Libretto Escursioni 2009
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Libretto Escursioni 2009

on

  • 4,913 views

Libretto delle Escursioni dell'Associazione Amici della Montagna di Camaiore

Libretto delle Escursioni dell'Associazione Amici della Montagna di Camaiore

Statistics

Views

Total Views
4,913
Views on SlideShare
4,913
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
15
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Libretto Escursioni 2009 Libretto Escursioni 2009 Document Transcript

    • Programma delle escursioni 2009
    • occhiali by: LUXOTTICA - SFEROFLEX - KILLER LOOP DONNA KARAN - DKNY - VERSACE - VERSUS - PERSOL RALPH LAUREN - POLO - MIU MIU
    • Programma delle escursioni Programma delle 2009 escursioni 2009 Il M. Pisanino (Apuane) www.amicimontagna.com e-mail: info@amicimontagna.com Impaginazione e Stampa ASSOCIAZIONE Just in Time by Alredy srl AMICI DELLA MONTAGNA DI CAMAIORE
    • General Autodi Siciliano dal 1963 • oFFiciNa • SPecialiSta Veicoli commerciali • maGaZZiNo • USato Piazza Dante, 5 - Viareggio tel. 0584.46127
    • PROGRAMMA DELLE MANIFESTAZIONI ALLA BAITA “DELIO BARSI” 11 GENNAIO FESTA DELL’ALBERO 1° MAGGIO FESTA DELLA PRIMAVERA 2 AGOSTO XXXIX FESTA DELLA PATATA 25 OTTOBRE SMONDINATA 13 DICEMBRE FESTA DELLA MONTAGNA PROGRAMMA ESCURSIONISTICO 2009 18 GENNAIO APUANE: LA CULLA - M. GABBERI - CASOLI - GREPPOLUNGO * 1 FEBBRAIO LIGURIA: CAMOGLI - MONTE DI PORTOFINO - S. MARGHERITA L. 15 FEBBRAIO LAGO SANTO - M. RONDINAIO - LAGO BACCIO * 1 MARZO LUNIGIANA: GRAGNOLA - CASTELLO DELL’AQUILA - EQUI TERME * 14 - 15 MARZO PIEMONTE: ALTA VALLE DI SUSA - GRAN BOSCO DI SALBER- TRAND * 5 APRILE APUANE: FORNOVOLASCO - M. FORATO - FOCE DI VALLI * 19 APRILE LIGURIA: GEO – SANTUARIO DELLA GUARDIA – PRAGLIA 10 MAGGIO PARCO NAZIONALE FORESTE CASENTINESI 23 - 24 MAGGIO MONTI VOLSINI - LAGO DI BOLSENA
    • 7 GIUGNO APUANE: ARNI - PASSO UNCINI - M. ALTISSIMO - TERRINCA * 19 - 20 - 21 GIUGNO PREALPI LOMBARDE: TRAVERSATA DELLE GRIGNE 10 - 11 - 12 LUGLIO VAL D’AOSTA: TRAVERSATA DEL RUTOR - RAFTING SULLA DORA BALTEA * 20 - 21 - 22 - 23 AGOSTO VAL D’AOSTA: “TREK DELLE TRE VALLI” * 9 - 10 - 11 - 12 - 13 SETTEMBRE DOLOMITI OCCIDENTALI: VAL DI FASSA 20 SETTEMBRE PRATI DI LOGARGHENA - M. BRAIOLA - MARMAGNA * 4 OTTOBRE APUANE: SERENAIA - FOCE DI CARDETO - M. GRONDILICE * 17 - 18 OTTOBRE PRACCHIA - VALLE D. ORSIGNA - RIF. PORTAFRANCA (treno) 8 NOVEMBRE APUANE: CANSOLI - TERRINCA - BASATI - AZZANO - RIOMAGNO * 22 NOVEMBRE MONTALBANO: MONSUMMANO TERME - MONTEVETTOLINI * (*) Le gite contrassegnate da asterisco vengono effettuate con mezzi propri. Le altre sono svolte con il pullman ed è quindi OBBLIGATORIA la prenotazione. CLASSIFICAZIONE DELLE DIFFICOLTA’ ESCURSIONISTICHE T: TURISTICO E: ESCURSIONISTICO EE: ESCURSIONISTI ESPERTI EEA: ESCURSIONISTI ESPERTI CON ATTREZZATURA F: FACILE, RIFERITO ALLE DIFFICOLTA’ ALPINISTICHE
    • INFORMAZIONI UTILI SEGNALI DI SOCCORSO ALPINO CHIAMATA - Lanciare SEI volte, nel corso di un minuto, un segnale acustico od ottico e ripetere gli stessi segnali dopo trascorso un mi- nuto. RISPOSTA - Lanciare TRE volte in un minuto un segnale acu- stico od ottico e ripetere la chiamata dopo trascorso un minuto. NORME INDISPENSABILI (un decalogo da non dimenticare mai) - NON ANDARE MAI DA SOLI - INDICARE SEMPRE LA PROPRIA META - EQUIPAGGIARSI ADEGUATAMENTE ANCHE PER BREVI GITE - EFFETTUARE PERCORSI CHE RICHIEDONO MEZZI ARTIFICIALI (corde, chiodi, ramponi ecc.) SOLO SE SI HA UNA BUONA PRATICA NELL’USO DI QUESTI - FARE MASSIMA ATTENZIONE ALLE PREVISIONI DEL TEMPO - RISPARMIARE LE FORZE E CERCARE RIPARO PER TEMPO - PARTIRE PRESTO LA MATTINA E FARE RITORNO PRESTO ALLA SERA - RIMANERE UNITI NELLE SITUAZIONI DIFFICILI - SAPER RINUNCIARE IN TEMPO AL RAGGIUNGIMENTO DI UNA META - AVERE SEMPRE NELLO ZAINO I MATERIALI INDISPENSABILI (pronto soccorso, accendini, segnalatori, cellulare, indumenti asciutti, alimenti, bevande ecc.) - TENERE PRESENTE CHE IL TELEFONO CELLURARE PUO’ NON ESSERE COPERTO DA SEGNALE IN CASO DI RICHIESTA DI SOCCORSO FARE IL NUMERO 118 RIFUGI CAI SULLE APUANE Rifugio FORTE DEI MARMI (Alpe della Grotta) 0584.77705 Rifugio DEL FREO (Mosceta) 0584.778007 Rifugio CARRARA (Campocecina) 0585.841972 Rifugio VAL SERENAIA (Orto di Donna) 349-1424641 Rifugio ROSSI (Pania Secca) 0583.710386 Rifugio N.CONTI (Campaniletti) 0585.793059 Rifugio Donegani (Val Serenaia) 340-1509327 Rifugio Orto di Donna 347-3663542
    • PRESENTAZIONE Nella nostra continua ricerca di nuovi percorsi da offrire agli appas- sionati di escursionismo, siamo riusciti anche quest’anno a predi- sporre un programma che, si adatti alle diverse categorie di persone: vi sono infatti delle gite molto facili, con sentieri tranquilli e panoramici e gite che richiedono invece una buona preparazione tecnica ed un ottimo allenamento. Abbiamo cercato di privilegiare i percorsi “ad anello”, evitando il più possibile di percorrere lo stesso sentiero al ritorno, per consentire una maggiore conoscenza dei luoghi; abbiamo spaziato su un vasto raggio di territorio nazionale, dalle immancabili Apuane, agli Appen- nini Ligure, Toscano ed Emiliano, alle Alpi. E tutto questo è segno evidente del continuo “crescere” sia della nostra Associazione, sia degli appassionati che ci seguono da anni. Ci raccomandiamo come sempre perché chi partecipa alle nostre escursioni RISPETTI SCRUPOLOSAMENTE IL REGOLAMEN- TO che seguirà. In particolar modo OGNUNO DEVE AVERE CO- SCIENZA DEI PROPRI MEZZI ED EVITARE DI PRENDERE PAR- TE AD UNA ESCURSIONE CHE RITERRA’ TROPPO LUNGA O IMPEGNATIVA,per evitare di danneggiare gli altri. Dovrà poi essere posta la MASSIMA ATTENZIONE ALLE NOTE CARATTERISTICHE DEL PERCORSO, prima di decidere; PARTICOLARE ATTENZIONE RICHIEDONO GLI INDUMENTI, sia le scarpe che gli abiti (adatti ai cambiamenti di tempo che si verificano molto spesso nelle zone di montagna). PER ULTERIORI INFORMAZIONI, segnaliamo i recapiti telefonici dei DIRETTORI DI GITA: BARSOTTI ANDREA 0584 - 951294 BRILLI LUCIA 0584 - 44774 CASTELLANI CLAUDIO 339 - 8009784 DALLE LUCHE LEONARDO 347 - 4127495 DAL TORRIONE GUALBERTO 0584 - 54333 FARNOCCHIA SAURO 333 - 6864691 FRANCESCONI MAURIZIO 0584 - 981659 FRANCESCONI PAOLO 050 - 554213 FRATINI ALESSANDRO 0584 - 387218 GIANNACCINI GIOVANNI 0584 - 777482 GORI GIULIANO 349 - 1626353 NARDELLI UGO 0584 - 391788
