Your SlideShare is downloading. ×
0
E-Learning, podcasting e Wikipedia per una didattica costruttivistica in rete
E-Learning, podcasting e Wikipedia per una didattica costruttivistica in rete
E-Learning, podcasting e Wikipedia per una didattica costruttivistica in rete
E-Learning, podcasting e Wikipedia per una didattica costruttivistica in rete
E-Learning, podcasting e Wikipedia per una didattica costruttivistica in rete
E-Learning, podcasting e Wikipedia per una didattica costruttivistica in rete
E-Learning, podcasting e Wikipedia per una didattica costruttivistica in rete
E-Learning, podcasting e Wikipedia per una didattica costruttivistica in rete
E-Learning, podcasting e Wikipedia per una didattica costruttivistica in rete
E-Learning, podcasting e Wikipedia per una didattica costruttivistica in rete
E-Learning, podcasting e Wikipedia per una didattica costruttivistica in rete
E-Learning, podcasting e Wikipedia per una didattica costruttivistica in rete
E-Learning, podcasting e Wikipedia per una didattica costruttivistica in rete
E-Learning, podcasting e Wikipedia per una didattica costruttivistica in rete
E-Learning, podcasting e Wikipedia per una didattica costruttivistica in rete
E-Learning, podcasting e Wikipedia per una didattica costruttivistica in rete
E-Learning, podcasting e Wikipedia per una didattica costruttivistica in rete
E-Learning, podcasting e Wikipedia per una didattica costruttivistica in rete
E-Learning, podcasting e Wikipedia per una didattica costruttivistica in rete
E-Learning, podcasting e Wikipedia per una didattica costruttivistica in rete
E-Learning, podcasting e Wikipedia per una didattica costruttivistica in rete
E-Learning, podcasting e Wikipedia per una didattica costruttivistica in rete
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

E-Learning, podcasting e Wikipedia per una didattica costruttivistica in rete

13,435

Published on

Tesi di laurea sui nuovi strumenti disponibili in rete per realizzare un nuovo tipo di didattica "costruttivistica" che rompe con il tradizionale approccio ex-cathedra per dare spazio nella …

Tesi di laurea sui nuovi strumenti disponibili in rete per realizzare un nuovo tipo di didattica "costruttivistica" che rompe con il tradizionale approccio ex-cathedra per dare spazio nella formazione, all'attivita' e alla consapevolezza del discente e alla riconfigurazione del ruolo di facilitatore del docente.

Published in: Education, Technology
1 Comment
42 Likes
Statistics
Notes
No Downloads
Views
Total Views
13,435
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
15
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
1
Likes
42
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. E-Learning, podcasting e Wikipedia per una didattica collaborativa in rete ANNO ACCADEMICO 2005-2006 Presentazione a cura di Alfio Bonfiglio Relatore: prof. Tommaso Tozzi Università degli Studi di Firenze - Facoltà di Scienze della Formazione Corso di laurea in Formatore multimediale Correlatore: prof. Antonio Calvani Tesi di laurea
  • 2. Indice 1. Le nuove frontiere della didattica 2. E-Learning: fare formazione in rete 3. Podcasting 4. Wikipedia: il sapere in rete 5. Costruttivismo e didattica collaborativa in rete Esci Didattica tradizionale Didattica multimediale Didattica in rete Presupposti teorici di un ambiente FaD Piattaforme e-learning e strumenti didattici La classe virtuale Piattaforme e-learning a confronto Il podcast come strumento didattico Esempi di podcast didattici Come produrre un podcast Wikipedia: l’enciclopedia online Wikipedia come strumento didattico collaborativo 6. Ringraziamenti
  • 3. Le nuove frontiere della didattica Esci prof. Alfio Bonfiglio Livello della collaborazione Tecnologie collaborative Tecnologie interattive Tecnologie di distribuzione Cambiamento dei modelli mentali Acquisizione di abilità Trasferimento di informazioni Instructor centered approach Learner centered approach Learning Team centered approach MODELLI DIDATTICI OBIETTIVI DIDATTICI
