Relatore Carlo Martino Corelatore Emanuele Tarducci AA 2009/2010 4
  3. 3. 5
  4. 4. 6
  5. 5. CONTENTS PORTFOLIO √ √ √ √ √ √ √ √ √ √ √ √ √ √ √ √ √√√√√√ √√√√√√√√√√√√ GRAPHIC DESIGN GRAPHIC DESIIGN 1 PAG6 GRAPHIC DESIGN 2 PAG14 PRODUCT DESING PRODUCT DESIGN 3 PAG 20 PRODUCT DESIGN 1 PAG 28 EXHIBIT DESIGN EXHIBIT DESIGN3 PAG 36 EXHIBIT DESIGN1 PAG 42 MULTIMEDIA DESING COMUNICAZIONE MULTIMEDIALE PAG 52 TESI √ √ √ √ √ √ √ √ √ √ √ √ √ √ √ √ √√√√√√ √√√√√ √√√√ √ √ L REAL A TA’ AUMENTATA RIVISTA AUMENTATA PAG 56 7
  6. 6. 8
  7. 7. 9
  8. 8. 10
  9. 9. GRAPHIC DESIGN 1 Il progetto editoriale ipotizzato è basato su una collana di testi noir per la casa editrice Borders. Il lavoro è incentrato sulla diagonale, la tensione generata dalle linee obblique tra loro perpendicolari, i livelli che si sovrappongono e si svelano, come nel plot noir, dove la verità è sempre celata. Il progetto comprende la vesta grafica esterna e l’impaginazione interna 11
  10. 10. Prima di copertina LA DIAGONALE Il concept del progetto deriva da una riflessione sui rapporti tra le diagonali all’interno dell’opera pittorica di Michelangelo Merisi da Caravaggio nel Sacrifico di Isacco. La tensione del braccio ormai fermo si contrappone al coltello attraverso due diagonali, una perpendicolare all’altra. Si è ricreato questa stessa struttura sia nel lettering sia nella maschera. L’immagine di fondo fuoriesce dal libro, spesso con forza e rabbia, come la motosega o il coltello, oppure con un buio che diviene altra maschera, un ulteriore incognita, in pieno stile noir. Sacrificio d’Isacco Caravaggio, 1603 12
  11. 11. SCALA 1 : 1 13 mm
  12. 12. Quarta di copertina prima / quarta Le immagini sono state realizzate in studio utilizzado un’unica flash a 45° rispetto al soggetto per creare forti ombre e caricare di drammaticità le immagini. Ciò che è fortemente visibile è contrapposto a ciò che è cortemente uscurato. prima / quarta Gli oggetti coprono il i volti, lasciano vedere solo alcuni elementi del viso, che però non può essere determinato. prima / quarta Ogni elemento crea una diagonale: dalla linea del cappuccio, allo sguardo, ricreando con i tratti del volto altre diagonali. La stessa verticalità della copertina sembra essere rotta da una forza che ne espande le dimensioni 14
  13. 13. SCALA 1 : 1 15 mm
  14. 14. 16
  15. 15. SCALA 1 : mm 1 6 50 12 36 40 21 11,3 6 8 6 17
  16. 16. l enta erim ic exp ctron elte rds o rec 18
  17. 17. GRAPHIC DESIGN 1 l nta erime c exp ctroni elte ds r reco Il progetto grafico prevede l’intera costruzione dell’immagine aziendale della casa discografica WARP RECORS, contenitore della musica elettronica sperimentale degli ultimi 20 anni. Già dal brief di progetto si evince che il logo dovrà rappresentare avanguardia e passato, assieme, per il futuro dell’etichetta. 19
  18. 18. l enta erim ic exp ctron elte rds o rec identity kit wear kit promotional kit 20
  19. 19. WARP RECORDS La WARP RECORDS è una delle etichette più importanti nell’ambito della musica d’avanguardia; da essa nascnon e crescono talenti come Aphex twin, Autechre, Battles. L’ideazione di tutta l’immagine visiva è perciò cosa ben rischiosa dato il suo carattere fortemente connotato. Si è quindi voluto recupare un gusto ormai assodato come quello 8 - bit ma ritilizzarl oin maniera nuova, creando giochi di piani, illusioni, fughe. Per il logo è effettuato uno stavolgimento delle linee ottiche per rendere il logo un illusione ottica pur mantenendo una leggebilità elevata anche nelle piccole dimensioni. Inoltre sono stati creati tutti i layuout per gli stampati, i CD, i vinili, il merchandising, le grafiche per i mezzi promozionali, e i flyer per un evento. Ogni aspetto è stato curato con il feticismo di un collezionista, che voglia per sempre avere un pezzo da collezione e non un prodotto meramente pubblicitario, dalla cravatta pixellata alla Vespa customizzata. 21
  20. 20. l enta erim ic exp ctron elte rds o rec costruzione e proporzioni 2.5 x 1.25 x 2.5 x x/3 visibilità 22
  21. 21. 23
  22. 22. PROD DESI 24
  23. 23. DUCT IGN d25
  24. 24. 26
  25. 25. PRODUCT DESIGN 3 SKIM è un sistema modulare per la produzione di energia elettrica attraverso un sistema piezoelettrico e film fotovoltaico. SKIM è libero di muoversi e produce energia sia dal sole che dal proprio movimento, permettendo anche nei giorni più bui di avere energia dalla pioggia o dal vento. Oltre al considerevole impiego tecnologico SKIM fa riferimento alla cultura urbana degli stencil, della street art, e del guerrilla gardening, creando un sistema decorativo, ma ch vuole rendere possibile l’autoinstallazione del sistema per ridurre i costi ed aumentare l’utilizzo di energie rinnovabili! L’utilizzo ipotizzato riguarda in particolare i residui urbani non utilizzati, come tettoie o facciate cieche, che deturpano il paesaggio urbano. 27