    • PAOLI EDVALDO 338 - 2520450 PASQUINI ROMOLO 0583 - 88276 PETRUCCI MARIO 0584 - 44780 PIEROTTI GIORGIO 0583 - 961486 SALVAGNONI MARIO 055 - 482878 STEFANINI VINCENZO 0584 - 982239 IL NUMERO TELEFONICO DEL CELLULARE DELL’ASSOCIAZIONE E’: 339 - 4147102 Invitiamo tutti i soci a prendere parte alla riunioni del Consiglio Di- rettivo (che sono aperti a tutti). Partecipare significa prendere parte attiva alla vita dell’Associazione, avanzare delle proposte costruttive e , perché no, anche critiche al nostro operato, purché abbiano come fine il miglioramento dell’Associazione. Non ci rimane quindi che augurare un FELICE 2009, ricco di escur- sioni e di esperienze in montagna. da parte nostra, possiamo garan- tirvi il massimo impegno perché le giornate che passerete con noi siano caratterizzate dalla massima assistenza e sicurezza. IL CONSIGLIO DIRETTIVO
    • Cinque Terre (Liguria) Monte Forato (Apuane)
    • REGOLAMENTO DELLE GITE / ESCURSIONI 1) I raduni si svolgeranno sempre, all’ora prefissata per ogni escur- sione, in piazza XXIX Maggio a Camaiore (Porta nuova), nei pressi del bar “La Stella”. 2) Il rientro avverrà sempre in piazza XXIX Maggio a Camaiore; il nostro telefono cellulare 339/4147102 , ed il bar “La Stella” (tel. 0584-989054) saranno il punto di riferimento per qualsiasi chiamata. 3) Le escursioni sono coperte da assicurazione (invalidità per- manente e morte), solo se vi sarà stata prenotazione entro la sera dell’antivigilia dell’escursione, la quota di assicurazione è di EURO 5,00, da corrispondersi anche nel caso di mancata parte- cipazione all’escursione. 4) Per le escursioni che avranno come appoggio il pullman, le pre- notazioni si potranno fare a partire dal giorno specificato nel pro- gramma. 5) Le prenotazioni SARANNO VALIDE SOLO SE ACCOMPA- GNATE DAL PAGAMENTO DELLA QUOTA FISSATA, CHE VERRA’ COMUNICATA IN TEMPO. 6) Le prenotazioni possono essere fatte presso la sede sociale (ogni giovedì sera) oppure presso i direttori di gita. Nelle gite con prenotazione la prima settimana è riservata ai soci. 7) Gli orari di raduno verranno rigorosamente rispettati ed i ritarda- tari non verranno attesi. 8) I direttori di gita di ogni escursione ed i suoi collaboratori, si riservano il diritto di non accettare nel gruppo coloro che non verranno ritenuti idonei al percorso e che risulteranno non adeguatamente equipaggiati. 9) Ogni partecipante alla gita è tenuto a collaborare con i direttori di gita o eventuali collaboratori designati, nonché con tutti gli altri partecipanti per assicurare la buona riuscita della gita ed è tenu- to ad impegnarsi con la propria esperienza al fine di assicurare la massima sicurezza di tutti i componenti la comitiva. La par- tecipazione alla gita comporta l’obbligo di ogni partecipante ad essere solidale con i direttori di gita e di adeguarsi alle loro deci- sioni, specialmente quando insorgono o siano insorte difficoltà. Non sono consentite deviazioni dai percorsi programmati se non espressamente autorizzati dai direttori di gita, i quali valuteran- no insindacabilmente l’opportunità di accedere o meno alla ri- chiesta. Questa verrà accettata solo se gli interessati verranno considerati autosufficienti e in tal caso il capo gita verrà a tutti gli
    • effetti sollevato da qualsiasi responsabilità, e saranno comunque considerati non più partecipanti della gita stessa. 10) Prima della partenza di ogni escursione, anche coloro che non si erano prenotati in precedenza, dovranno indicare le loro generalità ai membri dell’Associazione preposti. 11) I minorenni saranno accettati solo se perfettamente equipaggiati e se accompagnati al luogo del raduno dai genitori i quali do- vranno lasciare congiuntamente una dichiarazione che sollevi l’Associazione, nelle persone dei suoi membri, da qualsiasi re- sponsabilità in merito a quanto possa eventualmente accadere durante l’escursione, compreso i trasferimenti in auto o con altro mezzo. 12) La partecipazione alle escursioni, implica la perfetta conoscen- za del presente regolamento ed il suo pieno rispetto. Significa anche il completo rispetto delle decisioni che i direttori di gita o i loro collaboratori riterranno opportuno prendere per il regolare svolgimento della escursione. Fra queste decisioni possono rien- trare anche eventuali variazioni del percorso e del programma. 13) L’Associazione “Amici della Montagna” di Camaiore, per il fatto di aver organizzato le escursioni, non assume alcuna responsabili- tà nei confronti dei partecipanti o dei loro aventi causa, in merito a quanto possa eventualmente accadere durante l’escursione, compreso i trasferimenti in auto o con altro mezzo. L’organiz- zazione riveste infatti il puro aspetto tecnico del trekking, inteso come conoscenza dei sentieri, illustrazioni paesaggistiche e insegnamento delle più elementari nozioni tecniche di escursio- nismo. IL CONSIGLIO DIRETTIVO N.B. - SARA’ CURA DELL’ASSOCIAZIONE PREDISPORRE, PER OGNI ESCURSIONE, UN PROGRAMMA DETTAGLIATO DEL- LA STESSA, CHE VERRA’ DISTRIBUITO AI PARTECIPANTI AL MOMENTO DELLA PARTENZA. IL PROGRAMMA CONTERRA’ LE NOTE CARATTERISTICHE DEL PERCORSO CHE VERRA’ EFFETTUATO E DEI LUOGHI CHE VERRANNO ATTRAVER- SATI.
