Your SlideShare is downloading. ×
0
La wikinomics e le e-skills <ul><li>Old economy e new economy 1.0:  </li></ul><ul><li>Organizzazione rigida, gerarchica e ...
Wikinomics: il passaggio obbligato  per media e old economy <ul><li>Primo step organizzativo dei players dominanti all’arr...
Risk Taking di un’azienda 2.0 Brand reputation: Nulla funziona più veloce del passaparola, tranne che il passaparola elett...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

La wikinomics e le e-skills

458

Published on


eSkills Week 2010

Paolo De Nadai (ScuolaZoo)

Seminario
"eSkills, dalla scuola al lavoro
Abilità e competenze digitali per la Società della Conoscenza"
25 febbraio 2010
Sala Carraresi della Fiera di Padova

Sito internet: http://urly.it/1ss

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
458
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "La wikinomics e le e-skills"

  1. 1. La wikinomics e le e-skills <ul><li>Old economy e new economy 1.0: </li></ul><ul><li>Organizzazione rigida, gerarchica e controllo interno del sapere. </li></ul><ul><li>New economy 2.0: </li></ul><ul><li>Una rivoluzione che si basa su 4 pilastri: apertura, peering, condivisione e azione globale scalabile; </li></ul><ul><li>Nasce dal basso, non crea nuove community, ma offre nuovi spazi e mezzi aggregativi, la rete diventa il luogo della partecipazione; </li></ul><ul><li>I clienti finali passano da semplici consumer a collaboratori attivi del prodotto o servizio finale; </li></ul><ul><li>Viene alimentata da milioni di utenti e realizza miliardi di dollari di capitalizzazione; </li></ul><ul><li>3,6 milioni di italiani (in crescita del 22,3%) hanno già internet sul telefonino e guardano ad un’economia 3.0 sempre in linea. </li></ul>
  2. 2. Wikinomics: il passaggio obbligato per media e old economy <ul><li>Primo step organizzativo dei players dominanti all’arrivo della wikinomic: </li></ul><ul><li>indifferenza da parte dei media e contrapposizione da parte delle aziende old economy -> cause milionarie di violazione di copyright </li></ul><ul><li>Secondo step: </li></ul><ul><li>La piattaforma di condivisione raggiunge una massa critica sufficiente e anche i media tradizionali si occupano dei servizi che offre e la consacrano come fenomeno; </li></ul><ul><li>Le aziende non illuminate reagiscono cercando di creare proprie comunità 2.0 in contrapposizione con il concetto di esigenza di community che deve nascere dal basso e non dall’alto; </li></ul><ul><li>A seguito del boomerang d'immagine anche le società old economy che non si sono aperte all’economia degli UGC arrivano così al concetto di wikinomics; </li></ul>
  3. 3. Risk Taking di un’azienda 2.0 Brand reputation: Nulla funziona più veloce del passaparola, tranne che il passaparola elettronico; La partecipazione della brand experience che oggi i consumatori condividono in rete con un click sono la via da cui non si può prescindere per garantirsi la propria quota di mercato; Passaggio obbligato, ma rivoluzionario: il marketing, la comunicazione corporate e l’organizzazione aziendale sono sempre stati top-down; La wikinomics può azzerare (in positivo o in negativo) in poche ore l'immagine e i valori di un brand costruiti con milioni di dollari di investimento tradizionale e anni di pianificazione; Il problema della moderazione degli UGC ha la seconda faccia della disaffezione degli utenti che vedono il loro contributo rifiutato.
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×