  26. 26. L’applicazione sulle facete cieche prima e dopo il modulo MODULO Il sistema SKIM è composto da un film fotovoltaico racchiuso in un layer di PVC. Uno strato di POLIVINILDENFLUORURO contiene una serie di generatori piezoelettrico di 4 generazione. Questo permette di ottenere energia anche da una goccia d’acqua. E’ dimostrato che lo stress di una goccia di 1 - 5 mm permette di ottendere 12 milliwat. L’energia dei due sistemi è messa in rete attraverso un circuito stampato. Il prodotto viene prodotto in rotoli, viene tagliata una fascia, a cui viene subito affiancata un altra, per coprire la superficie. Per collegari gli elementi basta inserire un diodo attraverso la membrana nel circuito secondo uno schema positivo/negativo. Tale diodo è anche l’ancoraggio sulla superficie. L’angolo ottimale di irragiamento si ottiene sempliicemente curvando quanto necessario il film, bloccandolo poi con i diodi. Le parti terminali possono essere lasciate libere di modo che il movimento generi elettricità. La natura tecnologicamente complessa del progetto non deve ingannare sulla sua semplicità. Semplificando ogni elemento è stato possibili ridurne ogni onore, ogni spesa, ogni lavorazione. Volevo realizzare qualcosa per abbellire le facciate cieche o le mura delle città, proprio come succede nella street art, e volevo farlo in modo semplice, quasi che al posto di un murales o di uno stencil, chiunque possa “imbrattare” la città con un pò di energia. ricercatore del Opera a Zaragoza di BLU BLU, Georgia Tech University street artist italiano con un generatore piezoelettrico 28
  27. 27. di pattern differenti tipologie Si possono sviluppare molteplici pattern seppur la via preferibile sia quella si mantenere intatta la linearità del film per motivi di conduttività. Le caratteristiche tecnologiche di questo materiale necessitano di machinari altamente tecnologici per nanotecnologie, ma tali operazioni garantiscono una lunga durata del prodotto in condizioni ambientali anche sfavorevoli. Tutti i materiali sono riciclabili e riutilizzabili in altri pannelli. Perciò i pannelli skim in disuso possono essere recuperai e riattivati. PATTERN AFFIANCATO PATTERN RIBALTATO PATTERN RIBALTATO 29
  28. 28. HOW SET istruzioni per l’uso S K I M YOURSELF prepare the wall with a hole prepare SKIM take d iode and insert in t he put inside press and stop hole prepare procede another hole .... .... .... .... ENJOY YOUR CLEAN ENERGY 30
  29. 29. SCALA spessore film : 0,2 mm 1 : cm 20 film fotovoltaico ink conduttore 24 12 380 260 12 20 31
  30. 30. 32
  31. 31. PRODUCT DESIGN 1 DESIGN FOR ALL “Il buon design abilita, il cattivo design disabilita” Questo è il motto dell’Istituto Europeo per il Design e la Disabilità (EIDD), fondato a Dublino nel 1993, istituto che si occcupa di tutte quelle tematiche legate all’ergonomia per la disabilità. L’utilizzo di un oggetto semplice come un libro si rivela però complesso per le persone che soffrono di piccole o grandi disabilità; pensiamo a persone con problemi senili come l’artrite, o sofferenti al tunnel carpale, di disabilità maggiori come la perdita di una falange o di intere parti della mano. Diventa per loro difficile godere del libro se non in situazioni statiche, con un notevole impiego di tempo e sacrificio che si antepone al gusto della lettura, ancor più impraticabile in situazioni di movimento in cui si necessità la liberta degli arti, come le metropolitane o le semplici passegiate in un parco. Oggetti di consumo come i tascabili possono essere in realtà barriere funzionali paragonabili a quelle architettoniche. Il nostro studio vuole perciò aumentare le libertà delle persone disabili aumentando la prensibilità del libro con un oggetto semplice e funzionale, per tutti, veramente. E’ un oggetto per la città, dinamico, da utilizzare in metropolitana, mentre si corre tra un appuntamento e l’altro, per la vita dinamica, ma anche per godersi una passeggiata in quiete nel parco, chiudendo il libro per alcuni istanti, e pensare. 33
  32. 32. Prototipo retro e interno (pag. succ.) GRABOOK Il prodotto è disponibile in tre dimensioni, S, M, L. I tre dimensionamenti sono ragionati in base al dimensionametno delle pubblicazioni tascabili delle maggiori case editrici. Le due bande elastiche permettono a tutti i volumi di essere indossati dal GrabOOk. Utilizzo GrabOOk 34
  33. 33. SCALA 1 : 2 35 mm 250 150 50 30 20 36 34 55
  34. 34. Nicoletta Taddei Abbiamo fatto un prototipo e come ogni beta che si rispetti l’abbiamo provata! La gente era incuriosita e soddisfatta! Ifuturi acquirenti? 36
  35. 35. SCALA 1 : 55 mm 34 30 2 36 20 320 37
  36. 36. 38
  37. 37. 39
  38. 38. Dettaglio espositore film fotovoltaico 40 A libro Retro
