Lean Methods for Business & Social Innovation

  • 251 views
Uploaded on

Presentazione della Metodologia Leggera per lo sviluppo di Innovazione in ambito Business e Sociale. La presentazione è avvenuta durante il Nono Startup Saturday Event del 1° Febbraio 2014 presso …

Presentazione della Metodologia Leggera per lo sviluppo di Innovazione in ambito Business e Sociale. La presentazione è avvenuta durante il Nono Startup Saturday Event del 1° Febbraio 2014 presso Impact HU§B Firenze #startday9

More in: Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
251
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
7
Comments
0
Likes
2

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. www.StartupSaturday.it Collaborative Networking tra Innovatori @startsaturdays www.startupsaturday.it
  • 2. Metodi Leggeri per Business Innovativi IX Startup Saturday Impact HUB Andrea Gigli http://about.me/andrea.gigli 1 Febbraio 2014, Firenze @andrgig
  • 3. Origini Metodo Tattica
  • 4. Origini
  • 5. Toyota Production System (1948-1975) Lean Principles (1988) Agile Development (2001) Business Model (2004-2010) Customer Development Methodology (2005) Minimum Viable Product (2008) Lean Startup (2011)
  • 6. Toyota Production System (1948-1975) Sakichi Toyoda, Kiichiro Toyoda, Taiichi Ohno
  • 7. Toyota Production System Produrre la quantità necessaria, nella migliore qualità, al minor costo, nel minor tempo d’esecuzione, attraverso l’eliminazione degli sprechi. Just in time: quanto serve, quando serve Jidoka: “automazione con tocco umano”
  • 8. Toyota Production System (1948-1975) Sakichi Toyoda, Kiichiro Toyoda, Taiichi Ohno Lean Principles (J. Krafcik, 1988) Lean Thinking, J. Womack e D. Jones (1996)
  • 9. Principi del Lean Manufacturing Eliminare gli sprechi Specificare il valore per il cliente Identificare il processo che consegna il valore al cliente Eliminare le fasi che non aggiungono valore Lasciare che sia il cliente a tirare il processo Perseguire la perfezione
  • 10. Toyota Production System (1948-1975) Sakichi Toyoda, Kiichiro Toyoda, Taiichi Ohno Lean Principles (J. Krafcik, 1988) Lean Thinking, J. Womack e D. Jones (1996) Agile Development (2011) Agile Manifesto (2001)
  • 11. Agile Development Metodologia di sviluppo del software che coinvolge quanto più possibile il committente Rilascia piccoli incrementi nelle funzionalità al termine di cicli di breve durata Alla fine di ogni iterazione il team deve rivalutare le priorità di progetto
  • 12. Toyota Production System (1948-1975) Sakichi Toyoda, Kiichiro Toyoda, Taiichi Ohno Lean Principles (J. Krafcik, 1988) Lean Thinking, J. Womack e D. Jones (1996) Agile Development (2001) Agile Manifesto (2001) Business Model (2004) Business Model Generation, A. Osterwalder (2004-2010)
  • 13. Business Model vs Business Plan Un Business model è la rappresentazione concettuale di come un’organizzazione farà soldi e renderà sostenibile i suoi profitti nel tempo.
  • 14. Business Model vs Business Plan Un Business Plan è un documento formale che indica obiettivi di business chiari, le ragioni che li rendono raggiungibili e la strategia per raggiungerli. http://www.svagonews.com/ http://www.flickr.com/photos/ter-burg/8970428540/
  • 15. Business Model vs Business Plan “Startups are not a small version of large companies… Startups are searching for a business model while large companies are executing a known business plan.” Steve Blank http://www.flickr.com/photos/ter-burg/8970428540/
