31 Dicembre 2012
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

31 Dicembre 2012

on

  • 415 views

 

Statistics

Views

Total Views
415
Views on SlideShare
415
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
2
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

31 Dicembre 2012 31 Dicembre 2012 Document Transcript

  • ANNO 2 NUMERO 2 DICEMBRE 2012 La contrapposizione politica nei confronti dell’attuale amministrazione non è mai stata connotata dal rancore, dall’odio e dall’invidia. Se evidenziare, criticare, denunziare tutte le illegalità’, gli abusi, l’affidamento degli incarichi e l’esecuzione delle opere pubbliche, l’aumento dei tributi e degli sprechi significa istigare rancore e ripicche, allora vuol dire che non si ha chiaro cosa sia la politica. E’ davvero insolito come tutte le volte che una voce si alza per evidenziare incongruenze e atti poco chiari che l’Amministrazione comunale avvia, si alza immediatamente la difesa accompagnata da consigli pater- nali da parte di personaggi (che hanno ben poco da consigliarci!!), per difendere l’operato dell’intera amministrazione. C’è ancora oggi chi dall’alto di una poltrona istituzionale, che dovrebbe essere rap- presentativa di tutta la comunità, con il sostegno di tutti i consiglieri ignora il rispetto per le altrui considerazioni e richieste, e paragona i suoi avversari politici a “Prosecutori delle Amministrazionipassate”, solo per il semplice motivo di non essere in sintonia con il loro modo di amministrare. In un periodo pieno di difficoltà, è davveroinconsueto far politica, ricordando agli avversari politici che la democrazia vive nel confronto, nella discussione e non nel denigrare, che ilcomune non è una proprietà privata, che chiedere e svolgere il ruolo di consiglieri di minoranza è lecito e non un peccato. La campagnaelettorale è finita, ma non tutti se ne sono accorti. Abbiamo già dato merito a chi ha vinto, ma sembra che l’enfasi ancora genera bruttischerzi dando loro un senso di onnipotenza. Il periodo della “tregua”, dei comizi estivi benevoli, dei cenni d’intesa aveva un solo obiettivo:chiudere la bocca alla minoranza, in sintonia con la linea tracciata negli anni. Rivendicare il proprio ruolo, le proprie idee e la propria libertàdi agire e di pensare ha di colpo rotto quell’ equilibrio che è sintomo di democrazia e di confronto. Si è di nuovo tornati indietro nel tempo,ostacolando con motivi banali e rinvii di settimana in settimana la visione degli atti relative a gare d’appalto e di documenti vari medianteuna nota che consentiva l’accesso ai consiglieri di Minoranza agli uffici Tecnici, di Ragioneria e Amministrativo ogni venerdì dalle 12:00 alle13:00. Questo perché abbiamo evidenziato l’indipendenza da qualsiasi vincolo o accordo. Siamo stati disponibili a diversi atti con votazionefavorevole in Consiglio (sul Programma Triennale dei Lavori Pubblici, sulla Raccolta differenziata, sull’ Aggregazione dei servizi, su vec-chie vertenze finalmente chiuse e saldate). Ma non possiamo mai essere d’accordo con una amministrazione che elargisce soldi ad una Coo-perativa latitante per pulizia e trasporto bambini senza considerare la possibilità di svolgere gli stessi servizi con gli LSU alle dipendenzedell’Amministrazione o eventualmente crearne una con giovani altiliesi provvedendo con loro ai servizi necessari alla nostra comunità; nonpossiamo mai essere d’accordo con una amministrazione che promette la riduzione dell’IMU, sbandiera che nel nostro comune le tassesono le piu’ basse, e invece si verifica che per l’IMU è una delle piu’ alte dei Comuni limitrofi; anzi ancora oggi non vengono effettuati con ilResponsabile dell’Ufficio Tecnico gli accertamenti sugli immobili fantasma e sui fabbricati ex rurali, da noi diverse volte sollecitato, cheporterebbero di certo ad una entrata maggiore e cio’ comporterebbe quella promessa (e mai mantenuta!!) riduzione dell’IMU; non possiamomai essere d’accordo con una amministrazione che dopo un anno e mezzo ancora non riconosce debiti su vertenze che, guarda caso, si rife-riscono a controversie di quanto era in carica l’attuale Sindaco; addirittura dopo aver, giustamente, liquidato i compensi per l’esproprio diPiazza San Giovanni (erroneamente sbagliato nel periodo dell’amministrazione De Rose anno 1998), rivendica sulle testate giornalistichelocali l’acquisto e l’ampliamento della stessa piazza San Giovanni; non possiamo mai essere d’accordo con una amministrazione che avevaproceduto ad un cambio di destinazione d’uso dell’asilo nido a struttura per disabili, ed il nostro gruppo aveva con spirito collaborativo,evidenziato tale errata procedura pena la revoca del finanziamento. Oggi, in silenzio, notiamo che quella Determina è stata revocata(Det.n.180 del 3/10/2012 – Revoca determina n.92 del 21/5/2012) spostando la struttura per disabili dall’ex Scuola elementare alla zonaalla zona maneggio (che coerenza!!) per rimediare all’errore da noi evidenziato; non possiamo mai essere d’accordo con una amministrazio-ne che interviene su una proprietà privata per la realizzazione di un muro, e ad oggi non abbiamo avuto ancora risposta su quanto è costataquest’opera. Non crediamo certo