  39. 39. EXHBIT DESIGN 3 La realizzazione di uno stand fieristico per un azienda leader nella produzione di film fotovoltaici. Il progetto studia le relazioni tra superficie e forza, invisibile come la luce. Lo stand diventa lo scenario dell’interazioni tra queste forze invisibili, dove solo la materia è testimone. Le superfici si deformano, si rompono, l’esterno penetra e l’interno fuoriesce: tensioni, movimenti, deformazioni si susseguono, come un corpo, come un essere. L’utente vive il microcosmo e il macrocosmo assieme, il visibile e il non. Lo stand è provvisto di espositori, information corner, e spazio interattivo. Secondo il brief bisognava creare un ambiente scenico, ma senza scena. 41
  40. 40. interrno espositore multimediale elemento ELEMENTO MULTIMEDIALE Il progetto riechiedeva la realizzazione di un evento interattivo. Abbiamo pensato di giocare con la luce e la percezione. La luce trasportata dalle fibre ottiche è proiettata verso alcuni micro-pannelli solari. Indirizzando la luce verso uno di essi si produce energia, che verrà utilizzata per emettere un suono; ogni micro-pannello ha un suono differente e i vari utenti possono collaborare assieme per creare melodie. studio deformazione plastica in ambiente digitale DEFORMARE CREARE In base allo studio effettuato digitalmente è statto realizzato successivamente un modello 3D che rispecchiasse le deformazioni che una superficie subisce se subisce una forza. L’esempio empirico è un sasso che si immerge in uno specchio d’acqua. 42
  41. 41. viste EXHBIT DESIGN 3 L’allestimento è realizzato con travi reticolari da 12 cm, a cui è ancorato il sistema di aggancio del Barrisol. Due ingressi permettono ula totale deambulazione dello spazio, che in nessun caso è diviso da strutture. le deformazioni della materia descrivono pozzi e finestre, da cui passa e si muove la luce, attraversando l’oscurità, in analogia co i fasci che fuoriescono dalla fibra ottica. La prima delle tre deformazioni conterrà materiale espositivo, la seconda una proiezione da osservare con il naso all’insù, e la terza sarà predisposta per l’interatività. La pavimentazione è un pavimento gallegiante dello stesso colore del barrisol. Si vuole creare un unità completa, come un unico essere. Attraverso il marker è possibile vedere in realtà aumentata l’animazione eseguita per la presentazione dello stand 43
  42. 42. pianta, sezione e composizione frontale copertura SCALA 1 : 50, cm barisol 44 700 740 20 0 540
  43. 43. barrisol aggancio telaio per INTERNO / ESTERNO La struttura di travi reticolari è completamente rivestita da BARRISOL, che chiude in un’unica superficie dal gusto digitale l’intero allestimento. Il rapporto interno / esterno viene compromesso all’interno da protuberanze organiche che scendono dal soffitto, come se una forza le stia penetrando dall’alto, forza evidente grazie alla luce che penetra. 260 300 110 260 300 45
  44. 44. 46 41
  45. 45. EXHBIT DESIGN 1 C-WALL è una parete interattiva per la distrubizione di materiale editoriale nelle stazioni ferroviarie/metropolitane on in luoghi con un grande afflusso di persone. Formata da tubi di cartone (scarti dell’industria tessile) grazie ad un motore interno possono muovers longitudinalmente in maniera interattiva con l’ambiente circostante. Il motore è un motore stepper utilizzato nelle stampanti plotter. Il sistema è collegato con ARDUINO (hardware open- source di Massimo Banzi), sensori e web cam e led RGB. I dati ripresi dalla webcam vengono elaborati da un software e permettono di creare uno specchio con la realtà circostante, un movimento che segue i percorsi delle persone. L’utente avvicinandosi aumenta la sua massa in pixel e “ attrae “ il tubo a se, che consegna il prodotto editorale esposto. Proprio come in un epifania l’utente, scegliendo un libro, viene illuminato. L’esperienza che si vuole offrire al pubblico è fortmente emozionale. Il muro diviene qualcosa di vivo, una superficie liquida con mille riflessi. La parete può essere composta secondo vari pattern e forme. E’ ipotizzato l’utilizzo di telai per scostruire shapes differenti. 47 42
  46. 46. wall di tubolari interattivi espoloso del cilindro Sono presenti all’interno del cilindro: un telaio metallico (1), un motore stepper con vite senza fine (2), una scheda con i componenti elettronici (3), un dispenser per il materiali esposto (4). i vari compnenti 120° 0.4 60° 1.3 1.7 17 1 .8 2 3 4 In movimeto 48
  47. 47. motion - concept animazion in stop INTERAZIONE SOSTENIBILITA’ Le nuove tecnologie permtto di utilizzare la materia in maniera. La luce, il movimento, la forma, si aggiungono a ciò che precedentemente era l’allestimento. Essi svolgono funzioni, comunicano in maniera interattiva, si modificano in base ad esigenze, o per solo divertimento. Il prestito del libri è un ottima occasione per aumentare quello che viene considerato il limite fisico dell’architettura e traformare una parete in un organismo che vive e si relazione all’utente. L’aumento della luce e il movimento in avanti sono un offerta all’utente da parte della parete stessa al futuro lettore, che vive un esperienza emozionale di forte relazione con il libro stesso e il momento futuro della lettura, che diventa ricordo, rievocandosi perpetuamente. Come una buona copertina permette al libro di essere letto più facilmente, l’intera parete aumenta l’interesse,fortifica il sogno a discapito della mera quotidianità, assicurando che il libro non vegna solo consegnato, cosa che qualsiasi struttura o persona può fare, ma che venga anche letto, che possieda un aura di specialità. Attraverso il marker è possibile vedere in realtà aumentata un animazione per l’esposizione del concept, realizzata con la tecnina dello stop motion. 49