    • Monte Mars (Prealpi Biellesi)
    • occhiali da vista completi a partire da 50 euro
    • Rifugio Del Freo alla Foce di Mosceta (Apuane)
    • PRESENTAZIONE CALENDARIO ESCURSIONI 2009 L’Associazione Amici della Montagna svolge da molti anni un’intensa attività escursionistica mirata alla conoscenza dell’ambiente monta- no, rispettando il territorio, la flora e la fauna. Riscoprendo antichi percorsi, borghi abbandonati dall’uomo e camminando per insoliti itinerari poco conosciuti, riteniamo di svolgere oltre a una piacevole camminata, un percorso di carattere storico-culturale. Naturalmente non devono mancare le grandi escursioni e traversate in Apuane, Ap- pennini e sulle Alpi. L’escursione di gruppo, lo stare assieme magari per più giorni condividendo la fatica, l’entusiasmo per aver salito una montagna tanto sospirata, sono i giusti ingredienti per trascorrere momenti indimenticabili, da veri Amici della Montagna. APUANE, GHIACCIO E SICUREZZA Nella stagione invernale le Alpi Apuane sono montagne che pur non avendo elevata altitudine, meritano il massimo rispetto. Con la neve anche i sentieri più facili assumono una pericolosità oggettiva a causa della ripidezza e dell’esposizione. Le Alpi Apuane hanno anche delle condizioni climatiche particolari che risentono l’influen- za del mare e dei venti. A causa di questi fattori un pendio di neve fresca si può trasformare in uno scivolo di ghiaccio impressionante, oppure la neve soffice, a distanza di pochissimi metri, diventa dura e pericolosa. A chi non è esperto e vuole affrontare questi monti con- sigliamo vivamente di rivolgersi a persone di sicuro affidamento, e di non farlo mai da soli. Sono comunque indispensabili un’attrezzatura adeguata (piccozza, ramponi ecc.), conoscenze tecniche adeguate, allenamento fisico, previsioni meteo e massima attenzione sempre e comunque in special modo quando si sono superate le difficoltà e tutto sembra facile. Questo non vuol essere un predicozzo ma una informazione perché una bella giornata non si trasformi in dramma come troppe volte è successo sulle Apuane. IL CONSIGLIO DIRETTIVO
    • 11 GENNAIO 2009 FESTA DELL’ALBERO AL COLLE DELLA PORAGLIA Raduno: ore 8,00 – Camaiore Piazza XXIX Maggio -Mezzi propri fino a Metato (m.450) oppure fino a Ritrogoli per chi vuole fare il percorso breve o per chi ha l’albero da piantare. Questa festa, ha lo scopo di non mandare distrutti gli alberi di Natale (con le radici) e di trovare loro una collocazione in un ambiente adat- to. Vuole essere inoltre un richiamo per i giovani, un invito per gli anni successivi, a tornare a rivedere i “loro alberi”. L’escursione da Metato, si svolge sul seguente percorso: si inizia a salire su segnavia CAI 104, si attraversa la località di Fal- cigoli (m.600) per giungere al belvedere dell’Alpi di Cima (M.850). Si percorre quindi, con sentiero pianeggiante, la cintura del M. Pra- na (m .1221) per giungere alla foce di Campo all’Orzo (m.958). Con breve discesa si raggiunge quindi la Baita “Delio Barsi” al colle della Poraglia, nei cui dintorni verranno messi a dimora gli alberi. Il ritorno è previsto sullo stesso percorso. Le attrezzature della Baita sono a completa disposizione per organizzare il pranzo. Tempo complessivo di percorrenza: ore 3,30 Caratteristiche: sentiero facile e altamente panoramico, che non ri- chiede particolare allenamento. Escursione adatta a gruppi familiari. Il percorso da Ritrogoli alla Baita è alternativo per chi desidera cam- minare poco (un’ora di percorso complessivo). Dislivello in salita: m.500 Direttori di gita: Barsotti Andrea Francesconi Maurizio (0584-951294) (0584-981659)
    • 55054 MASSAROSA (Lu) - Via Montramito 347 tel. 0584 960226 - fax 0584 46855
    • 18 GENNAIO 2009 UNA PANORAMICA CIMA DELLE APUANE MERIDIONALI IL GABBERI DA LA CULLA LA CULLA (M. 450) - MONTE GABBERI (M. 1108) SAN ROCCHINO (M. 802) - TRE SCOLLI (M. 500) CASOLI (M. 403) - GREPPOLUNGO (M. 385) - LA CULLA Raduno: ore 8,00 - Camaiore P.zza XXIX Maggio - Mezzi propri fino a La Culla (LU). Tozza montagna sovrastante la vallata di Camaiore, il Gabberi è ri- vestito quasi interamente da bosco e in parte da macchia mediterra- nea. Alcuni affioramenti rocciosi, caratteristici, negli ultimi anni sono divenuti di notevole interesse per l’arrampicata. Rappresenta uno dei monti più panoramici delle Apuane, dalla cima si può ammirare par- te della costa Tirrenica e numerose vette della catena. Itinerario ad anello, che nella parte di rientro, da Casoli a La Culla, utilizza la T. F. C. Difficoltà: E Ore effettive di cammino: 6,00 Dislivello in salita e discesa: m. 900 Pranzo al sacco Direttori di gita: Francesconi Paolo Dalle Luche Leonardo (050-554213) (347-4127495)
    • 1 FEBBRAIO 2009 MONTE DI PORTOFINO (M. 610) TRAVERSATA DA CAMOGLI A SANTA MARGHERITA LIGURE CAMOGLI - SAN ROCCO (M. 221) - SELLA TOCA (M. 450) SEMAFORO VECCHIO (M. 610) - PIETRE STRETTE (M. 452) SANTA MARGHERITA L. Raduno: ore 7,00 - Camaiore p.za XXIX Maggio - Con pullman GT fino a Camogli (GE). Seguirà il programma dettagliato. Prenotazione obbligatoria dal 8/1/2009. La prenotazione sarà valida solo previo pagamento della quota. Bella e facile escursione nel Parco di Portofino, andando a toccarne il punto culminante, per poi concludere la traversata nella famosa località turistica di Santa Margherita. L’itinerario si svolge su buoni sentieri e stradine pedonali, in un contesto ambientale straordinario. Si passa da bosco alla macchia mediterranea, con scorci panoramici su buona parte della costa Ligure. Difficoltà: E Ore effettive di cammino: 4,00 Dislivello in salita e discesa: m. 600 Pranzo al sacco Direttori di gita: Stefanini Vincenzo Dal Torrione Gualberto (0584-982239) (0584-54333)
    • 15 FEBBRAIO 2009 IL MONTE RONDINAIO CON PICCOZZA E RAMPONI LAGO SANTO (M. 1501) - LAGO TURCHINO (M. 1600) M. RONDINAIO (M. 1960) - LAGO BACCIO (M. 1554) LAGO SANTO Raduno: ore 6,30 - Camaiore P.za XXIX Maggio Mezzi propri fino al Lago santo (MO). Prenotazione obbligatoria dal 15/1/2009. La prenotazione sarà valida solo previo pagamento della quota. Il monte Rondinaio insieme al vicino monte Giovo, in veste invernale rappresentano il terreno ideale per gli amanti delle salite con piccoz- za e ramponi, e per gli sci-alpinisti. Per gli amanti delle ciaspole la zona del lago Baccio e del lago Turchino sono quanto di meglio pos- sa offrire questa vasta area dell’Appennino. Effettueremo un’escur- sione circolare traversando dapprima le ripide pendici del Rondinaio Lombardo, sbucando successivamente nel superbo anfiteatro del lago Turchino e Torbido, dominati dalla severa parete nord-est del Rondinaio. Una ripida salita ci condurrà alla cima di quest’ultimo, scenderemo poi facilmente al lago Baccio ed in breve al lago Santo. Difficoltà: EEA - Obbligo di piccozza, ramponi e casco. Ore effettive di cammino: 5,00 Dislivello in salita e discesa: m. 500 Pranzo al sacco. Direttori di gita: Nardelli Ugo Pierotti Giorgio (0584-391788) (0583-961486) 1972 – 2009 37 anni di presenza continua e costante per difendere il territorio e per far conoscere la montagna a centinaia di escursionisti.
