• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Moodle Utente Master European Intercultural Training Manager (prof. Margiotta)
 

Moodle Utente Master European Intercultural Training Manager (prof. Margiotta)

on

  • 2,261 views

 

Statistics

Views

Total Views
2,261
Views on SlideShare
2,233
Embed Views
28

Actions

Likes
0
Downloads
30
Comments
0

3 Embeds 28

http://www.cenec.org 26
http://serverdati 1
http://www.slideshare.net 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Moodle Utente Master European Intercultural Training Manager (prof. Margiotta) Moodle Utente Master European Intercultural Training Manager (prof. Margiotta) Presentation Transcript

    • 2008  Moodle: Un ambiente per l’apprendimento in rete European Intercultural Training Manager EU: http://www.cenec.org/fad Staff Univirtual  31/01/2008 
    • LCMS: Un ambiente per l’apprendimento – Moodle dalla parte dell’utente European Intercultural Training Manager EU: http://www.cenec.org/fad Staff Univirtual Introduzione ........................................................................................ 3 Storia della piattaforma ....................................................................... 3 La filosofia di Moodle ........................................................................... 3 Costruttivismo....................................................................................... 3 Costruzionismo...................................................................................... 4 Costruttivismo sociale ............................................................................. 4 Connesso e distaccato ............................................................................. 4 Caratteristiche, interfaccia, funzionalità e attività di Moodle ............... 5 Primo accesso in piattaforma .................................................................... 5 Come si presenta l’interfaccia di Moodle ...................................................... 8 Le funzioni ........................................................................................... 8 Le attività .......................................................................................... 9 Forum .................................................................................................................. 9 Chat .................................................................................................................. 11 Compito ............................................................................................................. 12 Trasferire un file: significa che il compito prevede un form in cui i corsisti .................... 12 Quiz .................................................................................................................. 12 Diario ................................................................................................................ 14 Glossario ............................................................................................................ 14 Scelta ................................................................................................................ 15 Workshop ........................................................................................................... 15 Feedback - Sondaggio - Inchiesta - Indagine .......................................................... 15 Funzioni ausiliarie ........................................................................... 16   2
    • Introduzione L’ambiente Virtuale di Apprendimento è basato su MOODLE, una applicazione Web-Oriented per la gestione e l’erogazione di corsi di formazione on-line (LCMS –Learning Content Management System). Martin Dougiamas è l’ideatore della piattaforma Moodle acronimo di: Modular Object- Oriented Dynamic Learning Environment (Ambiente di Apprendimento Dinamico Modulare Orientato agli Oggetti) Moodle viene fornito gratuitamente come software OpenSource (sottostante alla GPL: GNU Public License). Un’importante caratteristica del progetto Moodle è il sito web moodle.org, che fornisce Un punto centrale per quel che riguarda l'informazione, la discussione, la collaborazione tra