  48. 48. dimensionamento di dimensionamento dimensionamento dimensionamento un pattern ipotetio modulo singolo / laterale guide modulo singolo / frontale SCALA 1:10 , cm SCALA 1:10 , cm SCALA 1: 5 , cm SCALA 1:10 , cm 50 1.8 30 0.3 60° 17 120° 120 .8 1.3 72 1.7 50 kg 0.4 0.50 50 kg 4.2
  49. 49. 51
  50. 50. 52
  51. 51. 53
  52. 52. 54 49
  53. 53. MULTIMEDIA DESIGN In occasione dell’ultimo anno universitario ho scelto il corso d’orientamento in Comunicazione Multimediale per approfondire delle ricerche personali portate avanti negli anni sulla cultura del computing e della generative art. Questo mi ha permesso inoltre di conoscere vari aspetti del design legati all’interazione, al data visualization, al mapping video, alla realtà aumentata (la quale diverà poi argomento di tesi), lo slow motion e il timelapse Al percorso universitario si è subito affiancato un lavoro diretto nel vjing e nell’allestimento di mapping video. Credo che ciò che realmente sto conducendo è una sperimentazione sulla percezione, come ognuno impara dall’ambiente e come l’ambiente si modifcia in base al nostro sentire. La multimedialità permette di confondere i sensi, perdersi per trovarsi, annientare la logica consueta con l’inaspettato, il sinestetico, senza nessun intento scioccamente pedagogico. L’utente a cui si fa riferimento viaggia nel mondo in cerca di qualcosa, di se stesso, degli altri, scoprendo l’orrore, la bellezza, il sublime, il rammarico, la conoscenza e la dimenticanza. L’esperienza umana disumanizzata dalla globalizazione e dalla città fabbrica, dalla ratiocrazia, avrà bisogno di follia e sogno per continuare a vivere. gQUI SOTTO UN ELEMTO GRAFICO CREATO ATRAVERSO IL PROGRAMMA PROCESSING 55 50
  54. 54. patch allestimento Concept programma installazione interattività 56 1 obiettivo 2 3 Sistema infografico
  55. 55. COMUNICAZIONE MULTIMEDIALE L’EURISTICA è quella parte della ricerca che favorisce lo sviluppo di nuove conoscenze attraverso scoperte emmpiriche per giungere a nuovi sviluppi teorici. Il procedimento EURISTICO non un segue percorso ma si affida all‘intuito e allo stato temporaneo delle circostanze al fine di generare nuova conosceza. EURISTIC è un gioco interattivo rivolto al mondo dell’ infanzia, divertente anche per adulti; l’istallazione viene effettuata in un’ambiente chiuso dove il pavimento è uno scenario proiettato e l’utente interagisce con esso attraverso una zona circolare che permette di vedere lo scenario nascosto. Attorno all’utente compare un zona luminosa che servirà come senso guida nlla ricerca dell’obiettivo. L’ipotesi è di utilizzare anche in musei, o infrastrutture questo genere di tecnologia. Tale progetto è stato sviluppato solo come concept, uno studio per avviare future ipotesi di utilizzo di tecnologie digitali in ambiente. Il progetto di per sè è costituito da due proiettori fissi e una CAM, posti al di sopra dell’utente. Attraverso un tracking dell’utente è possibile circondare quest’ultimo con una maschera di luce che permette di vedere la sottostante mappa nascosta nell’ombra; seguendo la mappa deve raggiungere un obiettivo per totalizzare un punteggio. Un suono simile al suono dei sonar dei sommergibili lo aiutano nel localizzare il punto di arrivo. Li scenari futir della tecnologia permetteranno di essere guidati da informazioni digitali attraverso strumenti indossabili. Questo è il caso di SixthSense, creato da Pranav Mistry dell’ MIT. La realtà che ci circonda sarà aumentata di informazioni ad un livello che oggi si può solo immaginare, ma che potenzialmente, non ha limiti. SixthSense di Pranav Mistry 57
  56. 56. DATA VISUALIZATION Un semplice esperimento di data visualization per scroprire negli anni universitari come abbia raccolto le directory dei miei vari progetti. il grafico mostra quantitativamente cartelle, progetti, in base al path di percorso e alla ridondanza dei file. Potrebbe essere definito come il grafico dei miei tre anni universitari passati al pc. EXHIBIT PRODUCT WEB PERSONAL INTERACTIVE GRAPHIC 58
  57. 57. VISUAL PROCESSING Il lavoro con software di programmazione come processing permetto di accedere a nuovi livelli di creazione e interazione. Di seguito un esempio di elaborazione ASCII molto dettagliata. 59