  • 16. Toyota Production System (1948-1975) Sakichi Toyoda, Kiichiro Toyoda, Taiichi Ohno Lean Principles (J. Krafcik, 1988) Lean Thinking, J. Womack e D. Jones (1996) Agile Development (2001) Agile Manifesto (2001) Business Model (2004) Business Model Generation, A. Osterwalder (2004-2010) Customer Development Methodology (2005) The Four Steps to the Ephifany, Steve Blank (2005)
  • 17. Customer Development Approccio scientifico applicato al miglioramento del prodotto basato sulla migliore comprensione del cliente
  • 18. Toyota Production System (1948-1975) Sakichi Toyoda, Kiichiro Toyoda, Taiichi Ohno Lean Principles (J. Krafcik, 1988) Lean Thinking, J. Womack e D. Jones (1996) Agile Development (2001) Agile Manifesto Business Model (2004) Business Model Generation, A. Osterwalder (2004-2010) Customer Development Methodology (2005) The Four Steps to the Ephifany, Steve Blank Minimum Viable Product (2008) Frank Robinson
  • 19. Minimum Viable Product Frank Robinson, www.syncdev.com
  • 20. Toyota Production System (1948-1975) Sakichi Toyoda, Kiichiro Toyoda, Taiichi Ohno Lean Principles (J. Krafcik, 1988) Lean Thinking, J. Womack e D. Jones (1996) Agile Development (2001) Agile Manifesto Business Model (2004) Business Model Generation, A. Osterwalder (2004-2010) Customer Development Methodology (2005) The Four Steps to the Ephifany, Steve Blank Minimum Viable Product (2008) Frank Robinson Lean Startup (2011) Lean Startup, E. Reis, (2011)
  • 21. Metodo
  • 22. Teoria Osservazione Previsione Esperimento
  • 23. Il viaggio dell’Innovazione
  • 24. Il viaggio dell’Innovazione Visione Strategia Sperimentazione e Apprendimento Prodotto Problema Adattamento e Miglioramento
  • 25. Perché Serve un Metodo
  • 26. Congetture e Ipotesi Osservazione Previsione Esperimento
  • 27. Applicare il Metodo Fare ipotesi specifiche Creare Strumenti per Validare l’ipotesi Apprendere e Agire velocemente
  • 28. Applicare il Metodo al meglio [Tratto da] Running Lean, Ash Maurya
  • 29. Iterare il Metodo Visione Modello di Crescita Modello di Business Prodotto Mercato Problema Soluzione
  • 30. Tattica
  • 31. Le Tappe del Viaggio 1. Problem/Solution Fitting 2. Product/Market Fitting 3. Scalare
  • 32. La Prima Tappa 1. Problem/Solution Fitting Comprendi il problema Conosci il cliente Formula la tua soluzione ideale Focus: Sperimentazione Apprendimento Miglioramento
  • 33. Il Metodo per il Problem/Solution Fit Ipotesi sul Problema Apprendimento Creazione Soluzione Ipotizzata Dati Misurazione
  • 34. Customer Discovery: Obiettivi Il problema esiste? Chi ha il Problema? Lo posso risolvere? Perché la mia soluzione merita attenzione? Posso guadagnarci? Come?
  • 35. Customer Discovery: Dove Out of the building! Ambiente reale o virtuale (gruppo, forum) Esperienza condivisa Landing Page
  • 36. Customer Discovery: Come Intervista faccia a faccia Intervista telefonica Email (meglio di niente)
  • 37. Customer Discovery: Come Non fare pitch Concentrati sull’ascolto Non fare sondaggi Non chiedere, misura Raccogli dati
  • 38. Misurare… Dati Demografici Relazione cliente-problema Quale sono i «pain» più sentiti Come risolve il problema adesso Cosa pensa della tua idea Reazione al prezzo