gli utenti di Moodle, che comprendono amministratori di sistema, docenti, ricercatori, instructional designer e, naturalmente, sviluppatori. Come Moodle, questo sito è in continua evoluzione per andare incontro ai bisogni della comunità e, come Moodle, sarà sempre gratis. Storia della piattaforma La storia di Moodle risale agli anni Novanta grazie a Martin Dougiamas, ideatore della piattaforma ed attuale leader del team di sviluppo, che svolgeva il lavoro di webmaster presso la Curtin University of Technology. Proprio in quel periodo iniziò a confrontarsi con l’ambiente WebCT (Web Computer Training) utilizzato all’interno dell’ateneo. Lo sviluppatore fu subito affascinato dall’epistemologia del costruzionismo sociale che gli permise, anche grazie al suo background informatico di inaugurare la versione 1.0 di Moodle il 20 agosto del 2002. Il Learning Management System (LMS) fu sperimentato all’interno di alcuni corsi universitari frequentati da un circoscritto gruppo di universitari. Esso divenne oggetto di studi sullo sviluppo in relazione all’ambiente, che si focalizzarono sulla natura delle collaborazioni e delle riflessioni registrate all’interno di questi piccoli gruppi di partecipanti adulti. La storia sta continuando nelle diverse versioni dell’ambiente di apprendimento. Centinaia di utenti e sviluppatori di tutto il mondo, grazie al lavoro rilasciato sotto licenza GPL, si sono avvicinati al progetto per fornire ulteriori apporti tanto che lo sviluppo di Moodle prosegue ad una velocità sorprendente anche in confronto ad altri importanti progetti Open Source e la sua diffusione diventa sempre più ampia a livello mondiale. Il merito è da attribuire in parte al team di sviluppo, per gli sforzi elargiti nel tentativo di rendere Moodle compatibile con il più ricco numero possibile di web server e DBMS (Data Base Management System) ed in parte ai traduttori, grazie ai quali la piattaforma può oggi vantare di essere localizzata in oltre 40 lingue diverse. La filosofia di Moodle Il design e lo sviluppo di Moodle sono guidati da una particolare filosofia dell'apprendimento, un modo di pensare che può anche essere definito quot;pedagogia costruzionista socialequot;. Questa paragrafo cerca di spiegare in termini semplici il significato di quot;pedagogia costruzionista socialequot; esponendo brevemente i quattro concetti principali che ne costituiscono il background. Ciascun concetto, come si può notare, riassume una visione dell'immensa quantità di diverse ricerche, quindi tali definizioni possono sembrare insufficienti nel caso si sia già letto di essi. Qualora tali concetti risultino completamente nuovi allora è probabile che all'inizio queste idee saranno difficili da comprendere - tutto quello che posso raccomandare è di leggerle con attenzione e di pensare a tutte le volte in cui si è cercato di imparare qualcosa. Costruttivismo Questo punto di vista sostiene che le persone costruiscono attivamente nuova conoscenza quando interagiscono con il proprio ambiente. Tutto ciò che si legge, si vede, si sente, si prova e si tocca è analizzato rispetto al proprio bagaglio di conoscenze e, qualora sia possibile, all'interno del proprio mondo mentale si può 3
    • formare nuova conoscenza da portare con sé. La conoscenza è rafforzata se si è in grado di utilizzarla con successo nel proprio ambiente più vasto. Non si è semplicemente una banca di ricordi che assorbe informazioni passivamente, né è possibile che la conoscenza sia quot;trasmessaquot; soltanto leggendo qualcosa o ascoltando qualcuno. Con ciò non si intende che sia impossibile apprendere qualcosa dalla lettura di una pagina web o assistendo ad una lezione, ovviamente si può. Si vuole solo far notare che è più una questione di interpretazione che di trasferimento di informazioni da un cervello all'altro. Costruzionismo Il costruzionismo asserisce che si apprende in maniera particolarmente efficace quando si costruisce qualcosa da far sperimentare agli altri. Può trattarsi di qualsiasi cosa: da una frase pronunciata o un messaggio su internet a manufatti più complessi come un dipinto, una casa o un pacchetto software. Ad esempio, si può leggere questa pagina diverse