  58. 58. REALTA’ AUMENTATA Facoltà di Architettura Ludovico Qauroni Corso di laurea in Disegno Industriale Candidato Massimiliano Mauro 1159336 Relatore Carlo Martino Corelatore Emanuele Tarducci AA 2009/2010 60
  59. 59. REALTA’ AUMENTATA Per realtà aumentata si intende un livello di informazioni e immagini, generate da un computer, sovrapposto al livello della realtà e con contenuti ralazionati all’ambiente circostante. Si prenda in esempio pubblicità inserite nei campi da calcio, o le linee del fuorigioco, giusto per citarne alcune basilari. Le possibile applicazioni di queste tecnologie stanno investendo tutti i campi del vivere e diveranno familiari nel prossimo futuro. Si trovano applicazioni sui cellulari, sui desktop domestici; gli operai utilizzano, nel montaggio di parti meccaniche del motore, l’aiuto della realtà aumentata per facilitari i movimenti e le operazioni di assemblaggio. In questa tesi si vuole utilizzare questa tecnologia in campo editoriale, per aumentare i contenuti affrontati tra le pagine della rivista, portando il prodotto editoriale più vicino al prodotto digitale; o meglio, portare il digitale nella realtà fisica di tutti i giorni gUN’IMMAGINE DAL FILM IRONASSOTIGLIASOGLIA TRA IMMAGINARIO E REALTA’ SI MAN 2. LA SEMPRE PIU’ 61
  60. 60. la bellisima g el Kepler LA REALTA’: IMPAGINAZIONE Durante il tirocinio presso la redazione di Meltin’Pot ho lavorato sull’impaginazionede loro prodotto editoriale cartaceo, MP MAGAZINE. MP è uno spin-off universitario, con molti collaboratori, che vive di diverse realtà, parla diversi linguaggi, con vari strati all’interno. Realizza eventi come “ Corti & Sigarettes “ , festival dei cortometraggi indipendenti, realizza contest fotografici, mostre, conferenze. Meltin’Pot significa proprio miscuglio.... I temi trattati sulle pagine, e principalmente sul web, spaziano dal’economia all’arte, dal cinema al teatro, recensioni di libri diversi e di differenti generi musicali. Pertanto è difficile identificare precisamente sia il target che la mission, con il rischio di creare una grafica disomogenea e poco caratterizzata, con difficoltà dell’utente di impersonificarsi. Serviva una piattaforma comune, qualcosa di universale ma non neutro, caratterizzante ma non ghettizzato, una grafica pulita ma comunque ricercata. La scelta condivisa con la redazione è stata quindi quella di lavorare completamente sul lettring, gli spazi e i rapporti, il grigio tipografico, le griglie, con un prodotto che sapesse di bibliofilia ma con il sapore di minimalismo e semplicità, adatto chi ama leggere, o chi sfoglia per caso, essendo inoltre MP un free press. Un prodotto originale, ma senza strillare al nuovo e diverso, che lasci spazio ai contenuti e ai significati, piuttosto che alle decorazioni. Aggiungiamo la mancanza di un team grafico, che, con un prodotto troppo complesso, avrebbe portato al caos in redazione. Sin dal brief di progetto si voleva rielaborare qualcosa di tradizionale, unire il nuovo con l’antico, il libro, l’incunabula, creando il gemello eterozigote di quell’ MP news che vive nel web. 62
  61. 61. Gg Qq Rr Ss Jj Bodoni Bold FONT / KEPLER La scelta della font è caduta sul Kepler STD light per la composizione del testo. Il Kepler è perfetto per il suo carattere elitario, un pò frivolo, seppur & moderno. Slimbachs, il creatiore di Kepler, cattura lo stile moderno in BODONI maniera umanistica. E ‘elegante e raffinato con un pizzico di proporzione Oldstyle e calligrafico dettaglio che dona calore ed energia. Tra tutta la sua interminabile famiglia è stato scelto il LIGHT, poichè il kepler è un character molto contrastato già in regular, mentre le pagine di MP Magazines vogliono essere leggere ed eterei. Per i titoli è stato scelto un Bauer Bodoni, molto contrastato, e con grazie, in opposizione al light del Kepler. Kepler ABCDEFGHIJKLM NOPQRSTUVWXYZ Kepler STD regular, 11/13 abcdefghijklm nopqrstuvwxyz 1234567890 Gg ABCDEFGHIJKLM NOPQRSTUVWXYZ Kepler STD thin, 11/13 Qq abcdefghijklm nopqrstuvwxyz 1234567890 Rr Ss Jj Aa 63
  62. 62. QR Code High Violet SLASH The National Slash Quando il 4 novembre 2008 Barack Il risultato è un lavoro dai chi- Obama viene proclamato Presi- tarroni gommosi e celestiali ad dente, a Chicago, la sua città, es- alta pressione (picco raggiunto plode la gioia liberatoria della folla nella traccia “Nothing to Say” in che nalmente può lasciarsi alle compagnia di Mr. Shadows degli spalle il periodo buio dell’era Bush. La celebrazione inizia sulle Avenged Sevenfold), senza la profondità che ci si aspettereb- note di “Fake Empire” di e National. Il falso impero descritto be da un professionista come Slash. Già dal primo ascolto si nel pezzo era facilmente assimilabile, in quel contesto, a quello sospetta un’americanata buona per metallari che all’ultimo costruito durante gli otto lunghi anni dell’amministrazione banco disegnano sul diario i tatuaggi da fare appena diventati Bush e faceva pensare che i festeggiamenti