    • 1 MARZO 2009 IL CASTELLO DELL’AQUILA IN LUNIGIANA GRAGNOLA (M. 160) - CASTELLO DELL’AQUILA (M. 318) CAMPO DI NOCE (M. 395) - FAZZANO (M. 458) MEZZANA (M. 355) - EQUI TERME (250) Raduno: in treno o con mezzi propri fino a Gragnola (MS). Seguirà il programma dettagliato. Prenotazione obbligatoria dal 5/2/2009. La prenotazione sarà valida solo previo pagamento della quota. Il Castello dell’Aquila, imponente struttura fortificata, domina dall’alto di un colle il borgo medievale di Gragnola. La nostra piacevole e bre- ve escursione ci condurrà da Gragnola al castello, dove effettueremo un’interessante visita guidata. Dopodichè gusteremo assaggi di pro- dotti tipici della Lunigiana sempre all’interno del magnifico maniero. Il percorso ci porterà a visitare altri piccoli borghi fino a giungere a Equi Terme. Difficoltà: E Ore effettive di cammino: 2,00 Dislivello in salita: m. 300 - Dislivello in discesa: m. 200 Pranzo al Castello dell’Aquila Direttori di gita: Stefanini Vincenzo Francesconi Paolo (0584-982239) (050-554213)
    • 14 - 15 MARZO 2009 PIEMONTE: ALTA VALLE DI SUSA PARCO NATURALE DEL GRAN BOSCO DI SALBERTRAND Raduno: ore 6,00 - Camaiore P.za XXIX Maggio Mezzi propri fino a Salbertrand (TO) Seguirà il programma dettagliato. Prenotazione obbligatoria dal 12/2/2009. La prenotazione sarà valida solo previo pagamento della quota. Incastonato nelle Alpi Cozie settentrionali, nell’alta Val di Susa, il Gran Bosco si affaccia sulla destra orografica della Dora Riparia. In un contesto estrema- mente suggestivo, questa fitta, straordinaria foresta di abete bianco e abete rosso, nella stagione invernale offre magnifici itinerari a piedi e con le ciaspole. In generale, l’escursionismo all’interno del Parco Naturale crea una opportu- nità unica di contatto con la natura: dalla fauna alla flora, alle testimonianze storico-culturali del passato. Effettueremo un bellissimo itinerario circolare toccando vecchi alpeggi e percorreremo il famoso “sentiero dei Franchi”. Per- notteremo all’accogliente rifugio Daniele Arlaud m. 1770 in località Montagne Seu, situato in un piccolo borgo in splendida posizione, molto panoramica, e posto tappa della G.T.A. e della via alpina. 1° giorno: Salbertrand (m. 1032) - Sentieri dei Franchi - Monfol (m. 1666) - Rifugio Arlaud (m. 1770) 2° giorno: Rif. Arlaud – Giro degli alpeggi - Salbertrand Difficoltà: EA - Obbligo di attrezzatura da neve: ciaspole ramponi, bastoncini. Direttori di Gita: Nardelli Ugo Brilli Lucia (tel. 0584-391788) (tel. 0584-44774)
    • Parco Nazionale Gran Paradiso (V. d’Aosta)
    • 5 APRILE 2009 DA FORNOVOLASCO AL MONTE FORATO FORNOVOLASCO (M. 480) - FOCE DI PETROSCIANA (961) M. FORATO (M. 1223) - COSTA PULITA - F. DI VALLI (M. 1266) FORNOVOLASCO Raduno: ore 7,00 - Camaiore P.za XXIX Maggio Mezzi propri fino a Fornovolasco (LU). Escursione di inizio primavera caratterizzata da bellissimi scorci pa- noramici sul gruppo delle Panie e su altre cime delle Alpi Apuane. Da Fornovolasco, si sale facilmente alla Foce di Petrosciana, importante valico di comunicazione tra l’Alta Versilia e la Garfagnana. Per rag- giungere il monte Forato proponiamo due itinerari: “A” : la via normale che facilmente per piacevole sentiero conduce dapprima all’arco e in breve alla cima. “B” : la via ferrata (“R. Salvatori”) che risale la panoramica cresta roc- ciosa e con aereo percorso porta alla cima meridionale del Forato. Dal monte Forato, la panoramica Costa Pulita congiunge la prativa Foce di Valli, ai piedi della Pania della Croce. Una lunga discesa conclude nuovamente a Fornovolasco questa camminata circolare sulle nostre Apuane. Nel pomeriggio visita al vi- cino “Eremo di Calomini” suggestivo complesso architettonico situato alla base di una grande parete strapiombante. Difficoltà: E - EEA la via ferrata obbligo di imbraco e kit. Ore effettive di cammino: 5,00 Dislivello in salita e discesa: m. 800 Pranzo al sacco Direttori di gita: Dalle Luche Leonardo Pasquini Romolo (347-4127495) (0583-88276)
    • Monte Mars (Prealpi Biellesi) VIAREGGIO Via Paladini, 27 - Tel. 0584 395734 - 0584 330295 www.pizzeriagranvarignano.it
    • 19 APRILE 2009 ESCURSIONE NELL’ENTROTERRA GENOVESE GEO - SANTUARIO MADONNA DELLA GUARDIA PIANI DI PRAGLIA Raduno: ore 6,30 - Camaiore P.za XXIX Maggio. Con pullman GT fino a Geo (GE) Prenotazione obbligatoria dal 19/3/2009. La prenotazione sarà valida solo previo pagamento della quota. Il santuario della Madonna della Guardia è il più importante della Liguria, e uno dei più conosciuti d’Italia. Sorge sulla vetta del monte Figogna a 805 metri di altezza, in un ambiente naturale di grande interesse e con una fitta rete di sentieri di notevole importanza per l’escursionismo. Il panorama si spinge dalla vicina città di Genova, alla Valpolcevera a alle riviere di Levante e Ponente. Arriveremo al Santuario per la vecchia via di salita, e dopo una visita al grande complesso religioso, effettueremo la traversata ai Piani di Praglia. Difficoltà: E Ore effettive di cammino: 5,00 Dislivello in salita: m. 900 - dislivello in discesa: m. 300 Pranzo al sacco Direttori di gita: Castellani Claudio Dal Torrione Gualberto (339-8009784) (0584-54333)
    • Sasso della Croce (Alta Val Badia)