volte e tuttavia averla dimenticata il giorno dopo. Però, se si dovesse tentare di spiegare queste idee a qualcun altro con parole proprie, o produrre una proiezione di diapositive che illustri questi concetti, allora si avrebbe una comprensione migliore ed integrata con le proprie idee. Ecco perché le persone prendono appunti durante le lezioni, anche se poi non li rileggeranno mai più. Costruttivismo sociale Estende le idee appena esposte in un gruppo sociale che costruisce cose l'uno per l'altro, collaborando nella creazione di una piccola cultura di manufatti condivisi con significati condivisi. Quando si è immersi in una cultura del genere, si impara tutto il tempo ad essere parte di quella cultura, su vari livelli. Un oggetto come la “penna” è un esempio molto semplice. Essa può essere utilizzata per diversi propositi, ma la sua forma suggerisce una certa quot;conoscenzaquot; relativa alla funzione meccanica dello scrivere a mano libera. Un esempio più complesso è un corso online: non solo le quot;formequot; degli strumenti software indicano determinate cose su come dovrebbero funzionare i corsi online, ma le attività ed i testi prodotti all'interno del gruppo come insieme aiuteranno a dare forma al comportamento di ciascuna persona all'interno di quel gruppo. Connesso e distaccato Si tratta di un'idea che esamina in maniera più approfondita le motivazioni degli individui all'interno di una discussione. Il comportamento distaccato si ha quando qualcuno cerca di restare quot;obiettivoquot; e di quot;limitarsi ai fattiquot;, e tende a difendere le sue idee facendo ricorso alla logica per trovare dei buchi nelle idee del suo antagonista. Il comportamento connesso è un approccio più empatico che accetta la soggettività, cerca di ascoltare e di porre domande nello sforzo di comprendere l'altro punto di vista. Il comportamento costruito si ha quando una persona si dimostra sensibile ad entrambi questi approcci ed è in grado di scegliere uno dei due in quanto appropriato alla situazione del momento. In generale, una sana dose di comportamento connesso nell'ambito di una comunità che impara è un potente stimolante per l'apprendimento: non solo avvicina le persone ma promuove una più profonda riflessione ed un riesame delle convinzioni già esistenti. Pensare a tali questioni aiuta a concentrarsi sulle esperienze che potrebbero risultare migliori per l'apprendimento dal punto di vista di chi impara, piuttosto che divulgare e valutare le informazioni che si ritiene utili da conoscere. Ciò può anche aiutare a comprendere in che modo chi partecipa ad un corso può essere sia docente che discente. Il lavoro di quot;docentequot; può passare dall'essere una quot;fonte di conoscenzaquot; a rappresentare un'influenza ed un modello di comportamento della cultura di classe, connesso con gli studenti in una maniera personale che si rivolge ai loro bisogni nell'apprendere e che modera le discussioni e le attività in modo da guidare gli studenti collettivamente verso gli obbiettivi di apprendimento della classe. Moodle, ovviamente, non forza tale stile di comportamento, tuttavia si tratta di quello che meglio supporta. In futuro, quando l'infrastruttura tecnica di Moodle si stabilizzerà, ulteriori miglioramenti nel sostegno pedagogico rappresenteranno una principale direzione verso cui si muoverà lo sviluppo di Moodle. 4
    • Caratteristiche, interfaccia, funzionalità e attività di Moodle Moodle è in grado di operare indifferentemente su piattaforma Unix, Linux, Windows e altri sistemi che supportano il linguaggio di scripting PHP. I dati sono memorizzati su un Database: MySQL e PostgreSQL sono supportati nativamente, è possibile comunque utilizzare altre basi di dati. Primo accesso in piattaforma Una volta digitato l’indirizzo web della piattaforma oppure dopo aver cliccato su di un link apposito, si aprirà la Home Page. Le Home Page di Moodle sono create dagli amministratori a partire da alcuni temi “scaricabili” direttamente da Moodle.org. Ecco una tipica Home Page creata con Moodle. Per accedere a livello “utente” nel blocco “Entrar” digita il tuo Username e la tua Password quindi clicca su Entrar o premi invio. Se hai dimenticato la password si aprirà la seguente pagina… 5