fossero più per dire maggiorenni. Ma si preferisce aprire meglio le orecchie. addio a ciò che ci si lasciava alle spalle che per dare il benve- LEONARDO RUMORI nuto al nuovo Presidente. GIUSEPPE PAXIA Wavering Gradiant Contact, Love, Want, Hate Isis Ikonika Non sono un eccelso conoscitore Se “5 Years Of Hyperdub” c’ha in- musicale, la mia scrivania non è segnato qualcosa, è che il dubstep, sommersa di album Kraut-Rock come idioma stilistico capace di e no, non conosco sinceramente identi care un “suono unitario”, quale sia il pensiero di Scaru . ormai ha cessato di esistere. Ciò non toglie che adoro la musica ma soprattutto adoro la mia Niente svenimenti, prego: quelle intuizioni hanno frutti cato musica. Quella di poche band, perlopiù contemporanee e cir- ovunque, folgorando centinaia di miscredenti sulla via di Da- coscritte a determinate scene, nelle quali in questi anni sono masco, e lanciando precisi imput in favore di quel sempiterno riuscito a costruire una dimensione intima nella quali rifu- rimescolamento UK-Bass al quale nemmeno il Flick può oram- giarsi nei momenti più disparati. L’esempio perfetto sono forse ai dare la pace. Wonky è sinonimo di ritorno all’artiglieria 8-bit proprio loro, gli ISIS. vista da una prospettiva. RAFFAELE SAGGIO MATTEO LOSI Il Secondo Tragico Psychofagist of Perversity Gnaw Their Tongues Dopo 5 anni da “Psychofagist”, ed Gnaw eir Tongues è Mories, un uno stuolo di produzioni minori pazzo olandese, iperattivo per nat- (7”, EP, split), al secondo, atteso, ura, esce su Crucial Blast, e non è full length, “Il Secondo Tragico”; tutto dire. evoluzione impressionante di una La sua musica e le sue creazioni proposta musicale che, all’epoca era si valida, ma ancora ac- nascono ed esplodono all’interno di una scatola senza forma erba e n troppo ancorata a stilemi jazz-grind.Nel 2009, gli ne colore. Fondersi in una colata di lava bollente, camminando Psychofagist hanno de nitivamente sciolto le briglie in favore verso un inferno che nemmeno Dante immaginò così truce. di un suono sempre più “free” ed incatalogabile, merito anche Un’orchestra di Satana a tutti gli e etti, alcuni sprazzi di deliri dell’ ingresso in pianta stabile nella formazione di Luca Mai sono incredibilmente reali, un’inesorabile apocalisse, il male (Zu, Black Engine) al sax baritono. che non si può evitare. DANIELA SCHICCI MICHELE POLONIATO The 14’s Soundtrack Qualood Se siete in un bar ordinate un pani- Solo per i lettori di MP l’abum no con la mortadella o un frances- completo dei Qualood scarica- ino con rucola praga salsa cocktail bile tramite questo QR. Siamo gamberetti? Birra o Sangiovese o non siamo buonissimi? superiore in purezza? Insomma se avete un palato esigente in fatto di new beats questo disco dei QualooD ì e 14’s Soundtrackî fa per voi, anche perchÈ con - tiene contributi di tutti i migliori interpreti della specialit‡. Il suono del disco ha una tridimensionalit‡ impressionante. Una miscela di ritmi downtempo e sonorit‡ psichedeliche descrivo- no al meglio questo album. ALESSANDRO LO RUSSO 48 LA REALTA’: IMPAGINAZIONE Sono stati predisposti tutti i layout affinchè ci fosse il massimo rrendimento del testo in rapporto alla giustezza, al kerning e al leading. QR - CODE Le griglie hanno un rigore proporzionale alla pagina. Tali rapporti tornano ulteriormente nel distanziamento dalle immagini. A rompre le griglie note che escondo dai normali allineamenti. I layotu principali sono due colonne da 85 mm e tre da 60 mm. Il layout per l’intervitsa concentra il testo al centro concentrandosi sul dialogo e con immagini che divengono quasi un titolo di testa di ogni pagina, in cui il ritmo della domanda segue quello della risposta con l’alternarsi del roman e del bold. Alcuni QR sono stati inseriti per aumentare i contenuti della rivista con link multimdiali. Ad esempio nella pagina delel recenzioni è possibile accedere al download di un album gratuitamente I QR-CODE permette all’utente di essere indirizzato ad una pagina web con vari contenuti. L’utlizzo di tale teconlogia è largamente utilizzata nel resto del mondo e si sta facendo largo anche in italia attraverso smarphone e Iphone. Al lavoro giornalistico si lega una ricerca di link e contenuti web che possano esaltare l’utente, accrescere l’appetibilità dell’articolo, codivide con altri i propri interessi. 64
  63. 63. copertina copertina scala 1 : 2 65 mm 18 FREE P RESS FREE PRESS 60 18 18
