• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Lapreghiera
 

Lapreghiera

on

  • 1,461 views

 

Statistics

Views

Total Views
1,461
Views on SlideShare
1,189
Embed Views
272

Actions

Likes
0
Downloads
7
Comments
0

1 Embed 272

http://www.maestrogaspare.onweb.it 272

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Lapreghiera Lapreghiera Presentation Transcript

    • REGARE
      ?
      PERCHE'
    • NEL TUO CAMMINO DI CRESCITA, FIN DA QUANDO ERI BAMBINO, I TUOI GENITORI, I CATECHISTI E I SACERDOTI CHE HAI INCONTRATO, TI HANNO INSEGNATO ALCUNE PREGHIERE COME AD ESEMPIO: IL “PADRE NOSTRO”, L’”AVE MARIA, L’”ANGELO DI DIO”, IL GLORIA …..
    • ORA CHE STAI CRESCENDO TI ACCORGI CHE LA PREGHIERA NON E’ SOLO QUESTO: LA PREGHIERA E’ UN CAMMINO DI CRESCITA, E’ DIVENTARE SEMPRE DI PIU’ AMICO CON UNA PERSONA E QUESTA PERSONA E’ GESU’
      LA PREGHIERA COINVOLGE TUTTO IL TUO ESSERE, LA TUA PERSONA: CORPO, CUORE, INTELLIGENZA.
    • NON E’ PERO’ COSI’ FACELI PREGARE, INFATTI E’ UN CAMMINO DI CRESCITA LUNGO E QUALCHE VOLTA ANCHE FATICOSO, MA CHE PORTA L’UOMO A SCOPRIRE REALMENTE CHI E’ E QUANTO E’ AMATO DA DIO.
      GESU’ FU TENTATO QUANDO SI RITIRO’ NEL DESERTO PER PREGARE, E COSI’ ANCHE NOI POSSIAMO ESSERE TENTATI CONTRO LA PREGHIERA.
      QUALI SONO LE NOSTRE TENTAZIONI?
    • NON HO VOGLIA
      La preghiera e’ qualcosa che va al di là del: “ho voglia, non ho voglia”.
      La preghiera e’ ascolto e dialogo.
      Ascolto di Dio e dialogo con Dio.
      Per vivere bene, noi uomini abbiamo bisogno di mangiare tutti i giorni, altrimenti il nostro corpo si indebolisce; così e’ per la preghiera. se non trovi dei ritmi quotidiani, rischi di soffocare a poco a poco lo spirito che c’e’ in te e che ti suggerisce come pregare.
      2) PREGARE PERCHE? A COSA
      SERVE PREGARE?
      PREGARE E’ UN DOVERE, UNA SPECIE DI TASSA DA PAGARE PER TENERE DIO BUONO NEI TUOI CONFRONTI? C’E’ UN PO’ QUESTO RISCHIO.
      IL PROBLEMA PERO’ MI SEMBRA DIVERSO, PERCHE’ IN REALTA’ NON DEVI CHIEDERTI A COSA SERVE PREGARE, MA SE ESISTE DIO E CHI E’ LUI PER TE.
    • CHI E’ IL SIGNORE NELLA TUA VITA? QUALE RAPPORTO HAI CON LUI? E’ VERAMENTE UNA PERSONA CON LA QUALE TI RAPPORTI, CHE SENTI PRESENTE, VICINO, E A CUI PUOI GUARDARE CON FIDUCIA?
      3) PREGO … PREGO E NON SENTO NULLA
      ATTENTO, QUESTA E’ UN’ALTRA GROSSA TENTAZIONE; CIOE’ IL PENSARE CHE LA PREGHIERA HA VALORE SOLO QUANDO “SENTI QUALCOSA”.
      LA PREGHIERA NON E’ FRUTTO SOLO DI ESPERIENZA SENSIBILE, CIOE’ DI CIO’ CHE PROVI E SENTI, MA E’ APERTURA A DIO, INCONTRO CON LUI CHE DIVENTA DONO DI TE STESSO, DEL TUO TEMPO, DELLE TUE ENERGIE.
      ?
    • 4) NON HO TEMPO
      Sei davvero leale e sincero con te stesso? oppure questo e’ solo un pretesto?
      Il tempo diventa fatica quando lo si deve dedicare a Dio, eppure se vuoi fare una cosa che ti interessa davvero, il tempo lo trovi.
      Quante volte la preghiera a Dio viene relegata ai margini della nostra giornata?
      5) SONO STANCO
      E’ vero, qualche volta si e’ proprio stanchi. ti sei però mai chiesto perchè dedichi solo gli “scarti” del tuo tempo al signore? con i tuoi amici fai così?
      prova a non dedicare solo e sempre gli “scarti” a Gesù ma trova un momento durante la tua giornata in cui il tuo cuore, la tua mente e il tuo corpo sono svegli e attenti a dio che ti parla e ti ascolta.
    • 6) MI SONO STANCATO DI PREGARE, TANTO DIO NON MI ASCOLTA
      QUESTA E’ UN’ALTRA TENTAZIONE GROSSA: CIE’ PENSARE CHE DIO TI ASCOLTA NELLA MISURA IN CUI TI ESAUDISCE.
      GESU’ CI HA DETTO: “CHIEDETE E VI SARA’ DATO….”.
      E DUNQUE GIUSTO PREGARE CON LA PREGHIERA DI RICHIESTA, MA SE QUESTA DIVENTA SOLO UN MODO PER SODDISFARE I TUOI BISOGNI O CAPRICCI PERSONALI ALLORA SEI FUORI STRADA.