  • 4. La didattica tradizionale Esci prof. Alfio Bonfiglio Continua ad essere l’elemento portante della didattica tradizionale La lezione frontale (ex-cathedra) Didattica in presenza Uno-uno / Uno-molti Interazione alunno-docente Coinvolgimento emotivo-sensoriale Le nuove frontiere della didattica
  • 5. La didattica multimediale Esci prof. Alfio Bonfiglio Didattica multimediale (utilizzo di più medium) Supporti didattici di tipo lineare Docenti e alunni possono realizzare prodotti ipermediali con software specifico: Amico, Neobook, Toolbook Assistant, Incomedia, PowerPoint, Flash, Frontpage, Revolution, Adobe Acrobat e persino con Word L’ipertesto è un insieme di testi o pagine leggibili con l’ausilio di un’interfaccia elettronica, in maniera non sequenziale, grazie a dei collegamenti ipertestuali (Hyperlink) L’ipermedia rende possibile la navigazione personalizzata e non sequenziale dei contenuti con diversi livelli di approfondimento (Reading)
    • Il concetto di multimedialità si è esteso in:
    • Multisensorialità : diversa integrazione corpo-tecnologia, analogico-digitale, gioco-studio-lavoro
    • Molteplicità comunicativa : utilizzo e integrazione di vari canali
    • Multidimensionalità prospettica : impiego di conoscenze e competenze in contesti diversi
    • Classe globale : forme cooperative a distanza, creazione di comunità di apprendimento
    Cinema, televisione, videocassette Supporti didattici di tipo non lineare IPERTESTO/IPERMEDIA non sequenzialità e pensiero associativo ipertestualità ipermedialità Espansione multimediale Authoring Le nuove frontiere della didattica
  • 6. La didattica in rete Esci prof. Alfio Bonfiglio La didattica in rete o E-Learning ( online education, ) o FAD di III generazione, implica inevitabilmente la trasformazione della didattica che passa da una tipologia comunicativa del tipo uno-molti ad una tipologia molti-molti Il ruolo del docente cambia e diventa sempre più tutor, consigliere, facilitatore, animatore di rete e non solo trasmettitore di conoscenze. Le nuove frontiere della didattica Interazioni di tipo verticale: sostegno da parte di esperti, tutor, animatori, critici etc… Interazioni di tipo orizzontale: possibilità di sviluppare attività di cooperazione e collaborazione tra i partecipanti al corso
  • 7. E-Learning: fare formazione in rete La Formazione a Distanza (FaD) si caratterizza per il fatto che il processo formativo avviene prevalentemente in rete attraverso l’interazione dei partecipanti e rende possibile il superamento dai limiti spazio-temporali rendendo libero il discente Esci prof. Alfio Bonfiglio Libertà dei partecipanti a una attività in rete Tempo Medium Spazio Curriculum Ritmo Accesso Insegnamento: Modello Costruttivistico-sociale
  • 8. Presupposti teorici di un ambiente FaD Esci prof. Alfio Bonfiglio
    • Ogni elemento è appreso grazie:
    • Interazione con gli altri
    • 2. Integrazione nella struttura mentale
    Teoria socio-culturale di Vigotsky Teoria psico-genetica di Piaget Teoria di Bruner APPRENDIMENTO ATTIVO Processo di costruzione di significato
    • Adattamento a interazioni con l’ambiente :
    • Assimilazione di nuove esperienze
    • Accomodamento
    • Ruolo attivo nella conoscenza
    Sviluppo dell’istruzione: 1. Prontezza (istr. motivante) 2. Organizzazione a spirale (facilità d’accesso) 3. Capacità di superamento (elaborazione e superamento delle lacune) Queste teorie, insieme ad altre, hanno costituito la base concettuale del costruttivismo come teoria dei processi d’apprendimento. Segue E-Learning: fare formazione in rete
