Gruppo e Gruppo di lavoro
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
18,130
On Slideshare
18,095
From Embeds
35
Number of Embeds
3

Actions

Shares
Downloads
403
Comments
0
Likes
3

Embeds 35

http://www.slideshare.net 19
http://www.interazioneclinica.it 15
http://webcache.googleusercontent.com 1

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Gruppo e gruppo di lavoro Materiale didattico a cura del prof. Angelo R. Pennella Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi (M. Proust) Prof. Angelo R. Pennella
  • 2. Il Gruppo Definizioni e caratteristiche Un gruppo è composto da un certo numero di persone in reciproca interazione sulla base di strutture precedenti; queste persone in interazione si percepiscono come membri del gruppo; questi stessi individui sono percepiti dagli altri (membri del gruppo o no) come membri del gruppo (Doise, Deschamps, Mugny, 1977) L’aspetto distintivo dei gruppi sta nel fatto che i membri condividono delle norme riguardo a qualcosa. La gamma delle norme condivise può essere maggiore o minore, ma essa deve almeno includere ciò che è distintivo e di comune interesse per i membri del gruppo, si tratti di politica o di poker. Devono essere comprese, necessariamente, le norme concernenti i ruoli dei membri del gruppo, ruoli che sono collegati, essendo definiti in termini di reciprocità (Newcomb, 1951) Prof. Angelo R. Pennella
  • 3. Il Gruppo (segue) Il gruppo è una pluralità in interazione, con un valore di legame, che ne determina l’emergenza psicologica Pluralità, interazione e legame producono a loro volta l’emergenza sistemica di ciò che definiamo come gruppo. (Quaglino, Casagrande, Castellano, 1992) Pluralità Interazione Legame Emergenza psicologica Emergenza sistemica Prof. Angelo R. Pennella
  • 4. Il Gruppo (segue) Pluralità Il gruppo è un insieme numericamente ridotto di persone: la riduzione o l’incremento nel numero tende infatti a configurare realtà psicosociali diverse (ad es. la coppia o l’organizzazione). Interazione Indica l’azione reciproca tra gli individui del gruppo e può essere distinta in: a) influenzamento (processo di reciproco adattamento) b) fare insieme (processo produttivo) c) agire contingente (vincoli connesso al tempo e allo spazio ) Legame Si riferisce al vincolo che si instaura tra gli individui che compongono il gruppo e che configura emozioni specifiche di appartenenza e condivisione Prof. Angelo R. Pennella
  • 5. Il Gruppo (segue) Emergenza psicologica Le caratteristiche del legame che si instaura tra i singoli componenti del gruppo induce l’emergere del gruppo come entità psicologica Emergenza sistemica Una volta connotato come sistema sovraordinato, il gruppo acquisisce una valenza sistemica relativamente indipendente dai suoi componenti Prof. Angelo R. Pennella
  • 6. Il Gruppo (segue) pluralità interazione legame Emergenza psicologica Emergenza sistemica Tratto da: Quaglino, Casagrande, Castellano, 1992 Prof. Angelo R. Pennella
  • 7. Il Gruppo (segue) In estrema sintesi, alcune caratteristiche definitorie di gruppo sono: l’interdipendenza e la strutturazioni di legami la condivisione di credenze, norme, valori fondanti le relazioni interne ed esterne l’esistenza di un obiettivo comune/condiviso la disponibilità dei componenti a porre al servizio del gruppo le proprie capacità e competenze per raggiungere l’obiettivo Prof. Angelo R. Pennella
  • 8. Il gruppo di lavoro (segue) Nel momento in cui ci si pone il fine di produrre qualcosa (bene o servizio) il gruppo si trasforma in «gruppo di lavoro» che tende gradualmente a: Integrare i legami psicologici equilibrare le somiglianze equilibrare le differenze lo scopo: raggiungere un obiettivo Se nel gruppo l’elemento distintivo è l’interazione, nel gruppo di lavoro l’aspetto fondante è l’integrazione. Prof. Angelo R. Pennella