    • 1° MAGGIO 2009 FESTA DELLA PRIMAVERA ALLA BAITA D. BARSI CASOLI (M. 400) - SCALA SANTA - ALPE DI CIMA (M. 850) - CAM- PO ALL’ORZO (M. 938) - BAITA BARSI (M. 865) - METATO (M. 450) - LA PENNA (M. 494) - CASOLI Raduno: ore 8,00 - Camaiore P.za XXIX Maggio - Mezzi propri fino a Casoli (Loc. Cericcia). Insolito itinerario che da Casoli, dopo aver percorso per un tratto la mulattiera chiamata “ Scala Santa”, devia per raggiungere la panora- mica dorsale dell’Alpe di Cima. Percorso il versante settentrionale del Monte Prana si arriva alla Baita Barsi dove festeggeremo “La Primavera”. Scesi a Metato, un piacevole sentiero a mezza costa ci conduce in prossimità del Monte Penna e ben presto a Cericcia, dove concludiamo questo interessan- te anello sulle Apuane Meridionali. Difficoltà: E Dislivello in salita e discesa: m. 600 Ore effettive di cammino: 5,00 Direttori di gita: Castellani Claudio Barsotti Andrea (339-8009784) (0584-951294)
    • 10 MAGGIO 2009 PARCO NAZIONALE DELLE FORESTE CASENTINESI DALLA MADONNA DI MONTALTO A POGGIO MANDRI ATTRA- VERSO LE PENDICI DEL FALTERONA E DI CAPO D’ARNO MADONNA DI MONTALTO (M. 863) - BOCCA PECORINA (M. 1068) LAGO DEGLI IDOLI (M. 1368) - CAPO D’ARNO (M. 1358) - LE CRO- CICCHIE (M. 1407) - M. ACUTO (M. 1481) - LA MACIA (M. 1260) POGGIO MANDRI (M. 766) Raduno: ore 6,00. - Camaiore P.za XXIX Maggio - Con pullman GT fino a Stia (FI). Prenotazione obbligatoria dal 9/4/2009. La prenotazione sarà va- lida solo previo pagamento della quota. Bellissima traversata nelle foreste Casentinesi, immersi nel verde delle grandi faggete che ammantano le cime del Falterona, del monte Falco e del monte Acuto. Visiteremo il pittoresco Lago degli Idoli, rile- vante sito archeologico dove sono state rinvenute alcune statuette di origine etrusca. Escursione lunga ma priva di difficoltà, in un contesto ambientale di grande interesse. Difficoltà: E Ore effettive di cammino: 6,00 Dislivello in salita: m. 650 - Dislivello in discesa: m. 800 Pranzo al sacco Direttori di gita: Dal Torrione Gualberto Salvagnoni Mario (0584-54333) (055-482878)
    • I NUOVI SET DA UTILIZZARE IN FERRATA Il set che deve essere utilizzato per percorrere le vie ferrate (definito tecnicamente Sistema per l’Assorbimento di Energia, EAS) rientra tra i Dispositivi di Protezione Individuale ed è regolamentato dal- la normativa europea (EN 958 del luglio 1997) e dalle norme UIAA (UIAA 128 del luglio 2004). Per gli EAS la norma EN specifica il peso a cui devono entrare in azione, la quantità di energia residua, la non modificabilità delle chiusure, etc., mentre la norma UIAA aggiunge la prescrizione che il sistema deve essere del tipo a „Y“, in grado cioè di assorbire l’energia con entrambi i cordini attac- cati agli ancoraggi. I set omologati, oltre a rendere il fabbricante e non più l’utilizzatore (o l’amico che lo ha prestato) responsabile in caso di malfunziona- mento, rendono anche più semplice la verifica della corretta operati- vità dei sistemi dei partecipanti da parte del Direttore di gita. In caso di entrata in azione del sistema durante la percorrenza di una ferrata a causa di una caduta, vi sono tre possibilità: a) sosti- tuire il sistema con uno di riserva; b) ricostruirlo secondo la norma se non c’è altra alternativa praticabile, ricordando che comunque il sistema non garantisce più la sicurezza iniziale a causa della solle- citazione a cui è stato sottoposto; c) assicurare l’allievo o l’escursio- nista a corda.
    • 23 - 24 MAGGIO 2008 MONTI VOLSINI - LAGO DI BOLSENA “ALLA SCOPERTA DEL PIU’ GRANDE LAGO DI ORIGINE VUL- CANICA D’EUROPA” Raduno: ore 5,30 - Camaiore P.za XXIX Maggio - Con pullman GT fino a Bolsena (VT) Prenotazione obbligatoria dal 1/2/2008. Termine iscrizioni 1/5/2008 Seguirà il programma dettagliato. La prenotazione sarà valida solo previo pagamento della quota. Il lago di Bolsena è situato nell’alto Lazio, nella caldera principale del complesso vulcanico Vulsinio. Vi emergono due splendide isole, Bisentina e Martana ed è circondato dalla catena dei monti Volsini. Gita di grande interesse naturalistico, archeologico e paesaggistico, con i numerosi paesi quali Bolsena, Montefiascone, Capodimonte, Valentano ed altri ancora che offrono spunti per una attenta visita oltre a delle interessantissime e facili escursioni. Navigheremo per raggiungere le isole in uno scenario di incomparabile bellezza. Il pernottamento è in hotel. Direttori di gita: Nardelli Ugo Petrucci Mario (0584-391788) (0584-44780) Lavorazione ingrosso carni suine Sede: via V. Emanuele, 9 - tel. 0584 989680 Laboratorio: via Carignoni, 100 - tel. 0584 981391 55041 Camaiore (LU)
    • T.F.C. Gombitelli (Apuane Meridionali)
    • 7 GIUGNO 2009 ALPI APUANE - MONTE ALTISSIMO M. 1589 “DA ARNI A TERRINCA PER CRINALI E ANTICHE VIE” ARNI (M. 916) - RIF. PULITI (1010) - LE GOBBIE (M. 1037) PASSO DEGLI UNCINI (M. 1380) - MONTE ALTISSIMO (M. 1589) CERVAIOLE (M. 1190) - COLLE CIPOLLAIO (M. 990) PASSO DEI FORDAZZANI (M. 1060) - TERRINCA (M. 600) Raduno: ore 6,30 - Camaiore P.za XXIX Maggio Mezzi propri fino a Arni (LU) L’Altissimo, montagna fra le più importanti delle Apuane, è costituito da marmo, e per questo da secoli vi vengono estratti blocchi del pre- giato materiale. Purtroppo, come altre vette Apuane, ha subito specie in un recente passato, enormi devastazioni e scempi ambientali. Dalla vetta si gode un magnifico panorama sulla costa e su gran parte delle Apuane. La traversata che proponiamo è assai lunga e con alcuni tratti impegnativi dove occorre prestare attenzione. Ambiente tipica- mente apuano con scorci interessanti sui torrioni del monte Corchia, e il percorso dell’antica mulattiera del Passo dei Fordazzani. Difficoltà: E - alcuni tratti EE Ore effettive di cammino: 7,00 Dislivello in salita m. 800 - Dislivello in discesa m. 1000 Pranzo al sacco Direttori di gita: Gori Giuliano Pierotti Giorgio (349-1626353) (0583-961486)