  • 9. Presupposti teorici di un ambiente FaD Esci prof. Alfio Bonfiglio Costruzione attiva del soggetto Ancorata nel contesto concreto Collaborazione e negoziazione sociale COSTRUTTIVISMO SOCIALE La conoscenza è (Jonassen) Creazione di un “Ambiente d‘Apprendimento” ricco e stimolante. “ un luogo in cui coloro che apprendono possono lavorare aiutandosi reciprocamente avvalendosi di una varietà di risorse e strumenti informativi in attività di apprendimento guidato o di problem-solving”. (Wilson) In questo ambiente il docente assume il ruolo di consulente, facilitatore, assistente e guida. E-Learning: fare formazione in rete
  • 10. Piattaforme e-learning e strumenti didattici Esci prof. Alfio Bonfiglio CMS ( Content Management System) Gestisce sviluppo e strutturazione dei contenuti LMS ( Learning Management System) Gestione di funzioni amministrative e didattiche LCMS (Learning Content Management System) Gestione dell’intero processo di formazione: creazione, pubblicazione e management di contenuti formativi PIATTAFORMA E-LEARNING Software che permette di creare un ambiente virtuale di apprendimento STRUMENTI PER OPERARE IN RETE E-Learning: fare formazione in rete Interazioni Sincrone Asincrone Miste Videoconferenza, audioconferenza, chatting, lavagne condivise Pagine web, forum, email, lavagna condivisa, desktop conferencing Streaming video – audio, lavagna condivisa, desktop conferencing
  • 11. La classe virtuale Esci prof. Alfio Bonfiglio LA CLASSE VIRTUALE Ambiente di apprendimento dove si realizzano le interazioni personali Docente-studente, studente-studente, studente-risorse
    • Modello di Ravitz 4P
    • People – la comunità apprende nel suo complesso
    • Process – controllo sul processo e sul percorso
    • Product – risultato dell’interazione studenti-risorse
    • Participation – partecipazione attiva della comunità
    • Spazio sociale dove avvengono le interazioni tra tutti i partecipanti:
    • Azione attiva del singolo; interazione con le risorse e il tutor
    • Aiuto reciproco; apprendimento collaborativo
    Segue E-Learning: fare formazione in rete Studente - formatore Studente - studente Studente - risorse Interazione sincrona, lezione Int. sincrona, gruppo omogeneo R. analogiche, problemi d’accesso Interaz. asincrona, pag. web, multimedia online Interazione asincrona, gruppo disomogeneo R. digitali e aperte, acc. facile ind. spazio/tempo Classe reale Classe virtuale Interazioni
  • 12. La classe virtuale Esci prof. Alfio Bonfiglio
    • Problematiche specifiche su quattro macroaree:
    • Abilità tecniche
    • Abilità nell’accesso ai contenuti
    • Abilità nella gestione dei tempi
    • Abilità d’interazione
    E-Learning: fare formazione in rete Classe virtuale TEMPO DIFFICOLT À Abilità tecniche Abilità nell’accesso ai contenuti Abilità nella gestione dei tempi Abilità di iterazione
    • Personalità virtuali:
    • Lucker, osserva senza partecipare
    • Presenzialista- cerca di affermarsi continuamente
    • Tuttologo- esprime la sua opinione su tutto
    • Nientologo- non si sente mai all’altezza
    • Spontaneista- improvvisa e non rispetta le scadenze
    • Prussiano- si muove solo su consegne precise
    • Predicatore- ricerca un ruolo carismatico
    • Trasgressivo- elude deliberatamente le regole
    • Ansioso- si sente sempre inadeguato; senso d’inferiorità