    • Nella finestra “Dimenticato il tuo username o la password?” fai click sul pulsante “Invia i miei dati via email”; riceverai la nuova password per e-mail. Dopo essersi logati si accede direttamente alla propria Home Page. Nella barra a sinistra ci sono i blocchi attraverso i quali puoi accedere al tuo corso. Fai un click sul nome del corso a cui sei iscritto per entrare. Cliccando sul nome del master si aprirà la pagina del corso, questa pagina può essere dedicata esclusivamente alla tua lezione o condivisa con altri docenti. Una volta entrati nella pagina del corso o della lezione la prima cosa da fare è andare su “Modifica profilo” del blocco “Persone”, per correggere o aggiungere i tuoi dati (soprattutto fai attenzione che la tua e-mail sia scritta correttamente), puoi inserire nel settore “descrizione” la tua associazione di provenienza e se vuoi una breve presentazione, sarà utile ai docenti e agli altri partecipanti, puoi anche aggiungere una tua foto: se hai modificato il tuo profilo ricordati poi di cliccare su “aggiornamento profilo” per salvare le modifiche. 6
    • Puoi modificare la password anche dalla pagina del corso facendo click su “Cambiare password” nel blocco “Amministrazione” Una volta personalizzata la password puoi scegliere se tornare alla Home Page o alla pagina del tuo corso o vedere gli altri partecipanti al modulo facendo click su “Partecipanti” nel blocco “Persone”. Per muoversi nella piattaforma è consigliabile usare la barra di navigazione posta immediatamente sotto l’immagine in testa alla pagina e non la freccetta “torna indietro di una pagina” del browser con cui navighi, se hai fatto delle modifiche e torni indietro con il browser rischi di non visualizzarle o di perderle se non le hai salvate. All’interno del tuo corso puoi vedere i partecipanti cliccando su “Partecipanti” nel blocco “Persone”: Apparirà la lista con tutti i docenti e corsisti iscritti al corso. I corsisti appariranno in ordine di accesso al corso, l’ultimo sarà quello che da più tempo non accede. Verrà anche indicato quanto tempo è passato dall’ultimo accesso. Cliccando sul nome o sulla foto si apre il profilo utente. 7
    • Nel profilo appare la mail dell’utente e, se è stata inserita, una sua descrizione. Cliccando su “messaggi del forum” potete vedere tutti i messaggi che l’utente ha inserito nei forum. Come si presenta l’interfaccia di Moodle Lo spazio del corso può essere organizzato in vari modi: Il tuo corso sarà organizzato in formato “argomenti’. Ogni spazio conterrà un modulo di apprendimento. Ogni modulo conterrà quattro argomenti fondamentali (uno per settimana). Ogni argomento è corredato da una dispensa (generalmente un file PDF) e un forum di discussione settimanale. Al termine di ogni modulo è previsto un “compito” di verifica e un sondaggio sulla validità didattica del modulo stesso. Ad ogni buon conto lo spazio di un corso può essere organizzato anche un formato “digest settimanale’ e formato “relazionale’ Le funzioni Le funzioni principali di Moodle sono: • la gestione dei corsi e degli utenti; 8
    • • la gestione dei contenuti; • la gestione e la tracciatura dell'interazione tra studenti e contenuti, tra studenti e studenti e tra studenti e docenti. Ecco qui sotto un tipico esempio di tracciatura dei dati. In ogni momento è possibile risalire all’operazione effettuata. Tra le caratteristiche più importanti ricordiamo: • L’accesso tramite autenticazione (inserimento nome utente e password) secondo tre livelli: amministratore, docente e studente (il tutor viene considerato come caso particolare del docente). • la possibilità di importare una anagrafica utenti esistente • la possibilità di attivare e gestire i corsi in tre diverse modalità: per argomenti, per settimana, con un forum generale; • La gestione degli studenti e la creazione dei corsi sono attività a carico dell’amministratore, mentre la gestione dei contenuti e dell’attività del corso è a carico dei docenti. Le attività Ecco tutte le attività previste da Moodle Forum E’ una delle attività più importanti di Moodle: lo spazio virtuale delle discussioni. Quando il docente