    • 19 - 20 - 21 GIUGNO 2009 PREALPI LOMBARDE - TRAVERSATA DELLE GRIGNE Raduno: ore 5,30 - Camaiore P.za XXIX Maggio - Mezzi propri o bus privato fino a Cainallo (LC). Prenotazione obbligatoria dal 21/5/2009 - La prenotazione sarà valida solo previo pagamento della quota. Il massiccio delle Grigne situato nel cuore delle prealpi Lombarde è costituito da due vette principali: la Grigna settentrionale o Grignone m. 2410, e la Grigna meridionale o Grignetta m. 2177. Di grande interesse paesaggistico, escursionistico e alpinistico il gruppo delle Grigne è molto frequentato in ogni stagione. Effettueremo la traversata integrale del massiccio, affrontando un emozionante e assai impegnativo percorso parzialmente attrezzato con catene e corde fisse salendo entrambe le cime. Spettacolare il pernottamento al rifugio Brioschi sulla cima del Grignone. 1° giorno: Cainallo - cresta di Piancaformia - rif. Brioschi. 2° giorno: Rif. Brioschi - Traversata alta - Grignetta - Rif. Carlo Porta 3° giorno: Rif. Carlo Porta - rif. Rosalba - Maggiana Difficoltà: EE - obbligo di casco, imbraco e kit da ferrata. Direttori di gita: Nardelli Ugo Pierotti Giorgio (0584-391788) (0583-961486)
    • 10 - 11 - 12 - LUGLIO 2009 ALPI GRAIE - VALLE D’AOSTA TRAVERSATA DELLA TESTA DEL RUTOR M. 3486 RAFTING SULLA DORA BALTEA Raduno ore: 5,30 - Camaiore P.za XXIX Maggio - Mezzi propri o bus privato fino a Bonne (AO) Seguirà il programma dettagliato. Prenotazione obbligatoria dal 11/6/2009. La prenotazione sarà valida solo previo pagamento della quota. Bellissima e panoramica cima glaciale posta sullo spartiacque Italo- Francese che dal colle del Piccolo S.Bernardo scende verso sud. Interamente situata in territorio italiano la Testa del Rutor la saliremo dalla Valgrisanche e scenderemo in valle de La Thuile, compiendo una straordinaria traversata con piccozza e ramponi della montagna. In condizioni di normale innevamento la traversata non presenta par- ticolari difficoltà. E’ comunque una escursione rivolta a escursionisti allenati e perfettamente equipaggiati per affrontare ascensioni in alta quota. Difficoltà: EEA/F. Il terzo giorno, Domenica, facoltativamente verrà organizzata una fantastica discesa su gommone (rafting) sulla Dora Baltea, su un percorso di 14 km., al cospetto del monte Bianco. L’iniziativa è rivolta anche ai principianti di questo fantastico sport fluviale. 1° giorno: Bonne - Rifugio degli Angeli al Morion. 2° giorno: Rif. Degli Angeli - Testa del Rutor - Rif. Deffeyes - La Thuile. 3° giorno: Rafting sulla Dora Baltea (facoltativo) o escursione a pia- cere nella valle. Direttori di gita: Nardelli Ugo Giannaccini Giovanni (0584-391788) (0584-777482)
    • M. Roccandagia (Apuane) M. Prana (Apuane)
    • 2 AGOSTO 2009 XXXIX FESTA DELLA PATATA In caso di maltempo verrà spostata al 9 Agosto Raduno: ore 8,00 - Camaiore P.za XXIX Maggio Si ripeteranno le manifestazioni degli ultimi anni e cioè, esposizione delle patate e premiazione dei vincitori, Santa Messa, deposizione di una corona di alloro ai piedi della Grande Croce del monte Prana e immancabili montagne di patate fritte accompagnate da altri alimenti e bevande. Al vincitore dell’esposizione delle patate, verrà assegnato il XVII Trofeo “Luigi Matteucci”. Direttore di gita: Francesconi Maurizio (0584-981659)
    • 20 - 21 - 22 - 23 AGOSTO 2009 VALLE D’AOSTA - ALPI PENNINE “TRAVERSATA DELLE TRE VALLI” VALTOURNANCHE - VAL D’AYAS - VAL DI GRESSONEY Raduno: ore 5,30 - Camaiore P.za XXIX Maggio Mezzi propri fino a Buisson (AO). Seguirà il programma dettagliato. Prenotazione obbligatoria dal 16/7/2009. La prenotazione sarà valida solo previo pagamento della quota. Tre magnifiche vallate che verranno traversate dal nostro itinerario per condurci alla scoperta di caratteristici villaggi Walser, panorami mozzafiato sul Cervino e il Monte Rosa e caratteristici rifugi dove ci fermeremo a pernottare. Una bella cima, la Roisetta, di oltre 3000 metri ci farà ammirare da vicino la superba piramide della “Gran Bec- ca”, il Cervino. Alti valichi, boschi verdissimi e laghi d’alta quota sa- ranno la presenza costante durante questo trek Valdostano. 1° giorno: Chamois (m. 1896) - Lago di Lod (m. 2018) - Colle di Nana (m. 2778) - Rif. Gran Tournalin (m. 2534). 2° giorno: Rif. Gran Tournalin - Roisetta (m. 3334) - Resy (Rif. Fer- raro m. 2072). 3° giorno: Rif. Ferraro - Crest (m. 1935) - Colle Perrin (m. 2635) - Rif. Arp (m. 2440). 4° giorno: Rif. Arp - Passo di Valnera (m. 2676) - Alpenzù (m. 1779) - Gressoney (m. 1400). Difficoltà: Trek che si svolge su sentieri. La cima Roisetta è fa- coltativa ed evitabile. Direttori di gita: Dalle Luche Leonardo Farnocchia Sauro (347-4127495) (333-6864691)
    • 9 - 10 - 11 - 12 - 13 SETTEMBRE 2009 DOLOMITI OCCIDENTALI - VAL DI FASSA Raduno: ore 5,00 - Camaiore P.za XXIX Maggio - Con pullman GT fino a Campitello di Fassa (TN) Seguirà il programma dettagliato. Prenotazione obbligatoria dal 1/6/2009 Chiusura iscrizioni 10/8/09. La quota sarà valida solo previo pagamento della quota. La bellissima Val di Fassa, al centro dei grandi e spettacolari massicci dolomitici, è regno incontrastato dell’escursionismo e dell’alpinismo. Effettueremo interessanti traversate, toccando passi e salendo alcu- ne delle cime che fanno da corona oltre che alla Val di Fassa, alla Val Badia e alla Val Gardena. I pernottamenti sono in hotel. Direttori di gita: Nardelli Ugo Pierotti Giorgio (0584-391788) (0583-961486)
    • M. Rondinaio L. (Appennino)