  64. 64. colophon & indicie il primo FREE PRESS CONTRIBUTORS con realtà diminuita Direttore Editoriale Segretario di redazione Disegnatori Giovanni Manuel Ilaria Tommaso Ranchino Andrea Pergola Fumetto e illustrazioni : Stefano Bucci Scolaro Mauro Porta Co-Direttore In redazione: Tipografia: Tipografia Monti, Via Appia 52, Cisetrna di Nicola Liguori Raffaele Saggio, Ilyhada Garcia Contresa, M. Lynn Woods, Latina Matteo Losi, Gabriele Baldaccini, Alessadro Nolon, Fahad Caporedattori: Faruqui, Mohamed Hassa Kalif, Nurit Roded, Heidi Fisher, Questo periodico è registrato come testata giornalistica Edoardo Iervolino (musica) Giacomo Nervegna, Alessandro Pangallo, Sebastian Meltin’Pot - testata giornalistica mensile. Valentina Vivona (planet) Godart, Saiyora Ismailova, Nunziata Messina, Carlo Mauro, Autorizzazione tribunale civile di Roma n° 493/2006 del Valerio Celletti (cultura) Manuel Mauro, Valerio Pettinari, Giovanni Scolaro, Giulia 29/12/2006 - propietà ed editore: A.C. MELTIN’POT Sede In fuga dalla propria patria sicula , ora mi trovo Una persona non sceglie di essere un supere- Non sono mai riuscita a metter due parole in Tommaso Ranchino (cinema) Gip, Francesco Ferrara, Marta Segoloni, Ilaria Porta, Ste- legale: Via Taurinova, 64- 00178 Roma a Milano per un master in Multimedia Design roe sono gli altri ad affidarli questo compito. fila di italiano su un pezzo di carta, fintanto Valentino Catricalà (underground) fano Bucci, Angelo Sante Panico, Claudia Padoan, presso il NABA. Dopo tutte le ore passata a Io ho fatto finta di nulla e ho cambiato nick. che non ho scoperto l’esistenza di word. Pietro Salvatori (quella sporca dozzina) Luca Simone, Federico Bisozzi. email: redazione.mp@gmail.com sperare di essere una rock strar piena di groopie Ora vivo sotto false spoglie per essere me Ho capito che il mio problema non era la penna ho scoperto che la mai vera vocazione è stesso, per bere birra in santa pace, godermi o la carta, ma la mia bruttissima calligrafia. essere nerd e sfigato. Per questo con- il divano e la playstation. Superato questo problema ho iniziato a tribuisco a MP, è veramente trendy quanto Se svelate la mia identità a qualcuno vi spar- premere tasti l’uno dopo l’altro e oggi i calzini di spugna. ticello con la forza del pensiero! lo faccio per lavoro. Ma mica mi pagano. INTERVISTA A MICHELE BOLDRIN.......................................................... 5 Lorenzo Federico Andrea Koene Bisozzi Pergola FIBONACCI E LA RIVOLUZION FINANZIARIA........................................... 9 UN MARE CHE NON C E’............................................................................ 11 ROBERT DOWNEY Jr. : LE CADUTE I SUCCESSI...................................... 13 Sono l’ultimo della stirpe dei Koene, ma nes- Le miei ricerche sonore iniziano fin da pic- Giornalista pubblicista, è Segretario Gen- JAMES CAMERON....................................................................................... 17 suno ha fatto mai un film o un documentario colo e continuano con ogni strumento dis- erale delle testate MP News e MP Magazine su di me e la mia vita. Dato tutto questo dis- ponibile e immaginabile , digitale o ana- dal 2007. E’ stato Responsabile della Fotogra- interesse ho deciso di scrivere io degli altri, logico. Produco colonne sonore e suonerie fia ed Art Director delle due testate. Attual- INCONTRO CON MICHA WALD.................................................................. 21 per ripicca, finchè Herzog non si deciderà a per cellullari. Non ho mai preso una lezione di mente è responsabile di Through the {Lens}, fare un documentario sull’estasi dei Koene. musica, credo più nel sentire che nel sapere, galleria fotografica di ricerca ed esposizione Amo Balzac, Flaubert e chatto con permanente e di Maybephoto, i photocontest IL SEGRETO DI MARYL STREEP............................................................... 23 Robert Milles quando mi annoio. di MP News. SILVIA JESSICA PARKER........................................................................... 29 BEIRUT........................................................................................................ 31 Alfredo Claudia Stefano Chirizzi Padoan Bucci CASILINO 900............................................................................................ 33 ILLUSTRAZIONI DI SLASH TRASH AND FISH......................................... 47 Fino all’età di cinque anni ha impiegato Claudia Padoan nasce a Roma nel 1983. Laureato in Economia dei Mercati Finan- tutte le sue forze per nascondere al mondo Nel 2002 si iscrive al corso di Scultura ziari, sono uno studente attualmente impeg- l’uomo pipistrello, il suo alter ego. E’ attual- all’Accademia di Belle Arti di Firenze, nato in un Msc in Finance presso l’Università mente impegnato nel tentativo di toccare il nel 2003 prosegue i suoi studi in Scultura di Tor Vergata. Appassionato di econo- cuore di qualcuno attraverso il visual mer- all’Accademia di Belle Arti di Roma. Nel mia, in particolare di finanza quantitativa. chandising. Per il futuro tra i buoni prop- 2006 frequenta la Facultad de Bellas Artes, Tra le cose a cui non potrei mai rinun- ositi c’è l’addestramento ninja di Carolina, Universidad Politecnico de San Carlo, Va- ciare, la Coca-Cola light, i film di Ver- la nipotina unenne. lencia (Spagna), approfondendo un per- done, l’A.S. Roma, il calciotto