che una impresa, benefattrice quanto sia, abbia potuto anticipare circa € 50.000,00 per conto del Comune;non possiamo mai essere d’accordo con una amministrazione che, in barba al decoro ed alla correttezza amministrativa procede all’acquistodi abitazioni nel centro storico di Altilia, una delle quali appartiene ad un assessore in Giunta; non possiamo mai d’accordo sulle tante speseche l’amministrazione sostiene per manifestazioni varie, quanto i cittadini non riescono da arrivare alla fine del mese;non possiamo maiessere d’accordo con una amministrazione che per un appalto di 57.000,00 di lavori predispone una perizia con altri € 38.000,00 (da pagarecon fondi comunali e quindi dai cittadini), per pavimentare un tratto di 90 ml di strada, giustificando tutto questo per cause impreviste edimprevedibili. In un articolo scritto dal Sindaco si evidenzia : “La citta’ è cambiata...”. E’ vero, hanno perfino chiuso l’ufficio postale!!. Altroche progresso e finanziamenti: Maione sta diventando il paese delle “chiusure”: dopo il club dell’Inter, della compagnia teatrale adesso ètoccato all’ufficio postale. Amici amministratori, osservate bene quello che fate, perché la gente non dorme, non è anestetizzata dalle pro-messe. Arriva sempre il tempo della verità e con essa l’imbarazzo di chi ha lucrato sulla buona fede. Con l’augurio che il nuovo anno portiad una migliore gestione della cosa pubblica, finora alquanto discutibile. Buone feste a tutti i cittadini di Altilia e di Maione. PAG.1
  • Dal Quotidiano della CalabriaUn anno e mezzo fa, una delle nostre prime interrogazioni riguardava le condizioni del cosiddetto“Parcheggio in Via Cona”, lasciato in uno stato di abbandono ad evidenziare un’opera rimasta incom-piuta. Da allora le condizioni della zona interessata poco sono cambiate. Anzi i cedimenti continuano,l’erba cresce e l’indifferenza è sempre la stessa. Ma da pochi giorni abbiamo constatato che il Diparti-mento dei Lavori Pubblici della Regione Calabria ha concesso un finanziamento per l’importo comples- I CITTADINI RESIDENTI NELLA ZONA SONOsivo di € 240.000,00, specificando che l’importo e’ relativo alla “Messa in sicurezza della strada di PREOCCUPATI. SARA’ ESPROPRIATA QUALCHEcollegamento centro urbano e realizzazione parcheggio località Maione”. In virtù della nota inviata ABITAZIONE PER CONSENTIRE L’AMPLIAMENTO DIdall’On. Pino Gentile all’attuale Sindaco con la quale comunicava la concessione di un finanziamento di PIAZZA SAN GIOVANNI A MAIONE??€ 200.000,00 riguardante la “Messa in sicurezza strada di collegamento centro urbano”, precisia-mo che l’importo ulteriore di € 40.000,00, è stato concesso grazie all’interessamento dell’On. GinoPagliuso, integrando il precedente finanziamento con l’intervento sul parcheggio in Via Cona. Siamocerti che l’opera verrà adesso senz’altro completata.Apprendiamo da comunicati della Regione Calabria (e non dai quotidiani locali!!), che il Comune di Altiliaè stato escluso dall’importante finanziamento riguardante il Piano di Sviluppo Locale (PISL). Ricordiamoai cittadini che il nostro Comune aveva partecipato a tale Bando costituendo un Comprensorio con altri 9Comuni limitrofi, e aveva chiesto un finanziamento proponendo come tema comune “Il Savuto: l’arte ela cultura per un territorio da Oscar”. L’Amministrazione Comunale puntava sull’acquisto del Palaz-zo Misasi da adibire a Casale della Cultura. Purtroppo le promesse fatte e sbandierate tappezzando di arti-coli il nostro paese, sono rimaste disattese. Per tale importante progetto sono stati finanziati il Comune diGrimaldi per un importo di € 549.875,00, il Comune di Marzi per un importo di € 420.000,00 ed il Comunedi Belsito per un importo di € 560.000,00. A questo insuccesso ne va aggiunto un altro, da attribuire aduna “scelta strategica” da parte dell’amministrazione comunale (che vorremmo meglio spiegata!!). Infattigli stessi comuni aggregati come comprensorio nel progetto precedentemente citato, hanno partecipato adun altro progetto PISL , relativo ai “Sistemi di Mobilità intercomunale” - potenziamento della linea ferro-viaria Cosenza - Rogliano per circolazione tram–treno. Ebbene, tale progetto è stato finanziato per lasomma di € 11.450.000,00. Ma tra tutti i Comuni della Valle del Savuto e della Presila, che hanno costituitoun Partenariato insieme al Comune di Cosenza, alla Comunita’Montana del Savuto e all’Unione dei Casali,l’unico che mancava era il Comune di Altilia, che non ha ritenuto opportuno aderire. Complimenti doppi!!! IN BREVE IN BREVE IN BREVE IN BREVESono stati assegnati dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti dei fondi per la messa in sicurezza e prevenzione del rischio con-nesso alla vulnerabilità degli elementi negli edifici scolastici. Tali fondi sono destinati alla Scuola materna di Maione e di Altilia(quale!!!) per un importo di € 29.890,00 ciascuno.Sono stati affidati lavori per un importo di € 5.500,00 (con fondi comunali) alla ditta EdilGrecoper la realizzazione della rete idrica in contrada Lauri e Acqua di Sergio in diversi fabbricatirurali esistenti ed in strutture di ricovero per animali (Determina dell’Ufficio Tecnico n.221 del5/12/2012). Tale opera era già stata preventivata e progettata dalla precedenteamministrazione con fondi regionali dell’Agricoltura. Ma, per sopraggiunte contrapposizioni atali scelte da parte della minoranza, non si era potuto realizzare.Sono stati completati i lavori per la fornitura del metano in contrada Fornacelle ad Altilia.Il Dipartimento Lavoro, Politiche della Famiglia della Regione Calabria ha concesso un finanziamentodi € 50.000,00 al nostro Comune per la Realizzazione di un “Centro Diurno per Anziani” ubicato, aquanto sembrerebbe, all’ex Scuola Elementare di Altilia (vedi Articolo Eco di Altilia n.3 pag.7). PAG.2