  • 39. Apprendere… Il problema Identikit del cliente Come risolve il problema Valore Unico della soluzione «Features» irrinunciabili della soluzione Capacità della soluzione a realizzare il mio obiettivo http://www.flickr.com/photos/brendandean/443036491
  • 40. Svoltare (Fare Pivot)… … se le tue ipotesi di partenza sono state falsificate Segmento di clientela Bisogno del cliente Soluzione ideale per soddisfare il bisogno Come generare ricavi
  • 41. La Seconda Tappa 1. Problem/Solution Fitting 2. Product/Market Fitting Crea il tuo MPF Misura il comportamento dell’Early Adopter Migliora il tuo MPF continuamente Focus: Sperimentazione Apprendimento Miglioramento
  • 42. Il Metodo per il Product/Market Fit Ipotesi di Prodotto Apprendimento Creazione Prodotto Ipotizzato Dati Misurazione
  • 43. Minimo Prodotto Fattibile Il MPF è la (nuova) versione di un prodotto che consente di apprendere al meglio la reazione del cliente con lo spreco di risorse minore possibile. Frank Robinson, www.syncdev.com
  • 44. Esempi di MPF: Prodotto di «bassa» qualità
  • 45. Esempi di MPF: Demo Prod
  • 46. Esempi di MPF: Video/Landing Page
  • 47. Esempi di MPF: Prototipi
  • 48. Esempi di MPF: Una sola «feature»
  • 49. Esempi di MPF: Un solo cliente
  • 50. Esempi di MPF: Simulazione Manuale http://www.slideshare.net/rvangeldrop/building-mvp
  • 51. Minimo Prodotto Fattibile Soddisfare il Bisogno più importante Misurare il comporamento Creare Indicatori di Azione
  • 52. Misurare… Analizza dati per tipologia cliente Analizza per intervalli temporali Usa gli Split test Gestisci la Vanità
  • 53. Esempio: Indicatori di Product/Market Fit Running Lean, Ash Maurya
  • 54. Funnel Status User Behavior Conversion% Conversion# Acquisition Visit Site (or landing page, or external widget) 100% 1,000 Acquisition Doesn't Abandon (views 2+ pages, stays 10+ sec, 2+ clicks) 70% 700 Activation Happy 1st Visit (views X pages, stays Y sec, Z clicks) 30% 300 Activation Email/Blog/RSS/Widget Signup (anything that could lead to repeat visit) 5% 50 Activation Acct Signup (includes profile data) 2% 20 Retention Email Open / RSS view -> Clickthru 3% 30 Retention Repeat Visitor (3+ visits in first 30 days) 2% 20 Referral Refer 1+ users who visit site 2% 20 Referral Refer 1+ users who activate 1% 10 Revenue User generates minimum revenue 2% 20 Revenue User generates break-even revenue 1% 10 Startup Metrics for Pirates AARRR!!!, Dave McClure
  • 55. Apprendere… Features del prodotto/servizio Efficacia Canali di Engagement Efficacia Canali di Vendita Valore del prodotto per il cliente Sostenibilità della Market Strategy Validazione del Modello di Business
  • 56. Svoltare (Fare Pivot)… … se le tue ipotesi iniziali sono state falsificate Bisogno/Segmento del cliente Zoom-in o Zoom-out Canale di vendita Cambiamento tecnologico Modalità di monetizzazione Trovare/Cambiare Partner
  • 57. La Terza Tappa 1. Problem/Solution Fitting 2. Product/Market Fitting 3. Scaling Cross the chasm Fundraising o Bootstrapping Organizzazione Focus: Ottimizzazione Crescita
  • 58. Oltre gli early adopter
  • 59. Funding Bootstrapping vs. Fundraising
  • 60. Organizzazione Non solo sviluppo prodotto, Non solo promozione L’ organizzazione del workflow cambia con la dimensione La cultura lean richiede diffusione interna
  • 61. “True ignorance is not the absence of knowledge, but the refusal to acquire it.” Karl Popper
  • 62. Domande? Metodi Leggeri per l’Innovazione Andrea Gigli http://about.me/andrea.gigli @andrgig