aggiunge un nuovo forum, può sceglierne il tipo: discussione di un singolo argomento, forum generale per tutti (studenti e argomenti), oppure una discussione specifica per studente. Il forum è un sistema molto utile per ricevere e scambiare informazioni. I messaggi dei forum sono visibili a tutti coloro che possono accedere al corso. Tutti possono partecipare al forum a seconda delle impostazioni previste (possibilità o meno di rispondere, di aprire discussioni... vedremo più avanti). Iscriversi ad un forum significa ricevere per e-mail tutti i post (discussioni e repliche) inseriti nel forum. Questa opzione è garantita da questo spazio virtuale. I forum possono essere di tre tipi a seconda della modalità di partecipazione: 9
    • 1. Ci sono forum unidirezionali, cioè si possono solo leggere i messaggi inseriti da tutor e docenti senza rispondere, generalmente sono i forum degli annunci generali del corso come “avvisi del corso” o “forum news”. A questi forum generalmente l’iscrizione è obbligatoria. 2. Ci sono forum parzialmente aperti, è possibile rispondere alle discussioni aperte dai docenti o tutor. Generalmente si è tutti iscritti ma ci si può cancellare 3. Ci sono forum aperti in cui è possibile sia rispondere che aprire discussioni. Generalmente si è tutti iscritti ma ci si può cancellare. Per accedere basta cliccare sul forum desiderato: All’interno del forum vedi la lista delle discussioni aperte e il nome di chi le ha iniziate. Inoltre vedi anche se è un forum a cui sono iscritti tutti (docenti e corsisti) oppure se l’iscrizione è libera, nel caso l’iscrizione fosse libera puoi decidere se iscriverti o cancellare la tua iscrizione. Per leggere i contenuti clicca sull’oggetto della discussione: Vedrai così la discussione aperta e le eventuali risposte. Se alla fine del messaggio trovi “rispondi” significa che puoi rispondere alla discussione basta fare click su “Rispondi”. 10
    • Cliccando su “rispondi si apre lo spazio bianco dove puoi scrivere la risposta. Utilizzando il bottone “sfoglia” o “Browse” potrai inserire un allegato. Per inviare la risposta clicca su “invia al forum”. Una volta inviata la risposta hai 30 minuti per correggere il messaggio, per farlo apri il messaggio e clicca su “modifica”. Come già detto le risposte e le discussioni che inserirai altre ad essere visibili sul sito arriveranno per e-mail a tutte le persone iscritte al forum. Tu stesso riceverai per mail solo i messaggi dei forum a cui sei iscritto. Nell’email puoi vedere l’immagine (se l’utente l’ha inserita) di chi ha inviato il messaggio nel forum ed il suo nome, sopra di essa è indicato da quale forum ti arriva. Per rispondere non devi usare il comando “replica”o “rispondi” della tua mail ma devi cliccare su “rispondi” alla fine del messaggio, in quel modo ti collegherai alla piattaforma e potrai rispondere passando dal forum. Prima di rispondere è consigliabile leggere anche gli altri messaggi della discussione, basta cliccare su “vedi questo messaggio nel contesto” sotto “rispondi”. Se non vedi “rispondi” significa che è un forum unidirezionale e i corsisti non possono rispondere. Ricorda inoltre che è consigliabile aprire una discussione per ogni argomento (ovvero non porre più di un argomento per volta, altrimenti dopo sarebbe difficile collegare le risposte o interazioni al contenuto) Prima di porre un quesito o aprire un argomento leggere le discussioni già aperte e verificare che il tema non sia già trattato (è possibile usare anche il quot;cerca nel forumquot;) Chat La Chat permette ai partecipanti di avere una discussione sincrona in tempo reale via web. Il modulo di Chat contiene varie caratteristiche per gestire e rivedere successivamente le discussioni (se questa funzione è stata attivata dall’aministratore). 11