  • Proprio cosi’. La ventilata ipotesi sulla chiusuradell’Ufficio Postale nella frazione Maione è ormai realtà.In considerazione della riduzione dei costi in tali tipi diaziende, qualcosa doveva accadere. Ma secondo il Grup-po di minoranza si poteva fare qualcosa di piu’. La tardivaproposta in consiglio di deliberare un documento di pro-testa insieme ad altre lettere mandate ai diversi enti deno-ta, a nostro avviso, il mancato interesse da partedell’amministrazione nel mantenere l’Ufficio postale diMaione. Il nostro Gruppo gia’ a Luglio aveva inoltratouna richiesta (con nota riportata a lato) su come intendevaorientarsi l’amministrazione in merito a tale ipotesi dichiusura. Anche negli anni passati si parlava di chiusuradell’ufficio postale, ma solo oggi, quanto ipotizzato è di-ventato realta’. Dopo che tutto era stato decisol’amministrazione si mobilita inserendo nel Consiglio del28 Novembre 2012 un documento di protesta per talechiusura, mentre l’Ufficio Postale di Altilia si preparavaad essere restaurato. Troppo tardi. Adesso chi paghera’ ditale inefficienza saranno i nostri cittadini anziani che do-vranno migrare verso gli uffici postali dei paesi limitroficon tante difficoltà’. “La citta’ è cambiata....”, come e’evidenziato in uno dei tanti articoli che a cadenza settima-nale, troviamo sulle testate giornalistiche locali; ma ag-giungiamo pure che a Maione, il volto cambiato deriva RACCOLTA DIFFERENZIATAdalle chiusure dell’ufficio postale, del club dell’Inter, dellacompagnia teatrale e Da una nota ricevuta dalla Presila, sinon dimentichiamoci evidenzia che il Comune di Altilia addella Scuola elementare Agosto 2012, ha raggiunto una per-di Altilia. C’è rimasta centuale del 71,75% di raccolta diffe-solo la scuola elementa- renziata. Un plauso a tutta la cittadi-re di Maione. Non ci nanza che a contribuito a tale importante risultato.meraviglieremo che abreve chiuderàanch’essa."Quando un popolo, divorato dalla sete di libertà, sitrova ad avere dei mescitori che gliene versano quan-to vuole, fino ad ubriacarlo, allora accade che, se igovernanti resistono alle richieste dei cittadini piùesigenti,sono denunciati come tiranni, ed avviene che,chi si dimostra disciplinato viene definito senza carat-tere,che il padre finisca per trattare il figlio come suo pari enon è più rispettato,che il maestro non sa rimproverare gli scolari e costo-ro si fanno beffe di lui.In questo clima di libertà ed in nome della medesimanon vi è più riguardo ne rispetto per nessuno.In mezzo a tanta libertà nasce e si sviluppa una malapianta: la TIRANNIA".Platone, IV sec. a.C PAG.3
  • E ‘ STATA RESPINTA LA PROPOSTA FATTA 1 °Punto all’ordine del Giorno: Interventi di DAL GRUPPO DI MINORANZA DI MANTENERE manutenzione, ripristino e messa in sicurez- LE ALIQUOTE IMU A QUANTO FISSATO DALLO za degli impianti sportivi in Altilia Centro - STATO (4X1000 PER LA PRIMA ABITAZIONE Apposizione vincolo preordinato all’esproprio. E 7,6X1000 PER ALTRI IMMOBILI). Dichiarazione di Voto del Capogruppo di Mi- L’INTERA MAGGIORANZA HA FISSATO PER LA noranza PRIMA CASA IL 5X1000 E PER GLI ALTRI IMMOBILI ADDIRITTURA IL 9X1000!! AL- “ Senza nulla togliere alla necessita’ di dotare un TRO CHE RIDUZIONE DELLE TASSE!!!! COME impianto sportivo di spazi destinati a parcheggi, c’è SE NON BASTASSE L’AMMINISTRAZIONE HA da dire che ci troviamo oggi in consiglio comunale INVIATO ANCHE GLI ACCERTAMENTI ICI per discutere (o per sanare) un punto gia’ lontana- RELATIVI ALL’ANNO 2007, MOLTI DEI QUA- mente deciso, con l’approvazione del Progetto Ese- LI SARANNO OGGETTO DI RICORSI DA PARTE cutivo di “Messa in Sicurezza Impianto Sportivo di DEI CITTADINI Altilia”. In merito a tale intervento, vorremmo ri- cordare che eravamo contrari ad attivare un mutuo IN MERITO ALLE ALIQUOTE IMU CONFERMATE DALLA MAGGIORANZA, CON- con la cassa depositi e prestiti di € 30.000,00 per ilFRONTIAMOLE CON QUELLE DI ALTRI COMUNI LIMITROFI completamento dei lavori, questo per non aggrava- re ulteriormente le casse comunali, e richiedere alla ALTRI Provincia l’importo di € 50.000,00 l’annualita’ rela- COMUNE 1 CASA tiva al 2013, (come giustamente adesso è stato fat- IMMOBILI to). Sono scelte vostre. Per tale intervento l’amministrazione: ALTILIA 5 9 - ha proceduto ad affidare l’incarico ed ha approvato il progetto per “Ampliamento del GRIMALDI 4 7,6 campo sportivo di Altilia” con fondi comuna- li; MALITO 4 7,6 - ha scelto l’area da destinare a parcheggi; BELSITO 4 7,6 - ha appaltato i lavori con procedura di cotti- mo fiduciario; MANGONE 4 7,6 - ha liquidato un 1° Stato di Avanzamento; CARPANZANO 