    • 20 SETTEMBRE 2009 APPENNINO TOSCO EMILIANO - LUNIGIANA SALITA AL MONTE BRAIOLA PER IL “SENTIERO DEI MATTI” PRATI DI LOGARGHENA (M. 990) - RIF. MATTEI (M. 1100) PASSO DEL PORTILE (M. 1173) - MONTE BRAIOLA (M. 1818) MONTE MARMAGNA (M. 1852) - BAITA TIFONI (M. 1356) PRATI DI LOGARGHENA. Raduno:ore 6,00 - Camaiore P.za XXIX Maggio - con mezzi propri fino ai Prati di Logarghena(MS) Prenotazione obbligatoria dal 20/8/2009. Insolito itinerario escursionistico che va a raggiungere la vetta del monte Braiola per la cresta ovest, a tratti ripida ed aerea ma di gran- de soddisfazione. Il percorso viene chiamato “ Sentiero dei Matti”, ma è sicuramente consigliabile all’escursionista allenato e con esperien- za di montagna. Dalla cima del Braiola si può prolungare l’escursione fino alla cima del Marmagna. Una lunga discesa prima per prati e successivamente per boschi ci riporta al punto di partenza. Difficoltà: EE la salita al Braiola - E la parte successiva. Dislivello in salita e discesa: m. 900 Ore effettive di cammino: 7,00 Pranzo al sacco Direttori di gita: Castellani Claudio Pasquini Romolo (339-8009784) (0583-88276)
    • Appennino Tosco-Emiliano
    • 4 OTTOBRE 2009 DALLA VAL SERENAIA AL MONTE GRONDILICE SERENAIA (M. 1050) - FOCE DI CARDETO (M. 1680) - CAVA 27 (M. 1500) - FINESTRA DEL GRONDILICE (M. 1750) - MONTE GRONDILICE (M. 1809) - FOCE DI GIOVO (M. 1500) SERENAIA Raduno: ore 6,30 - Camaiore P.za XXIX Maggio – Mezzi propri fino in Val Serenaia (LU). Classica escursione sulle Apuane settentrionali, con salita a una del- le cime che circondano l’ampia Val Serenaia. Dopo un ampio giro che tocca la bellissima Foce di Cardeto, si traversa sotto alla parete nord del monte Contrario e superato il rifugio situato in località Cava 27, si sale all’alta Foce del Grondilice, in ambiente severo e molto suggestivo. La breve salita alla cima del Grondilice, è facoltativa, e riservata a escursionisti esperti. Un piacevole sentiero in falso piano ci conduce alla prativa Foce di Giovo. Percorrendo il nuovo sentiero si scende al rifugio Donegani dove ha termine la gita. Difficoltà: E - EE la salita al Grondilice. Ore effettive di cammino: 6,00 Dislivello in salita e discesa: m. 1000 Pranzo al sacco Direttori di gita: Fratini Alessandro Petrucci Mario (0584-387218) (0584-44780)
    • 17 - 18 OTTOBRE 2009 DA PRACCHIA AL MONTE GENNAIO Raduno: ore 7,00 - Camaiore P.za XXIX Maggio In treno fino a Pracchia (PT) Seguirà il programma dettagliato. Prenotazione obbligatoria dal 16/9/2009. La prenotazione sarà valida solo previo pagamento della quota. Punto di partenza per questa traversata ad anello sull’Appennino Tosco-Emiliano è il paese di Pracchia, situato in una profonda valle percorsa dal fiume Reno. Percorso molto suggestivo in veste autun- nale, in quanto immerso in grandi faggete che conducono ai crinali del monte Gennaio e più in alto al Corno alle Scale. Itinerario che pre- vede il pernottamento all’accogliente rifugio Portafranca, del C.A.I. di Pistoia. 1° giorno: Pracchia (m. 600) - Passo del Termine (m. 1429) - Monte Orsigna (m. 1654) - Rifugio Portafranca (m. 1580). 2° giorno: Rif. Portafranca - Monte Gennaio (m. 1814) - Passo dei Malandrini (m. 1662) - Rifugio del Montanaro (m. 1560) - Pracchia. Difficoltà: E. Ore effettive di cammino: 1°giorno ore 4,30 - 2°giorno ore 6,00. Dislivello in salita: 1° giorno m. 1100 – 2° giorno m. 300. Dislivello in discesa: 2° giorno m. 1250. Direttori di gita: Stefanini Vincenzo Dal Torrione Gualberto (0584-982239) (0584-54333)
    • 25 OTTOBRE 2009 SMONDINATA AL COLLE DELLA PORAGLIA METATO (M.450) - ALPE DI CIMA (M.800) - CAMPO ALL’ORZO (M.958) - BAITA BARSI (M.865) Raduno: ore 8,00 - Camaiore P.za XXIX Maggio-Mezzi propri fino a Metato. E’ uno dei classici appuntamenti della nostra Associazione. Ancora una volta ci ritroviamo alla Baita Barsi per fare un po’ di allegria e gustarci le castagne arrostite. L’escursione è identica a quella per la Festa dell’Albero de l3/01. Difficoltà: E Ore effettive di cammino: 3,30 Dislivello in salita e discesa: m.500 Direttore di gita: Paoli Edvaldo Bertuccelli Alessandro (338-2520450) (0584-46420)
    • 8 NOVEMBRE 2009 ALLA SCOPERTA DI ANTICHI BORGHI DELL’ALTA VERSILIA DA CANSOLI A RIOMAGNO ATTRAVERSO LA VALLE DEL GIAR- DINO CANSOLI (M. 170) - TERRINCA (M. 517) - VALLE DEL GIARDINO BASATI (M. 428) - MINAZZANA (M. 465) - AZZANO (M. 452) - LA CAPPELLA (M. 452) - RIOMAGNO (M. 65) Raduno: ore 7,30 - Camaiore P.za XXIX Maggio - Mezzi propri fino a Cansoli (LU). Lunga traversata alle pendici delle Apuane, interamente in territo- rio Versiliese. Il percorso ci porta a conoscere antichi paesi ricchi di storia, immersi in estesi castagneti, e di rigogliosa macchia mediter- ranea. Escursione che si svolge in gran parte su vecchie mulattiere di collegamento tra i vari borghi, dove ammireremo il lavoro e i segni lasciati dall’uomo nel corso dei secoli. Difficoltà: E Ore effettive di cammino: 6,00 Dislivello in salita: m. 600 - Dislivello in discesa: m. 600 Pranzo al sacco Direttori di gita: Giannaccini Giovanni Brilli Lucia (0584- 777482) (0584-44774)
    • M. Cavallo dalla Carcaraia (Apuane)
    • 22 NOVEMBRE 2009 SUI SENTIERI DEL MONTALBANO MONSUMMANO TERME (M. 20) - MONSUMMAMO ALTO (M. 340) MONTEVETTOLINI (M. 187) - MONSUMMANO TERME Raduno ore: 7,30 - Camaiore P.za XXIX Maggio - Mezzi propri fino a Monsummano Terme (PT). Situato tra il Padule di Fucecchio e le propaggini del Montalbano, Monsummano Terme è una importante stazione termale e offre inte- ressanti spunti per una visita del centro storico. Nel nostro itinerario circolare visiteremo due paesi ricchi di storia, Monsummamo Alto e Montevettolini. L’escursione si svolge in larga parte su stradine e facili sentieri, tra macchia mediterranea e bosco misto di querce e lecci. Difficoltà: T/E Ore effettive di cammino: 5,00 Dislivello in salita e discesa: m. 300 Pranzo al sacco Direttori di gita: Castellani Claudio Dal Torrione Gualberto (339-8009784) (0584-54333)
    • Lago Baccio (Appennino Tosco-Emiliano)