  • 13. Piattaforme e-learning a confronto Esci prof. Alfio Bonfiglio Piattaforme Commerciale - è adatta sia alle istituzioni accademiche che al mondo del lavoro Blackboard Integrazione con altre applicazioni, scalability, adattabilità, integrazione con un sistema di informazione sugli studenti, protocolli di autenticazione Caratteristiche software Commerciale, LMS - ambiente integrato di apprendimento e monitoraggio di attività formativa; tracciabilità percorso Lotus Learning Space Learning Space Core : gestione corsi Learning Space Collaboration : gestione lavagna elettr., forum, interventi live, chat comunicazione broadcast Open source, LCMS - web based, gestione corsi, inserimento contenuti da parte dei docenti e degli studenti Moodle Calendario, chat, forum assegnazione di compiti, formazione di gruppi, Wiki, quiz, interfaccia settimanale/relazionale Open source, LCMS - web based, gestione corsi, inserimento contenuti online, percorsi formativi Claroline Agenda, chat, forum, test, grafica essenziale, facilità di utilizzo e di gestione per docenti e tutor E-Learning: fare formazione in rete Tipologia
  • 14. Podcasting Esci prof. Alfio Bonfiglio “ Il podcasting è un sistema che permette di scaricare in modo automatico risorse audio o video, chiamate podcast , utilizzando un programma (un "client") gratuito chiamato aggregatore o feeder .” Generazione di File MP3 On demand “ Un podcast è una registrazione digitale audio o video, scaricabile automaticamente da un apposito programma, messa a disposizione su Internet per chiunque si abboni ad una trasmissione periodica”. Facilità Portabilità I podcast sono facili da creare, economici; uso di programmi amatoriali Il podcast può essere ascoltato/visto ovunque: mobile learning (libertà) I podcast si scelgono in base all’interesse e si richiede l’abbonamento
  • 15. Il podcast come strumento didattico Esci prof. Alfio Bonfiglio Utilizzo ottimale negli ambiti dove la parola ha un ruolo decisivo rispetto al testo: lingue straniere, narrazione, descrizioni, lezioni, conferenze, dibattiti, trattazione Audio Video PODCAST Utilizzo ottimale di immagini e video negli ambiti dove è molto significativa e funge da rinforzo: visite guidate (musei, città), osserv. scientifiche, geografiche, storiche L’elemento collaborativo nella progettazione, produzione e pubblicazione di un podcast scolastico è connaturato allo strumento perché occorre lavorare in team per scegliere gli episodi da produrre e pubblicare, inoltre ciascuno membro del gruppo contribuisce con le sue competenze specifiche ed apprende dagli altri membri del gruppo Podcasting
  • 16. Esempi di podcast didattici Esci prof. Alfio Bonfiglio Podcasting Lingua madre e straniera Esempi di pronuncia (conversazioni, letteratura,). Regole grammaticali. Modi di dire e proverbi. Esempi in situazione (a scuola, al ristorante, alla stazione) Audio con testi allegati.Immagini fotografiche per le situazioni. EPISODI TECNICA PODCAST Narrare Lettura di racconti, trame di libri e film, commenti critici, fumetti, poesie e passi teatrali. Racconti e sceneggiati a puntate. Libri parlati, visite museali Audio, musica (allievi e insegnanti), immagini. (copertine di libri, locandine teatrali, disegni...). Video per visite e viaggi. Ambito scientifico Resoconti di esperimenti, guide parlate e illustrate per l’uso di strumentazioni. Esplicazione di procedure, indicazioni per esperimenti e osservazioni all’aperto o in casa. Educazione alla salute. Audio, video, immagini, testi allegati, slide e grafici. collegamento a Podcast esterni. Link a pagine Web. Tutorial Procedure per utilizzo di software, trucchi e consigli, come fare per.... Educazione stradale, patentino, come usar gli strumenti della scuola, come effettuare una ricerca in biblioteca (in Internet), ecc. Audio, video, immagini, testi allegati, slide e grafici. Link a pagine Web. Comunità Radio giornale di istituto, vita scolastica, consigli per il tempo libero, musica – libri – spettacoli. Indicazioni per studiare, per gli esami, repertorio comico, musica di studenti, news e curiosità, interviste. Audio, video, musica, testi. Ripartizione della lettura in gruppo. TV Istituti tecnici o professionali (comunicazioni, informatica, audiovisivo, ecc.), possono utilizzare il Podcast video per costruire palinsesti TV non sequenziali, “on demand”. Video, trailer, videoclip.