4 8,6 - ora deve adottare una variante al Piano Re- golatore per dare atto alla procedura ROGLIANO 2 9,6 d’esproprio. MARTIRANO 2 7,6 In tutte queste fasi la Minoranza non è minimamen- te intervenuta nelle discussioni o nelle problemati- MOTTA SANTA LUCIA 4 7,6 che emerse. Per tale motivo, considerando le vostre decisioni gia’ prese, il voto è contrario”. S.STEFANO DI ROGLIANO 4 7,6 PANETTIERI 4 7,6 2° Punto all’ordine del Giorno: Nomina Revi- sore dei Conti triennio 2012-2015. MARZI 4 7,6 Il Gruppo di Minoranza ha proposto come revisore COSENZA 4 7,6 la Dott.ssa Saccomanno, precisando che tale orien- MARTIRANO LOMBARDO 4 7,6 tamento è dovuto esclusivamente alla conoscenza personale, non permettendosi di esprimere giudizi APRIGLIANO 4 7,6 sulle capacita’ professionali degli aspiranti revisori. La Maggioranza ha proposto il Dott. Viafora che PATERNO CALABRO 4 7,6 ovviamente è stato eletto. Ad ogni modo auguriamo PIANE CRATI 5 8,5 al neo revisore gli auguri di un proficuo lavoro. BIANCHI 4 7,6CONTENIMENTO DELLA SPESAUno dei punti di criticità che la Corte dei Conti evidenzia in una nota indirizzata all’Amministrazione Comunale di Altilia è incentrata sulcontenimento delle spese, in continuo aumento. Per essere in tema il Gruppo evidenzia:1- Determina dell’Ufficio Amministrativo del 23 Luglio 2012 n.102 pagamento fatture Telecom Aprile-Maggio 2012 pari ad € 1.521,15;2- Determina dell’Ufficio Amministrativo del 4 Settembre 2012 n.117 pagamento fatture Telecom Giugno-Luglio 2012 pari ad € 1.443,00;3- Determina dell’Ufficio Amministrativo del 29 ottobre 2012 n.131 pagamento fatture Telecom Agosto-Settembre 2012 pari ad €1.410,50;4- Liquidazione Cooperativa Socialnet con determina n.2 Reg.Gen.275 del 7 Agosto 2012 per € 850,00;5- Liquidazione Cooperativa Socialnet con Determina n.10 Reg.Gen. 413 del 11 Dicembre per € 950,00;6- Liquidazione fattura Eco dei Casali del 15 Maggio 2012 n.76 per € 520,00 per 1° uscita. PAG.4
  • DOMANDE ALL’AMMINISTRAZIONE 1- Come mai i lavori al campo sportivo di Altilia relativamente alla zona parcheggi non sono stati ancora completati? Ci sono forse vizi nella procedura d’esproprio che non hanno consentito il prosieguo delle opere? 2- Cosa è successo durante i lavori delle “Strade comunali” ad Altilia per avere redatto, dopo soli 15 giorni in un tratto di 90 ml, una perizia in variante di € 38.745,52 per cause impreviste in fase di progettazione (somma per la quale non esiste copertura finan- ziaria), in considerazione anche che l’importo dei lavori era pari a € 57.000,00? Si è forse scoperto un ordigno bellico oppure un reperto archeologico? Oppure i motivi sono altri??? 3 Come mai nelle Gare d’appalto per lavori pubblici e nell’affidamento dei lavori a professionisti non si utilizza l’elenco delle Imprese e dei tecnici predisposto mediante Avviso pubbli- cato in data 25 Agosto 2011, al fine di garantire la rotazione, la trasparenza e la non discriminazione dei potenziali aventi titolo? RISPOSTE DALL’AMMINISTRAZIONE1° Punto all’ordine del Giorno: Salvaguardia degli equilibri di bilancio e ricognizione stato di attuazione dei programmi-Dichiarazione del Capogruppo di Minoranza“Siamo stati chiamati ad approvare due bilanci, il consuntivo ed il preventivo. Con quello odierno sono due i riequilibri dibilancio sottoposti all’approvazione del Consiglio Comunale. E da quanto visto ed attestato dagli uffici preposti, non esi-stono debiti fuori bilancio. Io dico il contrario e mi rivolgo ai responsabili, al segretario comunale ed al revisore.L’attestazione degli uffici preposti sulla inesistenza di Debiti Fuori Bilancio, mi lascia alquanto perplesso. Non parliamopiù di atti riferiti da chi ci ha preceduti. Parliamo di atti per i quali sono state avviate anche procedure di opposizione. Miriferisco in particolare alla pratica De Bonis, protocollata prima di settembre 2011, per la quale il Responsabile dell’UfficioPersonale, essendo in atto un pignoramento, ha affidato incarico professionale il 27/07/2012 Prot.103, per opposizionepresso il Tribunale di Cosenza. Quindi, rivolgendomi a tutti i responsabili degli uffici, su quale base si attesta l’inesistenzadi tali debiti? Per non parlare di altre due pratiche chiuse in qualche cassetto, di cui ancora non sappiamo niente. Andan-do un po’ indietro e precisamente in data 20/06/2011, l’amministrazione in vena di fare pulizia, revoco’ un incarico aldott. Mancuso affidatogli il 13/01/2011 con Prot.100 per la redazione di una Relazione Tecnica agronomica estimativa peril taglio di un bosco di proprieta’ comunale. Nella determina si legge che “.. il Comune di Altilia versa in precarie condizio-ni economiche …..che esistono condizioni che fanno presupporre debiti derivanti da sentenze relativi a vecchi contenzio-si”. Si presuppone che la successiva vendita della legna dovesse servire a coprire alcuni debiti. In considerazione di que-sto, l’amministrazione revoca l’incarico al tecnico. Dopo circa un anno e 3 mesi, e precisamente il 07/09/2012 conprot.159, l’attuale amministrazione riaffida allo stesso professionista, lo stesso incarico con le stesse motivazioni, appro-vando successivamente una perizia di € 70.000,00 per taglio