    • 13 DICEMBRE 2009 FESTA DELLA MONTAGNA AL MONTE PRANA Raduno. ore 8 - Camaiore P.za XXIX Maggio Mezzi propri fino a Metato E’ la giornata di chiusura dell’annata escursionistica, che verrà ricor- data, dopo l’ascesa al monte Prana (m.1221), alla Baita D.Barsi al Colle della Poraglia: il percorso da Metato è il solito già descritto per l’escursione dell’ 13 Gennaio. Ore effettive di percorrenza: da Metato come le altre escursioni Caratteristiche del sentiero: Sentiero molto panoramico, l’escur- sione è per tutti. Direttori di gita: Pasquini Romolo Pierotti Giorgio (0583-88276) (0583-961486)
    • Giro del Monviso
    • TRAVERSATA DELLE FRAZIONI CAMAIORESI Esistono nel comune di Camaiore dei sentieri che anticamente permettevano alla gente del luogo di spostarsi tra le numerose frazioni, che erano molto più vive ed abitate che nel nostro tempo. In questi posti lavoravano e vivevano molte famiglie. Con il passare del tempo questi paesi si sono gradatamente spopolati, in quanto la ricerca di lavori più redditizi ha spinto le persone verso Camaiore o le altre città vicine. Già a metà degli anni ottanta si parlava della rivalorizzazione dell’entroterra ca- maiorese e pensammo, perché non coniugare questa esigenza con la pratica dell’escursionismo? Così fu fatto un progetto per segnare sentiero, per altro già esistente, che portasse i turisti e gli escursionisti a traversare queste frazioni, progetto che purtroppo non vide mai la sua realizzazione. Solamente nel 2005 abbiamo ripreso in mano il vecchio progetto e dopo averlo rivisto ed ampliato, con l’aiuto del Comune di Camaiore e della Circoscrizio- ne delle frazioni, abbiamo segnato la “Traversata delle Frazioni Camaioresi” che dal paese di S.Lucia arriva fino a quello di Fibbiano Montanino; attraverso Monteggiori, La Culla, Greppolungo, Casoli, Metato, Summonti, Peralla, Torci- gliano, Gombitelli e Migliano. E’ un percorso escursionistico lungo quasi 30 Km., senza nessuna difficoltà tecnica, in cui le tratte che collegano le varie frazioni non sono mai troppo lunghe ed hanno dislivelli accessibili a tutti, è percorribile senza problemi tutto l’anno ed è adatto anche ai turisti che in estate affollano le nostre spiagge. In ogni frazione è posto un cartello di cm. 115 x 135 che evidenzia, con il colore verde, il tracciato dell’intero percorso, in rosso sono indicati i paesi. Sul lato destro si trovano le indicazioni tecniche delle varie tratte, con indicato il tempo medio di percorrenza, il dislivello in salita e discesa e la lunghezza in metri. Nella parte bassa, per ogni frazione sono riportati brevi cenni della sua storia. I colori che contraddistinguono la Traversata sono il bianco e il giallo, e i segni sono distribuiti lungo tutto il sentiero in maniera che chi lo percorre ha sempre un riferimento. Le colline camaioresi sono immerse nel verde dei suoi boschi di castagni, lecci e faggi. Abbondano anche gli oliveti dalle cui piante viene prodotto un ottimo olio, in molti punti sono visibili le vecchie piane ma solo alcune sono ancora coltivate. Questo è un percorso vario, di grande respiro e di straordinario pre- gio ambientale con bellissimi panorami sia sulla piana di Camaiore che sulla costa. Nei giorni particolarmente limpidi il nostro sguardo può correre sul mare fino alle isole di Gorgona, Capraia, e a volte anche la Corsica. E’ stato un lavoro impegnativo che ci rende orgogliosi, ma il nostro scopo sarà raggiunto solo se negli anni a venire sarà percorso da tanti turisti ed escursio- nisti, che potranno godere della vista delle bellezze di questo luogo e di questi piccoli ma ridenti paesi che, fino ad ora sono stati molto sottovalutati. Detto questo si potrebbe pensare che il nostro scopo è raggiunto, ma sarebbe un errore pensarlo. Ci sono molti sentieri che dopo qualche anno dalla loro realizzazione sono caduti nel dimenticatoio, e perché ciò non succeda bisogna che ci sia la volontà di tutti di pubblicizzarlo, in particolar modo dove in estate sono i turisti, cioè al mare. Questo perché la Traversata delle Frazioni Camaio- resi è stata concepita proprio per i turisti. La nostra Associazione ricorda che pur essendo un sentiero senza difficoltà sono necessarie, per percorrerlo, le scarpe da montagna.
    • è stata realizzata la cartina dei sentieri delle Alpi Apuane Meri- dionali. è in vendita nelle edicole oppure può essere acquistata direttamente nella nostra sede di Via Badia n. 40 a Camaiore ogni Giovedì sera dopo le ore 21,15.
    • Per i soci e non.......... si ricorda che: - La Baita “Delio Barsi”, al Col della Poraglia, è a disposizione di tutti i Soci, chi vuole usufruirne può richiedere la chiave al Consi- glio Direttivo il giovedì sera presso la Sede Sociale, in occasione della riunione. - Chi vuole passare una domenica diversa, partecipando ai lavori di manutenzione e di normale gestione della nostra Baita, può contattare il coordinatore Paoli Alessandro. - La quota di iscrizione per l’anno 2009 è di Euro 16,00. Il rinnovo e/o l’iscrizione, possono essere fatti tutti i giovedì sera alle ore 21,30 presso la nostra Sede Sociale, oppure con un versamento sul c/c postale n.13708557, intestato agli Amici della Montagna di Camaiore. dal mese di maggio al mese di settembre la baita è aperta ogni domenica Per ulteriori informazioni potete rivolgervi a: Paoli Alessandro: (coordinatore): tel. 0584-989753 ————————————————————— La nostra sede è in via Badia, 40 a Camaiore. Siamo all’ingresso delle Apuane Meridionali in un locale ampio e confortevole che chiede solo la presenza numerosa e costante dei soci ogni giovedì sera
    • Ottico in Viareggio dal 1913… ottica - oPtometria - meteo - aStroNomia Corso Garibaldi, 2 - Viareggio tel. 0584-961089 - Fax 0584-49480 www.otticabartolini.com - otticabartolini@otticabartolini.com