      PROVA A PENSARE …. FORSE CORRI IL RISCHIO DI VEDERE DIO COME UN JUKE-BOX DOVE, DOPO AVER INTRODOTTO LA MONETINA, FATTA LA RICHIESTA POCO DOPO SEI ESAUDITO: CON LA PREGHIERA TU DEVI DIRE, MA SOPRATTUTTO DEVI IMPARARE A VIVERE COME RECITI SEMPRE NEL “PADRE NOSTRO” “SIA FATTA LA TUA VOLONTA’”
    • DAL “SILENZIO” E DALL’”ASCOLTO” NASCE LA COMUNICAZIONE, CIOE’ SCATURISCE IL DIALOGO, SI APPRODA COSI’ ALLA “PREGHIERA”.
      IL DISCEPOLO E’ COLUI CHE PERCEPISCE L’INIZIATIVA DI UN DIO SEMPRE IN DIALOGO.
      LA PREGHIERA E’ PRESTARGLI ASCOLTO.
      POSSIAMO PERO’ DIRE CHE NON ESISTE LA PREGHIERA, MA ESISTE COLUI CHE PREGA
    • Vuoi bene a Gesu’? Quante volte ascolti la sua Parola e la leggi? Il cammino di preghiera è un percorso che ti porta a voler sempre più bene al Signore.
      Il signore fa così con te e ha fatto così nella sua vita terrena, preoccupandosi degli uomini, risanando e soprattutto prendendo su di sé il nostro peccato perché potessimo essere salvati.
    • Gesu’ guarda con il cuore e al cuore non sfugge nulla. Gesù vuole entrare in contatto personale con te. Il cuore ti mette in quella dimensione di attenzione personale e Gesù predilige la relazione a tu per tu, il colloquio intimo, attento alle piccole cose, ai segni più modesti e discreti. Perché Gesù è attento e coglie le piccole cose? Perché guarda con il cuore.
    • LA PREGHIERA E’ METTERTI IN DIALOGO CON GESU’ CHE TI AMA.
      Gesù maestro
      di preghiera
    • GESU’ stesso ci ha insegnato a pregare, lasciandoci la bellissima preghiera del “Padre Nostro”. Sicuramente lo sai a memoria da anni, chissà quante volte hai pregato così e chissà quante altre volte lo farai. Ma ti sei mai chiesto cosa vuole dire?
      IN QUESTA PREGHIERA TROVI TUTTO L’INSEGNAMENTO DI GESU’!
      PADRE NOSTRO
      Gesù insegna a pregare chiamando Dio: “Abbà” che tradotto in italiano significa “Papà”
    • CHE SEI NEI CIELI
      Quando dico Padre nostro so che Dio è con me, vicino agli uomini. Ma quando dico: che sei nei cieli, so anche che Dio è infinitamente più grande degli uomini. E sopra tutto. E’ al centro di tutto.
      SIA SANTIFICATO IL TUO NOME
      La preghiera è un atto di amore verso Dio, è come dire: “Fa che tutti ti lodino, ti riconoscano come Dio giusto, santo, buono che mi rendi giusto, santo, buono”. Non preghiamo SOLO per chiedere a Dio qualcosa o per ringraziarlo di qualche cosa!
      VENGA IL TUO REGNO
      Tutta la predicazione di Gesù è incentrata sulla venuta del Regno di Dio. “Il regno di Dio” vuol dire la realizzazione del suo progetto sul mondo.
      SIA FATTA LA TUA VOLONTA’ COME IN CIELO COSI’ IN TERRA
      La volontà di Dio è l’amore. Un amore di salvezza, di gioia e NON di dolore.
    • DACCI OGGI IL NOSTRO PANE QUOTIDIANO
      Dacci o Signore, il necessario per vivere: il cibo, l’amicizia, la gioia, la preghiera …. Dammi il coraggio per guadagnarmi la vita facendo il mio dovere sempre e donami il senso della giustizia per saper condividere con gli altri ciò che possiedo.
      E RIMETTI A NOI I NOSTRI DEBITI COME NOI LI RIMETTIAMO AI NOSTRI DEBITORI.
      Di fronte a te, Signore, siamo debitori di tutto.
      Perdonaci ed aiutaci a
      perdonare TUTTO ai nostri fratelli.
      E NON CI INDURRE IN TENTAZIONE,
      MA LIBERA DAL MALE
      Ti chiediamo aiuto o Dio di vincere le tentazioni
      di dire NO alla tua parola, ai genitori, agli
      insegnanti, ai catechisti.
      Potremo anche dire: “PADRE AIUTAMI A NON CADERE NELLA TENTAZIONE”.
    • Come posso pregare?
    • UN ALTRO MODO PER PREGARE E’ L’ADORAZIONE.
      CHE COS’E’ L’ADORAZIONE?
      Adorare è
      • aprirsi a Dio grande e misericordioso;
      • riconoscerlo per quello che è, mantenendo il nostro cuore in atteggiamento di conversione;
      • sentire Dio come colui che ama e che è fedele.