piante. Quindi si è perso solo tempo, ma i debiti sarannosicuramente aumentati. Per le maggiori spese causate da tale ritardo ne rispon-derete sicuramente voi. Sempre in ottica di bilancio, si puo’ sapere a quantoammonta la spesa complessiva per la “Messa in Sicurezza ripa lungo la StradaProvinciale”? Si puo’ sapere chi lo paga, visto che ad oggi un solo importo di €5.000,00 è stato fatto dall’amministrazione? Si vogliono costruire altre due cen-traline? Benissimo, ne siamo contenti, ma la nostra centralina produce? Si puo’avere una fattura di produzione e sapere se il primo anno di fitto pari a €31.000,00 è stato saldato? Ci aspettavamo, come preannunciato nei comizi esti-vi, una rideterminazione con riduzione delle aliquote IMU. Di questo nessuno neparla. Per tale modo di agire ed amministrare in nostro voto è contrario” PAG.5
  • 2 Punto all’ordine del Giorno: Atto di indirizzo sul te- 1 Punto all’ordine del Giorno: RATIFICA DELIBERA G.M. N.77ma del disinquinamento ambientale e approvazione DEL 12/10/12– VARIAZIONE BILANCIO D’ESERCIZIO 2012schema protocollo d’intesa sul sistema di progettazio-ne, realizzazione e gestione degli interventi straordina- Dichiarazione di voto del Capogrup-ri nel settore fognario. po:Tale punto, votato positivamente dalla Minoranza, “Con l’approvazione del Progetto defini-evidenzia le criticita’ a carico del sistema depurativo tivo sul recupero di abitazioni da desti-nel territorio comunale. Si vuole eliminare tale nare ad edilizia sociale,criticita’ mediante opere di adeguamento dei sistemi quest’amministrazione, al di la’ sefognari e depurativi. Tale obiettivo puo’ essere rag-giunto dando vita ad una associazione di Comuni rica- revochera’ o meno tale atto, ha dimo-denti sul medesimo territorio, dando vita ad un Proto- strato ancora una volta di non conoscerecollo d’Intesa per vagliare l’opportunita’ di procedere le norme basilari e comportamentali disciplinate anche dalloalla selezione ad evidenza pubblica in Riferimento alla Statuto comunale. Di fatto, l’art. 10 del citato regolamentoLinea di Intervento 3.1.1.2 del Por Calabria FERS disciplina l’obbligo di astensione degli amministratori, da non2007-2013 confondere con la facoltà. Nella Delibera di approvazione preci- samente la n°63, figura presente e votante il sig. Miceli Michele3 Punto all’ordine del Giorno: Approvazione regola- interessato personalmente ed anche per suoi parenti, per lamento per l’espletamento dei compiti e delle funzioni vendita di un immobile, configurandosi come interesse privatodell’Ufficio Centrale di committenza perl’approvvigionamento dei lavori, servizi e forniture a in atto pubblico. Il macroscopico conflitto di interesse potrebbefavore degli Enti locali aderenti alla fondazione C.R.E. e rasentare l’illeggittimità, ma quantomeno è uno schiaffo allastipula Convenzione. trasparenza amministrativa e, soprattutto rappresenta l’irregolarità dell’atto che inficia anche le successive delibere diPunto votato favorevolmente dalla Minoranza. approvazione (la D.G. n.75 con Approvazione del Progetto ese- cutivo riferito alle stesse abitazioni e la Determina a Contrattare n.185 del 11/10/2012). Poiché, una buona gestione dell’eticaDAL COMUNE DI ALTILIA - LE ULTIME non consiste solo a definire norme di comportamento ma an-PAROLE FAMOSE….. che a controllare l’osservanza delle norme applicabili, il gruppo di minoranza vota contro e chiede che quanto esposto sia inse- rito nell’odierno verbale, riservandosi ogni opportuna valutazio-Durante il Consiglio Comunale del 14 Set- ne sull’eventualità di trasmettere quanto preventivamente deli-tembre 2012, nella discussione berato alle competenti autorità giudiziarie, al fine di valutare sesull’esproprio del terreno per la realizzazione le commesse irregolarità amministrative siano anche da consi-del parcheggio presso l’impianto sportivo di derare delle illegalità. Ricordo infine che nel progetto prelimi- nare erano stati individuati altri immobili il cui acquisto nonAltilia, l’assessore Michele Miceli fece que- avrebbe certamente generato simili forzature, utili al solo finesta dichiarazione (verbalizzata nella seduta di concedere i contentini, ma di certo non dimostrano imparzia-del citato consiglio): “..se fossi stato io il lità e, soprattutto, non consentono di gestire le risorse pubbli- che in modo appropriato. In riferimento poi alla ratifica perproprietario del terreno lo avrei sicuramente perfezionare il mutuo relativo all’acquisto di tali abitazioni, c’èregalato all’Ente”. L’assessore ha la memo- da evidenziare che in base alle necessità, il Comune di Altiliaria corta. Infatti con Determina dell’Ufficio ha disponibilità finanziaria o meno per cofinanziare un interven- to. Mi riferisco alla revoca dell’aggiudicazione di gara per iTecnico N.Reg.58 del 5 Aprile 2012 gli è sta- “Lavori di adeguamento strutturale e sismico degli edifici scola-ta liquidata la somma di € 700,00 a totale stici in Piazza Amantea a Maione” datata 22 Ottobre 2012soddisfo per il pagamento di un esproprio di Prot.349. Infatti si revoca tale aggiudicazione in quanto “.. il350 mq di terreno nei lavori di “Interventi di Comune di Altilia non ha disponibilità finanziarie per il cofinan-mitigazione e di riduzione rischio frana in ziamento…” per tale importante intervento strutturale presso le Scuole elementari in Maione, precisando altresì che ”…localita’ Taverna— nell’incontro avuto con Dirigenti Regionali si è convenuto che alMonti—Savuto”. Per non Comune di Altilia sarà assegnatodimenticare la vendita al nel riparto dei nuovi finanziamen- ti..” Se tali impegni a voce, sarannoComune di Altilia di un mantenuti come quanto fatto con ilimmobile di sua proprie- progetto sui PISL (dove il Comunetà(!!!!) per € 10.000,00. di Altilia è stato escluso), allora cari Consiglieri, dovremmo iniziare se-Grazie per il regalo …... riamente a preoccuparci” PAG.6