e gli Oasis. corso performativo già iniziato nel 2005. Non so perchè MP mi ha chiesto di farli le illustrazioni per questo mese.... *MP magazines non sarà responasabile dell’uso improprio della rivista per atti di terrorismo, aeroplanini scadenti, o barchette titanic-che. 18 60 colophon & indicie scala 1 : 2 mm 20 24 Dire ttore Editoriale Disegnat ori Tommas o Ranchino Fumetto e illustra zioni : Stefan o Bucc i Co -D iret tore Nicola Liguori Questo periodi co è registrat o come testata giornalistica Capore dattori: Meltin ’Pot - testata giornalistica mensile . Edoard o Iervolin o (music a) Auto rizz azione tribunale civil e di Roma n° 4 93/2 00 6 del Valentin a Vivona (plan et) 29/12/ 2006 - propi età ed editore : A.C. MELTIN’ POT Sede Valeri o Cellet ti (cultur a) legale : Via Taurin ova, 64- 00178 Roma Tommas o Ranchino (cinema ) emai l: redazione .mp@gmail. com Valentin o Catr ical à (undergrou nd) Pietro Salvatori (quella sporc a dozzina) Se gretar io di re dazion e Andr ea Pergola 110 In red azione : Valentin a Arie te, Pi etro Salvatori , Claudi o Forza, Leonard o Brindell i, Massimo Andreon i, Angel a di Matteo, Federic o Romagnoli, Alesaandr a Paolicelli , Raffaele Saggi o, Ilyhada Garc ia Contresa, M. Lynn Woods , Matteo Losi, Gabriel e Baldaccini , Alessadr o Nolo n, Fahad Faruqui , Mohame d Hassa Kali f, Nurit Roded , Heid i Fisher , Giac omo Nervegna , Alessandro Pangall o, Sebastia n Goda rt , Saiyor a Ismail ova. INTE RVISTA A MICHELE BOLDRI N 7 FIBO NACCI E LA RI VOLUZION FI NANZIARI A 8 BAUER BODONI UN MARE CHE NON C E’ 10 STD, BOLD, corpo 10/14 ROBERT DOWNEY Jr . : LE CADUTE I SUCCESS I 11 JAMES CAMERON 13 INCONT RO CON MICHA WALD 14 IL SEGRE TO DI MAR YL STREE P 15 SILVIA JESSI CA PARKER 17 BEIRUT 18 CASILINO 90 0 20 66
  65. 65. 20 60 6 60 18 mm scala 1 : 2 cotributors 20 CONTRIBUTORS BAUER BODONI STD, BOLD, 24 corpo 13/15,6 Luca Manuel Saiyora Mauro Ismailova 30 5 When Stefan Sagmeister was invited to de- When Stefan Sagmeister was invited to de- When Stefan Sagmeister was invited to de- sign the poster for an AIGA lecture he was sign the poster for an AIGA lecture he was sign the poster for an AIGA lecture he was giving on the campus at Cranbrook near giving on the campus at Cranbrook near giving on the campus at Cranbrook near 33 Detroit, he asked his assistant to carve Detroit, he asked his assistant to carve Detroit, he asked his assistant to carve the details on to his torso with an X-acto the details on to his torso with an X-acto the details on to his torso with an X-acto knife and photographed the result. Sun- knife and photographed the result. Sun- knife and photographed the result. Sun- ning himself on a beach the following sum- ning himself on a beach the following sum- ning himself on a beach the following sum- mer, Sagmeister noticed traces of the post- mer, Sagmeister noticed traces of the post- mer, Sagmeister noticed traces of the post- 10 Marco Federico Andrea Fagnocchi Bisozzi Pergola 30 5 When Stefan Sagmeister was invited to de- When Stefan Sagmeister was invited to de- Giornalista pubblicista, è Segretario Gen- sign the poster for an AIGA lecture he was sign the poster for an AIGA lecture he was erale delle testate MP News e MP Magazine giving on the campus at Cranbrook near giving on the campus at Cranbrook near dal 2007. E’ stato Responsabile della Fotogra- Detroit, he asked his assistant to carve Detroit, he asked his assistant to carve - 33 the details on to his torso with an X-acto the details on to his torso with an X-acto knife and photographed the result. Sun- knife and photographed the result. Sun- ning himself on a beach the following sum- ning himself on a beach the following sum- permanente e di Maybephoto, i photocontest mer, Sagmeister noticed traces of the post- mer, Sagmeister noticed traces of the post- di MP News. 10 Alfredo Claudia Francesco BAUER BODONI Chirizzi Padoan Formica STD, BOLD, 30 corpo 13/15,6 5 Claudia Padoan nasce a Roma nel 1983. Laureato in Economia dei Mercati Finan- KEPLER STD, le sue forze per nascondere al mondo l’uomo Nel 2002 si iscrive al corso di Scultura ziari, sono uno studente attualmente impeg- pipistrello, il suo alter ego. E’ attualmente all’Accademia di Belle Arti di Firenze, nato in un Msc in Finance presso l’Università impegnato nel tentativo di toccare il cuore nel 2003 prosegue i suoi studi in Scultura di Tor Vergata. Appassionato di econo- LIGHT, 33 di qualcuno attraverso il visual merchan- a l l ’Ac c a dem i a d i B el le A r t i d i Rom a . Nel dising. Peril futuro tra i buoni propositi 2006 frequenta la Facultad de Bellas Artes, Tra le cose a cui non potrei mai rinun- corpo 9/10,8 c’è l’addestramento ninja di Carolina, la Universidad Politecnico de San Carlo, Va- - nipotina unenne. lencia (Spagna), approfondendo un per- done, l’A.S. Roma, il calciotto e gli Oasis. corso performativo già iniziato nel 2005. 32 67

×