    • Compito Per un compito, il docente specifica un’attività con una scadenza e un voto massimo. Gli studenti possono caricare direttamente sulla piattaforma il compito da correggere. Il docente ha quindi una pagina per aprire i compiti caricati, correggerli, ed indicare il voto e i relativi commenti. 30 minuti dopo la correzione del compito, lo studente riceverà un’e-mail avvertendolo che il compito è stato corretto. I compiti sono di tre tipi: Trasferire un file: significa che il compito prevede un form in cui i corsisti allegheranno un file che conterrà l’esercizio (word, excel, ect...) In questo caso farai il compito assegnato su di un file word o excel come ti verrà indicato. Per consegnarlo basta cliccare su “sfoglia”, recuperare nel proprio computer il file e cliccarci due volte La stringa accanto a “sfoglia” ti dà la riconferma che hai allegato il file, a questo punto posso consegnare il compito cliccando su “trasferisci questo file”. Il docente correggerà il tuo compito e ti rimanderà un commento e una valutazione. Attività in aula: quando il compito da svolgere non richiede l’invio di un file ma si basa su qualsiasi altra attività, in aula, a casa o sul web. L’attività in aula non prevede né la riconsegna di file né la compilazione di un testo on-line; la valutazione e il commento del docente funziona come le altre tipologie di compito Testo on line: quando il compito richiede di scrivere l’esercitazione direttamente su una pagina modificabile. Questa pagina viene visualizzata dall’allievo quando clicca sul compito, l’allievo la riempie e poi la invia. Quiz 12
    • Questa attività permette al docente di creare dei test (domande a scelte multiple, vero/falso, domande con risposte brevi) e all’utente di rispondere alle domande del test. Queste domande sono conservate in un database per categoria e possono essere riutilizzate durante i corsi oppure fra i corsi. Lo studente, a seconda delle impostazioni, può compilare il quiz più volte. A ciascun tentativo viene dato un voto, e il docente può scegliere se fare commenti o far vedere le risposte giuste. I risultati del test vengono forniti in tempo reale (anche questa possibilità viene fornita dal docente che può anche riservarsi l’opzione di fornire i risultati subito dopo la chiusura del test). In ogni caso, nella pagina del corso dello studente, è presente nel blocco “Administracion” la voce “Calificaciones” che permette allo studente di rivedere tutte le prove di verifica effettuate con le valutazioni sia parziali (la valutazione di ogni singola prova) che sommative. 13
    • Diario E’ una attività di riflessione dello studente guidata opportunamente dal docente attraverso stimoli e domande. Le scritture del diario sono visibili solo dal docente e dallo stesso studente. Il docente può commentare gli interventi degli studenti e questi ultimi vengono avvertiti via e- mail di questo feedback. Glossario E’ possibile gestire un glossario di riferimento per un corso, i contenuti del corso possono essere filtrati dalla piattaforma facendo sì che le parole riconosciute siano collegate mediante link alla relativa definizione. 14
    • Scelta Il docente fa una domanda, e specifica le possibili risposte. Gli studenti rispondono e il docente ha a disposizione una pagina di report con i risultati. Può essere usato ad esempio per fare sondaggi fra gli studenti. Workshop Un workshop è un’attività di valutazione tra studenti per un utilizzo molto avanzato della piattaforma. Feedback - Sondaggio - Inchiesta - Indagine 15
    • Il modulo d’indagine mette a disposizione del docente alcuni esami predefiniti, utili per valutare e comprendere il livello della vostra classe. Al momento comprendono gli strumenti ‘COLLES’ (Constructivist On-Line Learning Environment Survey - indagine costruttivista d’ambiente d’apprendimento on line) e ‘ATTLS’ (Attitudes to Thinking and Learning Survey - attitudini a pensare e indagini d'apprendimento). L'indagine può essere proposta agli studenti sia al principio del corso, come strumento di valutazione iniziale, sia alla fine, come momento di verifica. Questi sondaggi possono essere inoltre molto utili se usati con frequenza settimanale per monitorare l’andamento della classe. Funzioni ausiliarie Le funzioni ausiliari sono: Forum Insegnanti: riservato ai docenti del corso, può essere usato per appunti privati o comunicazioni fra gli insegnati di uno stesso corso. Ovviamente a tale funzione non possono accedere gli studenti. Tracciatura delle attività dei corsisti: è disponibile una reportistica completa sia per utente che per attività. 16