  • 1 Punto all’ordine del Giorno: Assestamento generale Bilancio di Previsione 2012 - Dichiarazionedi voto del capogruppoNell’illustrazione delle nostre osservazioni sull’Assestamento del bilancio di previsione 2012,non possiamo che riproporre le solite ormai note analisi che abbiamo diverse volte evidenziato.Gli incarichi sia esterni che interni sono stati sempre affidati direttamente dal Sindaco quale responsabile dell’Ufficio Tec-nico. La variazione di bilancio pertanto è anche una variazione monocratica e non generale. Sono esemplari gli incarichidati con Determina del Sindaco, per taglio piante su una strada convicinale del Savuto dove il Comune è chiamato a sup-portare le spese anche legali. L’incarico del taglio bosco in Sila prima ha comportato una revoca della delibera di Giuntasuccessivamente si da’ lo stesso incarico per saldare debiti degli anni precedenti. Riteniamo, esaminata la “proposta ver-tenza Rino”, che al momento gia’ siano evidenti i debiti fuori bilancio (per debiti del 1999 si impegnano € 3.283,07 nelbilancio 2013). Sono sotto gli occhi di tutti le spese per riviste e per manifestazioni varie. Sono stati rilevati lavori irrego-lari per la costruzione del muro sul Km 11+400, ed ancora oggi non si conosce il capitolo di spesa su cui gravera’ taleopera; nessuno pensa che l’impresa esecutrice dei lavori possa anticipare la somma di circa € 50.000,00 a favore del Co-mune, indipendentemente dagli aspetti legali connessi alla normativa tecnica e di aggiudicazione dei lavori. Il gruppo con-siliare evidenzia ancora la mancata presenza dei componimenti di spesa e debiti per vertenze gia’ protocollate (Misasi,Vecchio e De Bonis), per cui il voto a tale punto è contrario.2 Punto all’ordine del Giorno: Determinazioni in merito alla Deliberazione della Sezione regionale della Corte dei ContiDichiarazione di voto del capogruppoInnanzi tutto corre d’obbligo di rappresentare alla Corte dei Conti che il Gruppo di minoranza solo ieri 27/11/2012 alleore 11:00, ha preso visione, per la prima volta, della nota inviata il 2 Dicembre 2011, per le conseguenti determinazioni,su cui non sembra neanche evidenziato il protocollo di entrata del Comune. La maggioranza ha avuto 360 giorni per ade-guarsi e rispondere ai quesiti amministrativi, mentre noi veniamo a conoscenza di tali rilievi solo 24 h prima del consigliocomunale. Come è possibile visto che la nota era indirizzata a tutto il Consiglio Comunale? Il presidente del Consiglio chespiegazione darà alla Corte dei Conti ? Intanto rileviamo che gia’ in data 31 Agosto 2011 Prot. 5416, era stata mandatauna controdeduzione da parte del Sindaco dal solo Organo di Revisione (senza tener conto dell’intero Consiglio Comuna-le) e per la quale non era stata sufficiente a chiarire le gia’ riscontrate gravi irregolarità ed inefficienze pregiudizievoli perla gestione finanziaria dell’Ente. Nella nota della corte dei conti :1. Si evidenzia un aumento della spesa corrente del 2011 rispetto all’esercizio precedente in evidente contrasto con lariduzione delle stesse;2. Si evidenzia il non contenimento della spesa, violando sia il fatto che di anno in anno deve diminuire in termini costantie progressivi ma principalmente da tale irregolarità contabile ne deriva il divieto di assunzione di personale a qualsiasititolo e con qualsiasi tipologia contrattuale.3. Si evidenzia la mancata adozione del regolamento di cui all’art.3 – comma 56 – Legge 244/2007. Per intenderci si riferi-sce allordinamento degli uffici e dei servizi fissando i limiti, i criteri e le modalità per laffidamento di incarichi di collabo-razione, di studio o di ricerca, o di consulenze, a soggetti estranei allamministrazione. Con il medesimo regolamento èfissato anche il limite massimo della spesa annua per gli incarichi e consulenze, costituendo illecito disciplinare e respon-sabilità erariale se si discosta da tale regolamento. Non sembra che, nei fatti, ci sia alcun regolamento adottato perl’affidamento degli incarichi e delle consulenze, dati sempre con Determina del Responsabile sin da Giugno 2011, in cuisi intravedono anche interessi annessi e familiari. In virtu’ di quanto detto il voto della minoranza e’ contrario.3Punto all’ordine del Giorno: Approvazione documento di protesta per chiusura ufficio postale di MaioneConcordiamo sicuramente con il deliberato ma riteniamo lo stesso inadeguato e certamente non tempestivo. L’amministrazionesembra dimostrare di non avere interessi particolari per favorire il mantenimento del