  • 17. Come produrre un podcast Esci prof. Alfio Bonfiglio Podcasting Strumenti (hardware) Necessari microfono e registratore; mixer, cuffie, computer etc… Software (registrazione, editing) Audacity, Feeder, Cast easy, GarageBand e QuickTime Pubblicazione su internet (hosting)
  • 18. Wikipedia: il sapere in rete Esci prof. Alfio Bonfiglio Wikipedia è un’enciclopedia che assume la sua forma ed estensione in Internet, ma che, a differenza di opere similari come l’Enciclopedia Britannica, rende disponibile il suo contenuto liberamente e non a pagamento. Essa è fondamentalmente un ipertesto e la sua consultazione è resa semplice dalla coerenza logica e dal criterio associativo che la caratterizza; è open content (contenuto libero), e i suoi testi sono distribuiti con licenza GFDL (GNU Free Documentation License) e si basa sul copyleft Il progetto Wikipedia nasce il 15 gennaio 2001come progetto complementare di Nupedia (fondata il 9 marzo 2000). Nel corso di questi anni la versione in lingua inglese ha avuto uno sviluppo enorme che l’ha portata a raggiungere più di 1.125.000 voci
  • 19. Wikipedia: l’enciclopedia online Esci prof. Alfio Bonfiglio Wikipedia:il sapere in rete La redazione delle voci è fatta dagli utenti che collaborano inserendo modifiche nelle voci già presenti o ne creano delle altre, consapevoli del fatto che verranno arricchite, completate, discusse, contestate o addirittura cancellate da altri utenti che sono liberi di intervenire. Gli autori nel redigere le varie voci devono mantenere un atteggiamento neutrale ( Neutral Point Of View ) Regola assoluta che non ammette deroghe Il momento collaborativo, relazionale e la dimensione sociale (pagine di discussione, Wikipediabar), sono elementi costitutivi dell’essere Wikipediano e del processo di produzione dell’enciclopedia online
  • 20. Wikipedia come strumento didattico collaborativo Esci prof. Alfio Bonfiglio Wikipedia:il sapere in rete Il software wiki è un tipo di software collaborativo che opera su un sistema wiki, e che permette generalmente di creare e modificare pagine Web con un semplice browser. Gestione del contenuto ultraleggero Wiki engine Scrittura collaborativa (analisi di un testo, sintesi di autori, cronologia analitica Wikibooks , progetto per lo sviluppo e la distribuzione di libri di testo WikiTextBook e OpenTextBook incoraggiano la scrittura collaborativa per scrivere i libri di testo. Il secondo rende possibile la pubblicazione anche in file PDF Collaborare con i grandi progetti: Wikipedia e WikiArtpedia con voci di interesse didattico Traduzioni in tempo reale su diversi riquadri Wiki Con CoWeb, sito web collaborativo si possono creare nuove pagine web
  • 21. Costruttivismo e didattica collaborativa in rete Esci prof. Alfio Bonfiglio Affermazione del modello costruttivistico del tipo learning team centered . Apprendimento collaborativo Progettazione e realizzazione di prodotti ipermediali (ruolo attivo e collaborativo del discente). Dimensione sociale. Docente come tutor, guida, facilitatore
    • Costruzione attiva della conoscenza
    • Insegnamento tra pari e opportunità di sviluppare abilità di esposizione orale
    • Feedback motivante proveniente dagli altri
    Abilità e strategie di problem solving Didattica collaborativa in rete
  • 22. FINE ANNO ACCADEMICO 2005-2006 Esci Università degli Studi di Firenze - Facoltà di Scienze della Formazione Corso di laurea in Formatore multimediale Si ringraziano tutti i docenti per il loro contributo alla mia crescita culturale con particolare riguardo per i proff. A. Calvani, M. Rotta e T. Tozzi Alfio Bonfiglio

×