  • 9. Il gruppo di lavoro (segue) Il passaggio dall’interazione all’integrazione avviene per step successivi che consentono di sviluppare: coesione La graduale consapevolezza delle uguaglianze esistenti consente ai membri di riconoscere il gruppo come “proprio”, cosa che permette di fissare legami e di percepire i vantaggi connessi all’aggregazione Anche se non necessariamente, ciò agevola lo sviluppo di specifiche dimensioni emozionali sia positive (solidarietà, amicizia, ecc.) che negative (invidia, ostilità, ecc.) Prof. Angelo R. Pennella
  • 10. Il gruppo di lavoro (segue) Elemento fondamentale è comunque l’interdipendenza cioè la reciproca consapevolezza di dipendere gli uni dagli altri, cosa che agevola lo sviluppo di una rappresentazione – sia conscia che inconscia – della rete di relazioni con cui si esprime il gruppo e le sue attività solo grazie alla consapevolezza della interdipendenza è possibile la collaborazione Prof. Angelo R. Pennella
  • 11. Il gruppo di lavoro (segue) gruppo INTERAZIONE INTERDIPENDENZA INTEGRAZIONE Gruppo di lavoro Tratto da: Quaglino, Casagrande, Castellano, 1992 Prof. Angelo R. Pennella
  • 12. L’individuo ed il gruppo Prof. Angelo R. Pennella
  • 13. Una breve digressione: le motivazioni Una possibile classificazione delle motivazioni umane Affiliazione Potere Realizzazione espresso dalla espresso nel necessità di desiderio di essere espresso dal bisogno connotarsi come amato ed accettato di un miglioramento individuo che si dagli altri, con una continuo del proprio differenzia conseguente verso status e di una positivamente dal l’integrazione in un carriera che assicuri gruppo e che tende gruppo che offra prestigio e posizioni pertanto ad assumere supporto e protezione di controllo posizioni e ruoli di responsabilità e di riuscita sociale Prof. Angelo R. Pennella
  • 14. Membership e groupship Tratto da: Quaglino, Casagrande, Castellano, 1992 Prof. Angelo R. Pennella
  • 15. Membership e groupship (segue) Membership essere parte di un gruppo sia in termini di rappresentazione mentale che di capacità di identificare il gruppo come interlocutore e mediatore per la soddisfazione dei propri bisogni. La membership può essere: fisiologica patologica incapacità di percepire il gruppo capacità di confrontarsi e come interlocutore, riconoscersi come individualità di negoziare quindi con il gruppo all’interno della socialità per ottenere le proprie gratificazioni, cosa che comporta la tendenza a fagocitare il diverso da sé Prof. Angelo R. Pennella
  • 16. Membership e groupship (segue) Groupship indica il bisogno fondamentale del gruppo in quanto entità sovraindividuale e che può essere riconosciuto nella necessità di esistere e di raggiungere i propri obiettivi. Espressione evidente della groupship è l’appartenenza che: • alimenta la vita del gruppo • differenzia il gruppo da altre entità gruppali o individuali • sviluppa una specifica comunicazione del gruppo verso l’esterno Significativo l’atteggiamento espresso dal gruppo nei confronti degli altri gruppi (conflitto vs. scambio) Prof. Angelo R. Pennella
  • 17. Membership e groupship (segue) Forte presenza dell’individuo • Individualismo • Gruppo coeso • Conflitto personalizzato • Conflitto costruttivo • Lotta per il potere • Potere condiviso • Produttività scoordinata • Alta produttività Bassa presenza Forte presenza del gruppo del gruppo • Lassismo • Conformismo di gruppo • Assenza di conflitto • Il conflitto è inibito • Nessun potere • Potere arbitrario • Attività fallimentari • Produttività scarsa Bassa presenza dell’individuo Prof. Angelo R. Pennella