servizio postale ai tanti cittadini anzianidella frazione Maione.4 Punto all’ordine del Giorno: Vertenza Eredi RinoIn quanto consiglieri comunali concordiamo, finalmente, per la chiusura di una vecchia vertenza risalente all’anno 1999. Infatti talevertenza è relativa ad un progetto approvato precisamente il 27/09/1999, con problemi scaturiti sullalegittimita’ della procedura di esproprio. La soluzione della vertenza mostra ai cittadini come si è ammi-nistrato in passato. In Progetto doveva senza dubbio esserci una previsione di spesa per l’esproprio;allora per quale motivo bisogna aspettare 13 anni per avere saldati i propri diritti? La circostanza ponemolti dubbi sulla gestione amministrativa dell’epoca: infatti a quegli anni risalgono anche i soliti debitiMisasi, De Bonis e Vecchio, per non ripetere il debito verso gli eredi Rino e verso la Ditta Greco. Chiediamopertanto all’amministrazione che vengano individuati i responsabili di dette spese aggiuntive, che certa-mente peseranno ora sulle casse comunali. Nel merito non concordiamo nell’impegno del saldo, previ-sto con il bilancio 2013, il che potrebbe configurarsi come un debito fuori bilancio. Il voto della mino-ranza è favorevole PAG.7
  • PARROCCHIA “SANTA MARIA ASSUNTA” (ALTILIA-MAIONE)Punto 1 e 2: Gestione associata mediante Lettera del Parroco alle famiglie.convenzione tra i comuni di Altilia, Belsito,Grimaldi e Malito, Marzi, Santo Stefano di Natale 2012Rogliano e Paterno delle funzioni fondamen-tali relative al Catasto, alla Pianificazione Carissimi Fratelli ed Amici,urbanistica, di protezione Civile e di poliziaMunicipale. celebriamo il Natale del Signore. E’ il secondo Natale che con voi mi trovo a fare festa intorno al “grande Miste-Lo scopo delle delibere odierne, in linea con la ro dell’Incarnazione e Nascita di Gesù”. Il Natale è la festa del “nuovo che prorompe”. Ogni nascita è novità.programmazione economica generale e con idettami della Corte dei Conti, è quello di raggiun- La liturgia ci ripropone ogni anno questa celebrazione che, per noi cristiani, non è soltanto “ricordo”, ma ègere risultati migliori in termini di servizi resi al “Memoriale”: ci invita cioè a rivivere in prima persona questo momento celebrativo della nostra salvezza che è lacittadino con una diminuzione della spesa relativa.La situazione del nostro Comune, tuttavia, non ci “Nascita di Gesu’”. Ogni anno, quindi, siamo invitati ad immergerci in questa “novità” e a cambiare i nostriimpone semplicemente il quesito e quindi una modi di vita, a rivedere i nostri interessi, le nostre scelte, in prospettiva con quanto ci è capitato. Se siamo indif-risposta concreta al punto di cui all’Ordine delgiorno, ma ci costringe ad una riflessione sulla ferenti a questo aspetto, se ci accontentiamo dell’apparato formale ed esteriore, se proviamo solo tenerezza e commozione davanti al presepe, allora anche questo Natale passerà invano.situazione attuale di tutti i servizi e dei dipendenti,molti dei quali non a tempo pieno. Individuare iservizi che possono essere gestiti da una Unione Se ci interroghiamo su cosa succede, se ci sentiamo provocati dalla Parola di Dio, se ci sentiamo spinti ad andaredi Comuni o tramite convenzioni, non rappresentasemplicemente un’attività lavorativa associata utile avanti, se facciamo di tutto per dare del nostro meglio, allora vuol dire che Gesù, fattosi per noi bambino, anco-in termini di migliore servizio e di minore spesa, se ra dice qualcosa di importante per la nostra vita. Questo vale per tutti noi personalmente e vale per l’interalo stesso progetto non viene bene argomentato eportato a conoscenza di tutti i dipendenti comunali. comunità parrocchiale. Segni ed aiuti il Signore ne manda tanti: spetta a noi riconoscerli e farli nostri. Stiamo celebrando l’ANNO DELLA FEDE. Siamo chiamati a interrogarci sulla nostra adesione a Cristo, a fareE’ per questo motivo che noi oggi parliamo inConsiglio comunale per deliberare ma vorremmoanche essere ascoltati dai dipendenti tutti nostra e vera la ‘Professione di Fede’ quella che un giorno i nostri genitori hanno fatto per noi donandoci il Battesimo. La fede, ricordava Giovanni Paolo II, non è una appendice preziosa ma inutile della vita, ma la veritàsull’argomento. definitiva dell’esistenza. La Fede, sarà il tema di quest’anno che Benedetto XVI ha indetto come riflessione diIl servizio di Polizia Municipale è un servizio anostro avviso da gestire con altri Comuni perdiverse motivazioni: tutta la Chiesa, per “misurarci” a quale livello siamo.- per le festività locali e per eventi particolari sulterritorio certamente si avrà il supporto di altre Possa questo Natale portare la gioia che “nasce” da quel Presepe e che da più di 2000 anni ci ricorda che soloforze municipali garantendo meglio il servizio e Lui dà senso alla nostra vita e ha un nome: Gesù di Nazareth, Dio fatto uomo nel grembo di Maria Vergine.senza ulteriori spese;- di sicuro il nostro vigile urbano, oggi part-time, Come parrocchia ci troveremo impegnati ad essere una Comunità che riscopre la propria identità, che ascolta,inserito nel bacino di più Comuni troverà a breve la che prega, che celebra, che annuncia, che condivide e che dona se stessa a chi ha bisogno.definizione di un contratto a tempo pieno, raggiun-gendo quindi quello che è l’obiettivo di tutti i dipen- Il Vangelo di Luca ci racconta l’esperienza vissuta dai pastori che, dopo aver ricevuto l’annuncio dell’angelo, corrono alla grotta di Betlemme e. trovato Gesù Bambino adagiato nella mangiatoia, lo riconoscono come ildenti.Il servizio Tecnico è altro servizio che a nostroavviso può, e deve essere gestito con altri Comuni Salvatore del mondo e divengono subito testimoni e banditori della buona notizia di Dio. A Betlemme hanno visto Dio che si è fatto bambino, Dio che si dona agli uomini: questa scoperta ha prodottoin quanto:- l’attività edilizia nel Comune è nulla o quasi, percui è difficile spiegare ai cittadini del perché due gioia nei loro cuori, una gioia contagiosa che non possono contenere senza condividerla con gli altri.tecnici dipendenti e non ancora entrambi a tempopieno; Perciò fanno festa, cantano, danzano. Ritornano a casa “glorificando e lodando Dio per tutto quello che aveva-- non esistono verbali per lavori abusivi e quindi no udito e visto” (Luca 2,20).non vi è necessità nel territorio di un’azione conti-nua mirata alla sorveglianza congiunta fra tecnico Questo è il modo in cui i pastori celebrano il Natale del Signore. Anche oggi a Natale si fa festa, ma di essa, spesso, ne viene dimenticato il senso. Tante volte il Natale si riducee polizia municipale tale da giustificare la presenzadi due tecnici;- anche i nostri due tecnici, in un bacino più ampio ad essere un giorno di consumo, di spettacolo, si spreco. Si riduce ad una festa mondana e vuota. E’ come se fosse una festa senza il festeggiato! Egli non è invitato, non è accolto! Questo Natale sarà allora un’occasionetroveranno soddisfatta la necessità di raggiungereil tempo pieno e di affrontare tutte le problematichedel ramo. preziosa per accogliere davvero il bambino Gesù nei nostri cuori e, con lui al centro della nostra vita, fare festa per tornare poi al quotidiano “glorificando, lodando Dio” e testimoniandolo.Altra problematica da affrontare, anche perché piùdelle altre grava sui cittadini è il Trasporto Alunni.Questo servizio impone al Comune non solo una Concludo con una storia che ci faccia riscoprire il vero senso del Natale e della nostra fede:spesa di per sé molto elevata per la dislocazionedei plessi scolastici e per la distribuzione della Nel 1992 i giornali, non senza malizia, uscirono col titolo: “Un monaco è morto di aids”. Si trattava di un giova- ne di Modena che a vent’anni aveva lasciato la famiglia per sprofondare nel mondo del vizio e della droga. Co-poca popolazione sul territorio, ma lo vede costret-to alla cura e alla manutenzione dei mezzi e conl’impiego di un dipendente par-time che da solo nobbe ripetutamente il carcere e poi la sentenza tremenda:”Sei sieropositivo”. Si rivolse disperato ad un monaco di Monteveglio dicendo:”Nessuno mi vuole e sono alla fame”. Il monaco gli disse:”Se vuoi, vieni con noi, siamonon copre il servizio. Gestire questo servizio conuna Unione di più Comuni è certamente vantaggio-so per le casse comunali e lo sarà a breve anche poveri, ma c’è spazio per un altro povero”. Quel giovane disse:”Vengo”. Tutti lo accolsero come un fratello senza chiedergli:”Da dove vieni, cos’hai fatto, perché sei malato?” Fu conquistato dalla fede e dalla carità deiper il dipendente che quanto prima avrà il tempopieno, che è una sua giusta aspettativa.Altro servizio da gestire collegialmente con altri monaci. Si convertì dicendo:”Ho capito che Gesù è Dio, perché soltanto se Gesù è Dio si spiega la nostra vita:Comuni è l’Ufficio Ragioneria. L’attività di bilan- siete umili, poveri … e tremendamente felici. Siete ricchi del più grande amore col quale mi avete accolto”.cio, diversa per ogni Comune, è però limitata adue o tre brevi periodi dell’anno in cui necessitano Desiderò farsi monaco e vi si preparò con cura. Fece la sua professione pochi minuti prima di morire confidan-approvazione, variazione e/o assestamento e do:”Anche nella Chiesa c’è il peccato, per questo mi faceva schifo, però nella Chiesa c’è Dio, la Chiesa è la cullaverifica. Nel merito dobbiamo rilevare che i nostrifunzionari da tempo collaborano con altri Comuni di Dio e io voglio stare in questa Chiesa.” Nella fede non presunta, ma umilmente alimentata e testimoniata, nell’amoreper cui la gestione unitaria e congiunta del servi-zio, se legalizzata con contratto, porterebbe certa-mente un tornaconto economico nelle casse co- attinto da Cristo e concretamente vissuto facciamo in modo che specialmente nel Natale anche la nostra Comunità diventi “CULLA DI DIO” perchémunali. attraverso di noi tante persone abbiano gioia, vita, speranza.Infine si può parlare anche dell’Ufficio Anagrafe,reparto questo dove lo Stato è già intervenuto conle dichiarazioni sostitutive e limitando di fatto il BUON NATALE A TUTTI!rilascio di certificazioni varie. Siamo consensientianche alla gestione unica intercomunale del servi- VOSTRO FRATELLO IN CRISTOzio ma è doveroso anche affermare che,nell’immediato, nessun utile perverrà alle casse PARROCOcomunali.VOTO DELLA MINORANZA : FAVOREVOLE Sac. Belcastro Don Giampiero PAG.8